Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 07/19/2018 in all areas

  1. 7 points
    Nessuna persona favorevole ai vaccini sostiene che non esistano reazioni avverse ai vaccini, lo stesso dott. Burioni pochi giorni fa ne ha fatto tema di un suo post su fb, ma al contrario la quasi totalità degli anti vax sostengono che le malattie per cui si vaccinano i bambini non sono pericolose e ci si cura senza problemi. L’mpr da reazioni allergiche/encefaliti in una somministrazione su milione mentre il morbillo da encefaliti in un caso su duemila o la morte in un caso su tremila. Direi che non c’e paragone. Il caso su un milione c’e e non lo si può negare ma pur con questo numero che ti ronza in testa di continuo a nostro figlio abbiamo fatto fare senza esitazione tutti i vaccini disponibili obbligatori e facoltativi, gratuiti e a pagamento.
  2. 6 points
    Sono un medico e confermo che si valutano rischi e benefici (Evidence Based Medicine - medicina basata sull'evidenza). E' molto più probabile contrarre la malattia in maniera "grave" che avere un evento avverso importante da vaccino (vedi ad esempio la citazione sulla vaccinazione antipoliomelitica). Il discorso "mi ammalo e mi curo" non sta in piedi, nel senso che non devi essere sfortunato, altrimenti, come detto da qualcuno prima, ti viene una sepsi da meningococco e tanti saluti. A un corso sui vaccini, un medico Igienista ha mostrato una foto fatta a Napoli i primi anni 70, durante una manifestazione relativa all'epidemia di colera: erano visibili fior di cartelli con cui i manifestanti chiedevano allo Stato la vaccinazione.... Adesso che abbiamo la pancia piena ci lamentiamo del brodo grasso.... Per chi ha avuto il figlio con la reazione avversa: prima di somministrare il vaccino nessuno lo avrebbe potuto sapere; più in generale i bambini corrono più rischi a non vaccinarsi che a farlo. Se tutti si vaccinano, i rari bimbi che hanno le reazioni avverse gravi non si vaccineranno in seguito e beneficeranno dell'immunità di gregge, come per gli immunocompromessi. Per quello che riguarda le spese sanitarie: dire che paghiamo le tasse, quindi abbiamo già pagato per le cure sanitarie è completamente sbagliato: se tutti fanno questo ragionamento e non fanno prevenzione (non ci sono solo i vaccini, pesano molto ma molto di più le malattie cardiovascolari....), i conti dello stato saltano, e di brutto anche... Le risorse sono "finite", non nel senso che non ci sono più, ma che sono limitate, e devono essere gestite al meglio. Se posso evitare una malattia, ho risparmiato senza fare tagli alla sanità. Vi assicuro che per chi è malato (non chi prende una malattia intercorrente, ma chi ha malattie croniche, compresa la sola ipertensione arteriosa) sarebbe stato molto meglio non esserlo stato....... Per chi non "crede" alla scienza ufficiale (non è materia di fede, ma per certe persone purtroppo è così), posso dire: la Previdenza dei paesi avanzati sta saltando ed è sempre meno sostenibile, perché la popolazione vive più a lungo; la mortalità infantile è bassissima (i vaccini sono uno dei presidi), vedi link ISTAT : https://www.istat.it/it/archivio/109861
  3. 5 points
    C'è un'altra versione del mito di Didone, in cui lei si getta nella pira per restare fedele primo (e unico) marito morto, non per l'abbandono di Enea. Anzi è quella la versione più antica. Da un certo punto di vista, potremmo dire che è una versione più femminista... o quantomeno meno maschilista. Questo unito all'etimo del nome (sostanzialmente Didone da "errare", ed è un nome che le è attribuito dopo il suo arrivo in africa - prima era nota come "Elissa"), e le avventure in sè prima della fondazione di Cartagine ( il fatto che fugga da un fratello "traditore" con seguaci del marito morto, il suo errare prima di approdare sulla costa africana dove con un trucco si procura il suolo su cui costruire la nuova città, il fatto che sia riconosciuta come "regina" dopo la fondazione di Cartagine, mi hanno sempre fatto pensare che Didone abbia ispirato Daenerys. Ovviamente solo in parte, o fino a un certo punto, un po' come tutto. In generale però, l'Eneide è fondamentale per chiunque si cimenti con delle "Saghe". Non solo perché è un'opera epica "classica", uno dei modelli di ogni viaggio dell'eroe, ma anche perché in tempi recenti, molti autori contemporanei conoscono/studiano il Ramo d'Oro di Frazer Che è uno studio antropologico su riti antichi e i loro significati e dunque anche sulla mitologia. E' considerato un testo fondamentale da chi a vario titolo si occupa di queste cose. Penso che Martin - come molti altri - lo conosca. Il titolo stesso - il ramo d'oro - ha a che fare con l'Eneide. Proprio perché quello è un dettaglio che ha ossessionato studiosi per secoli, anche prima di Frazer. Solo per dire che sì: l'Eneide è uno dei "must read" per chi si cimenta in questo tipo di letteratura.
  4. 5 points
    Ci aggiungo una cosa Per esempio il vaccino antipolio con virus vivo attenuato dava effetti collaterali importanti in 1/1.000.000 Quando si è avuto un controllo della poliomielite da noi si è passati al virus ucciso iniettivo che è compreso nell’esavalente attualmente praticato . Se la polio scomparirà (ma ancora non è scomparsa ) allora questo vaccino non si farà più come accaduto per il vaccino contro il vaiolo . Per la serie si calcola sempre un rapporto rischio /beneficio nell’approvare un vaccino
  5. 4 points
    C'era un uomo a colore di donna, aveva vestiti di rosa sgualciti, e piccole perle nascoste alla pelle, perché poi mostrare a chi guarda il silenzio, non porta che chiodi fissati alla croce, convinte le forme d'icone inventate trasposte da roccia di massi sul petto, per ogni parola a ripeter concetto. C'era un uomo che donna sognava sentirla di dentro ad avere coscienza, avente fattezze riflesse allo specchio, qualunque parete si portasse addosso, era una donna che stava in prigione, nascosta da sabbie a tempesta a fermare finanche gli sguardi di voglia a capire, persino gli intenti più puri a sentire. C'era una donna, aveva soltanto da sentire il vento a portarle emozione, da chiedersi quale, il suo sentimento, perché gli insegnassero il suo pentimento? Era sì libera dentro le stelle, era contenta un riflesso di mente, era piovuta da lacrime eterne, che si dissolse giudizio alla gente.
  6. 4 points
    Due film di rara bruttezza. Non andrebbero guardati da nessuno ma se proprio insisti il non aver visto i vecchi film ti favorisce, almeno non ti si rovina il ricordo. Però se pensi possa piacerti il genere ti consiglio i primi due Alien invece delle due schifezze recenti.
  7. 4 points
    Io, vado in montagna apposta a 1600 metri si dovrebbe vedere tutto, luna, marte e ISS, di cui non sapevo niente, grazie, Stella L'ISS detector ce l'ho, ma in modalitá silenziosa, sennó mi sveglia di notte per dirmi che sta passando un satellite Iridium russo del '64
  8. 4 points
    Scoperta importante su Marte (da parte di italiani, grazie allo studio dei dati del radar Marsis): un lago di acqua liquida (e salata) un chilometro e mezzo sotto i ghiacci. Esiste la possibilità che possa ospitare vita. Mi ha fatto tornare in mente questo:https://www.labarriera.net/forum/index.php?/topic/10876-i-segreti-del-lago-vostok/ (ora c'è un motivo in più per "allenarsi" a trattare con quello, per poi rivolgersi in ambiente extraterrestre)
  9. 4 points
    Più che altro, ora scopro da dove vengono fuori tutti gli acronimi e sigle che vedo nelle firme degli altri utenti!
  10. 4 points
    Passa da scatenare guerre civili su scala continentale a cercare di seminare zizzania fra due sorelle adolescenti. Più che un declino, un tracollo. Ma non mi sembra, almeno nei libri. Sei sicuro? Al massimo le mette la pulce nell'orecchio sulla vera natura di Joffrey, ma poi fanno tutto i Tyrell. Su Jorah: nei libri è un personaggio tragico ma anche parecchio squallido. Nella serie è il povero innamorato non corrisposto, poi il fatto che abbiano scelto un attore figo per interpretarlo non aiuta.
  11. 4 points
    Sinceramente dovrei andare a riguardarmi quella parte, tuttavia, da ciò che ricordo, la gestione del destino di Ditocorto non mi sembra poi così illogica. Si tratta di un personaggio indubbiamente affascinante: intelligente, scaltro e manipolatore, bravo a insinuarsi laddove si annidano le falle altrui e nel caos. Tuttavia, credo che per una personalità così venga da sé, a un certo punto, cominciare a sottostimare non tanto chi ha di fronte, ma le situazioni che lui stesso ha contribuito a creare, che per quanto intelligente, un uomo solo non potrà mai controllare in toto. Il modo in cui cala il sipario su Ditocorto non mi è dispiaciuto. Lui continua a sperare fino alla fine di poter manipolare, imbastire la sua trama; ma alla fine, la sua stessa condanna a morte lo sorprende e sono proprio Sansa e Arya a servirgliela con freddezza, le figlie di Catelyn e nipoti di Lysa. Alla fine, Bran o non Bran, per il suo stesso modo di procedere, fatto di menzogne e di trame, un passo falso lo avrebbe compiuto. Come si dice, tanto va la gatta al lardo...
  12. 3 points
    Che mi hai fatto ricordare, la scena più ridicola di sempre, altro che Asylum
  13. 3 points
    E ho visto anche il terzo film... Anche se il quarto film deve ancora uscire, posso dare un giudizio finale sul Rebuild, tanto gli elementi in evidenza sono sempre quelli, non credo che il quarto film cambierà molto la mia prospettiva. Da un punto di vista della qualità dell'animazione e dei disegni, siamo al top, nulla da dire, colori vividi e animazioni fluide, neanche sto a sottolineare la ricchezza di particolari di ogni inquadratura. Anche aver risentito le vecchie voci italiane (con poche eccezioni, su tutte Davide Chevalier come Kaworu e Rachele Paolelli come Misato nel terzo film) mi ha fatto molto piacere. Se non si è capito, io ADORO il doppiaggio italiano degli anime (ma anche dei film ecc.). Da un punto di vista della trama e dei contenuti, ahimè, questa serie è invece molto carente. I primi due film sono uno scialbo riassunto di gran parte della serie, manca totalmente l'approfondimento psicologico e l'introspezione che hanno reso grande Eva. In particolare, il lirismo che contraddistingueva gli ultimi episodi della serie originale qui è totalmente assente: il personaggio di Asuka (che adoro) in alcune puntate di Eva si rendeva protagonista di alcune sequenze magnifiche, come ad esempio la puntata 22 in cui l'assoluta protagonista è lei con i suoi innumerevoli drammi e disturbi. Qui i personaggi sono scialbi, vivono del ricordo sbiadito della serie, e se non si è visto quest'ultima si rischia di non capire nulla dei temi e dell''atmosfera del Rebuild (che tanto non si capiscono uguale). E per fortuna che quel vecchio imbroglione di Anno aveva detto che il Rebuild era aperto sia a fan di vecchia data che a coloro i quali non avevano mai visto al serie! In ogni caso, sono molto curioso per il finale, non ho idea di come la maniacale mente di Anno e dei suoi collaboratori risolverà tutti gli impicci che si sono venuti a creare. Ma soprattutto: Shinji farà finalmente un passo in avanti? Io dico di no. PS: la teoria che postula che Mari sia è assurda e demenziale, ma mi piace molto, così come mi piace in generale PPS:
  14. 3 points
    Tre Manifesti ad Ebbing Missouri credo sia stato uno dei film più interessanti che ho visto quest'anno. Avevo già apprezzato molto Martin Mc Donagh sia per In Bruges sia per 7 Psychopaths, ma questo film, trattandosi anche di un'opera molto diversa, è su un altro livello. Come dici tu all'inizio c'è un po' di perplessità, più che relativa alla potenziale pesantezza, forse relativa all'argomento trattato con banalità, visto che la presentazione iniziale dei personaggi è un po' ingannevole e porta lo spettatore a pensare ad una divisione molto manichea e relativo solito svolgimento. Invece si capisce ben presto che non è così. La qualità della regia, della recitazione, dei dialoghi, della colonna sonora e il connubio del tutto sono molto elevati, come rilevi anche tu, e contribuiscono allo scorrimento piacevole del film. Personalmente, la cosa che ho apprezzato di più è stato quel sapiente mix che alterna una comicità spesso sarcastica, capace di farti esplodere in belle risate, a una toccante profondità, che riesce a farti anche commuovere. Sono molto pochi i film in grado di toccarti davvero in ambo i sensi e credo che questo sia un gran merito. Infatti, come dici tu, la questione centrale del film non è tanto il mistero quanto la risoluzione delle relazioni tra i vari personaggi, pregne di un certo antagonismo e molto spigolose, ma allo stesso tempo anche caratterizzate da una certa vicinanza che lascia intravedere scorci di un passato condiviso, o semplicemente una certa comprensione emotiva. È questo svolgimento forse quello più pieno di colpi di scena che culmina in un finale inatteso quanto aperto. Infine, il punto del tuo intervento su cui concordo di più è assolutamente questo: Ma è una mia mera questione soggettiva, non amo molto la frenesia delle immagini, specialmente quando è fine a sé stessa.
  15. 3 points
    Io vista tutta: uno spettacolo, soprattutto quando ha pure fatto capolino Marte da dietro la collina. Una grande notte!
  16. 3 points
    Sono completamente d'accordo. Anzi, aggiungo che mi sembra piuttosto pretestuoso. Penso che, anche se più lungo, lavorare sulla coscienza collettiva sia più produttivo e meritorio. E' la domanda che genera l'offerta. Oggi più che mai. Ci sono tante aziende che stanno lavorando in ottica di economia circolare, riduzione di packaging realizzati con derivati dal petrolio, recupero delle materie prime riutilizzabili dai prodotti esausti ecc. Lo fanno per coscienza propria, ma anche perché i consumatori sono più sensibili rispetto a questo tema e presto, aver fatto o meno determinate scelte, per un'azienda potrebbe fare la differenza sul mercato.
  17. 3 points
    Non so nemmeno se qui se si tratti davvero di tifoserie (a parte che, sì, il termine "radical chic" è distribuito come i volantini per strada il sabato pomeriggio in centro). Semplicemente per alcuni diventiamo "migliori" da morti ("la morte ci rende tutti angeli" ), mentre per altri il "cinismo tout court" è irresistibile. Cosa ne penso di Sergio Marchionne? Il cielo sa quanto, negli anni, sono stata critica ed allo stesso tempo ammirata e poi ancora critica e poi ammirata... di fronte a quest'uomo che, dall'abbigliamento alle strategie aziendali, seguiva spesso strade assolutamente inedite e spesso opinabili (a parte per il maglioncino blu in occasioni formali, che ha abbattuto il cliché "giacca e cravatta": per quello gli saremo per sempre tutti universalmente riconoscenti ). E' quanto meno ingenuo credere che, a certi livelli, si possano raggiungere obiettivi importanti, indossando la veste della "santità" e della "purezza". Ed altrettanto ingenuo pensare di poterlo fare nell'approvazione generale ed incondizionata di chi sta intorno. Anche se non l'ho mai conosciuto, se non attraverso la mediazione delle diverse "tifoserie", da quello che ho visto non credo proprio che Sergio Marchionne fosse un ingenuo. Come ad ogni individuo, serenamente gli vanno riconosciuti meriti e demeriti, umani e professionali, tra cui il fatto di aver ottenuto grandi risultati pagando (o facendo pagare ad altri, come è stato fatto notare) un prezzo a volte piuttosto alto. Che ne sia valsa la pena o meno forse ce lo dirà il tempo, ma a quel punto non farà molta differenza.
  18. 3 points
    Concordo con sharingan. I film Marvel hanno una caratteristica straordinaria: une pazzesca uniformitá di stile e qualitá (pur nelle inevitabili oscillazioni fisiologiche). É la produzione quindi, piú che la regia, a dettare le regole del gioco. La qualitá la si puó ottenere (e la si ottiene) nel rispetto di queste linee guida decisamente vincolanti e limitanti, tanto che é difficile trovare vera originalitá o un pizzico di freschezza. Sono sostanzialmente prodotti industriali, fatti per piacere. Ne ho visti i primi n (con n tra 10 e 15, a spanne) ma non sono proprio in grado di reggere 2 o 3 film all'anno fatti tutti cosí. Mi consola il sapere che peró non faccio parte del target di riferimento: i miei 15 anni li ho superati da mó (e anche i 25, se é per questo) e non sono un fan del mondo supereroistico. Vorrei solo vedere film convincenti e coinvolgenti, e il sapore di questi é stato troppo sintetico troppo a lungo.
  19. 3 points
    Che idea mi sono fatta? Il problema è che non ho dati precisi alla mano per esprimermi compiutamente ma mi pare che la Fiat fosse fallita o quasi quando Marchionne è diventato il suo admin e quando una casa automobilistica fallisce beh si possono fare poche chiacchiere ed i pettegolezzi stanno a zero circa l’occupazione che essa casa NON può più dare . Mi pare che Marchionne abbia portato la sua galassia automobilistica in pareggio :quanti Lo avrebbero fatto? E questi sono numeri non veleno sputato a priori su chi aveva un concetto della sua vita e del suo lavoro che io apprezzo senza se e senza ma,lui era audace ma si metteva in gioco senza risparmiarsi . Ma si sa che in Italia contano i traffichini ,i portaborse , i mestatori di odio ,gli invidiosi in servizio permanente effettivo ,i vorrei ma non posso perché in realtà non voglio dato che vivo di rendita su certi andazzi ...Posso solo immaginare cosa pensano di lui i capalbiani di professione marxisti a parole ma snob e con la puzza al naso nei fatti E lo si vede benissimo Comunque RIP e che gli sia lieve la terra in fin dei conti merita per il suo percorso in vita la mia pietas,poi un giudizio vero lo potranno dare solo i posteri
  20. 3 points
    Mi sono imbattuta per caso in questo video qualche tempo fa e me ne sono subito innamorata. Si tratta di un tributo al personaggio di Jon Snow e mi piace molto come intreccia vari aspetti. Gli autori del video partono dal presupposto che sia lui il Principe che fu promesso e in questo senso adoro la prima parte dove ripercorrono eventi importanti del cammino di Jon attraverso le parole del giuramento dei Guardiani della Notte.
  21. 3 points
    Non avrà senso, ma vedere tutto in HD è una goduria. Proprio oggi mi sono arrivati in fumetteria i dvd del Rebuild, appena finisco di vedere la serie classica vi terrò aggiornato. @Menevyn @Lyra Stark: per massacrarvi il cervello sulle teorie riguardanti Eva c'è questo simpatico sito: http://www.dummy-system.com/
  22. 3 points
    Infatti puoi avere uno shock anafilattico da farmaci o altri problemi legati a reazioni a farmaci o contrarre una sepsi meningoccica fulminante .A parte il fatto che molti vaccini sono contro i virus e a parte il fatto che se hai contatto in gravidanza con la rosolia e non sei vaccinata rischi di avere un figlio con rosolia congenita tanto per dire . Ancora sei libera di scegliere a tuo rischio e pericolo ma non di danneggiare gli altri (i contatti ) che magari per una infezione meningococcica di un singolo dovranno essere sottoposti a terapia antibiotica di profilassi e le terapia antibiotiche poste in essere per patologie evitabili fanno male ,per esempio pare incrementino le patologie allergiche che non sono uno scherzo credo . E intanto le resistenze agli antibiotici aumentano in misura notevole per cui non è detto che il non vaccinato possa curarsi e taccio di malattie virali come il morbillo che possono essere letali specie se contratte da un immunodepresso che non può essere vaccinato e che può morire in nome di una libertà di scelta che però non dovrebbe entrare in collisione con i diritti dei più deboli . Comunque ecco gli ultimi dati circa gli effetti collaterali dei vaccini http://www.quotidianosanita.it/allegati/allegato7961965.pdf Ecco io ci darei uno sguardo tanto per essere davvero informata Riporto in ogni caso le conclusioni del documento La maggior parte delle reazioni segnalate nel 2017 sono state definite non gravi (circa l'80%). Le segnalazioni di sospette reazioni avverse considerate gravi sono più rare, più frequentemente a carattere transitorio, con risoluzione completa dell’evento segnalato e non correlabili alla vaccinazione imputata sulla base dei criteri standardizzati di valutazione del nesso di causalità. Dai risultati complessivi delle analisi condotte per tipologia di vaccino nel 2017 non è emersa al momento nessuna possibile associazione fra sospetti rischi aggiuntivi e vaccini e quindi, nessuna problematica che possa destare allarme sulla sicurezza dei vaccini. L’approfondimento dei casi a livello della singola segnalazione e l’andamento generale non suggeriscono, infatti, la presenza di rischi aggiuntivi a quelli noti che possano modificare il rapporto beneficio/rischio dei vaccini utilizzati. Con la pubblicazione del presente Rapporto, si conferma l’impegno alla trasparenza dell’AIFA, una delle poche agenzie regolatorie nazionali a pubblicare un rapporto periodico di sicurezza dei vaccini, in collaborazione con il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore e le Regioni e a rendere disponibile i dati relativi alle sospette reazioni avverse a farmaci e vaccini in Italia, attraverso un sistema di accesso presente sul portale istituzionale (sistema RAM).
  23. 3 points
    L'invasione di una Targaryen con un esercito enorme e l'appoggio mezza Westeros è una cosa da niente, rispetto al piano geniale di mettere zizzania tra le ragazzine Stark. Anche la guerra totale per il potere su Westeros che coinvolge i Lannister, quasi tutte le altre casate e una banca piuttosto influente. Infine, è una cosa da niente pure l'imminente invasione di un centinaio di migliaia di non-morti (che se non si è completamente rincitrullito, deve aver capito essere una minaccia reale). Il Ditocorto made in D&D pensa in grande, a livello globale (se con "globo" si intendono le mura di Winterfell), e agisce con ancora più ambizione e astuzia (se con "agisce" si intende stare appoggiato alle mura col ghigno e insegnare teoria cospirativa a Sansa).
  24. 3 points
    @Euron Gioiagrigia Alle superiori avevo una guida illustrata alla serie e agli episodi, che spiegava un pò di cose nel dettaglio, in effetti la serie fornisce pochissimi (a esser buoni) indizi e/o spiegazioni... tra trtra In linea di massima,
  25. 3 points
    No, the clone wars riprende da dove era stata interrotta!
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×