La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Serie TV – tra tempeste di neve e buio, le riprese della seconda stagione in Islanda


Il sito thelocationguide.com ha pubblicato un set report delle riprese della seconda stagione di Game of Thrones in Islanda, ed é correlato da foto inedite, e davvero suggestive dal set. Eccovi la traduzione:

La miniserie fantasy di successo Game of Thrones ha usato la maggior parte delle scene girate nei congelati paesaggi islandesi per la sua seconda stagione. Climatiche congelate e invernali caratterizzano parte delle mitiche lande della serie, e così le regioni dei ghiacciai islandesi sono state usate per questa parte di storia.
La compagnia di produzione Pegasus Pictures ha in programma di filmare su ghiacciai “calving” – il nome dato a ghiacciai che finiscono con un improvviso dirupo – sulla costa sud est dell’Islanda, ma gli effetti delle eruzioni vulcaniche del 2010 hanno causato problemi con la cenere. La squadra di produzione di Game of Thrones ha dovuto pulire la neve e tanti ghiacciai sono ancora ingrigiti con rimanenze di cenere vulcanica.
Svinafellsjokull, il ghiacciaio calving in Skaftafell è diventato il più importante luogo di riprese, seguito dalle vicinanze di Smyrlabjorg, e poi nelle monagne vicino a Vik su Hofdabrekkuheidi. Pegasus sperava che neve fresca avrebbe coperto le ceneri rimanenti su Svinafallsjokull, che è arrivata, anche se un pochino tardi.
Einar Sveinn Thordarson di Pegasus Picutres: “C’è stata una abbondante nevicata, al punto che al penultimo giorno di ripresa le strada erano bloccate e i veicoli erano bloccati nella neve e scivolavano dalla strada. Siamo riusciti ad arrivare alla location comunque. Ironicamente, quel giorno, le scene filmate nella tempesta di neve sono molto belle, e noi siamo contenti di essere riusciti a girarle.
“La sfida principale, direi, è stato il tempo. Abbiamo girato per tre settimane in inverno e in questo lasso di tempo ci si può aspettare tempeste di neve. La possibilità che ci sia una nevicata è alta, ma non garantita, il che avrebbe significato andare sul ghiacciaio stesso, e sarebbe stato più lento e più costoso.
Le riprese hanno coinvolto una squadra di 200 persone e 15 cavalli. La costruzione dei set è stata minimizzata, perché costruzioni di qualsiasi tipo sono suscettibili a danneggiamenti da tempeste durante gli inverni islandesi. Scale e corde di sicurezza sono state installate in alcuni posti come misura di precauzione, mentre alpinisti esperti sono stati sul luogo per arrampicate difficili.
Thordarson aggiunge: “Un altro aspetto impegnativo delle riprese è stata la poca luce diurna che avevamo a disposizione. Per questioni di pianificazione, non siamo stati in grado di partire prima del 25 novembre, così i giorni erano da pianificare veramente bene e tutte le preparazioni per le riprese di giorno sono state fatte al buio. Abbiamo dovuto montare degli impianti di illuminazione nelle varie location per essere in grado di lavorare.”
Game of Thrones ha la sua base nell’Irlanda del Nord, allo studio Paint Hall di Belfast, e in addizione all’Islanda è stato filmato in Croazia, per la seconda stagione, dove la compagnia di produzione è stata la Embassy Films.

 


Commenta sul Forum