Jump to content

foggy1981

Utente
  • Content Count

    287
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About foggy1981

  • Rank
    Confratello
  1. Proprio così, la neve diventa rossastra e/o nerastra (in base al materiale eruttato) Colpito e affondato.
  2. Scusami, prima di tutto devo devo fare una piccola precisiazione: La campagna di Russia di Napoleone è del 1812. Nel 1815 Napoleone è sconfitto definitivamente dal Duca di Wellington a Waterloo, 1814-1815 sono gli anni del congresso di Vienna e segnano l'inizio del'età della restaurazione. L'anno senza estate, quello correlato all'eruzione del Tambora è il 1816, e Napoleone se ne stava al calduccio nel villaggio-resort di Sant'Elena. Ci sono un po' di cose che non mi convincono nella tua teoria, le butto giù come mi vengono, in pieno disordine: 1) mi risulta che Westeros abbia le dimensioni del sud America. Quindi, se la Barriera segna il limite meridionale dell'area polare (e deve essere così, se no non si spiega tutta quella neve), allora Dorne è in piena fascia tropicale, se non addirittura equatoriale. Quindi, visto che la descrizione del clima di Dorne ricorda molto quello Mediterraneo, viene spontaneo pensare che su Westeros la temperatura media sia necessariamente più bassa di quella terrestre, e non più alta. 2) Nei libri si parla sia delle primavere che degli autunni, su questo non c'è dubbio. Sappiamo anche di una volta in cui alla primavera è seguito un inverno (la falsa primavera, non falsa estate). Questo significa che la primavera su Westeros c'è ed è riconosciuta come stagione a sé, non è solo un "anticipo" dell'estate. 3) L'eruzione del Tambora avvenne durante un periodo in cui la temperatura media della Terra si era già notevolmente abbassata (è la piccola era glaciale). Le cause di questo abbassamento non sono del tutto chiare, e le possibilità vanno dal diminuire dell'attività solare alla modificazione delle correnti oceaniche. Solo in un contesto del genere l'eruzione del vulcano ha avuto un effetto così macroscopico, se avvenisse oggi, avremmo semplicemente avuto un'estate un po' più fresca. 4) L'anno senza estate è stato veramente tale solo nel nord Europa, Russia e Canada, insomma a latitudini relativamente alte, equivalenti in Westeros alle terre a nord del Moat Caillin, eppure l'inverno arriva anche a Dorne. 5) L'eruzione vulcanica del Tambora ha riempito di ceneri l'atmosfera, ceneri che sono cadute con la neve che, in quell'anno, appariva rossastra... La Barriera è di un bel grigio-azzurro-ghiaccio. 6) L'eruzione dei vulcani può spiegare la diminuzione della temperatura, ma non l'effetto opposto... quindi come si passa dalla primavera all'estate? 7) Anch'io ho pensato all'idea che le eventuali eruzioni possano essere legate al disastro di Valyria, ma questo sarebbe compatibile con un clima che si raffreddi progressivamente (per l'accumularsi di ceneri), eventualmente con dei salti corrispondenti a ciascuna eruzione: le estati sarebbero sempre più brevi, fresche e rare, seguite da inverni, al contrario, più lunghi, rigidi e frequenti. Nei libri non troviamo traccia di qualcosa del genere. 8) Anche il tempismo delle stagioni è difficilmente spiegata da eruzioni vulcaniche. Eruzioni come quella del Tambora sono tutto fuor che frequenti, e il loro effetto si esaurisce nell'arco di pochi mesi o non più di un anno. Stiamo parlando di eruzioni estremamente violente: ammettiamo pure che possano essere più frequenti sul mondo di Martin, ma non possono essere continue (un eruzione continua scarica l'energia nel tempo, non tutto di botto, quindi niente ceneri) E allora come fanno gli inverni a durare anni e anni? 9) Ad un'intensa attività vulcanica corrisponde un'intensa attività sismica... Dove sono i terremoti? Perché non ce ne sono di più d'inverno? 10) Possibile che nessuno sappia di questi vulcani? Possibile che nessuno in tutta Westeros ed Essos ne parli? Possibile che non ce ne sia qualche traccia culturale nelle tradizioni o nelle religioni? Sulla lunga notte, invece, mi trovo d'accordo con te. Può essere spiegata da un'eruzione vulcanica, anche se l'evento dovrebbe avere proporzioni al limite del verosimile, e forse è più semplice ed efficace pensare allo schianto di un grosso meteorite. Comunque, su questo punto sono piuttosto confuso, perché eventi del genere comportano sempre estinzioni di massa (senza luce non c'è fotosintesi, quindi la catena alimentare è interrotta fin dalla base), ma nei libri non mi sembra ci siano accenni a eventi del genere... Scusate per l'italiano, l'ora è tarda... Francis
  3. In effetti il primo presupposto di questa teoria è che non vi sia una variare significativo, quindi se nei libri c'è un rigo sul fatto che ci sia sono fregato la teoria con me. Il senso del mio post era dare corpo all' "ipotesi climatica"... - quindi, per inciso, faccio un grosso mea culpa per non aver citato i post precedenti - ... e provare ad immaginare un meccanismo verosimile che possa spiegare le stagioni impossibili. Per quanto riguarda la domanda sulle stagioni della Terra, non mi sogno di negare l'influenza dell'inclinazione dell'asse terrestre (chiedo scusa per la confusione che ho creato): il mio problema è che adoro parlare per paradossi, intendevo dire che nego che ci siano 4 stagioni sempre, comunque e a qualunque latitudine. Il tutto per sottolineare il fatto che la "stagione" sia una nozione meteorologica (es. stagione secca VS stagione delle Piogge, calda VS Umida...) e non astronomica. Certo, la posizione relativa della terra rispetto al sole è determinante per l'input energetico, ma è solo uno degli aspetti che determinano il clima. Pensa che se non ci fosse l'effetto serra la temperatura media della terra sarebbe più bassa di 33° e noi non staremmo scrivendo di stagioni, né su Westeros né altrove!
  4. In primis una brevissima considerazione. Mi sembra che sia molto diffusa l'idea che sulla Terra vi sia l'alternarsi di 4 stagioni, e che queste stagioni siano determinate astronomicamente, ma questa è un'idea sbagliata. (ho negato l'esistenza delle stagioni. un attimo di pausa per permettervi di darmi del matto) Le stagioni sono innanzitutto un fatto meteorologico che può anche non avere una spiegazione prettamente astronomica (vedi, per esempio, le stagioni monsoniche) Da questo prendo spunto per la mia "seconda" teoria (che secondo me può funzionare), e cioè che le stagioni su Westeros siano causate da fenomeni atmosferici convettivi (movimenti d'aria) che si alternano senza seguire un pattern preciso. Il primo presupposto necessario per far funzionare la "teoria convettiva" è l'annullamento degli effetti stagionali astronomici, quindi pianeta dovrebbe essere verticale come ha ben descritto Ser Heristal e altri prima di lui. Non mi ricordo di qualcosa nei libri che possa smentire questa ipotesi (ma so che ci sono lettori più bravi di me che le troveranno). Si potrebbero delle conferme indirette da quello che non c'è nei libri... Ad esempio, se alla Barriera (o poco più in su) si verificasse il sole a mezzanotte almeno una volta l'anno, non ci sarebbe qualche tipo di rituale connesso? (penso ad una certa sacerdotessa con il vizio dell'accendino)... e viceversa per il buio a mezzogiorno... forse la sto tirando per i capelli, ma potrebbe essere un'ipotesi coerente. Il secondo presupposto è che il clima di Westeros sia fortemente determinato da fenomeni convettivi, più precisamente da un Ciclone Subpolare (analogo alla Depressione d'Islanda) e da un Anticiclone (analogo a quelle delle azzorre). Essendo cicloni ed anticicloni aree rispettivamente di bassa e alta pressione, provocano enormi movimenti d'aria in senso antiorario (i cicloni) e orario (gli anticicloni) per effetto della forza di Coriolis. Nell'emisfero sud succede l'esatto contrario. Perché questo è importante? Immaginate due ingranaggi (o due ventole), messi uno di fronte all'altro che si muovono in maniera speculare. Che succede? Che "pompano" l'aria in una direzione precisa: nel nostro caso da est a ovest (nell'emisfero australe succede l'opposto). È il motivo per cui, in Europa, le perturbazioni giungono più frequentemente dall'Atlantico . Eppure, guardando il meteo, spesso si sente parlare anche di "corrente siberiana" (che causa la famosa Bora), aria artica (brrr... che freddo) o di "bolla africana" (aria calda... che afa!!!). Perché? Perché ciclone e anticiclone non sono fissi: si espandono, si rimpiccioliscono e si spostano e lo fanno in modo abbastanza imprevedibile... e in base alla loro posizione ci arriva l'aria da est, ovest, sud o nord. Se ammettiamo un pianeta privo di un effetto stagionale astronomicamente determinato, l'andamento del meteo e del clima sarebbe interamente nelle "mani" dei "capricci" dell'atmosfera. È verosimile immaginare che Westeros subisca questo genere di effetti: quando gli "ingranaggi" pompano da Nord a Sud arriva l'inverno, viceversa è estate. Questo è coerente con ill fatto che in ADWD... . Seguendo questa logica, si può immaginare che per alcuni mesi/anni si abbia una situazione prevalentemente invernale, alternati a mesi anni con una configurazione prevalentemente estiva, essendo anche questi fenomeni legati ad una certo grado di ciclicità. Tuttavia, può anche verificarsi che, come in ADWD Che ne dite?
  5. Innanzitutto, scusate per il lungo post, ma prima di arrivare alla mia seconda teoria, vorrei fare ulteriore considerazione riguardo la teoria “Kepler-413b” (dal nome del pianeta che barcolla). La prima e più lampante è che la condizione necessaria perché il sistema funzioni è la presenza di due soli. Per amore di discussione, potremmo ammettere (ma difficilmente concedere) che il secondo sole sia così piccolo e poco luminoso da non essere visibile ad occhio nudo durante il giorno… con un volo di fantasia potremmo immaginare che i Maestri della cittadella studino proprio i movimenti del “sole nero” per stabilire l’arrivo dell’inverno. Sembra una buona idea per spiegare le stagioni "pazze" di Westeros. Ho voluto fare una verifica, sia pur solo concettuale. Immaginiamo un pianeta dalle stesse caratteristiche della terra, salvo il periodo di variazione dell'inclinazione dell'asse, che ho fissato arbitrariamente in 10 anni. Vediamo cosa succede: Anno 1: L’inclinazione dell’asse 0°-6°, la durata del giorno e della notte è di 12 ore per tutta la durata dell’anno in tutti i punti del pianeta. Non vi sono stagioni, né circoli polari, né tropici, e l’intero pianeta avrebbe un fotoperiodo (ore di luce in un giorno) equatoriale per tutto l’anno. Anno 2: Inclinazione asse 6°-12°. Iniziano a formarsi due piccoli circoli polari, una piccola area intertropicale tropici, e una vasta area temperata. Nella zona temperata (quella compresa tra il tropico e il circolo polare) si avrebbe una graduale transizione tra il fotoperiodo equatoriale (12+12) e quello del circolo polare (6mesi buio + 6 mesi di luce). Anno 3: Inclinazione dell’asse 12°-18°. I circoli polari e la zona intertropicale occupano un quinto del pianeta ciascuno (mi esprimo in termini di latitudine, non di superficie). Nella fascia temperata inizia a manifestarsi l’alternarsi di quattro stagioni. Anno 4: Inclinazione dell’asse 18°-24°. Si raggiunge una situazione simile a quella attuale della terra (23° e monetine). Le fasce intertropicali occupano e i circoli polari occupano ciascuna 1/4 della Terra e le zone temperate circa 1/2 del pianeta. Anno 5: Inclinazione asse 24°-30°. La fascia intertropicale ed i circoli polari si espandono L’alternarsi delle stagioni si fa più marcato che non la situazione attuale della terra. … Nei cinque anni successivi si fa lo stesso percorso a ritroso, fino a tornare con l’asse perfettamente verticale. In questa analisi ho considerato solo il fotoperiodo, e non temperatura e precipitazioni. Per avere un’idea del comportamento delle variabili meteorologiche bisognerebbe immaginare quantomeno le conseguenze di questo tipo di oscillazione sulla circolazione generale dell’atmosfera (circolazione a celle, alisei, cicloni/anticicloni, etc), che determina in gran parte il clima del pianeta, e ciò esula dalle mie competenze. Nonostante questo enorme punto di domanda, è verosimile immaginare che in un sistema del genere avremmo l’alternanza di anni senza stagioni e anni con forti escursioni stagionali. Anni in cui tutto il pianeta ha giorni equatoriali, e anni in cui 1/3 del pianeta è al buio per sei mesi. Tirando le somme, il modello "Kepler 413b" sarebbe caratterizzato da un macro-ciclo decennale, composto da 3 mesocicli: il primo con una primavera più o meno continua (mesociclo-lunga primavera), seguito da un secondo mesociclio cui vi è un intensificarsi della delle escursioni stagionali (mesociclo climax), seguito infine da un terzo mesociclo in cui l’alternanza stagionale diviene sempre meno marcata (mesociclo anticlimax). Ciascun mesociclo sarebbe a sua volta suddiviso in 3-4 minicicli annuali, all'interno dei quali possono (o no) verificarsi le stagioni. Si tratta quindi di un modello caratterizzato da una forte ciclicità, per cui facilmente prevedibile, in cui in nessun caso l'inverno può durare più di un sei mesi. È chiaro che si tratta di un esperimento concettuale, e non ho gli strumenti matematici per verificarlo rigorosamente ma, a meno che non stia prendendo un grosso abbaglio, è chiaro che il modello “Kepler-413b” (sia pure ammettendo il “sole nero”) non solo non è in grado di descrivere ciò che avviene su Westeros, ma crea anche più problemi di quanti non ne risolva. Francis
  6. Memoria d'acciaio di valyria ha! ecco recuperato il mio vecchio Nick!!! Grazie a tutti per il Bentornato/Benvenuto! Spero che, visto il tempo che è passato per il mio ritorno sulla Barriera, non mi considererete una qualche specie di non-morto... sono vivo e vegeto!
  7. L'argomento mi stuzzica parecchio! Nella mia testa sono sempre frullate due idee, la prima è quella dell'oscillazione dell'asse terrestre. A questo proposito, ho letto un articolo sul corriere scienze (leggetelo è interessante) dal titolo "Il pianeta che barcolla dove le stagioni cambiano di continuo"... In soldoni si tratta della scoperta di un pianeta il cui asse barcolla in conseguenza alla presenza di due stelle: una nana rossa e una arancione. L'asse oscilla di circa 30 gradi nel giro di 11 anni... Come non pensare alle stagioni di Westeros? Se ci fossero i due soli saremmo a posto! Ma il sole è uno solo e quindi? E quindi la seconda teoria nel prossimo post Francis
  8. Ciao a tutti, Mi chiamo Francis. Scrivevo su questo forum nel 2003 sotto altro nick (lascio a voi il compito di indovinare quale . Avevo finito AGOT, ACOK e ASOS, e fremevo nell'attesa di leggere AFFC. Poi ho scoperto che il BVZM aveva deciso di dividere il libro in due, mi ero ripromesso quindi di aspettare l'uscita di entrambi i libri e leggere l'opera completa. Per ammazzare il tempo mi sono laureato, specializzato, dottorato, sposato e ho mi sono messo anche a lavorare e, col tempo che passava e gli impegni che crescevano, la mia "fame" di leggere è andata un po' a smarrirsi Comunque sia, finalmente (grazie anche a mia moglie che mi ha regalato il Kindle x natale) ho avuto modo di leggere i Tomi con rinnovato appetito... ed eccomi qui per parlarne con voi! PS Quando ti ri-iscrivi in in forum dopo 11 anni ti senti veramente vecchio! PPS Mi ero divertito veramente veramente tanto!!!
  9. NOME: Francis SOPRANNOME: Francone, Foggy, Johnson, Toeschi (soprannome di famiglia mamma) ma di solito mi chiamano Francis COLORE CAPELLI: Castani chiari, barba che va dal biondo platino al rosso passando per il castano, a seconda della zona e della lunghezza. Spesso mi chiedono se mi ossigeno il pizzetto, giuro di no COLORE OCCHI: Verdi e\o castani a seconda del tempo PESO: tre cifre NUMERO DI SCARPE: 47 (vinciamo io e il pesce nero) CHE LIBRO STAI LEGGENDO ATTUALMENTE? Rileggo Grande inverno. Jarka Ruus di Brooks, La grande caccia di Jordan e questo forum TUO TAPPETINO MOUSE? Taz IN MACCHINA COSA C'E' APPESO AL RETROVISORE? nulla GIOCO DA TAVOLO PREFERITO? DnD 3. Giochi di carte (scopone scientifico). ODORE PREFERITO? l'odore della cantina SUONO PREFERITO? La pioggia di notte mentre sono a letto MUSICA PREFERITA? GemBOY PEGGIORE SENSAZIONE AL MONDO? Farti portare a casa alle 8 di sera ubriaco marcio dopo la prima partita di Rugby vinta, e farti sgamare in pieno dalla famiglia COLORE PREFERITO? blu SE VINCESSI UN MILIARDO? se fossi sposato risponderei come mi disse una volta un signore del mio paese: "Prum laur, I vag ca' e i mazi la Dona", che per chi non sa le lingue significa "Primo lavoro, Vado a casa ed ammazzo mia moglie". Siccome non sono sposato dico che, primo lavoro, mi compro tutti i dvd che ci sono su star trek. LA PRIMA COSA CHE PENSI ALLA MATTINA QUANDO TI SVEGLI? che bello, posso dormire fino a mezzogiorno, poi mi ricordo delle lezioni MONTAGNE RUSSE TERRIFICANTI O ECCITANTI? niente di che QUANTI SQUILLI DEL TELEFONO PRIMA DI RISPONDERE: mi precipito sul telefono NOME DELLA TUA PROSSIMA FIGLIA FEMMINA? Lascio la scelta alla mamma, ma tengo il diritto di veto PIATTO PREFERITO: Roast beef, Yorkshire pudding, roast potatoes, Carrot & Turnips, Gravy. CIOCCOLATO O VANIGLIA? Cioccolato (detto con la voce di Homer Simpson) SEGNO ZODIACALE? Lannister POTESSI SCEGLIERE UN LAVORO CHE TI PIACE, QUALE SAREBBE? Sceneggiatore, scrittore, enologo, doppiatore, regista. SE TI POTESSI TINGERE I CAPELLI, CHE COLORE? del mio IL BICCHIERE E' MEZZO PIENO O MEZZO VUOTO? sempre vuoto, quello della mia birra, in senso figurato mezzo pieno. FILM PREFERITI? Trash italico, La Compagnia dell'anello, Star Wores 6 MANCINO? no SULLA TASTIERA SCHIACCI I TASTI GIUSTI? si SOTTO IL TUO LETTO? non c'è spazio IL NUMERO PREFERITO? 1 SPORT PREFERITO DA GUARDARE: calcio, rugby, ma soprattutto Cricket CHI DEGLI AMICI SARA' IL PRIMO A RISPONDERTI? Un mio amico MARE O MONTAGNA? collina ULTIMO ACQUISTO DI CUI SEI ORGOGLIOSO? il CD dei Gem Boy IL TUO MIGLIOR PREGIO? sono buono IL TUO PEGGIOR DIFETTO? non c'è cattivo più cattivo di un buono che diventa cattivo. HAI PIU' AMICI O AMICHE? Amici QUANTI AMICI/CHE CONSIDERI REALMENTE TALI? Veramente pochi LA FRASE CHE TI IDENTIFICA: Se fossi modesto, sarei perfetto. SCRIVI QUALCOSA A CHI TI HA MANDATO QUESTA MAIL: Qualcosa a chi ti ha mandato questa mail QUANTE PERSONE CREDI CHE TI RISPONDERANNO? 1000 TUTTI O NO? tutti Francis
  10. La mia donna ideale. Ah, L'amour Francis
  11. Ciao Alex Nym. Anch'io ho avuto la stessa scellerata idea. Ma poi ho fatto una scarpa ed una ciabatta... chi poteva resistere??? Vedi sopra, ora ho un po' di scarpe e qualche ciabatta... ma sono bello e contento. Da un proverbio Dothraki: Cavallo, se te non muove, me mangia te. Francis
  12. Scusate se rispondo a tutti solo adesso. Solo che mi ero completamente scordato che avevo un 3d qua Non credo che serva mandare qualcuno fino a Westeos. Basterebbe mandare al vecchio Orso un CMS (CorvacchMessageSistem) con la ricetta segreta. Ammettere le Consorelle alla Barriera!!! Dovresti conoscermi?. Non so, il fatto è che conosco talmente tanta gente. Umm... Esteban era uno dei Giocatori (un Master, o qualcosa del genere) del MUD Sillmarill, se non ricordo male. Altrimenti mi spremo un po le meningi e cerco di farmi venire in mente qualcosa. Comunque di Francis Fogarty non ce ne sono in giro parecchi in Italia ( In ICQ eravamo 3, e la riceca l'ho fatta su scala mondiale, è una combinazione di nomi rara). Vis (erion), Ti avevano già informato sulla mia posizione Anti Targ? Me lo chiedono ogni volta. Il 4 volte Campione del Mondo di Superbike (Carl Fogarty, appunto) non è un motociclista qualsiasi, ma THE motociclista. basta dire che si è guadagnato il soprannome di King Carl (Re Carl) Ma il mio risale a come venivo chiamato alle medie, prima che il Re iniziasse a scorazzare con la Ducati. Il motivo è semplice, capisci dalla firma Francis Fogarty
  13. foggy1981

    Ruota del Tempo

    Idem con patate, se poi si considera cosa stava succedendo a pagina 288!!!! Francis (qualche birra in più per consolarmi
  14. Per chi avete pianto di più? Premetto che non ho pianto per nessuno, visto che non val la pena piangere per uomini di carta. Quel che è certo è che quando Lord Eddard è morto ci son rimasto male. Ci sono rimasto talmente male che ho gridato: "Pessimismo e Fastidio!!!" (grazie amico ste) una delle mie espressioni di massimo sconforto. Francis
  15. Eddard Stark. Tifo solo per lui. Quando George finisce questo ciclo (verosimilmente nel 15.554) vado in america e gli ordino di scrivere "le avventure del giovane Eddard Stark". Se mi dice di no lo picchio Francis Frase mitica di un mio compagno di corso, oggi a lezione: "La gente fa fatica a seguire i dieci comandamenti, figuriamoci le 1800 pagine del codice vitivinicolo"
×
×
  • Create New...