Jump to content

joramun

Utente
  • Content Count

    4,703
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by joramun

  1. Esatto. Gli asili nido, cosi come la sanità, l'università e molte altre componenti del welfare state, non devono essere gratuiti per tutti: devono essere gratuiti per coloro i quali non abbiano un reddito tale da poterseli permettere; il dentista, il notaio o chiunque altro abbia un reddito tale da poterlo fare (che per quanto mi riguarda parte dai 40-50 mila euro annui) quei servizi devono pagarli, che sia tramite un pagamento diretto o tramite una più incisiva tassazione progressiva. Possiamo anche evitare di tirare dentro comunismo, unione sovietica e robe varie. Quello che ho appena descritto è quello che succede normalmente nelle socialdemocrazie nordeuropee (noti covi di bolscevismo). Lì anche le multe sono parametrate in base alla fascia di reddito del trasgressore.
  2. Chi volesse avere un esaustiva spiegazione del totale scollamento del PD dal sentire dell'elettorato e dai valori di un partito di sinistra, può guardare al ridicolo provvedimento sugli asili nido gratuiti preso oggi dalla giunta PD di Mantova.
  3. - Onorevole Salvini, alla luce delle condanne dei carabinieri, si sente di chiedere scusa alla sorella di Cucchi? - Se qualcuno ha sbagliato, paga; in divisa e non in divisa. Punto. Fatemi però aggiungere: io sono contro lo spaccio di droga sempre e comunque. - Sì, ma il ragazzo non è morto per la droga. È stato ucciso. - Senta, ho già detto che sono disposto a incontrare la sorella di Cucchi. E che se qualcuno ha sbagliato è giusto che paghi. Per quel che mi riguarda, come senatore e come padre, combatterò la droga, posso dirlo? - Ma cosa c'entra? - Ma sarò libero di dire che la droga va combattuta? - E allora perché non aggiunge che pure la Camorra va combattuta? - Certo! Pure la Camorra. E come senatore, padre e bipede combatteremo la Camorra. - E l'inquinamento? - Assolutamente. Come senatore, padre, bipede e organismo pluricellulare sono contro le quattro frecce. - E il piddí allora? - Esatto. Come spazzaneve, Ibrahimovic, tergicristallo, pantofola spaiata e buttafuori sono contro il 5g. - Bababula? - Anche! Come display, abito da sposa, Urano, Mastro Ciliegia, caldaia, Poltrone e Sofà sono contro gli sconti fino a domenica. Sono libero di dirlo? - Miao. - Certamente! Come micio micio, gattino gattuccio, pucci pucci, bello che sei, sarò libero di mordicchiare gli infissi? ... Vi invito a capire da che punto in poi l'intervista è diventata di fantasia.
  4. E questa è quella mentalità sportiva e anti-campanilistica che noi non avremo mai. Personalmente faccio fatica a vedere un Dybala che interviene sui social per dire ai tifosi juventini di smetterla con gli attacchi ridicoli a Godin per il fallo di ieri sera, o un Sanchez fare lo stesso con i tifosi dell'Inter per il fallo subito da Cuadrado il mese scorso. E se non lo fanno i calciatori, a maggior ragione si sentono legittimati a non farlo i tifosi.
  5. E alla fine quello era: il solito trambusto per nulla. Dimentico sempre che pure i direttori dei quotidiani sportivi "tengono famiglia", e durante le pause per le nazionali qualcosa bisogna pure scriverci dentro sti quotidiani.
  6. Naaa, non penso sia quello. Al Real ci è rimasto 9 anni, e lì non sono certo tipi da prostrarsi. E quando era allo United (ma anche dopo, in realtà) ha sempre ritenuto Ferguson il suo "padre calcistico", eppure Ferguson lo ha appeso al muro almeno un paio di volte. Secondo me, banalmente, si tratta di scarso feeling (al momento) con il gioco proposto dall'allenatore, che lui ritiene non fare per lui. I calciatori come CR7 e Messi son fatti cosi: in campo vogliono decidere loro dove andare e cosa fare; se per coincidenza il gioco della squadra va nella stessa direzione tanto meglio. Ammesso ovviamente che tutto ciò sia davvero il caso che stanno montando i giornali, e non la classica tempesta in un bicchiere d'acqua.
  7. Ok, direi che abbiamo un problema di rapporti tra CR7 e Sarri.
  8. Domanda: ma se sulla carta d'identità dell'allenatore non ci fosse scritto "Carlo Ancelotti", sarebbe ancora seduto sulla panchina del Napoli?
  9. La discussione ha assunto tratti surreali. Eravamo partiti dall'affermazione (difficilmente contestabile) di Metamorfo, sul fatto che a pagare lo scotto maggiore dei cambiamenti climatici saranno in gran parte i poveri cristi, gli indigenti. Tu hai detto "no, lo paga la middle class perchè i poveri sono nullatenenti", al chè io ho citato i dati dell'IPCC sulla stima di 200 milioni di migranti climatici entro il 2050 (e su cui continui a non rispondere: chi comporrà questa marea umana secondo te?). Adesso, non si capisce come, siamo finiti a parlare della tua casa al mare, di cui non essendo il tuo commercialista non so nulla e nulla voglio sapere perchè non sono affari miei. Vorrei capire cosa c'entra e di cosa stiamo esattamente discutendo: del fatto che il povero Briatore o il notaio avranno la proprietà alle Maldive che finisce sott'acqua e quindi pagheranno il cambiamento climatico come l'agricoltore somalo che ha una baracca e una capra e niente da coltivare per colpa della desertificazione? Perchè sinceramente trovo questo discorso francamente risibile. Se invece il punto è che prima o dopo le conseguenze del cambiamento climatico impatteranno (ma lo hanno già fatto) anche sul ricco occidente, è verissimo. Ma anche in quel caso si ripeterà il meccanismo per cui chi ha risorse continuerà a condurre la propria vita più o meno come sempre; chi invece quelle risorse non le avrà, o sarà colpito fattualmente e direttamente dai cambiamenti climatici, si farà ampiamente in quel posto. E non parlo solo del pescatore di Mazzara del Vallo che vede il suo baracchino andare sott'acqua, mentre il dentista o l'imprenditore di Mazzara non deve far altro che comprare una proprietà 30-40 metri più su. Parlo del fatto che la stretta inevitabile che ci sarà sul consumo delle risorse porterà alcuni generi alimentari a costare sempre di più, al punto che una buona fiorentina diventerà più inaccessibile del caviale o del tartufo, e col tempo la carne potranno permettersela solo le fasce più abbienti della popolazione, visto l'elevatissimo impatto antropico dell'allevamento.
  10. Il gol di Douglas di ieri sera credo non mi riuscirebbe nemmeno in 10 anni di PES.
  11. Ci aggiungerei anche errori di mercato. Quello di questa estate è stato il mercato più spendaccione della storia del club (o il secondo), eppure non ha portato in dote un reale sostituto di Jorginho, che è il calciatore che realmente manca al Napoli. La mancanza di un regista si ripercuote a catena su tutto il resto della squadra, perchè per adattare gente a giocare al centro, Ancelotti deve di conseguenza spostare tutti gli altri in ruoli non loro. Col senno di poi va pure detto che avevamo fatto bene ad avere delle perplessità sulla coppia Manolas-KK, visto che sono entrambi degli straordinari marcatori, ma dei non eccelsi riferimenti per il reparto. Questa è una cosa che ho sempre sostenuto. Una squadra che ormai staziona stabilmente tra i primi 15 team europei non può continuare ad essere gestita come se fosse (con tutto il rispetto) un Palermo o un Cagliari, in balia delle bizze del presidente - padrone alla Cellino o alla Zamparini. Dire che il giocatore più amato della tua squadra "se vuole e se lo pagano può andare a fare le marchette in Cina" non è solo una sparata da cafone, ma è un autogol clamoroso a livello di gestione della squadra e dello spogliatoio. E l'insofferenza di Ancelotti credo nasca in buona parte da quello. Ma del resto, per dare un'idea della pochezza manageriale della SSC Napoli, basterebbe un semplice dato: per far uscire un comunicato che spiegasse, anche solo in maniera raffazzonata e goffa, cosa diamine stesse succedendo all'interno dello spogliatoio della seconda squadra d'Italia, ci sono volute quasi 18 ore. Diciotto ore date in pasto alle speculazioni, alle illazioni e alle malelingue della stampa peggiore. Si infatti. Sono quelle domande che hanno in sè qualcosa di implicitamente sbagliato, tipo " dove sarebbe meglio che mi facessi il tatuaggio con la svastica?". Se il tifoso arriva al punto di interrogarsi su chi abbia ragione tra presidente e giocatori nella decisione di non presentarsi in ritiro, vuol dire che nella sua squadra c'è qualcosa che è andato storto assai.
  12. Non è retorica buonista, è semplice logica: se Londra si inabissa, i ricchi di Londra hanno soldi e possibilità di comprare casa sulle Highland; quelli della middle class prenderanno una casa in affitto da qualche altra parte, per quanto possibile; quelli senza una sterlina si faranno in quel posto. Ripeto...i 200 milioni di migranti climatici che l'IPCC prevede nei prossimi decenni, che reddito medio credi che abbiano?
  13. Intanto a Napoli hanno perso totalmente la brocca. Già si era capito che qualcosa puzzava da come Ancelotti aveva risposto alla domanda sul ritiro settimanale deciso da ADL, e infatti...ieri sera, dopo il pareggio col Salisburgo, i calciatori sarebbero dovuti tutti tornare a Castelvolturno con il pullman, e restarci fino alla gara col Genoa. E invece pare che la squadra, guidata da Insigne, abbia affrontato a muso duro Edo de Laurentis, dicendo "noi torniamo a casa, dillo a tuo padre..." e si sarebbero letteralmente ammutinati tornandosene ognuno per i fatti suoi a casa. È una roba che io sinceramente non ricordo di aver mai visto, e che men che mai mi sarei aspettato di vedere sotto un allenatore che ha sempre fatto della gestione del gruppo la sua arma vincente. Le conseguenze rischiano di essere devastanti per la stagione del Napoli, che tra l'altro non sta andando nemmeno cosi male: sono praticamente qualificati agli ottavi, la coppa italia deve ancora iniziare, ed in campionato sono si indietro, ma in una classifica che dal terzo al settimo posto è molto corta ed ampiamente recuperabile. Io boh..
  14. Io sinceramente non ho capito perchè Conte si sia lamentato tanto e con quei toni cosi accesi: anche ammesso che ritenga che qualcuno in società abbia sbagliato qualcosa in sede di mercato, lo sa benissimo che tanto comunque prima di 2 mesi non gli possono prendere nessuno...a cosa serve inca**arsi cosi? A meno che non sia una strategia motivazionale (e conoscendolo potrebbe essere) del tipo "esaspero la situazione emergenziale, la faccio più grave di quel che è, cosi poi motivo la squadra con la retorica dell'impresa"...non capisco il senso di polemizzare con la società ORA.
  15. Veramente l’IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), il comitato dell’ONU che si occupa dei cambiamenti climatici, ha previsto che nel 2050 ci saranno circa 200 milioni di migranti climatici. Da chi credi che sarà composta questa marea umana? Perchè io trovo difficile pensare che dalla Somalia o dalla Costa d'Avorio si muovano 200 milioni di partite iva.
  16. Ma la cosa più stucchevole è il modo viscido che hanno di nascondersi dietro la solita manfrina del "Balotelli è arrogante e antipatico", che non si capisce bene cosa dovrebbe giustificare e che risulta, alla fine, il discorso più razzista di tutti: "si ok, sei di colore, bravo...adesso mettiti li in un angolino, non dar fastidio, non spiccare troppo, non guadagnare tanto, fai il buon selvaggio e vedrai che magari facciamo anche lo sforzo di tollerarti".
  17. Parlando di Brescia, il negazionismo sull'episodio legato a Balotelli sta passando dal ridicolo al surreale (senza mai abbandonare l'ambito del disgustoso): adesso si è arrivati al punto in cui è il sindaco di Verona Federico Sboarina ad attaccare Balotelli "perché senza alcun motivo ha avviato una gogna mediatica su una tifoseria e una città”, in un rovesciamento di prospettiva che ha del grottesco.
  18. Lo dica chi vuole, il problema è talmente grave che abbiamo poco da metterci a fare gli schizzinosi su chi o come passa il messaggio. Nessuno si aspetta soluzioni ragionate e competenti da Greta o da chi la segue, anche perchè si tratta per lo più di adolescenti, quindi sarebbe abbastanza ridicolo farlo. Personaggi come Greta servono a piantare casino, ad ingrossare le manifestazioni e a tenere viva l'attenzione. Serve a far si che il TG1 dedichi quasi 6 minuti di servizi allo scioglimento di un ghiacciaio, o a far si che ormai ci siano notizie legate alla tematica ambientale praticamente in ogni edizione dei telegiornali e in ogni numero di quotidiano. Perchè per ar si che le proposte degli scienziati e dei politici passino, serve il supporto di una popolazione sensibilizzata sull'argomento.
  19. Che è un po' come dire a Martin Luther King di occuparsi dei sermoni domenicali in chiesa, invece che protestare per i diritti degli afroamericani. A me la cosa che colpisce, in negativo, è il fatto che in questo Paese un abbondante percentuale di politici, per non parlare di interi partiti, siano tutti ambientalisti e "pro Greta" a parole, poi al primo timido tentativo di disincentivare i consumi che si magnano il pianeta (leggi tassa sulla plastica e , indirettamente, quella sulle bevande zuccherate), per carità, non se ne parla, ommioddio. Che schifo. A questa ipocrisia disgustosa preferisco quasi la linea Trump-Feltri, che almeno è chiara, netta e cristallina nella sua difesa della follia plastica e fossile.
  20. Quindi adesso vige l'anarchia? Chiedo per un amico.
  21. Quello è il pugilato.
  22. Domanda per i mod...ma non si potrebbe aprire una discussione dedicata esclusivamente a VAR e moviola (credo che tra l'altro ci fosse già una vecchia discussione sul tema da qualche parte), in modo che chi fosse interessato ne discuta li, mentre in questa si continua a discutere solo e soltanto di calcio giocato?
  23. Ormai è un giocatore totalmente perso alla causa. Mancini farebbe bene ad escluderlo a priori dalla spedizione europea.
  24. Guai se mi toccano il principio per cui, se vuoi spacciare per verità ciò che è banalmente una tua opinione, hai il dovere, per correttezza di dibattito, di portare dati e prove a sostegno della tesi. Ma siccome non puoi farlo perchè quei numeri ti smentirebbero (la Juve NON HA meno ammonizioni degli altri, NON ha più rigori a favore nè meno rigori contro. Spiace), allora viri sull'opinabile, su ciò che "dovrebbe essere fischiato" in base a non si capisce cosa. No. Lo faccio perchè trovo ridicolo e avvilente poter anche solo pensare che una partita di calcio possa essere influenzata da una mancata ammonizione per simulazione. Una volta erano i gol-non gol e i rigori; arrivata la GLT si è detto che il problema erano i rigori; arrivata la VAR adesso il problema è la gestione dei cartellini; quando i numeri smentiscono una gestione dei cartellini favorevole ad una squadra, il problema diventa "eh ma le simulazioni", "eh ma i momenti". Ripeto, prossimo passo l'oroscopo. "Eh ma se dai un rigore quando sai che il portiere ha Venere in quinta casa falsi la partita" Appunto. Parli di ciò che non rientra nelle statistiche perchè cosi resti nell'ambito dell'opinabile, del "secondo me quel fallo andava fischiato", e cosi non corri il rischio di essere smentito. Molto comodo. Peccato che il modo per vedere se una squadra sia più o meno sanzionata esiste, ed è il semplicissimo calcolo che ho fatto io. Che dice l'opposto. Dicendo infatti una colossale ca**ata, facendo una figura barbina e venendo giustamente preso per i fondelli da un intero paese. Un rigore al 85esimo può essere invalidante quanto uno al decimo minuto. Tu puoi sostenere "eh ma all'85esimo poi non hai più tempo di recuperare", io posso dire "al decimo ti mette in discesa una partita, permettendoti di gestirtela tatticamente". È, appunto, opinabile.
×
×
  • Create New...