Jump to content

joramun

Utente
  • Content Count

    6,128
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About joramun

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 02/16/1986

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

2,164 profile views
  1. Continui a confondere i messaggi ed i valori da far passare con i metodi scelti per far passare detti concetti. Che se erronei sono del tutto inefficaci, quando non dannosi, perchè rafforzano il comportamento sbagliato invece che contrastarlo. Puoi essere perplessa quanto ti pare, ma cosi è. La "semplice razionalità" sarebbe accettare quanto ripetutamente ed unanimemente acclarato dalla discipline di settore, e cioè che determinati metodi pedagogici come quelli suggeriti da Valditara sono del tutto inefficaci per trasmettere determinati messaggi
  2. Aridaje. Non parliamo di iperuranio. Parliamo di discipline il corpus è consolidato, ed è un corpus teorico che deriva dalla pratica, dall'applicazione e dalla sperimentazione. Cosa vuol dire questo? Che nei molteplici contesti pratici in cui tali principi sono stati applicati si sono dimostrati validi ed efficaci altrimenti non sarebbero entrati a far parte dell'insieme di principi su cui si fondano le discipline. Il tuo discorso è identico a chi, di fronte ad un corpus di conoscenze mediche che dimostra incontrovertibilmente che i vaccini funzionano, dice "no, io ho fatto il vaccino e
  3. Si lo avevo visto. Ad essere disarmante in questo video, più dei contenuti espressi, è il non detto, il setting, l'immaginario proposto: cinque annoiati aristocratici (età media 60 anni) discutono dei modi più appropriati per riformare i giovani della plebe, con la cameriera costretta ad ascoltare questo cuofano di ******* reazionarie mentre serve la zuppa. Metti i costumi d'epoca e questa scena potrebbe essere uscita dritta dritta da "Via col Vento".
  4. Credo di essere l'ultima persona in questo forum che possa essere accusata di non postare link. Quale vuoi? Repubblica? Corriere?Adnkronos? Perchè quanto sostenuto da Valditara è esattamente questo, e cioè che i professori adottino le medesime dinamiche vessatorie e umilianti che si riscontrano nei casi di bullismo.
  5. Ma dove non ha riscontri nella pratica? Guarda che non parliamo mica di fisica teoretica eh? Parliamo di discipline che derivano il proprio corpus dalla pratica, dalla sperimentazione e dall'osservazione critica. Non di voli pindarici. E quelle discipline concordano nel dire che l'approccio alla Valditara è una solenne e retrograda *******, inefficace e pure criminale. Che poi invece i riscontri pratici dell'umiliare un ragazzo dove sarebbero? Quale pedagogo o psicologo evolutivo li sostiene? Il fenomeno grave di cui io mi preoccupavo era il Ministro dell'Ist
  6. Mi pare la classica critica ai "professoroni" fatta tanto per. La pedagogia e la psicologia evolutiva sono discipline con un proprio corpus scientifico consolidato, il quale afferma l'esatto contrario di quanto sostenuto da Valditara. Questo è. Il passaggio in cui viene detta questa cosa, per cortesia. Ma si. Ma parliamo pure del MOSE, della settimana della moda, del nuovo film di Luca Guadagnino e della tecnica per cuocere la pasta a fuoco spento. Tutto, pur di non parlare dell'uscita imbarazzante del ministro dell'istruzione.
  7. Allora puoi stare tranquilla: c'è in carica il governo perfetto. Aridaje. Non so se questa cosa di confondere il messaggio con il metodo con cui si sceglie di trasmetterlo sia voluta o meno. Nessuno sta dicendo di non trasmettere ai ragazzi la capacità di adempiere ai doveri richiesti dalla scuola e a rispettate compagni e professori. Si discute del fatto che far passare tali concetti tramite allucinanti metodi da collegio del Ventennio, quando la moderna pedagogia e la moderna psicologia evolutiva sono concordi nel sostenere che si tratti di metodologie che
  8. Tra umiliazione e delusione ci passa IL MONDO, dal punto di vista semantico, emotivo, pedagogico, psicoevolutivo e da qualsiasi altro punto di vista del mondo, di tutti i mondi, passati e presenti, conosciuti e sconosciuti. Le delusioni uno può imparare a gestirle ed elaborarle (e manco sempre...che è giusto anche che i ragazzi imparino la fragilità e la fallibilità); le umiliazioni generano solo rancore, frustrazione, senso di colpa ed inadeguatezza, rabbia. Se il bullo di quella scuola è stato messo alla gogna perchè chiamava f**** il compagno di classe omosessuale, dopo la brillante op
  9. Ancora con il "è stato frainteso"?. L'articolo del post è corredato da tanto di video, in cui Valditara dice espressamente che bisogna riscoprire il valore dell'umiliazione pubblica come elemento formativo e di crescita. Per il nostro Ministro dell'Istruzione il modo corretto di gestire un episodio di bullismo è quello di portare il bullo su "pubblica piazza" (scolastica in quel caso) e mettergli il cappello da asino in testa, additandolo come paria. Cosa che oltre ad uscire dritta dritta da un colleggio orsolino del Ventennio, è pure una sesquipedale s*******a, che se detta i
  10. E non abbiamo parlato del modo in cui questa manovra va in soccorso delle PMI. L’Italia ha una buona fetta della sua economia rappresentata da micro-imprese e piccole imprese, spesso scarsamente innovative e scarsamente efficienti, che sopravvivono grazie a salari perennemente bassi e una dose generosa di “nero”. Il governo di destra che di questo blocco economico/sociale è il principale referente, non solo non fa niente per correggere tale stortura/inefficienza, ma la incoraggia e la sostiene, togliendo di mezzo le leggi che mettono in crisi quel modello: il reddito di cittadinanza, che
  11. No. Non sbagli affatto. Il passaggio in cui viene detta questa cosa, per cortesia.
  12. Io però nemmeno condivido del tutto questa narrazione che trova nella sofferenza una sorta di legittimazione del non avere figli. Certo per alcuni è una scelta associata ad un vissuto di sofferenza, ma per molti altri è una scelta fatta in totale leggerezza e perfino serenità, e non per questo meno meritevole di rispetto. A scanso di equivoci...la sofferenza va sempre accolta ed umanamente rispettata, non intendo sminuirla. Ma non è quella a conferire maggiore legittimità alla condizione del non avere figli. Non è una critica diretta eh, ma personalmente trovo insopportabile
  13. Io non capisco il senso di queste controargomentazioni talmente speciose da rasentare la trollata: è OVVIO che una madre single costituisce una fattispecie ancora diversa per cui determinati dispositivi andranno adattati. Salvo situazioni tragiche di monogenitorialità per lutto o disconoscimento, in genere un bambino i genitori ce li ha tutti e due e quindi la distribuzioni paritaria di permessi, agevolazioni e quant'altro è toccata solo minimamente da questa questione. Che è quello che sto facendo. Mai dire mai. Alla fine anche il Primo governo Berl
  14. Ti do sta notizia: io non sono parlamentare. il gap salariale e la difficoltà che incontrano le donne nell'occupare ruoli e i sussidi alla genitorialità sono due questioni distinte ma che si incontrano proprio su questo punto: l'assenza di dispositivi di legge che consentano anche ai padri di conciliare il proprio ruolo genitoriale con gli impegni lavorativi, liberando spazi e tempi che possano essere gestiti in maniera paritaria all'interno della coppia. Anche ammesso, questa proposta non fa altro che ribadire il concetto che il doppio ruolo di madr
×
×
  • Create New...