La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

In memoria di Robert: intervista a Mark Addy


Fonte: Access Hollywood

Domenica, il nuovo dramma fantasy della HBO, basato sui libri di George R.R. Martin, ha perso il suo primo “buono”: il re Robert Baratheon, che misteriosamente è tornato dalla caccia ai cinghiali, infilzato dalle zanne della bestia. La ferita mortale ha messo fine alla vita del regnante, e la sua morte amplia la lotta per il potere del Trono di Spade nei Sette Regni, secondo le parole di Mark Addy, che ha dato una solida performance come Re Robert, proprio fino alla sua fine nell’episodio 7.

“Fino a questo punto, ma scena viene davvero solo preparata, e si riesce a capire chi è chi, in che rapporti è con un altro personaggio e che posizione occupa nell’ordine delle cose. Ma una volta che il trono diventa vacante, le cose iniziano a sgretolars”, ha detto Addy ad Access Hollywood. “La lotta per il potere  non è ancora nemmeno iniziata”.

Addy, uno studente della sitcom CBS “Still Standing”, insieme a Jami Gertz, quando si era avvicinato per la prima volta al ruolo non era consapevole che il suo personaggio avrebbe incontrato la propria fine, ma il materiale lo aveva convinto ad accollarsi l’importante ruolo.

“Mi hanno mandato circa tre o quattro scene da imparare per l’audizione e io ho pensato “E’ davvero buon materiale,”” ha riso Addy. “Poi in successivamente sono andato a comprare il libro e ho pensato “Questo è davvero un buon libro” Quindi era grandioso avere l’opportunità di far parte di qualcosa di così immenso ed amato”.

La sua ultima scena di domenica lo ha visto in coppia con Sean Bean, che interpreta Eddard “Ned” Stark, il miglior amico del Re. Nel corso della stagione, i due hanno avuto un rapporto ravvicinato sullo schermo, mentre da invecchiato ricordavano gli amori perduti (come la promessa sposa Lyanna, che era la sorella di Ned) e le battaglie vinte. Quel rapporto è stato rafforzato dalle storie di vita reale degli attori, che sono state interconnesse.

 “Siamo stati coinvolti in una trilogia di film un anno fa, chiamata “Red Riding”, ma siamo stati nella scuola drammatica nello stesso periodo. Stessa scuola drammatica, stesso periodo, anni diversi, quindi è un po’ come se fossimo tornati indietro... oh, più lontano di quanto la maggioranza riesca a ricordare,” ha confessato Addy, aggiungendo che anche in passato al college Bean era “un attore straordinario”.

 “Andavamo molto d’accordo e questo ci è stato di enorme aiuto nell’interpretare quei personaggi. Stai con qualcuno che conosci e ammiri, e loro si sentono allo stesso modo,” ha aggiunto. “Quindi riesci semplicemente a proseguire e interpretare le scene”.

Nonostante la loro distanza sullo schermo, lui è stato vicino anche a Lena Headey, che interpreta la moglie-trasformata-in-vedova di Robert, la regina Cersei Lannister.
Una delle scene pià intriganti della stagione ha visto in coppia Addy e Headey nei panni di Robert e Cersei, in cui entrambi hanno parlato di cosa è andato storto nel loro matrimonio e cosa sarebbe potuto essere.

“Io e Lena andavano d’accordo come una casa in fiamme,” ha detto Addy ad Access. “Ci adoriamo assolutamente, quindi è stato fantastico avere una scena dove non le ringhiavo “Fai silenzio, donna!” e riuscire, del nostro punto di vista di attori, ad esplorare un po’ di più questi personaggi su un livello un po’ più personale rispetto alla loro immagine della “Monarchia”… era intrigante. Quella era una scena che i [Produttori e sceneggiatori] David [Benioff] e Dan [Weiss] hanno creato…  E’ stato fantastico avere da recitare qualcosa del genere e tuffarsi davvero nella profondità di chi sono queste persone.”

Dal suo ingresso alla sua morte, Addy ha aggiunto profondità e dettagli a Re Robert, ma si è tenuto alla larga dal prendersi il merito per la sua performance ben informata.

 “In realtà, è un po’ merito di tutto,” ha detto riguardo a ciò che ha reso degno di nota la sua rappresentazione del re. “Il fatto che George ha scritto personaggi così straordinariamente ricchi, che sono descritti con i più sottili dettagli nei libri, ti dà una solida ossatura su cui crearti la tua versione. E a livello fisico, il tipo di costumi ci ha aiutato. Una volta che entri in quel meccanismo, questo in qualche modo ti dà la sensazione di chi è quella persona, e poi tu hai dei registi che conoscono i libri, conoscono i personaggi bene quanto noi, e non ti lascerebbero fare qualcosa che è troppo lontano da ciò che questi personaggi sono.

“In qualche modo capisci ciò che caratterizza una persona, il modo in cui George ha scritto una storia così grandiosa. La tua intera back story è proprio lì per te,” ha proseguito. “Nei libri, scopri che questi tizi sono come ragazzi che crescono diventando uomini e assumono posizioni di potere, a cui loro probabilmente non erano i più adatti, e in seguito vengono coinvolti in un matrimonio senza amore, che è davvero più una mossa politica che la nascita di un vero sentimento per l’altra persona. Tutto si somma per creare qualcuno che è un personaggio davvero imperfetto, che si è convertito al bere e alle prostitute, in modo da mantenersi in un certo senso sano di mente”.

Anche se i produttori decidessero di fare flashback, Addy ha detto di non aspettarsi di tornare in qualche forma nella Stagione 2, che viene preparata per essere girata oltreoceano.

“Dove siamo nella Stagione 1 è molto più tardi. Quando la soddisfazione si è protratta e tu non ti ci sei opposto per tanto tempo, cresci grasso, pigro e ubriacone. Non penso di poter fare abbastanza ginnastica per apparire come Robert quando aveva 20-21 anni,” ha riso Addy, immaginando che se ci fossero flasback, sarebbero della gioventù di Robert.

Piuttosto, si è spostato dall’altro lato della medaglia, facendo seguire al serio GoT un proprio ritorno alla commedia. Girando a Bristol, UK, Addy ha una serie britannica in cui lavorare, attualmente intitolata “Trollied”, una parola in slang britannico per una specie di situazione in cui uno si trova dopo una notte di pesanti bevute.
“E’ ambientata in un supermarket a cui è semplicemente capitato di avere come dipendenti della gente fondamentalmente fuori di testa,” ha detto sul nuovo show, che vede Addy nei panni del macellaio principale.
“E’ bello variare le cose,” ha detto. “E’ la cosa carina di questo lavoro.”


Commenta sul Forum