GIL GALAD

Utente
  • Content count

    3,886
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    28

GIL GALAD last won the day on January 19

GIL GALAD had the most liked content!

Community Reputation

385 Neutral

About GIL GALAD

  • Rank
    confratello
  • Birthday 12/14/1975

Contact Methods

  • Website URL
    http://www.eldalie.it

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Location
    TORINO
  • Interests
    La lettura è il mio interesse principale, senza libri non potrei vivere. Sono un Tolkieniano Doc e su tutta la produzione letteraria del professor Tolkien ho concentrato molti anni analizzando libri saggi documenti e articoli. Ovviamente il fantasy in generale ed anche la fantascienza hanno un posto di primissimo piano tra i generi che preferisco. Apprezzo molto poi il Romanzo Storico soprattutto dedicato al periodo medioevale e alle Crociate in particolare. Amo inoltre enormemente la Storia che ha caratterizzato anche il mio percorso di studi e il periodo dell'Impero Bizantino è quello che mi affascina di più; in generale è il medioevo l'età che preferisco. Adoro la musica Celtica, Loreena Mckennitt l'autrice che m'incanta di più, e poi quella tradizionale irlandese in particolare. Infine amo il mare e la Vela.

Recent Profile Visitors

399 profile views
  1. Sì lo Hobbit è certamente un libro più leggero e semplice, d'altronde è indirizzato soprattutto ai fanciulli e fu scritto in principio per i figli del professore. Lo si può leggere così estrapolato dal resto del mondo mitologico creato, tuttavia lascia i semi per invogliare il fanciullo diventato ragazzo o uomo per immergersi nel corpo leggendario principale tosto ma magnifico dei miti Tolkieniani.
  2. Ovviamente Kindra conosce il settore editoriale meglio di tutti noi quindi io espongo il mio personale pensiero che si limita alle mie esperienze come lettore e cliente. Certo gli Editori, come in tutti gli altri settori economici, vogliono guadagnare tuttavia il fatto di propinare così un po' a caso pubblicazioni nella speranza di azzeccare la gallina dalle uova d'oro la trovo una politica senza strategia senza un indirizzo. Qualsiasi prodotto per vendere (anche se chiamare prodotto un libro mi da l'urticaria) necessità da parte dell'azienda la conoscenza del mercato in cui dovrà operare e quindi le adeguate politiche pubblicitarie e uno studio dei gusti del cliente o pubblico in generale. Altrimenti il rischio d'impresa aumenta per tue responsabilità. Se poi passiamo all'editoria si tratta di un settore particolare, in cui non si vendono caramelle o dentrifici e anche se non dovessero riscontrare nel cliente il favore un'interruzione o cambio di prodotto non produce danni rilevanti. Qui si vendono cultura, storie, sogni, passioni, desideri e tanto altro pertanto se sbagli colpisci comunque quei tanti o pochi che leggono un determinato libro o serie. Infine esisterebbero pure le tirature limitate quantomeno per salvaguardare quella porzione di lettori che inizia un ciclo o una saga. Tu dirai i costi tra traduzioni stampa distribuzione e altro non verrebbero comunque coperti, ma così comunque il rischio di perdere lettori e altre vendite aumenta lo stesso? Un po' come il solito gatto che si mangia la coda o no? Ed ancora un lettore sapendo di correre questi rischi con che incentivo si avvicina ad altre future pubblicazioni di un'editore che adotta una simile politica? Il caso emblematico in Italia credo sia la Casa Editrice Nord certamente l'editore che ha cassato più serie iniziate di tutto il settore. Io stesso come sai ne sono stato colpito, e da allora di questo Editore i libri da me comprati si sono ridotti al lumicino. Ho comprato qualche libro solo di serie che fortunatamente stanno continuando e che avevo iniziato prima di capire come agisce la Nord, ma mai inizierò una nuova serie da loro pubblicata. Quindi il gioco vale la candela? I lettori che hanno protestato e fatto rimostranze, come ovviamente sai, sono stati moltissimi. Quanti di questi sono rimasti clienti della Nord? Io non ho dati, ma credo che abbiano perso molta gente...
  3. Comunque non è una lettura facile, qui non siamo difronte ad un romanzetto d'amore leggero stile vecchio Harmony. Questa è alta letteratura con uno stile che non a tutti può piacere, insomma se uno ama Tolkien e il suo mondo non ci sono problemi altrimenti se uno crede che questo sia un libro da portarsi sotto l'ombrellone in vacanza da leggiucchiare tra un bagno e l'altro allora non ha capito nulla mi permetto di dire (parlo in generale non mi riferisco certo a te TFT).
  4. Ovvio che lo consiglio, lo sto leggendo poche pagine finora perché francamente con il caldo di questi giorni pure leggere non è una gioia. Cmq avendo letto The Lays of Beleriand della History dove c'è già il Lay of Leithian (ma solo in versi) qui mi pare che ci sia un maggiore approfondimento con spiegazioni e parti in prosa.
  5. Concordo assolutamente no, non tutto deve essere trasposto su pellicola. È divenuta una brutta abitudine spesso con risultati scadenti, e parlo in generale. Inoltre credo che sarebbe difficilissimo fare un film buono su Beren e Luthien, la materia è troppo complicata. Un grande regista con una grande organizzazione alle spalle e un gran budget potrebbe forse pensare di cimentarsi con un film sul Silmarillion, ma prendendo ad esempio LA BIBBIA di John Huston se conoscete questo vecchio capolavoro. Solo seguendo un analogo filo si potrebbe tentare con la mitologia principale di Tolkien, sarebbe cmq un'opera titanica e solo i più attenti cultori di Tolkien potrebbero capirlo se fatto bene e dato i canoni del cinema di oggi trovo arduo far fare successo al botteghino a questo tipo di film.
  6. Il gruppo Mondadori che oramai dopo aver preso Rizzoli controlla più o meno oltre il 50% del mercato editoriale italiano non si può permettere la carta? Capisco il tuo amaro paradosso Timett. Sono scandalosi...
  7. Quantomeno potevano pubblicare il 10 che chiudeva la storia dei libri precedenti ed amen, ma la Mondadori oltre al profitto (cosa legittimia nel capitalismo beninteso) non ha altri fari. Rispetto del lettore? Elemento sconosciuto...
  8. Mi sa che era una bufala... peccato.
  9. È finalmente stato pubblicato in contemporanea con UK l'ultimo libro postumo di Tolkien, a cura come sempre dal figlio Christopher, BEREN E LÚTHIEN dedicato ai due personaggi certamente più cari al professore di tutta la sua mitologia. Si tratta in pratica del poema Lay of Leithian e per chi ha letto il Silmarillion (in cui la vicenda dei due innamorati è presentata molto velocemente) potrà leggere le gesta dei due in modo approfondito. Da non perdere! Mi aspettavo più illustrazioni a colori di Alan Lee invece sono poche, mentre sono presenti molti schizzi in bianco e nero.
  10. Se..... questo è peggio di Martin!!!
  11. Non sappiamo però ancora se è un fake o il vero Crudeli....
  12. È stato ristampato, o meglio pubblicato in nuova edizione, il primo volume da Mondadori lo scorso autunno. Dovrebbero poi ristampare anche il secondo anche se non saprei dirti quando. Ora i diritti li ha appunto Mondadori e non più Fanucci.
  13. No ma è vero oppure sei qualcun'altro che usa il suo nome? Dacci una prova, alla prossima trasmissione dichiara che sei iscritto al forum della Barriera. Se sei veramente tu benvenuto! Una domanda: non sono un gran amante del calcio, ho una simpatia per una squadra che tengo per me, non ritengo che sia una cosa per cui arrovellarsi il fegato e a volte rovinarsi pure la vita. Ah la domanda scusa, ma quando esulti in quel modo esagerato non hai mai paura che poi ti senta male? Capisco la fede calcistica ma la salute dovrebbe essere molto molto più importante.
  14. Guardati come già ti hanno consigliato il giovedì sera A.C. D.C. su RaiStoria, sono documentari molto belli e poi sono introdotti da uno dei miei storici preferiti il prof Alessandro Barbero. Oppure su FocusTv ne trasmettono tanti anche se lì più in chiave di rivelazione di enigmi della Storia, ma interessanti comunque.
  15. Se siamo a ricordare gli anniversari dei libri passati non siamo alla frutta siamo direttamente all'ammazza caffè. È una battuta Metamorfo intesi... :)