La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

GoT: Al via la Lingua Dothraki!


Come già si vociferava da qualche tempo, la notizia trova finalmente conferma per bocca di Martin stesso che l'ha comunicato sul suo Blog: verrà creata una vera e propria lingua per i Dothraki.
L'esigenza nasce dal fatto che a differenza di quanto accade nei libri, dove era sufficiente che Martin ci avvertisse che i personaggi parlavano la lingua Dothraki, nel film è importante far sentire "i suoni" e quindi anche una lingua diversa.
Martin, in effetti, non si è mai posto il problema di inventare una lingua (cosa che invece fece Tolkien, che costruì la sua storia attorno alle lingue che aveva creato) per i Dothraki o per Valyria, limitandosi ai pochi vocaboli che tutti conosciamo e che sono funzionali alla storia; nel momento in cui avrebbe avuto bisogno di ulteriori parole, queste sarebbero state coniate ad hoc.
Per la creazione della lingua Dothraki è stato chiamato un esperto linguista, David J. Peterson dal Language Creation Society (LCS) e specializzato nella creazione delle lingue.
Martin ci fornisce anche una piccola intervista fatta a Peterson, di cui di seguito trovate la traduzione.

Traduzione Intervista a David J. Peterson
David J. Peterson, un esperto creatore di lingue del Language Creation Society (LCS), è stato scelto per dar vita alla lingua Dothraki in GAME OF THRONES, l'ultima serie fantasy prodotta dalla HBO, e basata sulla saga di G.R.R.M "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco".
Quando per i produttori esecutivi, David Beinoff e D.B. Weiss, si è reso necessario creare una lingua per i Dothraki, popolazione di guerrieri nomadi, la scelta è caduta sulla Language Creation Society (LCS) che sottopose la proposta al suo pool di esperti: tra queste, è stata scelta quella di David J. Peterson.
Peterson si è ispirato sia alla descrizione della lingua fatta da Martin, sia ad altre lingue quali il Russo, il Turco, l'Estone, l'Inuktituk (lingua eschimese) e lo Swahili. Ad ogni modo il Dothraki non è solo una lingua artificiale mista e farfugliante; ha una propria sonorità, un vasto vocabolario di più di 1800 termini ed una struttura grammaticale complessa.
"Nel costruire il Dothracki, ho cercato di rimanere il pià fedele possibile al materiale già esistente nella serie di Martin" dice Peterson. "Sebbene non ci fossero molte informazioni, era evidente una certa dominante nell'ordine delle parole (soggetto-verbo-oggetto); aggettivi posti dopo il sostantivo, e la mancanza della copula "to be" (essere). Ho mantenuto questi elementi, creando un suono estetico che sarà familiare ai lettori e che darà alla lingua profondità ed autenticità. Il mio scopo è quello di mettere i fans della serie davanti a parole Dothraki che non sono in grado di capire se provengono dai libri o sono state create da me - e per gli spettatori di non rendersi conto che si tratta di una lingua ricostruita."
"Siamo molto eccitati all'idea di lavorare con David e la LCS", ha detto uno dei produttori, D.B.Weiss. "La lingua che ci ha suggerito è fenomenale. Carpisce l'essenza dei Dothraki e ci trasporta ad un altro livello di ricchezza nel loro mondo. Aspettiamo con ansia la sua prima collezione di sonetti d'amore Dothraki".
Lo sapevate? (Hash yer ray nesi?)
Il nome del popolo Dothraki - e della loro lingua - deriva dal verbo "dothralat" (cavalcare).
I Dothraki hanno quattro diverse parole per "portare, trasportare" (carry), tre per "spinta/spingere" (push), tre per "tirare" (pull) ed almeno otto per "cavallo" (horse); ma nessuna che significhi "per favore" (please) o "seguire" (follow).
La parola più lunga in lingua Dothraki è "athastokhdeveshizaroon", che significa senza importanza, privo di senso.
I vocaboli per "imparentato" (related), "eclisse" (eclipse), "disputa" (dispute), "giuramento" (oath), "pira funeraria" (funeral pyre), "prova" (evidence), "presagio" (omen), "zanna" (fang), "plenilunio dell'equinozio autunnale" (ovvero la luna del raccolto - "harvest moon") hanno tutti un elemento in comune; la parola "qoy", il termine Dothraki per "sangue" (blood).
In Dothraki; "sognare" (to dream) si dice - thirat atthiraride, che letteralmente significa "vivere una vita di legno" (to live a wooden life). In Dothraki, "di legno" (wooden), ido è sinonimo di "finto/fasullo" (fake).
La parola "orgoglio" (pride) - athjahakar - deriva da jahak, la lunga e tradizionale treccia che usano portare i guerrieri Dothraki (lajaki).

Altre informazioni circa la lingua Dothraki (ed le loro poesie d'amore), saranno fornite durante il corso della serie.


Commenta sul Forum