Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 01/22/2018 in all areas

  1. 17 likes
    Caro diario, mi sembra ieri che ho scritto questo messaggio. Ormai Mattia è grande, e vedere l'eccitazione con cui ha accolto la notizia che tra qualche mese diventerà fratello maggiore è stata un'emozione che ripaga di tante tensioni
  2. 16 likes
    Caro diario. Di tempo voglio parlarti stasera. Sono passati 15 anni esatti dal giorno in cui trovai il coraggio di premere sul tasto “registrati”. La Barriera era una fanciulla appena sbocciata. C'erano pochissime sezioni e gli utenti erano una cinquantina di cui almeno tre quarti qui per amicizia nei confronti dei creatori del sito. Si respirava un'aria molto diversa. Era tutto nuovo. Martin, lo zione, non era ancora neanche lontanamente ai livelli di notorietà di oggi. La serie non era nemmeno un pensiero lontano e i libri italiani continuavano a uscire mesi dopo quelli originali divisi in tre.. perché sì, eravamo ancora ai tempi della traduzione di ASOS. Una vita fa. Un tempo fatto di passioni folgoranti e totalizzanti. Era tutto più intenso. Questa comunità divenne ben presto comitiva di amici e per me famiglia. La chat, la prima antiquata e poi Azzurra. Ho visto nascere amori, ho visto grandi scontri, litigi, contestazioni. Ho visto comporsi coppie e osservato crociate contro mulini a vento. Ho vissuto quei momenti con tutto me stesso, spesso prendendovi parte. Ho passato notti intere a leggere e rileggere le cronache, a parlarne in chat, sul forum, ma anche al telefono. Ho ascoltato pianti d'amore e ho visto nascondere lacrime di rabbia. Ho vissuto il forum da utente, da novizio del web, da moderatore, da ribelle, da intollerante e da martire. Il forum mi ha dato tante vite e tanta parte di me ho dato al forum. Sono andato via.. con dolore e con rabbia mai celata. Poi sono tornato ed è stato come aver viaggiato nel futuro. La Barriera era cresciuta si era istituzionalizzata. Gli utenti erano diversi, le persone erano diverse, persino gli abiti del forum erano più eleganti e ricercati. Era cambiato tutto, ma il cuore che avevo lasciato pulsava ancora e a quello mi sono legato, fino a ora. Quel cuore che mi ha sempre ripagato di amarezze qui vissute perché sì, la Barriera per me è stata anche sacrificio, a volte anche a scapito della vita privata. Eppure quel che una vita fa sembrava valere qualcosa, oggi è diventato “robetta”. Ci sono momenti in cui penso che la famiglia sia qui.. su questi ghiacci, la famiglia oltre la famiglia. Ce ne sono altri in cui è difficile non sentirsi ripudiati. Quando non puoi e vorresti, quando potresti e agisci per la famiglia, perdi un po' di te. Rinunci a una parte di te ogni volta in cui non dici per il bene comune. O ancora quando vedi quel che è profondamente sbagliato e non puoi far nulla, perché non importa quante munizioni tu abbia, devi rispettare le regole. E quelle regole ti rubano l'anima, perché più tu le rispetti, più ti privano della parte più vera, quella che vorrebbe gridare di fronte a un'ingiustizia, di fronte a un giudizio gratuito, di fronte a una calunnia portata avanti con tanta leggerezza da farti mettere in seria discussione l 'opinione che hai delle persone e finanche da farti pensare che a volte sarebbe meglio lasciare tutto e andar via senza voltarsi le spalle... se non fosse per quel cuore. Quel cuore nel profondo dei ghiacci eterni che mi tiene legato e a cui non ho mai saputo dire veramente addio che mi ha fatto, mi sta facendo e forse mi farà ancora sopportare l'intollerabile. Quel cuore che mi ha permesso di trovare amicizie che hanno alimentato la mia passione per la vita e che non potrò mai dimenticare, nessuna esclusa. Amicizie che avrebbero potuto essere e non sono state e amicizie che sono state e invece non erano. La vita nella vita, la Barriera. A quel cuore voglio dedicare questi 15 anni di Barriera e a tutte le persone che hanno voluto, scelto, sentito di voler vivere con me questa esperienza. Grazie. Ai prossimi 15 anni.
  3. 11 likes
    Mio marito Mattia sul suo blog Mattia L. - Hand of Doom(https://blogdiunsolitario.blogspot.it/…/5-mie-bizzarrie-di-…), descrive le sue 5 bizzarrie che non ha vergogna a mostrare. Questo per porre il riflettore sul non aver paura del giudizio altrui anche se pensi, o fai cose un po' fuori dal comune. Non avendo più un blog, ma volendo cimentarmi in questa cosa, ecco le mie 5 bizzarrie. 1- Adoro i calzini strani. E più colorati e strani sono e più mi piacciono. Dopo anni di calzettoni bianchi di spugna per giocare a basket, quando ho terminato la carriera, mi sono sbizzarrita con le stranezze aiutata anche da mia mamma che quando vedeva dei calzini strani me li prendeva. Quindi sono arrivati poix, righe, stelline, disegnetti vari. E provo ancora più soddisfazione quando indosso calzini spaiati. 2- Non mi piace mescolare i cibi di diverse temperature. Mangio contorno e secondi rigorosamente separati. Insieme mi portano un fastidio enorme 3- Mangio la macedonia in modo tale da separare i pezzi di frutta: prima mele, pere e agrumi, alla fine banane o fragole (dipende la stagione). D'estate pesche ed albicocche stanno nel mezzo. 4- Provo vero fastidio ad avere le ante degli armadi aperti. Penso che sia dovuto al fatto che avevo paura che ne uscisse qualcosa. Oltre al fatto che ho paura di sbatterci contro se mi alzo di notte. 5- Nonostante abbia una pila di libri nuovi da leggere, ogni anno devo per forza darmi alla rilettura di determinati libri: 10 Piccoli Indiani, Harry Potter, i primi 5-6 volumi di Montalbano e da un po' anche la saga di Hunger Games. Ok, le mie bizzarrie le ho messe... Sono curiosa di vedere le vostre
  4. 10 likes
    Ma che bella idea! Ci provo... 1. Sono un elencatore seriale, soffro di "listite acuta" tanto da sentire il bisogno di catalogare e contare anche le cose più assurde, per vederle poi in ordine di classifica, tipo per esempio sarei capace di vedere quali sono le stranezze più comuni in questo post, e poi le seconde e le terze e via dicendo(il tutto credo dipenda dal fatto che sono affascinato dalla matematica, spero... XD). Per dire, in supermercato mi metto a contare se ci sono più aranciate di una marca o di un'altra e in che classifica sono... da piccolo mi sedevo davanti al bar-pasticceria dei miei e contavo tutti i tipi di auto che passavano per strada(vincevano quasi sempre le 500 o le 127 e io tifavo pure per quelle che erano sempre dietro , cosa che ho conservato in ambito sportivo, il che sarebbe un'altra stranezza volendo). Ecco, per questo motivo farò molta fatica pure a restringere a 5 le mie bizzarrie da elencare 2. Sono molto propenso ad estraniarmi dalla realtà perché ritengo, di fondo, che l'esistenza sia in qualche modo sbagliata e/o tendente ad errare(non nel senso di andarsene in giro, ma forse pure quello XD ), e allora viaggio(ed erro io dunque) di fantasia, che mi porta via... I miei interessi maggiori infatti sono la mitologia(norrena in particolare), i fumetti(supereroi su tutti) e la musica(metal prima di tutto), che aiutano tantissimo a farmi i miei mondi paralleli XD 3. Faccio fatica a fare discorsi seri senza metterci dentro battute o giochi di parole, assonanze terminologiche e via dicendo. Se trovo l'interlocutore "adatto" si rischia di fare ore di conversazioni assurde XD 4. Sono bipolare di tipo b, che vuol dire che i tempi di alternanza tra euforia e depressione sono molto dilatati e non repentini. Ho una personalità tendente al borderline, autolesionista soprattutto. Sono pure daltonico e da un occhio ci vedo quasi nulla, tanto che mi piace(pure troppo) identificarmi con Odino XD Ma mi riuscisse una preveggenza eh! Macché 5. Sono tendenzialmente anarchico e faccio una fatica immane a sottostare a delle regole perché si. Per questo motivo trovo sempre molta difficoltà nel campo del lavoro, e spesso debbo puntare a lavori in proprio, seppure non è che si eviti il problema delle regole. 6. ah già devono essere 5 ps. Complimenti a Mattia per l'idea(e per il logo pensato a tema!!!) e a Monica per averla (ri)proposta su Barriera!
  5. 9 likes
    Abbiamo anche una versione seria. Solo perchè non vi facciate delle illusioni sul mio conto: questa foto è stata fatta col tablet, che ha di default tante di quelle correzioni (liscia pelle, elimina rughe, togli macchie pelle, fai gli occhi più brillanti ecc.) e che, in più, da vicino cambia tantissimo la forma del viso. Quindi questa, anche se è una mia foto, non sono io (che tra l'altro in questo momento -e pressochè sempre- sono struccata, in ciabatte, occhiali, capelli con la mollettona e pantaloni sfondati). Non somiglio neanche come forma del viso. Se mia madre vedesse questa foto, probabilmente non mi riconoscerebbe. Però, la posto perchè, per puro caso, è venuta fuori un'espressione abbastanza alla Melisandre: perfidissimissima! http://it.tinypic.com/view.php?pic=20k0eu&s=9#.WocM9-dG3IU
  6. 9 likes
    Ok, forse ci siamo. Oh, gente: due ore di lavoro per fare 'sto coso. La foto non è ritoccata in nulla (ero tentata di fare l'abito rosso, ma poi non ho voluto fare cose fasulle), poi collage con Picsart ma solo per mettere fiamme, scritte, buio e cose del genere. Pant pant. (Ah: e considerate che come età sono la zia -per non dire altro - di tutti voi; quindi anche se non sono la classica "signora" ma sono più il tipo "ragazza invecchiata", non aspettatevi miracoli). Allora, dopo tanto lavoro, ecco a voi... http://it.tinypic.com/view.php?pic=xeeb86&s=9#.WocEEOdG3IU
  7. 9 likes
    Siccome ogni promessa è debito e ho promesso al buon Hack che mi sarei candidata insieme a lui, partecipo anche io! In realtà avevo altre mire R'hollose per il futuro ma chissà che non riesca a interpretare tutti i seguaci in una volta sola ahahah Anche se ho già visto che non c'è gara, ma chi lo sa, il futuro è scuro e pieno di terrori... Io e il mio fedele Porg ci proviamo.... Però cavolo se brucia sto R'hollor...
  8. 9 likes
    Detto fatto! Seppure nell'indecisione di non voler scoprire troppe carte, per ora mi mostro(mai parola fu più adeguata), di spalle. Ammirate la sacerdotessa rossa(vabbeh tenete conto che sono daltonico) in tutto il suo solendore mentre medita cosa bruciare delle cianfrus... cose sacre che si vedono(più o meno) sullo sfondo. Questo significa che esiste una candidatA anche per MelisandrA!
  9. 9 likes
    Eh va bene Mi candido! Per Eddard Stark, perché sono irreprensibile ed irresponsabile, incorruttibile ed incostruibile, onorevole ndrangheta con trombetta annessa! Poi gli somiglio parecchio, soprattutto quando cerco dove ho messo la testa(ma questa è telefonata, seppure ho i minuti illimitati e vale lo stesso). Metto una foto di quando ero giovane per far vedere quanto siamo somiglianti. Vestito da chierichetto tra l'altro
  10. 9 likes
    Che finaccia che hai fatto hack. Io ti ritenevo una minaccia, e invece eri soltanto una cariatide, un vuoto simulacro di ciò che fosti un tempo Vabbè dai, finché avrò ancora un pò di potere, ti proteggerò, e ti permetterò di vivere un'agiata vecchiaia. Quando anch'io verrò estromesso dalla gioventù che avanza, ci ritroveremo nell'ospizio degli utenti anonimi, e passeremo le giornate nella sezione "La Corte del Siniscalco", che qui sul forum è l'equivalente dei lavori in corso.
  11. 9 likes
    Che bella discussione, mi sa che devo fare outing anche io anche se 5 cose bizzarre mi sa sono poche per me ( infatti spesso vengo definita "un disagio"). 1- Non mi piace niente o quasi da mangiare, solo pasta, pane e pizza, insomma, senza carboidrati sono spacciata ( e nei rari momenti dove sono all'estero e/o vengo costretta ad evitarli, praticamente non mangio). 2- Sono ansiosa ai massimi livelli, ho sempre ansia nel fare le cose ( anche quelle semplici tipo chiamare al ristorante per prenotare) e se non ho un'ansia più o meno "realistica" a cui pensare mi inizio a scervellare e tormentare con il timore di catastrofi naturali e simili . 3- Sono fissatissima con i capelli lunghi, del tipo che tento di convincere chi mi sta vicino a non tagliarli, ci rimango male se lo fanno ( la gente ha paura a dirmelo ) ed ovviamente sono disperata quando devo tagliare i miei. In questa mia spirale ossessiva mi sono circondata di un miliardo di shampi, balsami, creme varie, ma ovviamente i miei brutti sono e brutti rimangono . 4- Non mi piacciono il caldo, l'estate ed il mare, vivendo al mare ( purtroppo per me), questo mi ha sempre fatto guadagnare una lunghissima serie di occhiatacce, facce sconvolte e sguardi di disapprovazione. Non ci posso fare niente, mi danno il tormento. 5- Adoro gli spoiler, non posso fare a meno di spoilerarmi tutto. Se seguo una serie Tv, mi spoilero, se leggo una serie di libri, mi spoilero, mi spoilero anche serie che non seguo, film che devo ancora vedere e a volte mi cerco il finale su internet anche mentre li sto guardando. Però sono brava a tenerli per me ( o almeno cerco di esserlo ). Ce ne sarebbe anche altre, ma queste sono le principali costanti di "disagio" della mia vita p.s chi di voi ha la fissa dell'ordine mi odierebbe, perchè a parte i miei pupazzetti da collezione, sono abbastanza disordinata
  12. 9 likes
    Fantastico, questo topic! Allora, dopo averci pensato un pò su, sono riuscito a selezionare 5 bizzarie dalla mia fornitissima riserva... per ora, vi comunico che: 1) Ho una paura ridicola dei conigli. Che non è proprio paura, è più una specie di disagio fisico solo a guardarli. Ho paura anche dei ragni, ad un campo scuola, anni fa, due miei amici me ne hanno lanciato uno di grandicello sulla maglietta, e ho vomitato, così, semplicemente. Ecco, per i conigli è più o meno uguale. Inutile dire che la cosa è stata la gioia di amici e parenti, da quando lo si sa in giro... 2) Benchè ormai abbia quasi trent'anni, ogni volta che devo percorrere un corridoio o una scalinata al buio, nella mia mente inizio a cantare qualche sigla o canzone, o ad improvvisare un qualche tipo di dialogo per farmi coraggio. Da notare che non ho paura del buio, ma fin da piccolo ogni volta che mi trovavo in una situazione simile, quella sadica deficiente della mia immaginazione mi portava ad immaginare mostri e clown che saltavano fuori e mi aggredivano. Ormai è una specie di riflesso. 3) I libri che sto leggendo (e puntualmente me ne ritrovo una vagonata nello stesso momento) devono stare sempre separati da quelli che ho già letto. Non perchè altrimenti mi confonda, ma semplicemente perchè alcuni li ho già letti e altri no. E in un'occasione mi sono reso conto di essere arrivato a separare le letture in corso da quelle già finite anche in casa di parenti. 4) Ho un modo molto particolare di rifarmi il letto, le coperte devono essere infilate sotto il materasso solo da una parte (mi dicono che ho sempre avuto un sonno molto agitato, e tendo a scoprirmi durante la notte, il che d'inverno tende a diventare un problema) e in modo tale da far rialzare leggermente la parte finale del materasso e da coprire totalmente la metà del cuscino. Ogni volta che il letto mi veniva rifatto da altri in maniera più "normale", che la sera fossi stanco morto o che fosse tardi, tiravo giù tutto e rifacevo a modo mio. 5) Ho la tendenza a collezionare foglie od oggetti vari per usarli come segnalibro, salvo poi non utilizzarlo proprio, un segnalibro. Mi limito a ricordare a che pagina ero quando ricomincio la lettura. Il che si traduce in foglie, foglietti, cartoncini, vecchie carte da gioco o ritagli vari costantemente sparsi per casa. Stessa cosa per oggetti da usare come portachiavi o parte di un portachiavi. Chiavi sempre spaiate e in tasca da sole e oggetti e oggettini vari in giro a cassetti o sopra le mensole. Una stranezza minore, ma mi piace sapere che non sono il solo, come @Lyra Stark tendo a creare miriadi di storie parallele ed alternative riguardo film, telefim, libri e fumetti che leggo.
  13. 9 likes
    Ma che idea carina! Alla fine leggendo gli altri si scopre che abbiamo stranezze simili ^^ 1. I calzini: come @Lady Monica e @ziowalter1973 anche io ho la passione per i calzini ultracolorati e coi pupazzetti. Le calze? Una tortura. 2. @Stella di Valyria anche io devo dormire rigorosamente col lenzuolo ben tirato sulle orecchie. E c'entra la mia atavica fifa per gli extraterresti... incredibile!! 3. @hacktuhana pure io tendo a fare molte liste: quello che devo fare, pranzi e cene settimanali, spesa, compere, ma solo perchè altrimenti mi perdo i pezzi, tendo a sognare e non riesco a essere molto seria, ma le ultime due non sono stranezze, dai ^^ 4. una cosa originale: ogni volta che vedo un fim o una serie che mi appassiona non resisto alla tentazione di inventarmi la sua versione riveduta e corretta con altri personaggi e intrecci di trama. Purtroppo ho pochissimo tempo per buttare giù le idee, ma sono una revisionatrice compulsiva, artefice di fan fiction mai scritte che albergano tutte nella mia testa. Capirete perchè la necessità di fare liste, dato che lo spazio è tutto occupato per altro 5. La mia stranezza maggiore: ho una vera passione per le offerte dei centri commerciali e supermercati. ADORO i volantini, sono arrivata persino a fregarli dalle cassette della posta altrui, perchè nella mia non ne arrivano mai.... ecco, così ho fatto outing. 6. quando non so cosa fare faccio dolci. @Lady Monica: La rilettura seriale di libri, così come la revisione di film non mi pare una stranezza, rientra nelle forme di attaccamento per affetto. @Stella di Valyria: spettacolo!! per l'organizzazone pasti e spesa posso darti delle ripetizioni dato che passo metà del tempo a pianificare . Il pupazzetto è meraviglioso e il vestito pure! Brava, hai fatto bene a osare. Sono anni che ne sogno uno così!
  14. 9 likes
    Stranezze.... difficile limitarmi a 5! - Quando studiavo (e anche se devo studiare qualcosa adesso) devo avere tavolo sgombro e poche penne rigorosamente parallele al lato del libro. Il quale dev'essere perpendicolare a quello del tavolo. (Anni fa avevo affittato un alloggetto con un tavolo... tondo. In un periodo in cui preparavo un concorso, quindi studiavo molto. Non vi dico il fastidio ) - Se mangio uva, dispongo i semini nel piatto in modo geometrico, ogni volta diverso. Non me ne accorgo quasi, è un gesto automatico. - Nonostante abbia ampiamente l'età per vestirmi da adulta (tra un po' dovrei cominciare a pensare a vestirmi da signora di una certa età, altrochè) non uscirei di casa con tailleur, camicetta e piega del parrucchiere neanche se mi pagassero mille euro. - (Questa non è divertente, anzi, proprio in questo periodo mi sta provocando problemi di salute non da poco) Bizzarria chimica: soffro di insonnia in modo patologico, e molti farmaci che dovrebbero far dormire (e sugli altri sono sedativi) a me per qualche motivo neurologico fanno l'effetto opposto. - Quando sono di cattivo umore (ma non tantissimo: se è una cosa forte, darei la testa nel muro, altrochè) la mia posizione-difensiva, per cercare di far tacere i pensieri negativi e riprendere un po' di coraggio, è coricata sulla schiena sotto una copertina di pile bianco, morbidissima. Ma tirata fin sopra la testa. Insomma, una volta lo chiamavano "sudario" (E dato che in questo momento le cose non è che stiano andando benissimo, anzi... penso che è ciò che farò nei prossimi 20 minuti) Posso aggiungerne una? - per qualcosa come 25 anni ho dormito, anche d'estate, con il lenzuolo tirato fin sopra la faccia, perchè da molto piccola avevo sognato che dei mini-extraterrestri mi erano entrati nelle orecchie mentre dormivo. Quindi per un bel po' mi coprivo le orecchie per paura che succedesse... Quando poi ho capito che non era possibile, ormai era diventata un'abitudine e non riuscivo a togliermela, con le orecchie scoperte non mi addormentavo. Quindi: estate, caldo micidiale, magari corpo fuori dalle lenzuola... ma testa sotto
  15. 9 likes
    Vediamo un pò.. come lady monica io uso calzini sportivi molto colorati io devo dormire al buio totale. se vedo un led acceso io mi sveglio io creo "muri" con i pacchetti degli scottex odio le maglie, magliette, polo etc a tinta unita e specialmente se le sto pagando una cifra.. m' interesso di cose di cui non frega niente a nessuno Pensavate che fossi normale??
  16. 8 likes
    Siccome siamo nelle settimane della solita maratona annuale di Harry Potter in tv, mi sono ritrovata (come al solito) a pensare a questa saga in relazione ad altre e ai crossover. Quindi vi chiedo: se i personaggi di ASOIAF fossero andati a Hogwarts, in che casa sarebbero stati smistati? Per alcuni trovo la scelta facile e quasi scontata, ma altri sono più difficili da collocare, quindi sarebbe bello parlarne insieme. Qui di seguito farò un elenco di personaggi e per ciascuno terrò conto delle preferenze espresse per ogni casa, in modo da vedere anche come alcuni personaggi vengano percepiti in modo diverso da diversi utenti. Potrete votare tutti insieme, a pezzi, solo alcuni dei personaggi, come preferite, ma vi chiedo di dare una sola preferenza per ogni personaggio (magari tra parentesi se lo doveste ritenere testurbante con un'altra casa). Putroppo non riesco a fare un sondaggio perché i personaggi sono troppi. Casa Stark e il Nord Casa Greyjoy Casa Baratheon e alleati Casa Lannister e Approdo del Re Casa Tully e Frey Casa Arryn La Barriera e oltre Casa Targaryen e alleati Casa Martell e alleati Casa Tyrell
  17. 8 likes
    Caro diario, ti lascio qualche considerazione sparsa. - Penso che la libertà di manifestazione del pensiero - per quanto qualcuno possa trovarlo "scomodo" - debba essere difesa con le unghie e con i denti. Soprattutto di fronte a forme perverse di (auto)conservazione di gruppi spesso e volentieri autorefenziali. Trovo che il pluralismo sia una ricchezza, e non una erbaccia da estirpare. - Il principio di eguaglianza, poi, è una grande conquista. Qualcuno mi insegnava che esso (nella sua accezione formale) prescrive che debbano trattarsi in modo eguale situazioni uguali, e in modo diverso situazioni diverse. - Oggi commentavo Qhorin il Monco, comandante in seconda della Torre delle Ombre. Si tratta di un grande personaggio: riconosce ai bruti, in questo portandogli molto rispetto, lo stesso valore e coraggio dei guardiani della notte, antepone il bene degli altri al proprio e, soprattutto, valuta le persone per le loro azioni. Nutro rispetto e stima per chi svolge il proprio dovere con responsabilità, buonsenso e cura del bene comune. Nutro rispetto anche per chi sa fare un passo indietro, quando è giusto farlo. Meno per i "ser" di cui parla il Mastino in un celebre discorso a Sansa Stark, che al di là dei titoli non hanno nulla in più degli altri.
  18. 8 likes
    Ecco le prime che mi sono venute in mente, tra l’altro ho scoperto di averne alcune in comune con altri utenti. 1 – Come Lady Monica non mi piace mescolare i cibi, mangio il contorno sempre separato dal resto. Il massimo del non senso per me è prosciutto e melone (infatti il melone lo lascio per ultimo, al posto della frutta) 2 – Anch’io non amo le T-Shirt, viva le camicie 3 – Quando dormo devo tenere almeno un piede scoperto. Anche se è inverno e me lo ritrovo congelato, se è sotto le coperte non mi addormento. Ah poi anch’io lenzuolo ben tirato sulle orecchie, nel mio caso però il fattore scatenante nell’infanzia non sono stati gli extraterrestri ma i vampiri! 4 – Il circo mi mette tristezza, anche se senza animali. A Natale quando mi capita di vederlo in tv cambio subito canale 5 - Non mi piacciono quei calzoni stile rapper con vita bassa e cavallo sotto che avanza. Quando vedo una persona che li indossa mi sembra sempre che se la sia fatta addosso (scusate, ma ho questa impressione)
  19. 8 likes
    Ok, faccio outing (ma tra un po' cancello il post, perchè lasciare una mia foto mi mette a disagio). Allora, vi dicevo che, in quanto a stranezze, io nel guardaroba non ho e non avrò mai un tailleur, perchè troppo "impegnativo". Però, hò questo capo sobrio e discreto, perfettamente adatto alla vita di tutti i giorni. Notare che la foto non rende: è più ampio e la parte davanti e l'interno delle maniche è di un tessuto damascato leggermente lucido... spettacolo (E ve l'ho detto: mai avuto modo di usarlo, ma ero talmente presa da Asoiaf che quando l'ho visto ho dovuto comprarlo!) (Notina: perchè non vi facciate idee sbagliate.... Foto di due anni fa; nel frattempo sono invecchiata tantissimo, ingrassata abbastanza e cambiata. E sono probabilmente l'utente più anziana di tutto il forum. Per dirla tutta... nata negli anni 60)
  20. 8 likes
    1) colazione rigidamente salata con pizzette e caffè ,niente latte 2)dolce e qualche noce prima di iniziare il pranzo e la cena 3)mi piacciono i vestiti e le gonne lunghe così metto calzini in stivaletti ,questo per esempio anche in cene eleganti ,ma amo stare comoda 4) Punch al mandarino isolabella,non quelli cloni, quando mi sento depressa ed in qualsieasi orario 5) Borse grandi in cui metto tutto altro che borsa Mary Poppins e al momento topico non trovo nulla,cellulare in primis che piccolo non è a parte la mania principale :piegare dei fogli di carta quadrati in linee oblique per farne piccoli quadrati e poi strapparli lungo le linee in quadratini sempre più piccoli fino a coriandoli quadrati , favorisce la concentrazione al ristorante mi arrangio con la carta dei grissini ...
  21. 7 likes
    Pur avendo oramai voglia di bastonarlo ferocemente, bisogna essere onesti con il BVZM. Ok, il suo modo di fare è molto irritante. Ma la verità è una sola, per me. Non ci riesce. Partorire AFFC è stato chiaramente uno strazio e ADWD, beh, non oso neppure pensarlo. Con TWOW proprio non ci riesce. Non credo dipenda da pigrizia, scarsa volontà, poca organizzazione, cinico calcolo o altro. Questi fattori influiranno, ognuno a suo modo, ma la verità di fondo è che non ce la fa. Perchè si è incartato, perché la Serie TV l'ha mandato in sbattimento, perché non riesce più a trovare le pagine felici dell'inizio. Non lo so, ma sta di fatto che per me davvero non sa cosa fare, come proseguire, come uscirne. E allora fa quello che farebbe chiunque (o quasi), prende tempo facendo lavori da mano sinistra, scribacchiando sul blog e inventandosi 200 collaborazioni diverse, tutto pur di non dover prendere atto che non riuscirà mai a dare un degno finale alla saga che gli ha dato la fama e la gloria. Anzi, peggio ancora, che la fine di quella saga la scriveranno due schmuk della TV.
  22. 7 likes
    Avevo promesso una candidatura per Ned... ed eccola qua (cosí questa settimana ho pure risparmiato sull'estetista ; ) ). Espressione assorta il giusto e c'ho pure il motto personalizzato!
  23. 7 likes
    Ci ritroviamo spesso a rilevare quanto a Martin piaccia slegarsi dall'anima pia quanto dall'anima totalmente dannata, proponendo semplicemente esseri umani. Proprio in virtù di ciò ed evitando al tempo stesso di negare quanto comunque anch'egli abbia fatto delle eccezioni in un unico senso (Walder Frey, The Mountain), mi piacerebbe constatare e analizzare le contraddizioni più grandi delle personalità da lui create e proposte. Quel tipo di contraddizione che permette all'uomo peggiore di avere una parte migliore e viceversa. Pertanto, cominciamo con quattro di loro. Jon Snow: Soggetto fedele al proprio onore e che, sulla base degli insegnamenti paterni, è riuscito comunque a creare una propria individualità e indipendenza mentale. Egli persegue il bene, ma nel farlo accetta di macchiarsi. Lo stesso soggetto che esita di uccidere Ygritte e di non assassinare un povero vecchio, non esita poi a ingannare e a minacciare una madre ed il destino del suo figlioletto affinché i piani in atto vadano a buon fine. Tywin Lannister: Non ha alcuna esitazione nell'ordinare l'esecuzione di bambini innocenti e compiere le atrocità peggiori affinché la sua Casata cresca in potere e soggezione esercitati, tuttavia tiene Tyrion con sé alla nascita, sia come Lannister che come atto d'amore verso la defunta moglie. Lo stesso sentimento che lo porterà poi ad inaridirsi nell'assenza della persona in questione e a non risposarsi, nonostante un ulteriore matrimonio sarebbe stato utile ad incrementare potere. Jamie Lannister: Getta senza problemi e senza alcuna esitazione un bambino innocente da una torre, dopo aver salvato altrettante migliaia di innocenti e di bambini negli anni precedenti. Assalta Ned Stark, uccide chiunque sul suo cammino, ma poi sceglie di salvare una donna a lui sconosciuta da uno stupro. Più di tutti è l'emblema del meccanismo insito nella natura dei soggetti Martiniani. Il più contraddittorio. Tyrion Lannister: Si erge a paladino della propria famiglia, ritenendosi implicitamente l'unico Lannister diverso e venendo proposto come tale. Si dissocia dai metodi della sorella, protegge Sansa, eppure poi fa assassinare un cantastorie solo perché l'aveva visto con Shae. Vuole salvare degli innocenti, ma poi assassina atrocemente altri uomini con l'altofuoco.
  24. 7 likes
    Giorno 22: una scena che ti ha fatto piangere. Visto che finora l'ho citato soltanto in termini negativi, a sorpresa, qui cito GOT:
  25. 7 likes
    Assolutamente contrario. Non è servita a creare un sentimento nazionalista prima e non servirebbe adesso. Solo i mondiali di calcio e gli europei ci riescono, non la leva, Vedo un sacco di luoghi dove qualche divisa in più farebbe comodo: stazioni, quartieri difficili, centri città di notte. Se vuoi dei soldati solo per fare la guardia posti dove nessuno vuole andare, allora è uno spreco di soldi. Io me la sono scampata per un pelo proprio grazie alla nuova legge, altrimenti avrei dovuto aspettare un anno per sposarmi, dopo aver già dovuto faticare per varie ragioni a finire l'università, Per cosa? Per imparare a sparare? No, grazie. Lascio che siano i professionisti a farlo. Anche perchè non corriamo rischi di invasione, quindi un corpo piccolo ma preparato è da preferire ad una confusa folla di ragazzini.
  26. 7 likes
    SPOILER FINALE HIMYM Giorno 20: Citazione preferita Decisamente questa "Nel 1687, sir Isaac Newton scoprì quella che ai tempi era conosciuta come legge della gravitazione universale: la gravità. Si prendono due oggetti, il più grande esercita una forza d’attrazione su quello più piccolo, facendolo muovere verso la sua posizione. Una mela cade da un albero. La Terra, l’oggetto più grande in assoluto, attira la mela al suolo. È molto semplice. Solo che la teoria di Newton ha lasciato agli scienziati un enigma problematico. Riformulando la domanda, “dov'è la gravità?”. Non è una cosa che si può vedere o toccare, non è una cosa da poter esaminare al microscopio o da un telescopio. Bene, 230 anni dopo un impiegato dell’ufficio brevetti tedesco, in Svizzera, alla fine capì che gli scienziati si stavano ponendo la domanda sbagliata. Non troveranno mai, nell'immensità dello spazio, un oggetto chiamato gravità perché, in realtà, la gravità non è altro che la forma dello spazio stesso. Quell'impiegato, Einstein, ipotizzò che la mela non cade al suolo perché la Terra esercita un tipo di forza su di essa; la mela cade al suolo perché segue le linee e i solchi che la gravità ha inciso nello spazio. Quando parliamo di sesso non stiamo parlando d’amore, perché l’amore non può essere rappresentato con grafici e colonne, come se fosse la pressione sanguigna o la frequenza cardiaca. L’amore non è una forza esercitata da un corpo su un altro. È la trama di quei corpi. È l’amore che incide le linee e i solchi. La curvatura del nostro desiderio." Bill Master, Masters of Sex
  27. 7 likes
    E' il residuato obsoleto di un'epoca passata, la cui obbligatorietà oltre a essere un'odiosa imposizione pone l'istituto a rischio di incostituzionalità. In Italia siamo per metà smemorati e per metà nostalgici, ma per quale motivo dovrebbe funzionare in una società totalmente cambiata, qualcosa che già non andava prima ? Mistero. Nel 2018 esistono tipo 999 diverse e migliori strade per, cito le imbarazzanti motivazioni classiche : ...favorire la conoscenza, soprattutto per i giovani di realtà disagiate, di aree lontane, e l'integrazione linguistica. ...conoscere realtà diverse da quelle quotidiane, con possibilità di stringere forti legami di amicizia. ...identificare alcune patologie dell'apparato riproduttivo maschile. ...costituire un momento di formazione per l'individuo e dal punto di vista caratteriale e nello spirito. ...dare una disciplina e uno spirito di cooperazione di gruppo. Nel migliore dei casi sottraeva tempo utile alla vita civile e al completamento degli studi, impegnando forzosamente migliaia di giovani; non forniva una preparazione militare adeguata e consisteva in lavori di manovalanza per il semplice mantenimento della struttura cui il coscritto era stato assegnato. Assicurava un costante afflusso di soldati a costi poco elevati e garantiva un flusso continuo di personale giovane da impiegare per svariati compiti a seconda delle necessità che si presentavano, dall'ordine pubblico, ai disastri naturali e la lotta alla criminalità. Ovviamente forze armate non basate sulla coscrizione permette di avere personale meglio motivato, formato, addestrato e in generale più preparato ad operare in diverse situazioni e attività. Nel peggiore e grande maggioranza dei casi si verificavano disgustosi episodi di "Nonnismo": bullismo, violenze, vessazioni e soprusi di ogni tipo, fino allo stupro.
  28. 7 likes
    Il tradimento di Tyrion pare avere degli indizi nella settima stagione: Dany accusa più volte il Folletto di essere ancora dalla parte della sua famiglia; Tyrion si pone la questione della successione a Dany e ha dubbi sulla sua impulsività; la faccia incupita sulla nave... Però mi pare molto strano il tradimento, e ancora più strano che sia in direzione Cersei: avrebbe più senso lo spostarsi di Tyrion verso Jon, che apprezza molto, una volta scoperto che è un Targ legittimato. In ogni caso, non può essere questo il famoso colpo di scena di cui parlano D&D, perchè quello hanno detto ci sarà "in the very end", mentre questo ci sarebbe ben prima.
  29. 7 likes
    Anche io ne ho qualcuna: -Sono teratofobico fin da bambino: ho la fobia delle malformazioni fisiche. Se mi capita di vedere, anche solo per una istante, una persona con questo tipo di problemi, anche solo in foto, l'immagine mi si appiccica alla mente a vita. Tanto che se vedo frutta difettosa (tipo le fragole abnormi o le ciliege "siamesi"), non solo non le riesco a mangiare, ma neppure a prendere in mano. E quando mia moglie aspettava la nostra seconda figlia (la prima soffre di una piccola malformazione) ho trascorso 9 mesi a fare incubi di ogni tipo. -Sono un pessimo organizzatore. E non dico scarso: proprio un disastro. Non riesco ad organizzare nulla: né la festa di compleanno dei miei figli, né i bagagli per il mare, né i documenti per l'acquisto della nuova casa, né niente. Fortunatamente ho una moglie che difetta di immaginazione, ma in quanto all'organizzazione é un fenomeno e riesce a tenere traccia di tutto (come faccia, per me é un mistero). -Ho una vivida immaginazione: sono sempre lí a fantasticare su tante cose: racconti che vorrei scrivere, disegni che vorrei fare, board games che vorrei creare, programmi che vorrei implementare, canzoni che vorrei suonare. Mi rendo conto peró che, piú passa il tempo, meno trovo interessante il "mondo vero" che alle volte mi pare piú come una fastidiosa interruzione tra un daydreaming e l'altro. Tante cose che alle persone che mi stanno intorno sembrano importanti, non generano su di me alcun interesse, e alle volte devo fare attenzione a nasconderlo un pó per non sembrare "strano" o "st***zo". Al momento, altre non me ne vengono in mente. Eventualmente integro
  30. 7 likes
    Bellissimo questo topic! Ma solo 5? Comunque chi mi conosce sa qual è la mia stranezza n.1 e quindi mi riallaccio alla stranezza n.1 del buon @Menevyn per collegarmi, vedi com'è strana la vita: 1) ho un'ossessione ridicola per i conigli. Ne ho due (prima erano 3) e sono volontaria per un'associazione che si occupa di conigli abbandonati, ne ho diversi tatuati addosso (fra cui i ritratti dei miei due ahahh) e ho praticamente ogni oggetto a forma di o con fantasia di conigli. E' proprio un impulso a cui non so resistere, se vedo qualcosa del genere DEVO prenderla. Camera mia probabilmente sarebbe l'incubo peggiore del povero Menevyn!!! aahah 2) porto i capelli tutti fucsia da quando ho 16 anni e adesso ne ho 32, in tutto questo tempo ogni tanto ho cambiato anche colore ma non è durato più di un paio di mesi, mi sentivo strana, persino con i capelli neri, mi sembrava che tutti mi guardassero (lo so c'ho dei problemi grossi) e non mi sentivo a mio agio, mi sembrava che mi mancasse qualcosa, solo con i capelli del mio colore (fucsia appunto) mi sento me stessa. 3)vesto solo di nero (e non lo dico per fare quella "no cioè io raga io sono troooopppo strana". a me i colori piacciono anche, sugli altri. Su di me mi sento stupida, non hanno senso, mi sento come se fossi travestita. mi piacciono solo i vestiti neri, ne ho tantissimi e sono TUTTI neri, al massimo con qualche fantasia o dettaglio colorato) MA mi ritrovo a fare tutti cosplay completamente vestiti di bianco. A parte quando facemmo il gruppo di alice e avevo una tuta a strisce bianche e fucsia, faccio sempre e solo cosplay vestiti di bianco. Chissà. 4) Non riesco a dormire ne a stare troppo a lungo in una stanza tutta chiusa, cioè con porta e finestra entrambe chiuse. Devo avere almeno un piccolo spiraglio da cui entra l'aria sennò sto male. 5) Ho una paura smisurata per i clown (ma solo quelli buoni, tipo Ronald McDonald, Pennywise per esempio lo adoro), per le falene e....per i gamberi. Una volta mentre stavo parlando con la povera @Fiacca, mi è entrata una falena negli occhiali e la mia reazione è stata quella di lanciarli contro di lei e fuggire. I gamberi poi li odio, sono bruttissimi, a un matrimonio ho iniziato a urlare "No ti prego!" a un cameriere che voleva mettermi un gambero nel piatto, probabilmente traumatizzandolo a vita. BONUS: in compenso amo tutti gli altri mostriciattoli di cui la gente ha la fobia, in particolare i ragni, infatti ho avuto per un po' una tarantola (Grammostola Rosea) come animale domestico. Ma ora è sul ponte dell'arcobaleno. R.I.P. Marylin.
  31. 7 likes
    1) Ordine prima di tutto. Ritrovarmi oggetti disposti in modo confuso o non pertinente tendenzialmente mi soffoca. Non è una scelta di pignoleria, quanto un fastidio spontaneo e naturale che nasce alla sola vista di ciò. Pur apprezzando la confusione e la distruzione nel processo creativo, trovo che il disordine a tutti i costi non sia necessario a mantenere creatività e libertà. Anche nell'ordine possono esservi entrambe le cose. 2) Come sopra, pulizia. Di sé e degli oggetti. In questo campo, ad esempio, non mi sento lontano dalla famosa ossessione di Churchill. 3) In generale non un particolare amore per T-Shirt. Molto meglio le camicie. 4) Ritualità e programmazione. L'essere sempre coscienti del passo successivo, lasciando da parte la pigra improvvisazione. 5) Il rumore dell'asciugacapelli. Nulla di più rilassante. Mi scioglie, da sempre.
  32. 7 likes
    Posso aggiungerne qualcuna, se prometto che sarò sintetica? E' un topic troppo bello 1) Sono un disastro a fare la spesa, nel senso di programmare i pasti: spesso mi trovo con il frigo vuoto, o a dover far pranzo e non sapere come metterlo insieme. Però, sono straordinariamente previdente nel comprare carta da cucina e carta igienica. Ho fatto il conto che, con le scorte che ho mediamente in casa, potrei sopravvivere tranquillamente sei mesi. Mesi fa ho scoperto che su Amazon vendevano uno stock da 48 rotoli di carta igienica: naturalmente l'ho ordinata subito (anche se in casa ne avevo già tipo 30). Per qualche giorno, mi sono sentita una persona realizzata e pronta ad affrontare il futuro. 2) Anni fa mi era venuta la mania di fare amigurumi, ossia... pupazzi all'uncinetto, di "invenzione" giapponese, basati sulla tridimensionalità e sulla forma sferica (tra l'altro, c'è dietro un sacco di matematica, anche se a livello basso). Qui un esempio, il Papero Martino (modello quasi del tutto inventato da me, quindi uno dei "top" della produzione): (Per la cronaca: esistono persone che fanno amigurumi dei personaggi di Asoiaf, ma non sono granchè) 3) Ho qualcosa come sette paia di occhiali da vista che girano per casa (quasi tutti sul tavolo della cucina). E' che li ho di varie gradazioni a scalare, e di alcune ho più versioni, con montature diverse, e non ho un posto preciso dove ritirarli. Quindi, li lascio un po' dove capita 4) Anche se non avrò mai modo di indossarlo, un giorno per farmi un regalo ho comprato questo vestito. Color rosso borgogna. Senza nessun motivo: ero esaltata da Asoiaf (nella mia testa, quasi ci vivevo dentro), tra l'altro avevo i capelli similbiondi lunghi e un po' mossi, e volevo, una volta nella vita, provare la sensazione di un abito stile Cersei o Sansa. Per inciso, dal vivo è ancora più ricco che nella foto: è uno splendore, veramente. Con l'interno delle maniche foderato di tessuto damascato. Ora giace nel cassetto di un armadio, ma è stato bello vederselo addosso, per una volta. https://holyclothing.com/products/arwen-princess-dress?variant=42102404428
  33. 6 likes
    La barba serve a nascondere la collana così nessuno saprà quando stà usando i suoi poteri...
  34. 6 likes
    Visto che per MelisandrA si è accesa(era pure facile prevederlo) una vera lotta, abbiamo un'immagine di unA delle candidate mentre però rifiuta ogni commento a riguardo, ché la vera MelissA si sa bene chi sia...
  35. 6 likes
    ASOAIF ha già una conclusione, ed è bellissima. La conclusione è ASOS. Tutte le storyline, in quel preciso istante, sono concluse. Tutti i personaggi hanno terminato il loro arco narrativo. Il futuro di molti è incerto, oscuro, ma quello che dovevano dire l'hanno detto. La guerra è finita. I Lannister hanno vinto, ma a carissimo prezzo. Tywin e morto e le divisioni tra i figli sono ormai incolmabili. Ognuno di loro ha perso le cose che amava di più. I ragazzi Stark hanno iniziato una nuova vita. Come reietti, come fuggiaschi, sotto falso nome, ma liberi. Un nuovo inizio è possibile. Dany si è stanziata, ha capito di avere uno scopo. La Barriera è di nuovo ben difesa. E' veramente un finale agrodolce. Nessuno ha vinto davvero, nessuno ha perso davvero. Tutti hanno capito qualcosa su sé stessi, e sulla vita. Resta uno e un solo arco narrativo aperto: Bran/Corvo/Estranei. Ma è una storyline così scontatamente, oscenamente high fantasy che non serviva neanche che Martin ce la raccontasse per capire come va a finire. Tutti sappiamo come andrà a finire. Bran il prescelto dai superpoteri trova il suo mentore e, con i suoi superpoteri livellati a dovere, salverà il mondo sconfiggendo gli Estranei. Con sacrificio finale o meno, scendendo a compromessi con la sua umanità o meno, ma chissenefrega alla fin fine. Sono dettagli. Certo che si è incartato. Certo che non sa più cosa scrivere. Certo che preferisce dedicarsi ad altro. Ha praticamente dovuto iniziare una nuova saga, dare un nuovo scopo ai suoi personaggi e/o crearne di nuovi e provare a renderli interessanti (con scarsi risultati) quando ormai era a 150/200 pagine dalla conclusione perfetta (dove 150 pagine sono 3/4 capitoli di Bran 2/3 capitoli di Jon tanto per chiudere sta pacchianata degli zombi di ghiaccio), conclusione che avrebbe reso la sua trilogia la più grande opera fantasy di sempre dopo il SdA. E invece. 18 anni (18!) di fatiche titaniche, stress, noia... per partorire due romanzuncoli dimenticabili, discreti al più, mentre la serie tv fa scempio in mondovisione della tua opera. Io avrei già mollato da 10 anni. Eroico Martin che continua a provarci, nonostante tutto e tutti.
  36. 6 likes
    Comunque, io Fire and Blood lo boicotto, e non lo leggerò (almeno finchè non uscirà TWOW). Ecco. Ecco
  37. 6 likes
    Caro diarioputin, dal regista di... mmm... quel film... quello là... vabbè... Una storia strappa lacrime... una strappa storia lacrime... una lacrima strappa storie... una lacrima storia strappa... Vabbè, ci siamo capiti dai!
  38. 6 likes
    Non avrai mai le mie lacrime! Io non smetterò di credere.
  39. 6 likes
    L'intero arco narrativo di Stannis è costruito sul mito di Azor Ahai. Bisogna chiedersi, chi è la sua Nissa Nissa? Quando la Barriera cadrà, quando la Lunga Notta ritornerà, quando Winterfell sarà assediata, Melisandre andrà da Stannis per dirgli che in qualità di AA, ha un unico modo di salvare il mondo. (Disperazione e Fanatismo sono potenti compagni di letto). Stannis sta osservando l'apocalisse, e contro di essa, il destino di un bambino. Suona familiare… (ASOS - DAVOS V) Stannis sacrificherà Shireen in una sola specifica circostanza, nella speranza di salvare il mondo dagli Others. (ASOS - DAVOS VI) E' tutto nella storia di Nissa Nissa: per diventare AA e salvare il mondo, devi sacrificare la persona che ami di più per ragioni sia in-universe che dramatiche naturalmente. L'attenzione (magica) di Melisandre sarà sulla risurrezione di Jon in TWOW e il sacrificio di Shireen in ADOS. Dopo il fallito tentativo di creare Lightbringer è possibile che Melisandre venga aggredita / uccisa da Patchface. Stannis potrebbe invece indicare come suo erede, il ragazzo salvato da quel destino, Edric Storm (ma l'impatto concreto di questa volontà è tutto da vedere). Non c'è invece alcuna chance di vedere Dany, Aegon (idem Rickon IMO) interagire con Shireen per motivi spazio-temporali (e di trama). (ASOS - DAVOS V) Nonostante queste parole di Mel, nel testo è esplicito al 100% che R’hllor non richiede il sacrificio di un terzo per riportare in vita i morti (se Beric Dondarrion è di alcuna indicazione, il prezzo della resurrezione è parte della tua anima). Comunque dato che Jon sembra destinato a diventare un dragonrider alla fine, è possibile che Ghost stesso venga sacrificato, ma Shireen non c'entra. Un'ultima osservazione : (AGOT - JON VIII) Jon insiste testardamente che Ned è quell'uomo su diecimila, ma noi sappiamo che non lo è per fortuna o per sfortuna. Stannis lo è per fortuna e arrivato ADOS, per sfortuna.
  40. 6 likes
    Macchia preoccupa molto anche Melisandre, che arriva a consigliare a Jon di allontanarlo, avendolo visto in alcune sue visioni circondato da teschi con le labbra macchiate di sangue, senza contare che molte delle sue filastrocche e affermazioni paiono avere un significato nascosto o essere quasi profetiche. E' uno dei personaggi che mi intrigano di più, e francamente spero che Martin sciolga il mistero che circonda, prima di finire la saga.
  41. 6 likes
    Non ho un grande contributo da portare, ma ho riletto quel passo notando tre cose: uno, Shireen è da sempre tormentata da incubi. E, se in Asoiaf i sogni, soprattutto quelli ricorrenti, non sono mai casuali (vedi il sogno ricorrente delle cripte di Jon, su cui abbiamo speso mari di parole e costruito montagne di ipotesi), il fatto che una bambina, tra l'altro dolce ed equilibrata, da sempre sia perseguitata da incubi deve avere un significato. E non positivo, temo. Due, maestro Cressen pensa, razionalmente, che i suoi incubi derivino dai draghi e mostri di pietra di Capo Tempesta. E le offre una spiegazione altrettanto razionale, concreta. Mi fa pensare a un dialogo di Bran con maestro Luwin, sulla magia, la cui esistenza Luwin smentisce, con dolcezza ma decisione. Entrambi i maestri amano i bambini con cui stanno parlando e li vorrebbero sinceramente aiutare. Ma non li capiscono appieno: hanno una visione del mondo troppo concreta, da anziani, o piuttosto da persone che si sono formate in un tempo del mondo in cui la magia era sopita, quasi assente. C'è qualcosa che loro non possono vedere o cogliere, ma Bran e Shireen, figli di tempi nuovi e/o con poteri che i loro maestri non hanno, sì. Terzo, mentre ci siamo, poche pagine dopo viene detta una cosa stranissima riguardo a Macchia: quando è stato trovato dopo il naufragio, nessuno ha mai capito come aveva fatto a sopravvivere due giorni, ma soprattutto il suo corpo era gelido come quello di un cadavere. La butto lì proprio solo come ipotesi: Che anche Macchia sia uno che è già stato "dall'altra parte" e poi è stato richiamato indietro? Se fosse così, sarebbe per un compito. E Macchia è quasi l'ombra di Shireen... che a un certo punto sia destinato ad avere un ruolo non secondario, magari legato a lei?
  42. 6 likes
    Il conteggio "post" non conta. Conta solo quello in cui ho superato i 3000 Inoltre quest'anno compio 10 anni sulla Barriera (iscrizione, perché sbirciavo i contenuti giá da 2 o 3 anni quando mi sono iscritto). Oltre ai 10 anni di matrimonio, 10 anni dalla prima serata con il mio attuale gruppo, etc etc
  43. 6 likes
    Giorno 20: citazione preferita Me ne vengono in mente molte che mi piacciono, dai dialoghi di Melrino e Lancillotto in Merlin alle frasi nelle cassette di 13 Reasons Why. In fin dei conti però penso che anche in GoT ci siano molte frasi bellissime, una delle mie preferite: Rhaegar fought valiantly, Rhaegar fought nobly. And Rhaegar died. (Ser Jorah Mormont, 3x03). Anche la già citata frase di Desmond è Come io abbia fatto a non pensarci subito non so, ma per questo turno dico sicuramente. "These violent delights have violent endings." (Westworld) Sempre di Westworld, poi, cito anche il discorso della scena finale della stagione SPOILER WESTWORLD 1x10
  44. 6 likes
    @JonSnow; Bene sono in compagnia da dopo Natale inizia già a venirmi l'ansia pensando " siamo quasi al giro di boa" torniamo verso l'estate (bbbrrr, non ci pensiamo ). L'autunno/ Inverno sembrano volare, e luglio ed Agosto paiono infiniti. @Lyra Stark ma anche le acconciature che si possono fare con i capelli lunghi sono bellissime, io mi faccio sempre le trecce che girano intorno alla testa ( ma conta che i miei capelli sono brutti, su qualcuno con dei bei capelli sarebbero bellissime). @Stella di Valyria anche io ho la patente ma non guido, neanche per piccole tratte, sono terrorizzata dall'idea, mi faccio sempre venire a prendere dagli altri ( che appunto mi odiano :D). Eppure adoro stare in macchina, ci starei a giornate, a patto di non guidare, chiaramente ahaha. A volte obbligo anche il mio babbo a farmi fare i giretti a caso per il paese ( e avevo coinvolto anche il mio ex in questa follia). Sarà che ho ( bizzarria n° 6) anche problemi a capire destra e sinistra ( sì, lo so, gravissimo) e temo di fare confusione anche con quelle. Un'altra cosa bizzara per chi la vede, anche se credo voi mi capirete, è che mi sono fatta tipo un altarino con tutte le cose delle cronache, Libri, DvD, Funko Pop, motivo di prese in giro continue di familiari ed amici ( che non comprendono l'ossessione ) p.s confermo il lancio degli occhiali con falena annessa di @Elvira Targaryen
  45. 6 likes
    Le mie 5: 1) caffè sempre amaro. Basta un granello di zucchero e lo butto via. 2) faccio sempre liste. Ma a mente e poi me le dimentico. 3) grammar - nazi pure io. Un'ora per scrivere un sms che non contenga ciofeche (poi magari ne ha comunque). 4) precisino su alcune cose, carlone su altre. Più carlone cmq. Esempio: la mia scrivania al lavoro è un disastro, il mio desktop è un disastro, ma la tabellina Excel per questo o quel progetto dev'essere perfetta, nella forma e nei contenuti. Studio nel dettaglio il carattere da usare, i colori per evidenziare, grassetto o corsivo per titoli o risultati, spessore e colore dei bordi. Maniacale. 5) sento il dovere di fare i conti a mente, forse per dimostrare che sono veloce e bravo in matematica.
  46. 6 likes
    Secondo me è una vittoria su tutti i front, la suai: - Compie l'atto d'amore più grande per un essere umano nelle Cronache e non solo - Tiene fede ad una promessa pericolosissima, mantenendola - Riesce a fregare tutti, dal più astuto al più manipolatore, fino al Re delle spie e all'ultimo dei beoni. In pratica sia sotto il profilo etico che sotto quello puramente strategico-politico lo è, implicitamente. Per quanto ciò sia contraddetto da un'ulteriore menzogna; ''Parlavano di come Ned, il loro ragazzo del Nord, avesse decapitato in duello Ser Arthur Dayne''.
  47. 6 likes
    Adesso abbiamo la grammar nazi.. Lady Monica cos' hai fatto??
  48. 6 likes
    Ma guarda che topic simpatico! Un applauso a @Lady Monica e marito! Di bizzarrie ne ho anch'io, come tutti del resto. Vediamo di farsene venire in mente 5... 1) Piedi. Ho una forte avversione per i piedi femminili senza smalto. Miei e delle altre. Quindi d'estate obbligatoriamente pedicure in superordine. Ma anche nelle stagioni in cui non si usano flip flop da spiaggia e sandali stiletto, è difficile farne a meno: in palestra, in piscina, e non si sa mai quando e con chi ci si dovrà togliere scarpe e calzette. 2) Calze. Ho sempre odiato i collant, le autoreggenti non mi dispiacciono qualche volta. So di andare contro il bon ton, ma, in qualsiasi stagione e con qualsiasi temperatura, se ho una gonna, un vestito, o gli shorts, non indosso mai le calze. Beh d'inverno comunque con lo stivale al ginocchio vinco abbastanza facile. 3) A tavola. Sono un po' fissata coi modi con cui si sta e ci si comporta al desco. Non pretendo che tutti stiano diritti impettiti, né che la pizza la si mangi con le posate. Ma entro in difficoltà se c'è chi non aspetta ad iniziare, o se si passa alla portata successiva senza che tutti abbiano finito. È educazione anche non far notare certe mancanze e comportarsi come se niente fosse. Ma è tremendamente empio che, mentre mangio qualcosa di delicato, il sapore sia ammazzato dall'odore più pungente di qualche altra pietanza (e.g. qualsiasi secondo vs qualsiasi agrume). 4) Musica. La musica è importante. I supporti musicali (vinili, cd, mp3) devono essere ordinati in modo preciso che può variare a seconda dei periodi. A seconda del mood o dell'occasione si seleziona l'ascolto più adatto e ciò risulta veloce con l'ordine succitato. La musica è una cosa seria e per poter entrare tra i supporti musicali da ordinare deve avere un senso artistico, storico, stilistico, e, perché no, anche emotivo - un briciolo di soggettività non guasta! XD I consigli per gli ascolti sono bene accetti, ma saranno seguiti a tempo debito col giusto mood e senza fretta. La partecipazione a concerti può essere negoziabile. 5) Lingua parlata e scritta. Il linguaggio è una facoltà innata alla specie umana, come ci insegna Chomsky. Parliamolo bene e scriviamolo meglio! Non tollero gli strafalcioni, le parole sbagliate (puLtroppo: ma scherziamo?!!), i dizionari poco estesi. Questo risalta ancora di più nello scritto: mettiamole le H al verbo avere, gli accenti gravi o acuti a seconda dell'intonazione e non al posto degli apostrofi (un po'!!!!!), lo spazio dopo la punteggiatura e non prima, e non c'entra niente viene da entrarci non da centrare! E i congiuntivi... esistono, sfruttiamoli! Lo so c'è il correttore, il touch a volte fa le bizze, ma ce la possiamo fare! XD Adesso mi odierete tutti.
  49. 6 likes
    Io credo che quello di Ned sia più un conflitto morale che una contraddizione nelle sue stesse azioni/intenzioni. Non è come il Mastino che uccide un ragazzino indifeso e poi ne difende due. O Jaime, che salva orde di bambini innocenti per poi gettarne uno da una torre senza pietà. E' assolutamente lineare nel rimanere fedele a sé stesso senza la minima svolta. Anzi, la contraddizione vi sarebbe stata se Jon si fosse rivelato davvero un suo errore passato, rivelandosi realmente suo figlio. Avremmo avuto la prova che anche Ned è effettivamente caduto in un errore di valutazione umano e in una contraddizione tra la fedeltà e la lussuria con passione. Ma non c'è stato tutto ciò. Ned è a tutti gli effetti eleggibile alla canonizzazione e, ironicamente, per quanto monocromatico, egli non risulta comunque banale. Un po' contraddittorio semmai è ciò che circonda Ned: Trionfo su Arthur Dayne - Nota come la sua più grande vittoria - In realtà una sorta di macchia sul suo onore. Una sconfitta. Jon Snow - Noto come la più grande macchia sul suo onore, una sconfitta - In realtà la sua più grande vittoria (morale e non).
  50. 6 likes
    Ma infatti sentitevi liberi di riportare i soggetti e le contraddizioni che preferite, al di là dei 4. La mia era solo un'introduzione. Sandor Clegane è esattamente il soggetto che nacque nel fuoco. Come il suo volto, egli ha una natura ambivalente. Gli stessi lati della sua faccia si contraddicono e sono l'emblema della sua lotta interiore. Egli è nei fatti un rassegnato. Proprio come le ustioni segnano ed invadono il suo volto, nel medesimo modo la sua innocenza è stata violata. E in quell'innocenza egli ha provato un senso di smarrimento e impotenza. La stessa impotenza che ha finito per violarlo e assoggettarlo a terzi. Non è l'oro, non è il potere degli uomini ad aver ammaestrato il cane. E' il cinismo ad averlo fatto. Ed una volta che esso chiama, il Mastino risponde. Magari vorrebbe andare altrove, ma risponde e corre verso di esso nel modo più veloce possibile, anche per dimenticare. Dunque il nichilismo diventa per lui, attraverso l'autoconvinzione, l'unico modo per sopravvivere, prigioniero di una vita sbagliata, incomprensibile. Le aggressioni verbali verso Sansa sono proprio dovute a questa filosofia. Ella rappresenta ciò che egli è già stato: una vittima innocente, priva del potere di difendersi o di fare altrimenti. Ed egli non vuole che le tocchi lo stesso destino, non vuole guardarsi allo specchio rivedendo sé stesso e il bambino marchiato atrocemente in quegli occhi circondati da capelli ramati. No, vuole istruirla alla brutalità della vita. Vuole assassinare le sue illusioni sul nascere, cercando di aprirle gli occhi alla sua stessa visione della vita. Ed ecco perché raccoglie tutti i comportamenti più sbagliati, tutta la brutalità possibile nel relazionarsi a lei. Vuole che attraverso sé stesso ella veda il mondo come lo vede lui. E cominci a odiarlo. E proprio in quell'odio vuole che Sansa trovi la forza necessaria a scoprirsi inviolabile e, finalmente, inarrivabile. La stessa brutalità è per lui forza portante, deve sostenersi con quell'aggressività, affinché i suoi sentimenti più profondi vengano nascosti ed egli riesca nel compito di agire così verso di lei. Ma in vero quell'innocenza lo spiazza, lo sorprende, lo viola più di quanto lo abbia toccato il fuoco quel giorno. Il Mastino è vittima dell'ambiente. Di un'esistenza cinica. Un maldestro risultato di vita. Eppure come tutti gli uomini fa conti con il male quanto con il bene. E attraverso il primo agisce per favorire il secondo. Più di tutti è Shakespeariano. fa***lo i Ser e i titoli. C'è solo il tormento della vita. E le sue contraddizioni.
This leaderboard is set to Rome/GMT+01:00