Jump to content

Tavajigen

Utente
  • Content Count

    273
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About Tavajigen

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 07/24/1981

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Location
    Arezzo
  • Interests
    Fantasy & Fantascienza

Recent Profile Visitors

455 profile views
  1. Ciao, credo che di aver letto tutto ciò che è stato pubblicato in Italia di Martin, ti lascio anche il mio parere. Romanzi: sono tutti abbastanza leggibili, però quelli discreti per me sono La luce morente (o In fondo il buio) e Il viaggio di Tuf, che alla fin fine è simpatico come progetto letterario, soprattutto per il personaggio atipico. Il pianeta dei venti lo reputo un grande spreco, dato che l'ambientazione è spettacolare ma la storia è troppo scontata. Racconti: alla fin fine mi sono piaciute tutte e 4 le antologie uscite (I re di sabbia, Le torri di cenere, I canti del sogno 1 e 2), dove spiccano sicuramente i racconti di fantascienza ambientati nell'universo inventato da Martin e quelli grottechi/horror. I racconti che mi sono piaciuti di più sono: Nelle terre perdute I re della sabbia * I passeggeri della Nightflyer Solitudine del secondo tipo * Al mattino cala la nebbia Canzone per Lya * ...e ricordati sette volte di non uccidere mai l'uomo Le solitarie canzoni di Laren Dorr * L'uomo da carneteca * Ricordo di Melody La cura della scimmia L'uomo-a-forma-di-pera * Il cuore in conflitto La tratta della pelle * Varianti perdenti Porte Quelli asteriscati sono davvero belli, qualcuno è nella top dei racconti che ho letto nella vita. p.s. per quanto riguarda i due volumi in cui è stata divisa l'antologia curata da Martin e Dozois sulle donne pericolose, i racconti che mi sono davvero piaciuti sono molti meno (in tutto saranno 4 o 5). I primi delle due antologie, ossia La principessa e la regina di Martin (ambientato nel passato delle Cronache) e Ombre per Silence nelle foreste dell'inferno, di Brandon Sanderson, sono spettacolari, soprattutto il secondo dei due.
  2. Eh magari, chissà che spettacolo di libro sarebbe venuto fuori.
  3. Prenditi "Il mondo del ghiaccio e del fuoco", dove Martin racconta già gran parte della storia passata, e non solo dei Targaryen.
  4. Purtroppo Martin ha fallito l'approccio a questo libro. Avrebbe dovuto semplicemente mettere da parte tutto il resto, o gran parte del resto, e soprattutto non dimenticarsi della regola fondamentale di ogni scrittore: scrivere sempre, possibilmente ogni giorno, anche poco. Tra convention, premi vari, ospitate, altre collaborazioni, eccetera, Martin ha perso un sacco di tempo adatto allo scrivere, ma soprattutto ha perso la "concentrazione"; aveva la testa su altre cose e ha forse perso la gioa di scrivere la sua saga, che per lui sembra essere diventata solo un obbligo e una scadenza. Dalle sue parole sembra viverla molto male e ora ho davvero paura che possa non riuscire a finirla. Prima c'era "solo" la sua maniacalità per i dettagli a mandare la scrittura per le lunghe, ora c'è anche questa sorta di guerra interna con lo scrivere la saga. Questo libro lo finirà quasi sicuramente, ma il prossimo sarà dura, dato che sarà quello finale, quello che dovrà essere più bello di tutti, quello più atteso, eccetera. Potrebbero volerci tanti anni, ma chissà, magari tanti anni da vivere non ne avrà (o non ne avrò io). Per quel che mi riguarda, ho evitato di guardare l'ultima stagione della serie tv ed è quasi un anno ormai che non frequento più siti o gruppi riguardanti le Cronache, per evitare spoiler (ahimè, anche qui vengo pochissimo). Continuerò così, sperando che i libri arrivino presto, ma anche che arrivino ben fatti, come solo lui sa fare. Se gli ci vuole altro tempo, tanto tempo, per scrivere bene, che se lo prenda pure.
  5. Quando?!?!? Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk Prima settimana di agosto.
  6. Altro aggiornamento dal blog: Martin sarà a NYC per un matrimonio e incontrerà anche i suoi editor...speriamo che mettano il punto.
  7. Gli chiederei di fare finire sul trono Hodor, sarebbe la trollata più bella della storia.
  8. Difficilissimo votare a questo giro. Jaime Lannister/Nikolaj Koster-Waldau Aemon Targaryen/Peter Vaughan
  9. Non riesco a vedere la foto, mi dà errore.
  10. Sì certo che non è un ribaltamento ma una cosa graduale (con il fenomeno della precessione), ho usato il termine ribaltamento solo per evidenziare che la posizione finale è in pratica ribaltata rispetto a quella iniziale. Anche io sono d'accordo che ci vorrebbe una forza gravitazionale così grossa che sarebbe forse incompatibile con la vita, o almeno con la vita come la conosciamo nelle Cronache, come ho appunto detto. . Sono curioso di sapere cosa hai da dire sull'ipotesi vulcano di così sconvolgente da crearti dei nemici. L'ipotesi del gigante può essere vera come può essere vera qualsiasi altra ipotesi fantastica, ma proverei a cercare ipotesi plausibili dal punto di vista scientifico, altrimenti basta dire che è colpa della guerra tra il Dio Estraneo e R'Hllor (quando sta vincendo il primo si allunga l'inverno e quando sta vincendo il secondo si allunga l'estate) e chiudiamo la cosa senza scomodare il gigante con le sue biglie. p.s. Mi pare ovvio che stiamo facendo una chiacchierata per divertirsi, dato che dire che è così perché l'ha voluto Martin renderebbe inutile molti dei thread presenti in questo forum.
  11. Exall secondo me una precessione dell'asse così elevata come quella che hai ben raffigurato, ossia che porti l'asse in pratica a "ribaltarsi" totalmente sull'altra diagonale, potrebbe essere dovuta solo ad un corpo celeste che porta una grande influenza gravitazionale. Sappiamo che non può essere un'altra stella in stile sistema binario, dato che di sole ce n'è solo uno...che ne so, forse potrebbe essere un buco nero "poco" distante? Il problema principale però sarebbe a quel punto giustificare una mutazione così casuale della durata delle stagioni come vediamo nelle Cronache; cioè anche se ipoteticamente fosse possibile la presenza di una buco nero o di qualche altro elemento fisico (e non creasse problemi al sorgere della vita come la conosciamo in Westeros) dovrebbe però ricrearsi un sistema periodico ben definito, con stagioni che durano sì anni ma non che durano una volta 10 anni, la volta dopo 5, poi 30, eccetera...a random. (se non sbaglio infatti nelle Cronache gli inverni passati sono durati in modo nettamente diverso fra loro) Quindi preferisco continuare a pensare all'ipotesi vulcano, che erutta quanto e quando gli pare; o semplicemente tutto è dovuto alla lotta tra Ghiaccio e Fuoco e ancora non ci è stato spiegato, e magari alla fine della battaglia la normale durata delle stagioni comparirà anche nel mondo delle Cronache.
×
×
  • Create New...