La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Intervista a Jaqen H’ghar


Fonte: AccessHollywood


Sarà anche vero che la guerra è in arrivo in “Game of Thrones” della HBO, ma non il viaggio di tutti nella Stagione 2 sarà incentrato sulla battaglia per il Trono di Spade. Nel caso di Arya Stark di Maisie Williams, il suo cammino inizia con una semplice missione: la sopravvivenza.

Dopo aver visto suo padre Ned Stark (Sean Bean) venir decapitato, è stata velocemente e silenziosamente portata via da Yoren dei Guardiani della Notte, che le ha tagliato i capelli, le ha detto di fingere di essere un ragazzo e l’ha messa con la banda di furfanti di Approdo del Re che stava portando per servire sulla Barriera.
Ma mentre tenta di nascondere la sua identità e restare viva nella Stagione 2, un nuovo volto intrigante è destinato a incrociare il suo cammino: il misterioso Jaqen H’ghar, interpretato dall’attraente Tom Wlaschiha.
Il tedesco dagli occhi blu ghiaccio, che lo scorso autunno è apparso (insieme a Michael Sheen) nel dramma fittizio “Resistance” ispirato alla Seconda Guerra Mondiale, non aveva sentito parlare di GOT quando ha mandato la registrazione della sua prima audizione da Berlino.

 “Ho detto: “Questo è davvero bizzarro: un personaggio che parla di sè stesso in terza persona,” ride durante la telefonata con AccessHollywod.com, riflettendo sul suo primo breve pezzo per Jaqen, che entra nel dramma come un enigma. “Non avevo idea di cosa farmene”.

Quell’audizione si è trasformata in un incontro sul set di Belfast con il regista Alan Taylor e i produttori, che hanno proiettato per l’attore dai tratti fini alcuni episodi della Stagione 1 nelle ore libere che aveva prima che il suo aereo europeo tornasse a casa. E la visione dello show ha contagiato la star tedesca.

“Ho detto: “Wow! Ho ottenuto questa parte!”” ricorda. “Ero davvero contento che fosse andata bene”.

La Sacredotessa Rossa, Melisandre, può aver guadagnato punti, ma Jaqen è altrettanto intrigante. E nell’ultima serie di interviste della Stagione 2 di GOT di AccessHollywood.com, Tom accenna a quello che ci aspetta quando usa il suo fascino ammaliante su quelli come la giovane Stark travestita.

AccessHollywood.com: Per prima cosa, sai come pronunciare il nome del personaggio?

Tom Wlaschiha: (Ride) Beh, la decisione era un po’ mia, a dire il vero.

Access: Questo è spassoso.

Tom: Beh, ne abbiamo discusso. David [Benioff] e Dan [Weiss], I produttori, mi hanno chiesto come l’avrei pronunciato, io ho detto “Jaqen” (nota dell’editor: suona come Jack-in) e a loro ciò andava bene.

Access: Che bello il fatto che sia stata una tua scelta. Ci sono così tanti personaggi nei libri con nomi che non hai mai sentito pronunciati prima d’ora.

Tom: Lo so, e scritto suona un po’ bizzarro e davvero non sai come pronunciarlo all’inizio. E lui è un personaggio strano e misterioso, quindi ho pensato che anche il suo nome potesse suonare strano e misterioso.

Access: Quindi, all’inizio della Stagione 2, parlaci di Jaqen: è buono o cattivo?

Tom: Penso che la cosa bella di Jaqen sia che lui è molto [ambiguo] come personaggio, e tu davvero non sai… Questo è il bello di “Game of Thrones”: tutti i personaggi non sono rappresentati in un modo clichè. Non sono dei clichè, sono tutti umani. Hai dei loro lati positivi e negativi, quindi sicuramente Jaqen… non sappiamo proprio da dove viene, se ha degli obiettivi segreti, quali essi sono.

Access: Quanto è importante Jaqen per la storia di Arya, da quello che vediamo nella Stagione 2?

Tom: All’inizio, Arya non si fida affatto di lui, perché è un detenuto, portato alla Barriera come prigioniero, e poi qualcosa la attrae a lui.

Access: Si suppone che il tuo personaggio abbia un aspetto un po’ insolito. Parlaci del costume e, certo, dei capelli…

Tom: Hanno fatto un lavoro fantastico. Ho dovuto andare a delle prove per il trucco e il costume alcune volte prima di iniziare a girare davvero. Entrambi i dipartimenti hanno fatto un lavoro incredibile nello scegliere i costumi. Di base, vesto diversi strati di… non so cosa sia… vecchi cenci, e cose come maglie strappate, ma è un costume davvero incredibile. E la parrucca? Beh… ho letto molte discussioni sui siti web sulla parrucca, perché nei libri è chiaramente di due colori: il grigio/bianco e il rosso. Molte persone sono davvero preoccupate che nella realtà ciò possa apparire ridicolo, ma penso che abbiano fatto un lavoro incredibile, le persone del makeup. Ho pensato che sembrasse perfettamente naturale. L’ultima volta che ho avuto i capelli lunghi, avevo 24 anni. E’ un po’ di tempo fa, quindi mi è piaciuto avere di nuovo i capelli lunghi.

Access: E si spera che abbiano lavato quei vestiti.

Tom: Sono sicuro che l’abbiano fatto. Se non lo avessero fatto, non me ne sarebbe importato perché  aiuta a interpretare il personaggio, per me. Non penso che nel Medioevo tutto fosse molto pulito.

Access: Com’è stato lavorare con Maisie Williams (Arya)? E’ così talentuosa.

Tom: E’ grande. Intendo dire, è incredibile. Tutto sembra venire davvero naturale con lei. Non hai la sensazione… Voglio dire, quanti anni ha? … Penso che ora ne abbia 14, ma è totalmente cool e non sembra essere nervosa. Semplicemente fa il suo lavoro e recita perfettamente.

Access: E ha attorno anche tutti quei ragazzi, facendosi valere.

Tom: Penso che le piaccia questo (ride).

Access: La città da cui vieni in realtà, adesso storpierò il nome… Dohna?

Tom: Già, Dohna. E’ un posto molto piccolo. E’ vicino a Dresda.

Access:Ho letto che è molto vecchio. Crescere in un luogo storico ha reso GOT più interessante per te?

Tom: (Ride) Beh, il luogo in cui sono cresciuto è sicuramente abbastanza vecchio. E’ anche stato completamente distrutto durante la guerra. Ora stanno ricostruendo delle parti, ma mi piacciono davvero tutti tipi di film e i libri storici, perché ti danno l’opportunità di tuffarti in un altro periodo. Ho dovuto indossare una parrucca, andare sui cavalli e usare armi. Sì, è un po’ come una fiaba, e il più delle volte interpreti personaggi che si avvicinano molto a come sei nella vita reale, e questo genere di libri ti dà delle opportunità totalmente diverse.

Access: Quanti libri hai attualmente letto?

Tom: Ho letto i primi due libri… Devo leggere alcune altre cose nel frattempo, ma leggerò sicuramente il terzo, il quarto e il quinto… Quando ho visto i libri per la prima volta, ho pensato: “Oddio, 1000 pagine ciascuno, non li finirò mai,” e poi penso di aver finito un libro in 2 o 3 giorni. Semplicemente non riesci a metterlo giù.

Access: Come uomo che parla molte lingue, l’hai letto nella tua lingua nativa o…

Tom: No, no, no, ho letto in inglese. Se possibile, mi piace leggere i libri nella lingua in cui sono stati scritti.
Access: E’ così affascinante il fatto che tu parli così tante lingue.

Tom: Erano tipo l’unica cosa che mi interessava a scuola. Sono cresciuto nella Germania dell’Est, quindi abbiamo dovuto imparare il russo a scuola… tutti lo odiavano. Non ho mai pensato che si sarebbe rivelato utile… Essendo un attore, sono stato in grado di usarlo un po’.

Access: Hai detto che sei andato su internet. Hai visitato i fan site, o c’è un segreto account Twitter di Tom che usi per scovare informazioni?

Tom: No, ho solo fatto delle ricerche quando ho letto i libri e volevo scoprire di più. Sono capitato su tutti quei fan site e ho letto un po’. Non volevo essere troppo influenzato da qualcosa… Volevo avere una mia impressione sui libri, la mia personale immaginazione e le mie fantasie sulla parte.

Access: Qualche fan di GOT ti ha già riconosciuto?

Tom: No, non per il momento, ma sono stato sbalordito… Mi sono spostato a Londra mezzo anno fa, e ho visto così tanta gente leggere i libri in metropolitana e sugli aerei. E’ incredibile. Per un attimo, non mi è sembrato che ci fossero altri libri in giro (ride). Continuavo a vedere gente che legge “Game of Thrones”. Fantastico.

Access: Quindi di recente hai finito una commedia tedesca. Come si chiama?

Tom: La commedia tedesca di chiama ‘Frisch Gepresst’ (ride), che significa “Schiacciata di recente.’ E’ una commedia che parla di una ragazza, tra due ragazzi. Fondamentalmente, lei è incinta. Non sa proprio chi sia il padre. E’ stato un film divertente da girare, e uscirà alla fine di agosto in Germania.

Access: Ora hai tempo per fare altre cose?

Tom: Ora Tornerò a fare per qualche giorno ‘Rush’ con Ron Howard… E’ molto eccitante.

Access: Cosa fai nel suo film?

Tom: Interpreto un pilota delle corse di nome Harald Ertl… un concorrente di Niki Lauda.

Access: Giochi da ragazzi, riuscirai a guidare qualche macchina?

Tom: Spero di sì!


Commenta sul Forum