sharingan

Attendente
  • Content count

    12,536
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    72

sharingan last won the day on June 23

sharingan had the most liked content!

Community Reputation

1,531 Good

About sharingan

  • Rank
    Megadirettore Galattico Duca Conte Balabam
  • Birthday 06/29/1983

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

235 profile views
  1. Aggiunta indicazione di spoiler nel titolo.
  2. Aggiungo una cosa a quanto detto sulla frase di Sansa. All'inizio sentiamo Ditocorto (con Sansa inquadrata) dire: "Don't fight in the North, or in the South. Fight every battle everywhere, always, in your mind." E' la visione egoistica e utilitaristica del mondo di Ditocorto, quella che gli ha pemesso di arrivare dove è arrivato. In sostanza le dice di combattere per se stessa, di cavarsela da sola e di non badare al resto. Ma.. come dice Jon a un certo punto: “For centuries our families fought together against their common enemy. Despite their differences, together. We need to do the same if we’re going to survive – because the enemy is real. It’s always been real.” E' la visione opposta del mondo. Si vince insieme, non da soli. Ecco, credo che da un punto di vista filosofico questo sarà il punto focale della serie. C'è una minaccia globale che interessa tutti, cosa si fa? Ci si preoccupa del Trono di Spade e delle faide familiari? Dell'ennesima ascesa sociale. Gli Stark mi paiono quelli più centrati, quelli più consapevoli e pronti per forma mentis ad affrontare il vero nemico. E infatti la chiosa finale di Sansa, che il trailer abilmente vuol far credere sia parte della sottotrama (farlocca) Jon vs Sansa, indica in realtà altro ed è simile a quanto detto da Jon: "When the snows fall and the white winds blow, the lone wolf dies, but the pack survives". E' Sansa che ribadisce il modo di intendere la vita degli Stark, soprattutto di fronte a questa sfida. Il lupo solitario, cioè colui che è convinto di vincere questa guerra da solo, muore, mentre coloro che riescono a stare uniti, il gruppo sopravvive. Sembra proprio una risposta data a Ditocorto, non a caso il trailer inizia e finisce con Sansa.
  3. Sulla frase di Sansa, io penso che possa riferirsi a Ditocorto. Ditocorto è uno che gioca da solo (un lupo solitario) mentre gli Stark sono un gruppo (un branco) e così, quando la situazione diventa difficile (l'arrivo dell'inverno) si verifica esattamente questo: il lupo solitario, abituato a giocare da solo e per i propri interessi, muore mentre vince lo spirito di corpo e di resistenza degli Stark presumibilmente di nuovo riuniti.
  4. Colpaccio di Oona Chaplin (Attack, Attack, Attack) che viene scritturata per i prossimi sequel di Avatar: http://www.independent.co.uk/arts-entertainment/films/news/game-of-thrones-star-season-7-avatar-2-avatar-3-avatar-4-avatar-5-oona-chaplin-james-cameron-a7800496.html
  5. Trailer bellissimo, mi azzardo a dire il migliore della serie. L'aspetto visivo è sempre più cinematografico e ritengo corretto che con l'approssimarsi dello scontro finale sia l'aspetto più tenuto in considerazione.
  6. Spiegazione indovinello 1 Le prime cose che abbiamo trovato sono state le citazioni. vv, 5-6: citazione da Miguel de Cervantes vv. 7-8: citazione da "Gli auguri dell'innocenza" di William Blake vv. 9-12: citazione da "La signorina Felicita" di Guido Gozzano vv. 13-15: citazione da "La collina delle farfalle" di Barbara Kingsolver vv. 16-17: citazione da Tolstoj Una serie di citazioni quasi tutte su argomenti astratti e tendenti al pessimismo/negatività. Quella di Cervantes è sul potere della paura, quella di Blake sulla libertà, quella di Gozzano sulla tristezza, quella della Kingsolver non l'abbiamo interpretata del tutto (forse la superficialità della felicità?), quella di Tolstoj sul contrasto amore/odio. Insomma aree tematiche abbastanza astratte, corroborate poi dai vv. 18-19 dove si parla di timidezza e sensibilità. Poi c'è la parte finale con il riferimento all'era quaternaria. Abbiamo cercato per bene le notizie su questo periodo (in particolar modo sul Pleistocene che rappresenta di fatto l'inizio/gli albori dell'era in questione) cercando di combinarle con la prima parte dell'indovinello. Tra le tante cose trovate l'occhio è cascato sull'amigdala, una specie di ascia molto utilizzata nel Pleistocene. Qui abbiamo provato a combinare amigdala con la parola sentinella e la prima risposta data da Google è stata questa:https://lamenteemeravigliosa.it/lamigdala-la-sentinella-delle-nostre-emozioni/ Amigdala: la sentinella delle nostre emozioni A questo punto sembrava fatta e dovevamo soltanto cercare conferme. Così andando su Wikipedia si trova questo: Quando valuta uno stimolo come pericoloso, per esempio, l'amigdala scatta come un sorta di grilletto neurale e reagisce inviando segnali di emergenza a tutte le parti principali del cervello; stimola il rilascio degli ormoni che innescano la reazione di combattimento o fuga, (adrenalina, dopamina, noradrenalina), mobilita i centri del movimento, attiva il sistema cardiovascolare, i muscoli e l'intestino. Contemporaneamente, i sistemi mnemonici vengono "sfogliati" con precedenza assoluta per richiamare ogni informazione utile nella situazione di paura. Qui i dubbi erano ormai scomparsi. L'amigdala era la risposta esatta. La prima parte è una sorta di spiegazione metaforica su cosa sia l'amigdala da un punto di vista scientifico, tutta la parte sulle citazioni dominate da una sfera sensoriale negativa (paura, rabbia, etc...) sono messe per indicare l'ambito di ricerca e infine la conclusione ci offre un altro significato del termine.
  7. Io tra le proposte ho messo Stargaryen, ma anche Starkaryen andrebbe bene.
  8. L'autore dell'articolo su Jon ha confermato che non ha alcuno scoop ma che ha semplicemente seguito una teoria internettiana che lui condivide (quella secondo la quale il nome Jaehaerys si capirebbe dalla lettura delle labbra di Lyanna). Evidentemente non ha letto i leak nei quali sappiamo invece che il vero nome di Jon è Aegon.
  9. Personalmente sono dell'idea che Jon sarà l'iniziatore di una nuova dinastia. Non può tenere il nome Stark (che tra l'altro non ha mai avuto) perchè il suo diritto al trono gli deriverebbe dalla parte paterna della famiglia; allo stesso tempo però utilizzare il nome Targ sarebbe un po' straniante, visto che non lo ha mai usato in vita sua. Inoltre i Sette Regni post Battaglia dell'Alba saranno un luogo molto diverso, un luogo dove potrebbe aver successo lanciare un nuovo "brand" riconciliatorio che unisca più di una delle parti in lotta. Quindi io opto per "Snowfyre", il cognome da sempre usato più l'appellativo che spesso i Targ usano per qualcosa che li riguarda (vedi draghi o casa cadetta).
  10. Ero abbastanza convinto che andasse via prima o poi, un po' meno che non rinnovasse. In questo modo ha messo la società in grossa difficoltà perchè si farà fatica a venderlo a cifre esagerate. Non grido allo scandalo, certo però non riesco a provare grande stima per un giocatore di questo tipo che ha avuto quasi tutto e non ha ancora dato quasi nulla.
  11. A titolo puramente ipotetico SE e solo SE Jon diventasse re di Westeros (quindi non vale dire "non lo diventerà mai" "non vuole farlo" "spero non sia così" bla,bla,bla), quale nome assumerebbe la casa reale? Nel sondaggio ho fatto varie proposte ma ho anche lasciato la casella libera per altre. A rigor di logica, dovrebbe prendere il nome Taragryen ma non è da escludere che possa voler mantenere il nome Stark o comunque farlo valere. Se devo fare una previsione, io dico che con Jon nascerebbe una nuova dinastia con un nome diverso a rappresentare anche simbolicamente un cambio di stagione/di era.
  12. Che Jon abbia un nome Targ è comprensibilissimo. Lyanna è morta dopo il parto ma ha avuto il tempo per parlare con Ned e rivelargli il vero nome del ragazzo, sarebbe un buco se non ci fosse un vero nome. Che poi freghi poco è un altro paio di maniche. Sulle due opzioni: Aegon è strano per via dell'altro figlio di Rhaegar, ma dipende molto da cosa pensava il padre a riguardo. Se per Rhaegar il principe promesso (o tutti i principi promessi) deve chiamarsi Aegon, allora lo chiama Aegon a prescindere dal primo. Jaehaerys ci starebbe IMO sopratutto per via delle iniziali. Ned non è sveglissimo e, messo nella posizione di inventarsi un nome per il nipote, potrebbe aver fatto la scelta più lineare pescandone uno vagamente associabile a quello vero Targaryen. Jaehaerys non è mai stato nominato nella serie? Non capisco che problema sia. Al 99,99% degli spettatori non interesserà comunque, la cosa fondamentale è far capire che Jon è un legittimo Targaryen e non un bastardo.
  13. Secondo EW il vero nome di Jon è sarebbe in contraddizione con quanto detto nei leak. Bisogna vedere se magari il nome dei leak era "posticcio" oppure se Entertainmente Weekly si è sbagliata su questo fronte. http://winteriscoming.net/2017/06/15/empire-magazine-reveal-jon-snows-birth-name/
  14. Il punto è che Martin non ha fatto alcun annuncio
  15. In che senso ci sta trollando? Dove avrebbe detto che fa l'annuncio al Worldcon?