La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Martin risponde sull'ultimo aggiornamento


Ecco un nuovo messaggio da Martin che fa chiarezza su alcune parti del suo precedente messaggio:

Come ho scritto, sei giorni sono passati dalle elezioni.

Da quando ho postato il mio ultimo aggiornamento con il "Lutto per l'America" lo scorso mercoledì, sono stato tempestato di emal. In seguito a quella scrittura ho ricevuto anche più di seicento messaggi. Corti, lunghi, simpatici, tristi, colpiti, arrabbiati e di tutto e di più. Sono contento di sapere che la maggiorparte di queste email erano di sostegno nei miei confronti.

Sì, ci sono state anche poche dozzine di lettere abusive piene di nomi di semi-letterati, ma molto meno di quanto mi aspettassi. Non sono sorpreso. Sapevo che la cosa sarebbe stata pericolosa quando ho deciso di farla. A coloro che hanno detto che non leggeranno mai più un mio libro, beh, è una vostra scelta. Per coloro che mi hanno consigliato di andare a vivere in Francia, nah, non penso di farlo. Non ho nulla contro la Francia e spero di tornare a visitarla un giorno, ma questo è il mio paese ed io credo in lui e combatterò per lui.

Ho anche ricevuto riflessioni e considerazioni da votanti di Bush che hanno espresso il loro disaccordo con ciò che ho espresso nell'ultimo aggiornamento. Spero di trovare il tempo di rispondergli dal momento che credo che l'unica strada per guarire l'America sia che le persone buone di ogni parte parlino insieme e trovino un terreno comune di discussione. Però l'ultima cosa di cui ora ho bisogno è di intraprendere 20 o 30 discussioni politiche via mail. Io apprezzo tutti questi messaggi e rispetto il tempo che è stato dedicato per scriverli, tanto quanto noi tutti possiamo essere contrari a Bush, a Kerry o a problemi vari.

Centinaia di voi hanno fatto eco ai miei sentimenti sulle elezioni e sul futuro che stiamo per affrontare. Molti di voi hanno detto che le mie parole vi hanno aiutato a combattere la vostra rabbia, depressione e disperazione. Se è davvero così, ne sono felice. Le vostre email hanno avuto lo stesso effetto per me. Spero di poter rispondere ad ognuna di queste mail personalmente, ma è ovviamente impossibile, specialmente se questa moltitudine di messaggi continua ad arrivare anche mentre scrivo.
Però ho letto ogni messaggio che ho ricevuto. Dobbiamo ricordarci per i tempi a venire che non siamo soli. È bello che ognuno di voi abbia preso un attimo di tempo per consolarmi, commiserare, condividere il suo disappunto ed in generale aiutarmi a riprendermi dalle conseguenze della votazione.

Ora dove mi trovo?
Sono tornato al lavoro su A FEAST FOR CROWS. Ieri ho revisionato e riscritto uno dei capitoli di Arya. Oggi lavorerò soprattutto su Sam e un po' con Cersei. Spero ancora di finirlo entro la fine dell'anno, ma come ho detto prima, vedremo come andranno le cose.

Riguardo le elezioni, la nostra battaglia (come la strada di Tolkien) continua, e dobbiamo seguirla dove possiamo. Ci saranno altre battaglie, altre elezioni, e noi siamo le legioni. Il boss lo ha detto nel modo migliore: nessuna ritirata, nessuna resa.

Continuate a leggere, continuate a pensare, continuate a votare.

George R. R. Martin, 8 Novembre 2004


Commenta sul Forum