Jump to content

Rosa Rossa

Utente
  • Content Count

    14
  • Joined

  • Last visited

About Rosa Rossa

  • Rank
    Confratello

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Interests
    Lettura..
  1. Caro Diario...oggi pomeriggio ho rivisto un'amica dopo tantissimo tempo...è stato un raggio di sole dopo una tempesta....il vedersi,l'abbracciarsi,il raccontarsi...mi è passato pure il maledetto mal di testa XDD
  2. Il Paese delle prugne verdi di "Herta Muller" Il paese delle prugne verdi si srotola tra passato e presente, in una sorta di Bildungsroman della protagonista. Il passato con la madre, due nonne e un padre che era stato nelle SS e cantava ancora le canzoni inneggianti al Führer, in un paesino dall’atmosfera claustrofobica e oppressiva tanto quanto l’intera Romania di Ceauşescu che fa da sfondo alla narrazione principale del presente - l’amicizia di quattro studenti universitari, tre ragazzi e la scrittrice. C’era un’altra amica, Lola, e il libro si apre con la sua morte: Lola si suicida impiccandosi nell’armadio della stanza che condivide con altre tre ragazze. La morte come una via d’uscita da un paese senza libertà, in alternativa alla follia, oppure alla fuga. Non è sempre naturalistica la prosa di Herta Müller nel «Il paese delle prugne verdi». È, piuttosto, poetica, procede per immagini non ovunque facilmente decifrabili, e che però si dipanano man mano che si procede nella lettura. Non sappiamo se questa prosa criptica sia frutto della fervida immaginazione dell'autrice, del clima di terrore e segretezza vigente nella Romania degli anni '80 sotto Ceausescu, o di entrambi. Certo è che, questo clima, lo rende bene. Rende bene l'atmosfera di un paese dove tutto doveva diventare altro se si voleva sopravvivere. Dove, se uno dissentiva anche di poco dal pensiero ufficiale, non poteva più chiamare le cose col loro nome. Il titolo del libro allude alla credenza che se si mangiano troppe prugne verdi si muore di febbre. La Romania di Ceausescu è un paese di morte, senza prospettive, fatto di campagne polverose, di campi di girasoli anneriti, di villaggi cenciosi. Né è meglio la città coi suoi dormitori per studenti, i tram bucati dal cui pavimento si intravede la strada, le fabbriche e i parchi incolti dove le ragazze si danno agli operai del mattatoio in cambio di poche frattaglie. L'immagine dominante del mattatoio e degli operai che bevono sangue di animali sgozzati non descrive solo ciò che è, è anche metafora di un paese dove si è costretti a bere il sangue del prossimo, dove chiunque può denunciare l'altro e diventare complice del potere, dove non ci si può fidare nemmeno dell'amico più caro. Strani suicidi decimano le menti migliori di una generazione, strane morti non cessano nemmeno dopo che si è riusciti a espatriare, così che sulle esistenze grava una spada di Damocle, un'oscura minaccia. La prosa della Müller, irritante a tratti per eccesso criptico, riscatta con immagini limpide e potenti un materiale di per sé deprimente, una realtà a noi estranea o solo parzialmente nota. Tra i meriti del libro quello di rivelarcela e farla toccare con mano. Voto 7\10 NdLyra: quando invece di un commento proprio si inseriscono recensioni altrui, devono essere esplicitamente indicate come tali e devono essere citate le fonti, che in questo caso sono: WUZ e Gazzetta di Parma.
  3. Grazie Toshi :lol: :D :D :D
  4. Ciaooo.....oggi grandissimo mal di testa...non posso neppure leggere...
  5. Benvenuto :lol: Dimenticavo...ALLA SALUTE :D :D :D ;)
  6. BASTAAAAAAAAAAAA freddo....che brutto inverno...in tutti i sensi per riscardarsi si può solo bere...quindi ALLA SALUTE
  7. Io i libri non li ho letti...ho visto solamente il film...e il film per come è stato fatto e strutturato,secondo me è molto piacevole cmq spero di poter leggere al più presto anche i libri...
  8. Alice in Wonderland Alice Kingsley, ormai diciannovenne, non ricorda più nulla del suo straordinario viaggio.Temporalmente la storia si colloca all'epoca dell'età vittoriana.In seguito alla morte del suo tanto amato padre, Alice partecipa ad una festa, salvo poi scoprire che si tratta in verità di una segreta proposta di matrimonio avanzatale da un lord inglese, Hamish Ascot.Interdetta innanzi alle centinaia di persone che la stanno fissando decide allora di scappare, inoltrandosi nel bosco nei pressi del gazebo in cui le è stata fatta la proposta. Durante la permanenza nel boschetto, intravede il Bianconiglio e lo segue sino al punto in cui l'animale si getta in un grande buco nel terreno ai piedi di un piccolo arbusto. Curiosa si sporge per capire dove questa buca porti, ma nel farlo perde l'equilibrio e vi cade dentro. Dopo la caduta, Alice si trova in un'ampia stanza, nella quale è semplice individuare molti degli elementi goticheggianti che caratterizzano il mondo visionario di Burton, beve la pozione "Mezzatazza" (La celebre fialetta con sopra scritto "Drink Me") che la fa rimpicciolire, così da consentirle di passare attraverso una piccola porta. Dalla stanza può sentire le voci del Dodo,del Ghiro e del Bianconiglio. Uscita dalla minuscola porta si ritrova in un giardino, dove ci sono il Bianconiglio, il ghiro, il Dodo, Pancopinco e Pincopanco che parlano di lei come di una salvatrice, chiamando il paese delle Meraviglie "Sottomondo". Insieme si recano all'Oraculum, che dice alla nostra piccola compagnia di eroi che il destino di Alice è quello di uccidere il Ciciarampa, un mostro sanguinario al servizio della Regina Rossa. Di tutto ciò Alice capisce sempre meno, ma ad un tratto il gruppo viene aggredito dal Grafobrancio, una creatura simile a un orso e trattenuta da delle carte capeggiate dal malvagio Fante di Cuori. Alice rimane paralizzata davanti alla bestia, ma il Ghiro distrae il Grafobrancio cavandogli l'occhio e Alice riesce a fuggire. Nella fuga Pancopinco e Pincopanco vengono catturati dall' Uccello Ciciacià. Nel frattempo, nel suo castello, la perfida Regina Rossa accusa uno dei suoi schiavi di aver rubato una torta e gli fa tagliare la testa. Il Fante di Cuori entra nella stanza e le da l'Oraculum. La Regina Rossa, infuriata, incarica il Fante di portargli la testa di Alice. La ragazza sta ancora scappando, quando incontra nella foresta lo Stregatto, che dopo averla riconosciuta la conduce alla casa del Cappellaio Matto e del Leprotto Bisestile per curare le sue ferite. Durante il viaggio che segue, Alice incontra la Regina Bianca,la sorella della perfida Regina Rossa. Qui scopre il significato del vero amore e realizza che dovrà combattere la Regina Rossa, il Ciciarampa, e liberare il Paese delle Meraviglie dalla Tirannia. Film visto sabato scorso in 3D....Bellissimo lo consiglio a tutti!!! Voto 10\10
  9. Scusate ma come fate a inserire la locandina...io faccio copia ma non mi fà incollare...non sò come inserire la locandina del film....HELPPPPPPPPPPP
  10. Grazie a tutti ragazzi!!! :lol:
  11. Rosa Rossa

    aurora

    Benvenuta Aurora.... Io sabato sera ho comprato i tre volumi della saga...."Il trono dispade - Il Grande inverno - Il regno dei lupi"...mene mancano sette...pian piano li compro tutti...non vedo l'ora di cominciare a leggerli!!!! >)
  12. Siiiii beviamooo alla salute vostra >) :D :D :wacko: :huh:
  13. Ciaooo a tutti...io mi sono iscritta da poco a questo forum....e non capisco bene come funziona...qualcuno mi aiuta??? >)
×
×
  • Create New...