La Barriera 3.0 - Sito Italiano non Ufficiale su George R.R. Martin

NEWS

Access Countdown - Rivelazioni del mastino - intervista a Rory McCann


Access Hollywood intervista Rory McCann, eccovi la traduzione dell'intervista, che ci rivela dei dettagli interessanti sulla sua personalitá e sul suo nome :
 

Access Countdown per “Game of Thrones” stagione 2: Domanda e Risposta. Rory McCann discute Sandor Clegane (Il Mastino)

Prima pubblicazione, 23 febbraio, 2012 14:24 EST Credit: HBO/Getty Images

LOS ANGELES, California – Nel ruolo di Sandor Clegane, alias “Il Mastino”, Rory McCann recita uno dei più muscolosi – e uno dei più alti – uomini in tutto il regno di Westeros, ma in una giornata invernale del tardo Febbraio, l’attore si sente un po’ più piccolo e un po’ meno robusto.

“Stavo dando da mangiare agli uccellini fuori, e avevo delle scarpe inadatte, diciamo così”, lo scozzese racconta ad AccessHollywood. “Veniva giù questo nevischio misto ad acqua, così ho finito per cadere giù per una collina. Avrei dovuto lasciarmi andare, invece di cercare di lottare contro la caduta, e adesso sono qui zoppicante.”

Ci condivide la sua zuppa avventura, come per caso, ma d’altronde è una storia da raccontare. La sua dedicazione di sfidare gli elementi per raccontare gli elementi per sfamare dei poveri, selvaggi uccelli durante un freddo inverno europeo riflette il tipo di personaggio che è Rory, che ha il suo proprio piccolo uccellino a cui badare in tempi bui – Sansa Stark (Sopie Turner).

Alla chiusura della prima stagione, dopo che il principe divenuto Re Joffrey Bartheon ha ordinato a uno dei suoi seguaci di picchiare la sua fidanzata mentre erano in cima ad un ponte posizionato in modo pericoloso ad Approdo del Re, una selvaggia idea è lampeggiata attraverso gli occhi cristallini di Sansa. Fissa la ripida sponda e la posizione di Joffrey sul ponte senza parapetti, ma il Mastino legge le sue espressioni. A dispetto del fatto che lui è il protettore di Joffrey, interviene velocemente, salvando la ragazza dai capelli ramati in lutto, dal fare qualcosa di parecchio impulsivo e pericolosamente deplorevole.

Sandor parla molto poco, ma Rory, che chiama il ruolo “la parte più grandiosa che mi è stata data”, sa che per il suo personaggio le azioni dicono più che le parole.

Fortunatamente per Access, Rory ha un sacco di storie da condividere, e mentre continuiamo il nostro countdown per la stagione 2, lui ci da degli inidizi su quale piega prenderanno le cose per Sanse e il Mastino, mentre Re Joffrey stabilisce il suo potere.

Access Hollywood.com: Joffrey è il re, quando comincia la stagione 2. Questo quanto fará cambiare le cose per il Mastino?

Rory McCann: Beh, non credo che al mastino piaccia Joffrey, ma fa il suo lavoro sorvegliandolo. Il potere, come potete immaginare, salirá Joffrey alla testa e il vero bullo che c’è in lui, verrà alla luce, e questo risveglierà un sacco di ricordi nel mastino – il modo in cui anche lui é stato maltrattato da piccolo. E vedrete la relazione tra Sansa e Joffrey che si deteriora – vedendo i maltrattamenti che proseguono, e il Mastino collegherà anche questo alla sua infanzia.

Access: Hai provato a leggere i libri o ti fidi delle persone sul set che si occupano di ricerca per conoscere i retroscena del tuo personaggio?

Rory: ho provato a leggere e il libro. Poi l’ho finito, e ho iniziato quello dopo. Adesso sto leggendo il terzo. Ho un po’in vantaggio sulla serie… E per quanto riguarda il supporto sul set? È fantastico… Un sacco di tempo, che i produttori esecutivi David (Benioff) o Dan (Weiss) sul set lo dedicano ai personaggi, al perché delle loro azioni, e questo è fantastico. Non ci sono dubbi. Le informazioni erano sempre qui. Sono anche andato su qualche forum con i fan. Conoscono i personaggi così bene, e io ho raccolto qualche suggerimento anche da loro.

Access: Forte! Bene, così il Mastino ha una relazione interessante con Sansa. Come funzionerà ed andrà avanti la cosa, mentre vedrà Joffrey accrescere potere?

Rory: Sarà in conflitto con se stesso, penso. Credo che voglia proteggere Sansa, e che capisca completamente la sua posizione, ma anche lui è in una posizione – se interviene, rischia la sua vita… Credo che nella prima stagione puoi vedere la frustrazione di Sandor che cerca di trasmettere a Sansa, che non è tutto una favola, e cavalieri veri, e che c’è tanta cattiveria nel mondo. Ma, alla fine della prima stagione, ovviamente questo l’ha visto… suo padre decapitato. Così forse adesso lei vede la luce, ma io credo che c’è ancora una frustrazione nel suo tentativo di farle vedere la realtà della situazione. Lui, in pratica, da dei consigli sulla mera sopravvivenza.

Access: Quanto ti ci vuole per metterti parrucca e makeup? Ore?

Rory: Sempre. Ogni volta che mi danno il foglio del programma per il giorno successivo, torno in ufficio e gli dico: “Ci deve essere un errore”: (Ride). Devo prepararmi almeno un paio di ore prima di tutti gli altri. All’inizio erano tre ore e mezza, ma ce la facciamo in metà tempo adesso. A differenza di prima, dove consisteva di tanti parti differenti, la maschera adesso è diventata un pezzo unico.

Access: È cosi intricato.

Rory: E il caldo è irreale perché ho delle protesi intorno al mio sopraccigliare e su tutta una parte del mio viso, e dopo un paio di ore, anche se non faccio niente, inizio a sudare sotto la maschera… fino a che il sudore non mi cola – di solito dal mio sopracciglio. Di solito dobbiamo togliere il sopracciglio e rimetterlo. È abbastanza scomodo.

Access: E ti prude anche?

Rory: Si, molto. Ma, sai, mi fa arrabbiare, e io uso questo aspetto. Qualche volta vedo altri attori lamentarsi di un niente, così di solito gli scatto addosso e “uso” la rabbia!

Access: Sei coinvolto in una delle più memorabili scene di combattimento dell’ultima stagione – Sandor vs. suo fratello Gregor dopo una giostrata. Userai nuovamente la spada nella stagione 2?

Rory: Sì. Due volte tanto. Sono in un altro torneo, con un elmo d’oro. È difficile vedere chi tenti di uccidere con quell’elmo a forma di cane, te lo assicuro.

Access: Sei un tipo scherzoso, giusto?

Rory: Uh, (pausa) si. È uno dei miei piaceri della vita. Devo ammetterlo. Scherzi carini e pratici, però.

Access: Ho letto che hai fatto uno scherzo a Oliver Stone (tuo regista in “Alexander” del 2004)…

Rory: Che cosa c’era scritto che io abbia fatto a Oliver Stone?

Access: Aveva qualcosa da fare con un serpente.

Rory: Oh, si, un serpente sotto il cappello… Era un serpente falso. Ho fatto un sacco di film di cappa e spada, dove tutti gli attori intorno a me estraevano le loro spade… e quello che adoravo fare, era legare tutte le loro spade con una lenza da pesca, così, quando devono tirare fuori le spade, è un macello. È divertente, la prima volta…

Access: Hai fatto uno scherzo a qualcuno sul set di GOT? I ragazzi e gli attori giovani stanno allo scherzo?

Rory: Stanno tutti allo scherzo… vado d’accordo alla grande con i ragazzi. Se ho fatto degli scherzi? Non veramente, non credo… Per via del mio aspetto – e so che aspetto ho .- ogni tanto sorprendo le persone. Per esempio quando giro un angolo e loro non se ne accorgono… spavento la gente, solo per la mia altezza e il mio equipaggiamento. Ma ogni tanto mi avvicino alle persone da dietro e abbaio come un cane, o mordicchio il retro delle loro gambe, giusto per vederli saltare.

Access: Grande. Lo fai anche a Dan e a David, perché immagino che probabilmente ne hanno bisogno ogni tanto.

Rory: Si, lo so. Lavorano duramente. È durante cose come le riprese notturne che hai bisogno di tenere alto il morale. Le riprese notturne in questa stagione – il tempo è stato brutale, così veniva fatto di tutto per stare allegri. Normalmente erano solo storie che ci raccontavamo… avevo anche una chitarra sul set. Suono canzoncine e cose del genere. Di solito c’è anche qualcun altro con la chitarra. Di solito iniziamo ad improvvisare qualcosa.

Access: Ci sono dei classici pop particolari che cercate di suonare?

Rory: Vi dirò, ai ragazzi piace quella classica “Glee” song. Sai, la “Glee” song. Quella che parte (inizia a cantare) “just do it, I’m just a na-na-na…” La conosci questa?

Access: Sono sicuro di conoscerla. Ne fanno così tante.

Rory: Onestamente, non l’ho mai visto, e questa è un’altra cosa, non guardo tanta televisione. Sono riuscito a guardare tutta la prima stagione di GOT… David e Dan mi hanno invitato a sedere in una sala di proiezione e a guardare tutti gli episodi, il che suonava bene, ma passare 10 ore da solo a guardare Game of Thrones? Non credo che potrei farlo… e poi, vivo in mezzo al nulla, credo che aspetterò semplicemente il box set.

Access: L’isolazione in cui vivi, ti evita le reazioni dei fan di GOT, come in città grandi potrebbe succedere.

Rory: Non dire che sono così sociale… O navigo sulla mia barca a vela in solitaria, oppure vivo in un qualche piccolo posto. Sto appena traslocando in un posto in cui puoi solo arrivare remando una barca attraverso un lago, non vedo l’ora. Non ha ne elettricità ne altro.

Access: Hai avuto una possibilità di godere della gloria delle reazioni dei fan, perché i fan amano la serie, me stesso incluso.

Rory: Sto iniziando a capire che questa cosa è enorme e che la base dei fan è enorme, e che amano – io credo che amano lo show. Occasionalmente ho guardato il sito della serie, e poi altri siti dei fan, e poi mi diventa troppo e spengo il computer.

Access: Così nessuno sconosciuto è riuscito ad arrivare a te e dirti “Rory! Ti adoro come Mastino!”?

Rory: Non così tanto per essere sinceri. Per essere sinceri, ero in un negozio di libri ieri…

Access: Hai fatto una ricognizione per Book Group (ndt: una serie TV in cui partecipa Rory)?

Rory: Ogni tanto lo faccio, ma ero in una libreria l’altro giorno, e avevo uno sguardo particolarmente simil-Mastino, e un ragazzo davanti a me si è girato nella fila – stavo aspettando un caffè – e lui appunto mi guardava con una faccia impaurita, dicendo “oh, buon dio” (ride). E avevo l’impressione che stesse guardando il Mastino, piuttosto di uno degli altri personaggi che ho interpretato.

Access: Forte. Probabilmente è divertente…

Rory: Il fatto è che ho appena scoperto una cosa che mi affascina veramente – il mio nome, McCann, la traduzione non è “Figlio di Ann”… Viene da “canis” – come in “canino” – come in “cane”! Il mio nome – Rory McCann – significa Rory Mastino, Rory cane lupo. Puoi crederci?

Access: Dici sul serio?

Rory: Totalmente serio… come in “canino”. Deriva da questa parola. Non deriva da “Figlio di Ann”, questo mi intriga.

Non perdetevi Rory in Game of Thrones, stagione 2, in anteprima il 1. Aprile alle 21:00 su HBO.

- Jolie Lash


Commenta sul Forum