Jump to content

Lady Lyanna

Utente
  • Content Count

    1,695
  • Joined

  • Last visited

6 Followers

About Lady Lyanna

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 10/16/1983

Contact Methods

  • Website URL
    http://www.appuntidiviaggio.bologna.it

Profile Information

  • Sesso
    Femmina
  • Location
    Bologna

Recent Profile Visitors

1,636 profile views
  1. Finito anche io qualche giorno fa. All’inizio non sapevo dire se il libro mi stesse piacendo oppure no ma non ho mai pensato di abbondare la lettura e anzi ero incuriosita di sapere come andava avanti. Mi è piaciuta la “coralità” con tanti personaggi in gioco e l’ambientazione del piccolo paese con la sua piazzetta e il suo bar. Mi è piaciuto il tema di fondo del libro e la sua costruzione con una trama principale da cui prendono il via tante storie ognuna con la sua morale, in particolare quella del racconto degli gnomi. Mi è piaciuto anche il finale: un po’ inaspettato per la fine del bar, un po’ dolce amaro per il “tradimento” di Trincone e per come si riorganizzano gli abitanti di Montelfo e un po’ “tristemente realistico” perché le probabilità che una grande opera si interrompa nel nulla sono alte. Alla fine le cose che mi sono piaciute sono tante e ho sempre avuto voglia di leggere per andare avanti per cui è un libro che promuovo. Io imperterrita ripropongo Marquez Visto il periodo provate a vedere se le vostre biblioteche aderiscono al prestito online degli ebook con mlol o simili.
  2. Commento anche io. L’opera mi ha lasciato un po’ così nel senso che mi è piaciuta la trama ma non mi è piaciuto come è stata rappresentata. Forse avevo un’idea diversa di Shakespeare, un po’ più aulica ( ma forse è questa opera l’eccezione), ma ho trovato il tutto esageratamente splatter: morti cruente, stupri, mutilazioni , macabre vendette, linguaggio da scaricatori di porto, sono un po’ troppe. La trama di per se è anche interessante e coinvolgente, mi è piaciuto il colpo di scena finale, se così si può chiamare, di Tito che finge di esser pazzo e di non riconoscere la triade. Alcune cose però mi lasciano un po’ poco convinta: non capisco come il figlio del principale condottiero che ha sconfitto i Goti possa diventare un loro comandante e guidarli fino a Roma mentre ai Goti stessi non sia mai venuto in mente di andare a liberare la loro regina, o perché Tito abbia preferito appoggiare Saturnino invece che Bassiano promesso sposo della figlia. Credevo Shakespeare un autore più preciso e attento mentre mi ha dato più l’idea di essere interessato a fare un’opera che potesse piacere al grande pubblico e quindi farlo guadagnare. Io confermo la mia proposta per Cronaca di una morte annunciata
  3. Nell’attesa di lunedì quando potremo postare i nostri commenti, su segnalazione di Lord Beric, vi lascio questa chicca degli Oblivion Da non guardare se non si è finito di leggere e non si conosce il Tito o le principali opere di Shakespeare, a meno che non siano un problema gli spoiler. Il video è spoileroso.
  4. Io propongo qualcosa di Marquez che ancora mi manca da leggere ovvero Cronaca di una morte annunciata. La scelta random per va benissimo
  5. Finito anche io È stato il mio secondo libro della Christie. Il primo è stato Dieci piccoli indiani. L’ho trovato un libro decisamente scorrevole e piacevole e devo dire che a differenza dell’altro nel quale ricordo di aver trovato il finale per alcuni versi un po’ forzato, qui non mi ha lasciato del tutto perplessa. Anche io appena letta la descrizione del posto ho avuto come primo pensiero “scommettiamo che il cadavere lo trovano qui” ma per il resto non avevo assolutamente intuito tutto il resto della trama Mi è piaciuta molto l’idea di fondo della sagra e della caccia. Quello che mi ha lasciato più perplessa è La Oliver non l’ho trovata cosi insopportabile
  6. Perfetto. Io ho già iniziato con la lettura
  7. Io per questa motivazione eviterei le saghe. Sono aperta a qualsiasi tipologia di libro e voglio dare a tutti una possibilità anche se magari alla fine non mi piacerà. Mi scoccerebbe però comprare il primo libro di una saga per poi scoprire che non mi piace e quindi il seguito non verrà mai comprato. Per saga intendo una cosa stile le Cronache e non libri auto conclusiva ma con stessa ambientazione e stessi protagonisti. In questo secondo caso punterei però al primo libro.
  8. Mi piace molto l’idea! Non è proprio il periodo in cui riesco a gestire il mio tempo come voglio ma ci provo volentieri
  9. Io voto 3-10-3 anche se la 6 del gruppo preparativi di guerra la vedrei più come citazione per primo cavaliere.
  10. Ma questo vale per qualsiasi persona mica solo per loro. Il mio discorso era a prescindere dalla necessità o meno di porre un limite al dare i 600 euro in base al reddito o all’isee del nucleo familiare o a qualsivoglia parametro. Era riferito unicamente alla polemica “se sei un politico è immorale averli chiesti perché vivi di politica”.
  11. Il problema è decisamente più etico che legale. Comunque tolti i 5 deputati che non hanno davvero scuse, per tutti gli altri non tenderei a fare di tutta l’erba un fascio. Non tutti i comuni di Italia sono Roma o Milano e da quel che mi è parso di capire nei comuni più piccoli prendono davvero 250/300 euro di rimborso spese oppure solo il gettone presenza. In questi casi capisco che uno possa avere la sua attività principale per vivere e abbia richiesto il bonus. La consigliera di Milano che ha rilasciato l’intervista giustificandosi che Milano è cara e nonostante abbia preso più di quello che prendo io in condizioni normali (e non in cassa integrazione) ne aveva bisogno per vivere non si poteva sentire.
  12. Ma se hai dei problemi economici non prendi i Nuvenia o i Lines, per dire le marche più famose, a 5 euro. I pacchi da 20 della Coop, e nemmeno i peggiori della linea, vengono 2 euro al pacco. Vuoi fare 4 assorbenti al giorno per 6 giorni? Sono 24 assorbenti quindi praticamente un pacco a testa ovvero 6 euro al mese. Arrotondando la spesa di fine anno la differenza tra iva al 22 e iva al 4 a fine anno è di 11 euro per tre donne. Se consideriamo 40 anni di ciclo dalla pubertà alla menopausa, e anche qui arrotondo per eccesso, sono 440 euro in più in 40 anni per tre donne (tre donne che si presume non faranno parte dello stesso nucleo familiare dalla loro pubertà alla loro menopausa). Io sono assolutamente favorevole all’abbassamento dell’IVA per una questione di principio ma non riesco a vederci un grande vantaggio economico.
  13. Vabbè ma di tutto quello che riposta il Signor Distruggere sarà vero probabilmente 1/10, il resto sono trollate. Il movimento del free bleeding è nato negli anni 70, lasciamo stare ste benedette mamme pancine. Poi non è mica detto che sistemi alternativi all’usa e getta debbano essere la possibilità per tutte. Noi in uffici siamo 6 donne e abbiamo bagno con bidet e lavandino, nell’armadio del nostro bagno abbiamo ognuna il suo beauty con assorbenti, spazzolino, asciugamano e ci siamo organizzate. Per me sciacquare una coppetta nella privacy di un bagno non sarebbe per nulla un problema. Poi ovvio che magari se ho la giornata che sto in giro tutto il giorno e l’alternativa è un bagno pubblico in un bar per quel giorno userò gli usa e getta. Ma vorrebbe dire passare da un consumo di 12/15 pacchi all’anno ad uno di 2/3 pacchi. Imporre non va bene (ovviamente non tutte sono nella mia posizione così come io non sono riuscita ad essere nella posizione di utilizzare pannolini lavabili invece che usa e getta) ma incentivare una soluzione valida ed ecologica che per alcune non crea disagio non la vedo così folle.
  14. Prima si faceva a meno degli usa e getta non degli assorbenti. Gli “assorbenti” li usavano anche nell’Antico Egitto o nell’Antica Grecia. Anche adesso ci possono essere alternative all’usa e getta, e mi aspetterei un iva al 4 anche per questi. Non è che se ne possa fare a meno ed è solo una comodità, è anche una questione igienica non solo di “decoro”. Sarei curiosa di sapere se le appartenenti ai movimenti di free bleeding hanno un lavoro.
×
×
  • Create New...