Jump to content

joramun

Utente
  • Content Count

    4,758
  • Joined

  • Last visited

5 Followers

About joramun

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 02/16/1986

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Location
    Formia(LT)
  • Interests
    Il 3,8% per prestiti entro i 10.000 euro.
    Per cifre maggiori salgo al 6%.

Recent Profile Visitors

951 profile views
  1. L'Inter ha un gioco troppo incentrato sul lavoro delle due punte li davanti: Lautaro e Lukaku (che non mi è mai piaciuto e non mi piacerà mai, ma in un campionato fisicamente scarso come il nostro è dominante) hanno trovato un intesa fantastica, ma si sono sobbarcati una mole di lavoro tale per cui adesso sono oggettivamente un po' cotti. La Lazio voglio vedere come si riprende dalla botta del San Paolo. Non tanto perchè abbia perso, ma perchè lo ha fatto in maniera veramente poco convincente, sbagliando roba in maniera goffa e sembrando parecchio confusionaria. L'impressione è che se manca Luis Alberto e se SMS non va al massimo, la squadra non gira.
  2. La verità è che la Roma ha una produzione offensiva interessante, e complessivamente è una ottima squadra (Smalling acquistone), ma davanti non ha big in grado di tramutare in gol questa mole di gioco. Dzeko è l'unico top lì davanti, e anche lui tende ad andare a stagioni alterne. E senza Zaniolo questo problema si accentuerà ancora di più. Una punta dal gol facile servirebbe come il pane, e in quest'ottica mi stupisco di come i dirigenti della Roma non abbiano pensato ad uno che segna tanto ed è in libera uscita come Mertens.
  3. O, ribaltando la prospettiva...la Roma è stata capace di perdere con una squadra che poi le ha perse tutte o quasi.
  4. joramun

    Highway to Hell

    Pare sia un insieme di fattori: il cambio di modulo lo marginalizza, trattandosi di un trequartista puro. Poi lui pare ci abbia messo del suo, non prendendo molto bene la nuova situazione tattica, riducendo 'impegno in allenamento e manifestando insofferenza. A questo va aggiunto, pare, il tipico attacco di "saudade" che a volte hanno i calciatori brasiliani, al punto che pare sia stato colto da un attacco di panico. Almeno cosi riferiscono.
  5. Ehm...non ho detto che è un problema di concentrazione. Non solo, almeno. Al Napoli sono esplose una serie di problematiche tutte assieme: la testa di molti giocatori che non c'era più già dopo il fallimento del progetto Sarri e c'era ancora meno dopo la faida con la società; errori tattici e di mercato per cui la squadra mancava di una serie di elementi importanti (terzino che sostituisse il fu Ghoulam, regista che prendesse il posto di Jorginho); presidente che compare una volta ogni 4 mesi per sparare m******te e poi sparire nuovamente e che gestisce la società con un modello da calcio anni 90; struttura societaria totalmente assente.
  6. joramun

    Chiamata al Var

    Stavo riflettendo sul fatto che se un alieno arrivasse oggi sulla terra, e per comprendere cosa sia il gioco del calcio non avesse altro elemento che questa discussione, ne dedurrebbe che il calcio è una sorta di Trivial Pursuit in cui il concorrente in casacca gialla deve totalizzare il punteggio più alto possibile applicando correttamente il maggior numero di norme di regolamento prima che scadano i 90 minuti, mentre attorno a lui (probabilmente per distrarlo, tipo i tizi vestiti da funghetto nelle vecchie puntate di Giochi Senza Frontiere) corrono 22 tizi in mutande che si lanciano una palla.
  7. Ma il Napoli proprio ora doveva scegliere di tornare dal mondo dei morti? Scherzi a parte...finalmente un Insigne che si comporta non solo da grande giocatore ma anche da capitano vero, guidando la squadra, facendo il terzino quando toccava soffrire, facendo delle giocate sempre pericolose. Sto Demme è una gran bella scoperta: si fa sempre trovare pronto a ricevere il pallone, e una volta che ce l'ha lo gioca pulito, ordinato e semplice. Peccato non aver potuto valutare anche Lobotka. Sono due giocatori molto dinamici, che domenica potrebbero crearci più di un grattacapo, anche se è da vedere come ci arriverà fisicamente il Napoli, visto che da quel punto di vista non mi sembrano al meglio e hanno anche diverse defezioni.
  8. Resta comunque un campionato molto incerto. Non solo perchè tra un mese ricominciano le coppe (che la Lazio non ha) e toglieranno energie fisiche e mentali, ma anche perchè oltre all'Inter si è inserita ufficialmente anche la Lazio: che se ne stacchi una può succedere...che perdano terreno entrambe proprio no. Sulla carta la Juve resta più che favorita, ma poi bisogna andare in campo, e in campo le distinte non hanno mai vinto una partita. Il Napoli sta li a dimostrarlo.
  9. joramun

    one piece

    Comunque sta cosa del capitolo "dico-non dico" sulla cosa sia realmente il One Piece, piazzato alla fine di ogni saga, sta diventando stucchevole. Preferirei che non se ne parlasse proprio e si risolvessero le cose quando sarà il momento, oppure che si prendesse un indirizzo chiaro già da adesso. Ci avviciniamo al millesimo capitolo, e tenere insieme i pezzi del fantastilione di personaggi e di intrecci comincia a diventare complicato. Tipo...io adesso mica ho capito
  10. Ma secondo me quello è dipeso da due fattori: da un lato il fatto che determinate gare, dal punto di vista motivazionale, si preparano da sole; dall'altro il fatto che a volte può succedere che i pregi di una squadra o di un sistema di gioco si incastrino con i difetti di un'altra o di un altro sistema di gioco. Vedasi la Lazio con la Juve.
  11. Il girone del Napoli in Champions è tutto fuorchè indicativo: ci voleva più impegno a non qualificarsi che a passare. Siamo a 23. Higuain è lontano 13 gol e manca ancora un intero girone di ritorno. Se non succede nulla di grave, lo supera quasi sicuramente, IMHO.
  12. A conferma di quanto dicevo una settimana fa...ieri la fiorentina ha chiuso la gara con due attaccanti (Sottil e l'interessantissimo Vlahovic) che la scorsa stagione giocavano in Primavera. Comunque brutto brutto brutto il momento del Napoli. La sensazione che ho avuto guardando qualche spezzone della partita di ieri rispecchia un po' quello che diceva @DaenerysArya2510 qualche tempo fa: sembra proprio che qualcosa si sia rotto a livello di coesione mentale, di spogliatoio, di voglia, e di unità di intenti. Non mi spingerò a dire che i calciatori, dopo quanto successo nel post-Salisburgo, giocano "contro" la società, ma di sicuro quel cross sciatto e svogliato di Insigne sul finale di partita è qualcosa che se fossi stato tifoso del Napoli avrebbe fatto pensare le cose peggiori.
  13. Non so se la Lazio sia, sarà o sia mai stata inserita nella lotta per lo scudetto, ma nel caso lo fosse, mi auguro che non ce la faccia, e che sprofondi in zona retrocessione solo per i cori disgustosi che i tifosi hanno rivolto oggi a Zaniolo.
  14. Esatto. E che sia tassato di conseguenza, come prevede il principio di progressività fiscale sancito dalla costituzione. Che poi la classificazione per reddito non è che la si fa a spanne, dicendo "questo è ceto medio", "questo ha tanti soldi", "questo ha lavorato una vita", "vabbè son due risparmi in croce". Ci sono delle fasce di reddito, precise, stabilite, progressive, e in base a quello paghi. E se uno ha un reddito annuo che è superiore ai 60.000 euro (5000 euro al mese) allora si, pochi ****i, è benestante, e pagherà una tassazione congrua a tale reddito. Che sarà inferiore a chi ne guadagna150.000, ma anche superiore a chi ne guadagna 22.000, che sarà a sua volta superiore a chi ne guadagna 12.000. Giustamente.
  15. Non c'è nulla da scagionare. Che l'infortunio fosse il frutto di una tragica fatalità dovuta ad un movimento sbagliato è stato chiaro a chiunque fin dai primi replay.
×
×
  • Create New...