Jump to content

Tavajigen

Utente
  • Content Count

    273
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About Tavajigen

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 07/24/1981

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Location
    Arezzo
  • Interests
    Fantasy & Fantascienza

Recent Profile Visitors

302 profile views
  1. Ciao, credo che di aver letto tutto ciò che è stato pubblicato in Italia di Martin, ti lascio anche il mio parere. Romanzi: sono tutti abbastanza leggibili, però quelli discreti per me sono La luce morente (o In fondo il buio) e Il viaggio di Tuf, che alla fin fine è simpatico come progetto letterario, soprattutto per il personaggio atipico. Il pianeta dei venti lo reputo un grande spreco, dato che l'ambientazione è spettacolare ma la storia è troppo scontata. Racconti: alla fin fine mi sono piaciute tutte e 4 le antologie uscite (I re di sabbia, Le torri di cenere, I canti del sogno 1 e 2), dove spiccano sicuramente i racconti di fantascienza ambientati nell'universo inventato da Martin e quelli grottechi/horror. I racconti che mi sono piaciuti di più sono: Nelle terre perdute I re della sabbia * I passeggeri della Nightflyer Solitudine del secondo tipo * Al mattino cala la nebbia Canzone per Lya * ...e ricordati sette volte di non uccidere mai l'uomo Le solitarie canzoni di Laren Dorr * L'uomo da carneteca * Ricordo di Melody La cura della scimmia L'uomo-a-forma-di-pera * Il cuore in conflitto La tratta della pelle * Varianti perdenti Porte Quelli asteriscati sono davvero belli, qualcuno è nella top dei racconti che ho letto nella vita. p.s. per quanto riguarda i due volumi in cui è stata divisa l'antologia curata da Martin e Dozois sulle donne pericolose, i racconti che mi sono davvero piaciuti sono molti meno (in tutto saranno 4 o 5). I primi delle due antologie, ossia La principessa e la regina di Martin (ambientato nel passato delle Cronache) e Ombre per Silence nelle foreste dell'inferno, di Brandon Sanderson, sono spettacolari, soprattutto il secondo dei due.
  2. Eh magari, chissà che spettacolo di libro sarebbe venuto fuori.
  3. Prenditi "Il mondo del ghiaccio e del fuoco", dove Martin racconta già gran parte della storia passata, e non solo dei Targaryen.
  4. Purtroppo Martin ha fallito l'approccio a questo libro. Avrebbe dovuto semplicemente mettere da parte tutto il resto, o gran parte del resto, e soprattutto non dimenticarsi della regola fondamentale di ogni scrittore: scrivere sempre, possibilmente ogni giorno, anche poco. Tra convention, premi vari, ospitate, altre collaborazioni, eccetera, Martin ha perso un sacco di tempo adatto allo scrivere, ma soprattutto ha perso la "concentrazione"; aveva la testa su altre cose e ha forse perso la gioa di scrivere la sua saga, che per lui sembra essere diventata solo un obbligo e una scadenza. Dalle sue parole sembra viverla molto male e ora ho davvero paura che possa non riuscire a finirla. Prima c'era "solo" la sua maniacalità per i dettagli a mandare la scrittura per le lunghe, ora c'è anche questa sorta di guerra interna con lo scrivere la saga. Questo libro lo finirà quasi sicuramente, ma il prossimo sarà dura, dato che sarà quello finale, quello che dovrà essere più bello di tutti, quello più atteso, eccetera. Potrebbero volerci tanti anni, ma chissà, magari tanti anni da vivere non ne avrà (o non ne avrò io). Per quel che mi riguarda, ho evitato di guardare l'ultima stagione della serie tv ed è quasi un anno ormai che non frequento più siti o gruppi riguardanti le Cronache, per evitare spoiler (ahimè, anche qui vengo pochissimo). Continuerò così, sperando che i libri arrivino presto, ma anche che arrivino ben fatti, come solo lui sa fare. Se gli ci vuole altro tempo, tanto tempo, per scrivere bene, che se lo prenda pure.
  5. Quando?!?!? Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk Prima settimana di agosto.
  6. Altro aggiornamento dal blog: Martin sarà a NYC per un matrimonio e incontrerà anche i suoi editor...speriamo che mettano il punto.
  7. Sia "Armageddon Rag" che "Il battello del delirio" mi sono piaciuti abbastanza, li avevo tralasciati nel precedente post perché mi sono limitato a commentare la sua produzione di fantascienza. Il primo parte bene, diventa molto noioso nella parte centrale e si riprende alla fine, descrivendo piuttosto bene un'epoca/stile di vita che mi ha sempre affascinato. Il secondo mi ha colpito sia per l'ambientazione della storia che per la caratterizzazione dei personaggi, ben riusciti secondo me. Se dovessi scegliere il suo miglior lavoro extracronache, ovviamente tra quelli che ho letto, direi "La luce morente" tra i libri (odio la traduzione "In fondo il buio" ), nonostante non mi abbia convinto molto come trama, che ho trovato a tratti troppo banale; e come racconti: "I re della sabbia", "Solitudine del secondo tipo", "Canzone per Lya" e "Le solitarie canzoni di Laren Dorr", tutti e quattro veramente strepitosi.
  8. "Il pianeta dei venti" non mi è piaciuto per niente, storia piuttosto originale ma secondo me sfruttata male. "Fuga impossibile" l'ho trovato carino. "La luce morente" mi è piaciuto molto, come mi sono piaciuti anche tanti racconti di fantascienza di Martin, che ho letto nelle due raccolte "Le torri di cenere" e "I re di sabbia". Si intravede una sorta di universo comune in cui sono ambientate le varie storie, costruito con passione. Forse se ci si fosse dedicato di più sarebbe potuto arrivare a produrre qualcosa di grandioso...ma non avremmo avuto le Cronache, quindi meglio così. Ora ho preso anche questo, quando lo leggerò vi dirò come l'ho trovato.
  9. Vi consiglio di non prenderlo subito, dato che dall'1 al 31 novembre ci sarà la promozione del 25% in meno su tutte le opere di Martin (e credo anche su tutti gli Oscar Mondadori).
  10. Ti quoto dalla G al punto. (eventuali riferimenti al punto G sono solo casuali lol) La morte di Daenerys sarebbe inferiore come goduria personale solo al vedere Hodor sul trono alla fine della saga.
  11. Grazie per la notizia, lo comprerò appena esce.
  12. Gli chiederei di fare finire sul trono Hodor, sarebbe la trollata più bella della storia.
  13. Difficilissimo votare a questo giro. Jaime Lannister/Nikolaj Koster-Waldau Aemon Targaryen/Peter Vaughan
×
×
  • Create New...