Jump to content

joramun

Utente
  • Content Count

    5,923
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About joramun

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 02/16/1986

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

1,888 profile views
  1. Quei 70 euro annui di abbonamento sono santi e benedetti. Miglior rivista di informazione in italia, by far. Questa settimana pubblicano invece una bella inchiesta sui progressi delle rinnovabili che credo valga la pena discutere nel topic dedicato.
  2. Lo hai citato tu FdI, mica io eh? Il mio scambio con Menevyn era abbastanza poco fraintendibile: lui parlava di legge elettorale come "filtro" rispetto sia alla composizione del parlamento che rispetto al suo corretto funzionamento, e di equilibrio tra governabilità e rappresentatività; al che ho citato la legge con cui eleggiamo i sindaci, che mi sembra un meccanismo capace di garantire entrambi questi elementi. Arrivare e dire "eh ma allora proponi un presidenzialismo alla francese come piace alla Meloni" mi pare un voler ficcare a forza nel mio ragionamento una cosa che non ho mai pensato n
  3. Esattamente dov'è che avrei scritto che esiste il diritto di elezione del governo? Ho detto che di re-impasti all'interno di una legislatura possono essercene anche 50, tutti perfettamente in linea con quanto prevede il nostro ordinamento; ma se arrivati al 51esimo non si effettua una riflessione su se e quanto l'azione del parlamento si sia allontanata da quanto espresso in sede elettorale, allora si fa cattiva politica. E la cattiva politica è la precondizione per la nascita dei populismi. Me lo avevi già chiesto, io lo avevo già spiegato, ma lo rispiego volentieri. A F
  4. I tecnici in politica non esistono. E, aggiungo, nel momento in cui metà degli aventi diritto a votare non ci va? Anche perchè a un certo punto non è più solo un discorso di "volontà popolare" ma anche di "responsabilità popolare". Insomma, ad un certo punto il popolo la responsabilità di scegliere i propri rappresentanti deve anche accollarsela. I populismi nascono e crescono sempre all'interno di una crisi (percepita o reale) di rappresentanza delle istituzioni democratiche, e un nuovo re-impasto non farebbe altro che aumentare la percezione di sco
  5. Ehm...ci sarebbe il piccolo dettaglio che, se si va ad elezioni, la metà di quelli che ci sono adesso in parlamento non ci ritorna più. Che vogliano prolungare la permanenza il più possibile mi pare scontato.
  6. Ma infatti figurati se dice di no. Si fa un annetto da reuccio mascherato, e poi si gode il ruolo di PdR dal 2023. Serve solo trovare un prestanome.
  7. Io invece credo che risolveranno la questione proprio mandando Draghi al Quiriinale e mettendo come PdC un prestanome emanazione dell'attuale premier, viaggiando con questa sorta di presidenzialismo mascherato fino alla fine della legislatura.
  8. Pagano il peso della loro stessa collocazione politica. Perchè non sono due leader "di destra", sono due leader di destra estrema, due che vengono dalla cinghiamattanza e da Pontida. E due leader di destra estrema, quando si tratta di eleggere la massima carica istituzionale del nostro Paese (il cui profilo deve essere coerente con la carica) sanno benissimo di non poter azzardare un nome che sia uno. Quindi devono gioco forza bussare alla porta della destra moderata e chiedere se cortesemente hanno qualcuno di presentabile da poter candidare.
  9. Non avendo alcun nome di alto profilo istituzionale da presentare, si. C'è la necessità di sventolare lo spauracchio di uno dei peggiori candidati possibili per poi far passare l'idea che al confronto un Casini o un Gianni Letta siano dei candidati passabili.
  10. Addossare ad una presunta pedagogia di sinistra la responsabilità della candidatura di Berlusconi e del modo in cui viene recepita è un salto mortale che sfiora la performance artistica. Dimostra anche uno scarso polso della situazione, visto che negli ultimi decenni la scuola italiana è andata in direzione diametralmente opposta, avvicinandosi progressivamente sempre più al modello anglosassone, all'idea di "scuola-azienda", con lo sguardo perennemente orientato al mondo del lavoro e ai risvolti occupazionali di questo o quell'insegnamento, il proliferare di test a crocette e quiz, con sempre
  11. A parte l'ennesima confusione tra vaccino (misura sanitaria) e Green Pass (misura politica); a parte la giusta osservazione di Metamorfo sul fatto che ormai è tardi per forzare la vaccinazione, cosa che peraltro conferma quanto più volte era stato fatto notare sul fatto che il GP come misura di "incentivo" alla vaccinazione è stata una fregnaccia che ci siamo voluti raccontare; fatto salvo anche che il non aver voluto aprire una discussione sulle criticità che il GP presentava ha fatto si che quelle criticità finissero per essere argomentazioni nelle mani di questa setta di spostati di cui Cac
  12. Ehmm...non so come dirlo, ma Lega e M5S, ad oggi, sono esattamente dove stavano, e cioè al governo. Ad ogni modo, dato il personale conflitto di interessi, ho taciuto sull'annullamento del bonus psicologi, che dimostra ancora una volta un reiterato e criminale disinteresse dei governi di ogni parte politica circa il benessere mentale dei cittadini. Ma le nuove norme sul Green Pass e su cosa sia concesso fare avendo la versione "super", la "normale" o niente del tutto, delineano un quadro assolutamente surreale per cui senza green pass non si può andare a lavorare ma si può and
  13. Aggiungo che ci sarebbe anche il fatto che uno dei ruoli fondamentali del PdR è quello di essere garante (sia dal punto di vista valoriale che dal punto di vista fattuale) della nostra Costituzione e dei valori in essa contenuta. Il "Presidente Patriota" evocato qualche settimana fa dalla Meloni è già definito nelle sue caratteristiche dalla nostra Carta Costituzionale, ma temo e credo che non siano caratteristiche particolarmente gradite alla Meloni nè alla destra tutta, da IV a FdI.
  14. E dopo averle lette non fatico a credere che i magistrati avrebbero più facilmente scongiurato uno smantellamento della sentenza in appello se avessero consegnato il foglio in bianco, come si faceva al ginnasio.
  15. Non è questione di politicamente corretto. È che la classifica dei diritti civili è proprio una cosa brutta da fare.
×
×
  • Create New...