Jump to content

Metamorfo

Utente
  • Content Count

    8,171
  • Joined

  • Last visited

About Metamorfo

  • Rank
    Confratello

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

4,265 profile views
  1. Mi è tornato in mente che c'è anche una chiara citazione ad ASOIAF, di cui Abercrombie è fan:
  2. Ma hanno le risorse per affrontare anche problematiche gravi. Non intendevo mica pagare nel senso di tirare fuori i soldi, intendevo pagare le conseguenze. Dipende da quello che succederà in un futuro più o meno lontano: desertificazione, innalzamento dei mari, o cos'altro. Se le cose si metteranno davvero male, pochi fortunati troveranno il modo di sopperire a più o meno qualsiasi problema, mentre la gran massa della popolazione non potrà (magari anche quello che ora è il ceto medio, non solo i poveri "poveri").
  3. Letto. Il libro è collegato alla prima trilogia e a The Heroes (ci sono vari personaggi e rimandi ad accadimenti di quel libro, mentre gli altri due libri sono praticamente irrilevanti). La storia è ambientata circa 30 anni dopo gli eventi della prima trilogia e 20 dopo quelli di The Heroes. Nell’Unione è in atto una Rivoluzione Industriale, con gli stessi effetti collaterali di quella che del nostro mondo, in particolare per le condizioni di vita degli operai nelle città (a cui si aggiunge un problema attuale del nostro mondo: profughi e immigrati provenienti da Sud), mentre nel Nord c’è una guerra per la conquista di Angland. I personaggi POV sono tutti nuovi, della nuova generazione (ma quasi tutti collegati a quella vecchia), anche se compaiono molti personaggi conosciuti (seppur non come POV). Personaggi (spoiler leggeri): Considerazioni personali (spoiler leggeri):
  4. Stando alle ultime parole di Martin, scriverebbe la seconda parte di F&B dopo TWOW, 2 novelle di D&E e ADOS. Quindi, nel caso, dovrebbe durare 25 stagioni...
  5. Non tutti. Pagherà chi paga sempre. Quando le cose assumeranno contorni drammatici, i più ricchi e forti se la caveranno, e abbandoneranno i più poveri e deboli al loro destino.
  6. Non è questione di mancanza di ambizione, ma di praticità: muoversi nel tempo, significa cambiare ogni volta storia, scenari e personaggi, e questo crea problemi a livello televisivo: dovrebbero castare tutta una serie di nuovi attori ogni volta (probabilmente cast numerosi) e dovrebbero trovare attore/attrice leader (famosi/e) ogni volta. Soprattutto, ci sarebbe un problema con il pubblico: la gente si affeziona ai personaggi e alla storia, se li cambi, non è per niente detto che la stagione successiva sarà seguita come la precedente. Le serie tv antologiche sono più rischiose di quelle classiche. Martin ha fatto capire che la serie sarà sul periodo della Danza dei Draghi, ed ha molto più senso per loro fermarsi a quello, far appassionare il pubblico a quella storia e a quei personaggi, guidati da un paio di attori famosi.
  7. Siccome la massa se ne frega di guardare alla Luna, se gli metti un dito abbastanza attraente che la punta, si metterà lì a commentare e insultare e ridicolizzare e difendere il dito, ma ogni tanto, per farlo, è costretta a contemplare ciò che il dito indica. Senza il dito, per la massa la Luna diventa molto meno interessante, anche se gli sta cascando in testa. Direi dunque che sta cosa di Greta funziona bene, per quanto riguarda il far conoscere il problema. Il trovare le soluzioni e, soprattutto, applicarle, è un'altra questione, e sono scettico: siccome comporta sacrifici, individuali e collettivi, probabilmente si cincischierà fino a quando sarà troppo tardi.
  8. Qualche mese fa, aveva promesso che se per il Comicon in Nuova Zelanda non avrà il libro in mano (ergo, già pubblicato), dava il permesso di imprigionarlo e costringerlo a finire. Il Comicon è a fine luglio, quindi dovrebbe consegnare il manoscritto entro Aprile, per restare in questa scadenza che si è dato da solo. Al massimo potrebbe finire a Giugno, e poi partire, senza il libro in mano, ma almeno col manoscritto consegnato. Se non finisce manco nei prossimi 7/8 mesi...allora è proprio da alzare bandiera bianca.
  9. Se l'andazzo continuerà, sarà interessante vedere come reagirà Conte, che comportamenti e che parole avrà, ora che sta dall'altra parte della barricata.
  10. Ora George ci dice che dopo aver finito TWOW si metterà a scrivere qualche episodio di House of Dragons, il prequel di cui HBO ha già ordinato una prima stagione. Altro impegno (ci aveva spiegato anni fa quanto tempo gli prende scrivere ogni singolo episodio di una serie tv) che si aggiunge ai tanti altri, e un altro passo verso un ASOIAF incompiuto.
  11. Dunque Martin conferma che è stata già ordinata un'intera stagione di 10 episodi. Fa capire che sarà sugli eventi che precedono la Danza dei Draghi (raccontati in The Rogue Prince), e la Danza stessa (The Princess And The Queen). Hanno un preciso scheletro di trama, con anche un pò di ciccia, ma dovranno aggiungerne parecchia di nuova, se vogliono andare avanti per più di un paio di stagioni. Non penso si sposteranno più avanti nella storia Targ, altrimenti diventerebbe una serie antologica, con storie e personaggi differenti (e non credo sia questa l'intenzione di HBO). Confermato anche il forte coinvolgimento di Sapochnik alla regia.
  12. Tocca aprire una discussione su questo nuovo possibile prequel, che era stato ventilato già da qualche settimana, e che è stato ufficialmente annunciato immediatamente dopo la cancellazione di Bloodmoon. Aspettiamo approfondimenti da parte di HBO e le parole di Martin (anche sul suo eventuale coinvolgimento nella scrittura), ma da come l'hanno presentato su twitter, con un titolo ben definito e quel "is coming" sembra siano più sicuri sulla messa in onda finale, rispetto a quanto lo fossero quando parlarono del prequel sulla Lunga Notte. In ogni caso, ci vorrà tempo: direi almeno un anno e mezzo prima di vederlo. https://twitter.com/GameOfThrones/status/1189330936300756992
  13. Secondo questo tipo (che ha anche un canale youtube con video in cui sembra informato e già da tempo si dichiarava scettico sul venire alla luce dello show), Plepler, il vecchio boss di HBO, ora sostituito, voleva questo prequel, per sfruttare il fomento sui WW, mettere i nomi delle casate maggiori di GOT (Stark, Lannister...) e infilarci della multirazzialità, ma in modo bizzarro: i neri del cast avrebbero dovuto essere i Figli della Foresta, che appunto inizialmente sarebbero stati degli uomini (e poi, per non creare una incongruenza con GOT, sarebbero stati trasformati nelle creature verdi, con una maledizione ). Sempre secondo lui (che non so quanto affidabile), Plepler avrebbe scelto questo prequel rispetto a quello su Valyria, in cui ci sarebbe stata della più credibile diversità razziale, con personaggi di Sothoryos e delle Isole dell'Estate.
  14. Tutto il tempo bruciato da Martin dietro a sti progetti, e stanno crollando uno ad uno: dei 5 prequel in lavorazione, tre sono stati già cancellati, uno è andato avanti ma non ha nemmeno l'ordine del pilot, e un altro dovrebbe essere ancora in piedi, ma probabilmente è ancora soltanto un'idea.
  15. Se le domande rimaste in sospeso sui WW dovevano venire da sto prequel...tanti saluti.
×
×
  • Create New...