La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Intervista a Sechi e Veauclin - Factornews


Fonte www.factornews.com - Traduzione di Viserion




Salve, potreste presentarvi rapidamente e dici quali sono i vostri ruoli nello sviluppo del gioco?

Thomas Veauclin, capo del progetto su a Game of Thrones - RPG e direttore artistico della Cyanide.
Sylvain Sechi, lead game designer del gioco A Game of Thrones - RPG.


Che beneficio comporta il vostro accordo con la HBO, produttrice della serie TV? Integrerete le superbe musiche? O sarà necessario modificare alcune ambientazioni o personaggi?

Noi ci siamo messi d'accordo in merito ai diritti d'immagine degli attori, le loro voci, il logo della serie, anche le musiche naturalmente, e anche elementi grafici come il trono etc.


Questo accordo è arrivato relativamente tardi nello sviluppo del gioco, si può immaginare che non abbiate avuto il tempo o i messi necessari per modificare tutti gli elementi grafici. Non temete che la gente abituata all'interpretazione dell'universo di AGOT data dalla HBO respingano la vostra versione di Westeros?

Dunque, per i personaggi il problema non si pone affatto visto che saranno identici a quelli della serie. Per i luoghi, no, non abbiamo questo timore. L'interpretazione della serie è una visione delle cose, la nostra è un'altra, senza tuttavia andare in un'altra direzione naturalmente. In più noi abbiamo molti luoghi che non sono nella serie, dunque ci serviva principalmente conservare l'omogeneità dell'insieme. Il nostro sviluppo è cominciato ben prima che le immagini della serie fossero visibili dunque sapevamo bene che i nostri ambienti non sarebbero stati identici a quelli della serie. Ma quel che importava era avere anzitutto i personaggi che sono la risorsa primaria della saga di G. R. R. Martin.


Le animazioni non sembrano molto naturali su alcuni estratti video che abbiamo potuto visionare. Si tratta di un dei punti che migliorare prima dell'uscita del gioco?

Stiamo sparando la maggior parte delle animazione in motion capture dunque non cristallizzatevi sulle animazioni attuali.


Avremo occasione di visitare le Città Libere nel RPG?

Eh no, spiacente! Ci siamo concentrati sul primo tomo dei romanzi dunque chiaramente su Westeros.


La moda è ormai per i giochi di genere action e di lotta in tempo reale. Vi preoccupano le reazioni riguardo al vostro partito preso contro la lotta?

In realtà no, perché al contrario, noi ci muoviamo in una direzione che è molto apprezzata dai nostri giocatori, o almeno questo è quel che pensiamo. Non è che siccome la tendenza è per l'azione tutti quanti debbono piegarsi a essa. Noi facciamo un RPG, non un gioco d'azione.


Avete trovato un editore? Se non doveste trovarne vi autoprodurreste?

Siamo sulla buona strada per concludere un accordo, ma in effetti fin dall'inizio del progetto ci siamo auto finanziati.


Qualche domanda su Genesis. Anch'esso si sviluppa nell'universo del trono di spade, ma secondo la Cyanide Montreal Genesis non è un STR classico. Come pensate che i giocatori reagiranno a questo gioco in due fasi?

Confidiamo che i giocatori possano adattarsi bene. Il gioco è stato interamente pensato in termini di strategia e dei contro, il che vuol dire che non vi è alcun bisogno di passare dalla pace alla guerra per finire una partita. Se avvertite che il vostro avversario è intenzionato a precipitare il regno verso la guerra, avete molti mezzi per restare in pace, o nella peggiore delle ipotesi, ad addossargli la dichiarazione di guerra.
E una di quelle peculiarità che rendono il gioco così speciale è la varietà di strategie possibili.
Contrariamente agli RTS classici che si limitano alle unità e contro unità, A Game of Thrones: Genesis va più lontano e offre la possibilità d'adottare delle strategie politiche, economiche... non esclusivamente delle tattiche di guerra.
Abbiamo scommesso nel proporre ai giocatori un RTS che esca da sentieri già battuti, poiché molti sono stanchi, stufi di dal sistema di raccolta/costruzione/produzione di massa che esiste da 20 anni, dal primo Dune in effetti.
A Game of Thrones: Genesis destabilizzerà di certo alcuni giocatori all'inizio, ma una volta compresi i meccanismi, si godranno pienamente questo nuovo genere di strategia in tempo reale.


Genesis è ancora previsto per il terzo trimestre del 2011? La serie tv ha avuto qualche impatto su questo gioco?

Sì, è il periodo previsto per il lancio. La serie della HBO è arrivata un po' troppo tardi per influenzare lo sviluppo di Genesis, per cui sono stati i buon vecchi libri che hanno nutrito la nostra immaginazione.


Commenta sul Forum