La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

GoT: Prime impressioni dopo lo screening dei primi due episodi



Westeros ha ottenuto lo scoop di parlare con Goran Danasten, direttore di una TV svedese.
Secondo HBO il responso è stato positivo, e aspettano con ansia altri commenti da altri produttori stranieri.

Qui di seguito la traduzione dell'articolo:
Il giorno 11 Febbraio, abbiamo annunciato che i rappresentanti di alcune emittenti straniere - sia coloro che avevano assicurato i diritti a GoT sia quelli che erano ancora indecisi - avrebbero avuto l'opportunità di visionare i primi due episodi della serie. Secondo HBO il responso è stato molto positivo e si aspettano di ricevere ulteriori offerte per i diritti da altre TV straniere.

Ora siamo in grado di riportare una sintesi di alcune osservazioni espresse da uno dei rappresentanti che era presente allo screening. Goran Danasten, direttore per le acquisizioni delle fictions per l'emittente Svedese, ha espresso qualche commento dubbioso su ciò che ha visto e sulla natura di questi dubbi. Le sue osservazioni complete possono essere trovate (in svedese) qui.

I suoi commenti iniziano con una lode per i valori cinematografici dello show e della produzione, affermando che si presenta incredibilmente bene ed i telespettatori ne apprezzeranno la qualità visiva. Tuttavia, la sua parte scettica nota anche che lo show mostra una vera e propria parata di "grandiosità", che per la gran parte è un bene, ma uno show necessita di qualcosa più di una bella facciata per distinguersi.

Danasten ammira la capacità di HBO di offrire un fantasy "accessibile", che aggiunge in particolare un livello di complessità superiore che va oltre gli abituali cliché che i fans del genere possono prevedere. D'altra parte, nonostante i primi due episodi siano fantastici, ci sono una gran quantità di personaggi ed un'ambientazione piuttosto complessa che vengono introdotti in un breve lasso di tempo e che renderà impegnativo per gli spettatori prendere familiarità con il i libri ed il genere. Danasten è inoltre sicuro che i primi due episodi rivelino molto della grande profondità della serie (presumibilmente se comparata con precedenti spettacoli dello stesso genere). In definitiva afferma che lo show avrà bisogno di tempo per accrescere la propria audience e perché questa si abitui alla sua complessità.

Ha infine elogiato gli attori, suggerengo che in generale lo show ha un buon cast. Ha citato in modo particolare alcuni dei "novellini" descrivendoli come "magicamente adatti"; Maisie Williams (Arya Stark), afferma, sembra essere nata per questo, e la  definenisce spettaclare. E' stato colpito anche da Richard Madden (Robb Stark). Tra gli attori veterani, sostiene che Dinklage sarà indimenticabile tanto quanto Tyrion. Rispondendo ad una domanda circa la spettacolarità dello show, afferma che forse rispetto ai libri è un po' più attenuata.

Spera che lo show sia a metà strada tra il fantasy e "Rome" e che possa trovare quella fetta di pubblico che sappia apprezzarlo. Il suo giudizio finale è che lo show sarà apprezzato sia dai fans dei libri sia da quelli del genere fantasy;  ma anche se a prima vista GoT potrebbe apparire come un fantasy convenzionale, egli spera che con il tempo possa attirare un pubblico in grado di smentire questa iniziale impressione.

SVT trasmetterà GoT all'inizio dell'anno prossimo, dopo la scadenza dell'esclusiva di Canal+. La cosa positiva è che a questo punto "Winter is Coming" potrebbe diventare una pertinente tag line..


Commenta sul Forum