Jump to content

AryaSnow

Guardiani della Notte
  • Content Count

    17,675
  • Joined

  • Last visited

About AryaSnow

  • Rank
    Assassina al servizio della Barriera

Contact Methods

  • Website URL
    http://img691.imageshack.us/img691/5452/avarya6.jpg

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

2,206 profile views
  1. "Mastro" non mi convince, mi sembra poco adatto a un ruolo politico. Preferisco "signore". Per "lord" usiamo già quel termine specifico lì, quindi non vedo grande confusione. Se no preferisco qualche altro termine alternativo a "mastro", ad esempio "Dominatore" o comunque qualche altro termine che faccia pensare a una posizione di potere. Comunque per me ok "signore".
  2. Per il primo paragrafo, se le altre sono state usate, per forza la 2. Per il secondo paragrafo, la 4.
  3. Primo Cavaliere del Re —> 2 Preparativi di guerra —> 5 La Battaglia delle Acque Nere —> 1, 3, 5
  4. Preferisco leggermente il 3d, ma ok pure l'altro.
  5. AryaSnow

    Macchia

    {{Personaggio | Nome = Macchia | Apparizioni = [[A Clash of Kings]] }} [[Macchia]] è un giullare, originario di [[Volantis]], che dal [[278]] serve a [[Capo Tempesta]] e [[Roccia del Drago (Castello)|Roccia del Drago]].<ref name="ACOKAB">[[ACOK - Appendici#Appendice B|ACOK - Appendice B]]</ref> __TOC__ == Descrizione fisica == Macchia ha la pelle tatuata, dal collo alla testa, con quadrati a scacchi rossi e verdi.<ref name="ACOK00">[[ACOK00]]</ref> Ha una corporatura molle e obesa.<ref name="ACOK00" /> Indossa in testa un elmo fatto da un vecchio cesto di latta, con delle corna di cervo adornate da campanelle. <ref name="ACOK00" /> == Descrizione psicologica == Prima di essere vittima del naufragio, Macchia è un giullare estremamente arguto e agile, in grado di esibirsi come giocoliere, formulare indovinelli ed eseguire giochi di prestigio. E’ inoltre dotato di una bella voce e capace di cantare in quattro lingue diverse.<ref name="ACOK00" /> Dopo il naufragio, Macchia perde la ragione e dimentica tutte le proprie abilità. Continua a prestare servizio come giullare, ma senza riuscire a divertire nessuno eccetto [[Shireen Baratheon]]. E’ solito cantare versi strani e incoerenti, talvolta inquietanti. Si muove facendo dei goffi saltelli e tremolando. <ref name="ACOK00" /> == Resoconto biografico == Durante la sua giovinezza, Macchia serve come schiavo a [[Volantis]]. Quando [[Steffon Baratheon|Lord Steffon Baratheon]] visita la città, viene colpito dalle sue capacità e compra la sua libertà per portarlo con sé a [[Capo Tempesta]]. Tuttavia, durante il tragitto, la nave viene compita da una violenta bufera nel [[Golfo dei Naufragi ]]. Macchia sopravvive a stento, ma perde completamente il senno e tutti i talenti che lo contraddistinguevano. Viene riportato in riva dalle onde il terzo giorno dopo il naufragio e ritrovato privo di sensi dal [[Maestri|Maestro]] [[Cressen]], che vedendolo privo di coscienza lo ritiene morto. Macchia si risveglia solo quando [[Jommy]] lo afferra per le caviglie per trascinarlo verso il carro delle sepolture. Vedendo il triste stato in cui è ridotto, il castellano [[Harbert|Ser Harbert]] propone di porre fine alla sua esistenza, ma [[Cressen]] insiste per lasciarlo vivere, e così Macchia rimane alla corte della [[Nobile Casa Baratheon|Casa Baratheon] .<ref name="ACOK00" /> Dopo la nascita della figlia di [[Stannis Baratheon]], [[Shireen Baratheon|Sireen]], Macchia diventa il giullare della bambina e inizia a tenerle sempre compagnia.<ref name="ACOK00" /> Nel [[299]], quando a [[Roccia del Drago]] arriva un [[Corvi bianchi|corvo bianco]] per annunciare l’inizio dell’autunno, accompagna [[Shireen Baratheon|Shireen]] nella sua visita a [[Cressen]] per vedere l’uccello. Mentre i due conversano, Macchia resta con loro cantando ogni tanto i suoi versi bizzarri. Quando canta il verso su delle ombre danzanti, la bambina si spaventa e gli chiede di smettere.<ref name="ACOK00" /> Quella stessa sera, Macchia partecipa al banchetto indetto da [[Stannis Baratheon|Stannis]] nella [[Roccia del Drago (Castello)#La Sala Grande|Sala Grande]]. Quando [[Cressen]] fa il suo ingresso nella sala, il giullare non si accorge del suo arrivo e per sbaglio lo urta, facendolo cadere e scatenando le risate dei presenti. [[Melisandre]] deride il [[Maestri|maestro]] per il suo scetticismo sul culto di [[R’hllor]] e, sentando Macchia cantare di nuovo i versi sulle ombre, commenta ironicamente che il giullare è più saggio di lui, posizionando il cappello di latta sulla testa dell’anziano sapiente. Poco dopo, quando seduto al tavolo [[Cressen]] sminuisce di nuovo i poteri di [[R’hllor]], [[Selyse Forent|Selyse]] e [[Stannis Baratheon]] ordinano a Macchia di fargli indossare di nuovo il cappello.<ref name="ACOK00" /> Mentre [[Melisandre]] celebra il rituale del rogo delle statue dei [[Sette Dei]] e dell’estrazione di [[Portatrice di Luce]], Macchia canta un altro dei suoi misteriosi versi. <ref name="ACOK00" /> Nello schedone abbiamo racconto anche i diversi versi di Macchia. Non so se vogliamo riportarli nella wiki. Se vogliamo riportarli, sono questi: Canta "Sotto il mare, gli uccelli hanno scaglie invece di penne. Lo so io, lo so io, oh, oh, oh" Canta "E' sempre estate sotto il mare. Le sirene portano coralli nei capelli e indossano gonne di alghe argentate. Lo so io, lo so io, oh, oh, oh" Canta "Sotto il mare, nevica all'insù. E la pioggia e secca come vecchie ossa. Lo so io, lo so io, oh, oh, oh" Canta "Le ombre vengono per danzare, mio signore, danza anche tu. Le ombre vengono per restare, mio signore, resta anche tu" Durante il banchetto canta "Ecco che noi mangiamo pesce. Ma sotto il mare è il pesce a mancgiare noi. Lo so io, lo so io. oh, oh, oh" Quando Melisandre invita Cressen a indossare per la seconda volta il suo cappello canta "Sotto il mare, nessuno porta il cappello. Lo so io, lo so io, oh, oh, oh" Durante il rituale sei sette dei, poco prima dell'estrazione di Portatrice di luce, compare alle spalle di Davos cantando "Sotto il mare, il fumo sale e bolle. E le fiamme ardono nere e verdi e blu. Lo so io, oh-oh-oh" == Capitoli == {{#dpl: suppresserrors=true | category = Capitoli di Cressen | category = A Clash of Kings | mode = inline | inlinetext = &nbsp; &bull; &nbsp;}} == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:Città Libere]] [[Categoria:Giullari]] [[Categoria:MP]] [[Categoria:Personaggi]] [[Categoria:Terre della Corona]] [[Categoria:Terre della Tempesta]] </noinclude>
  6. AryaSnow

    Emmon Cuy

    Per me tutte ok le modifiche. Sull'altopiano non ricordo se è stato detto apertamente. Sullo schedone non trovo questa informazione e anche nelle appendici della nostra wiki non trovo informazioni sui Cuy. Non abbiamo nemmeno la scheda di tale casata per ora, l'unica cosa indicata nello schedone è che hanno giurato fedeltà Renly in effetti.
  7. AryaSnow

    Emmon Cuy

    {{Personaggio | Nome = Emmon | Cognome = Cuy | Soprannomi = Emmon il Giallo | Titoli = Ser | Casata = [[Nobile Casa Cuy]] | Organizzazioni = [[Guardia Arcobaleno]] | Apparizioni = [[A Clash of Kings]] | StemmaF = St_Cuy }} [[Emmon Cuy|Ser Emmon Cuy]] è un cavaliere, membro della [[Guardia Arcobaleno]] di [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Renly Baratheon]].<ref name="ACOKAC">[[ACOK - Appendici#Appendice C |ACOK - Appendice C]]</ref> __TOC__ == Descrizione fisica == Indossa un'armatura ornata di girasoli.<ref name="ACOK33">[[ACOK33]]</ref> == Resoconto biografico == Allo scoppio della [[Guerra dei Cinque Re]] decide di schierarsi con [[Renly Baratheon]], appoggiando la sua pretesa al [[Trono di Spade|trono]] ed entrando nella sua [[Guardia Arcobaleno]] con il colore viola.<ref name="ACOKAC" /> Marcia quindi verso [[Approdo del Re]] insieme al vasto esercito di [[Renly Baratheon|Renly]] e partecipa al banchetto che si tiene dopo la [[Mischia di Ponte Amaro|mischia di Ponte Amaro]].<ref name="ACOK22">[[ACOK22]]</ref> Fa parte del quarto di esercito di [[Renly Baratheon|Renly]] che lo segue a [[Capo Tempesta]], cinta d’assedio dal pretendente rivale [[Stannis Baratheon]]. Dopo il fallimentare colloquio tra i due fratelli [[Nobile Casa Baratheon|Baratheon]] e la riunione nel padiglione reale che ne segue, riceve l'incarico di stare accanto al suo signore durante la battaglia.<ref name="ACOK31">[[ACOK31]]</ref> La notte dell'omicidio del suo sovrano, è uno dei membri della [[Guardia Arcobaleno]] a sorvegliare l'ingresso del padiglione reale e accorre subito sul luogo del misfatto insieme a [[Robar Royce (Ser)|Ser Robar Royce]]. Vedendo il corpo di [[Renly Baratheon|Renly]] esanime tra le braccia di [[Brienne Tarth]] accusa la donna di omicidio e, dopo aver afferrato un'ascia impilata all'ingresso della tenda, la aggredisce. Dato che [[Brienne Tarth|Brienne]] intercetta il colpo tagliando di netto l'impugnatura dell'arma, estrae la propria spada e riparte all'attacco. Anche questa volta però la guerriera riesce a contenerlo, fino a quando non interviene a fermarlo lo stesso compagno [[Robar Royce (Ser)|Ser Robar Royce]] insieme a [[Catelyn Tully|Catelyn]], che lo colpisce in testa con un braciere. Il colpo non ferisce Emmon grazie alla protezione dell'elmo, ma lo costringe a cadere in ginocchio.<ref name="ACOK33" /> Poco dopo fa il suo ingresso nel padiglione reale [[Loras Tyrell|Ser Loras Tyrell]], che alla vista del corpo esanime di [[Renly Baratheon|Renly]] viene trascinato da un impeto di furia cieca che lo porta ad aggredire e uccidere i cavalieri lì presenti. Tra le vittime vi è anche Ser Emmon<ref name="ACOK36">[[ACOK36]]</ref>, che in punto di morte giura che la colpevole del regicidio è [[Brienne Tarth|Brienne]]<ref name="ACOK42">[[ACOK42]]</ref> == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:Altopiano]] [[Categoria:EP]] [[Categoria:Guardia Arcobaleno]] [[Categoria:Guerra dei Cinque Re]] [[Categoria:Nobile Casa Cuy]] [[Categoria:Personaggi]] [[Categoria:Ser]]</noinclude>
  8. Citazioni Paragrafo 1: 1) "Non aver paura, mia lady. Sono quasi un uomo adulto, e per combattere non uso certo spade di legno come i tuoi fratelli. L'unica cosa che mi serve è questa". Sfoderò la spada e gliela mostrò. Dopo averla scritta mi sono resa conto che è un po' ambigua 2) "Un garzone di macellaio che vuole essere un cavaliere, giusto?" Joffrey volteggiò a terra, spada in pugno. "Coraggio, garzone di macellaio, raccogli la tua lama di legno." Gli occhi del principe scintillavano di eccitazione. "Vediamo come ti batti da cavaliere." Paragrafo 2: "Entrambe hanno il cuore molle, come tutte le donne. Fino a quando io sarò re, mai il tradimento resterà impunito. Ser Ilyn, portami la sua testa!" Paragrafo 3: 1) "Un barile dalle cantine!" tuonò il re, balzando in piedi. "Voglio godermi lo spettacolo mentre ci annega dentro!". 2) "E' stato catturato dagli Stark e abbiamo perso Delta delle Acque, e adesso quello stupido fratello di Sansa si fa chiamare re," Il nano fece una smorfia che doveva essere un sorriso: "Di questi tempi, c'è un mucchio di gente stupida che si fa chiamare re". 3) "La paura è meglio dell'amore, dice la mamma. E lei" Joffrey indicò Sansa. "ha paura di me." Paragrafo 4: 1) "Gli dei sono generosi. Sono libero di seguire il mio cuore. Sposerò tua sorella, cavaliere, e ne sono felice." 2) Joffrey balzò in piedi: "Sono io il re! Uccidetelo! Uccidetelo! Lo comando!" e assestò un pugno sul bracciolo, con un gesto impulsivo, pieno di rabbia... dalle sue labbra carnose sfuggì un latrato di dolore: uno degli affilati rostri d'acciaio dello scranno appartenuto ad Aegon il Conquestatore lo aveva tagliato. In un attimo, il soffice tessuto color porpora della sua manica assunse una tonalità rosso cupo, inzuppandosi di sangue. Joffrey invocò: "Mammaaaa!...".
  9. Io terrei questi due pezzi qui, perché li trovo indicativi della personalità del personaggio e del suo modo di rapportarsi al regno Nel frattempo, mentre la popolazione è sempre più affamata per via dei blocchi ai rifornimenti provocati dalla guerra, il giovane sovrano trascorre il proprio tempo giocando con una balestra, esercitandosi senza particolare successi a colpire lepri.<ref name="ACOK17" /> Quando [[Tyrion Lannister (il Folletto)|Tyrion]] gli procura una nuova balestra, proveniente da [[Myr]] e capace di lanciare tre dardi alla volte, Joffrey si dedica subito a provarla, disertando la corte di giustizia del re e lasciandola così nelle mani del [[Tyrion Lannister (il Folletto)|Folletto]]. <ref name="ACOK25">[[ACOK25]]</ref> Così però sembra che Tyrion ci tenga particolarmente che Joffrey comandi le catapulta, quando invece questa è una cosa che vuole in particolare Joffrey per la storia degli Uomini Cervo. A Tyrion interessa semplicemente che stia sulle mura. Riformulerei un po'. In vista dell'imminente [[Battaglia delle Acque Nere|attacco]] di [[Stannis Baratheon]] ad [[Approdo del Re]], su desiderio di [[Tyrion Lannister (il Folletto)|Tyrion]] a Joffrey viene assegnata una posizione sulle mura della città, in modo da lasciarlo al riparo delle mura e protetto dalle [[Guardia Cittadina di Approdo del Re|Cappe Dorate]] ma al tempo stesso essere ben visibile dai suoi soldati così da infondere loro coraggio.<ref name="ACOK54">[[ACOK54]]</ref> Gli viene inoltre affidato il comando delle [[Tre Puttane]]<ref name="ACOK57">[[ACOK57]]</ref>, Qui lascerei la parte prima, perché se no sembra che subito dopo la proposta di matrimonio si passi ai prigionieri, quando invece non è così. Al massimo possiamo scriverlo in forma più abbreviata, tipo "Dopo una serie di ricompense ad altri alleati".
  10. Per me è tutto ok. Upperei, se solo riuscissi a loggarmi
  11. Ok, allora qui metterei solo una breve frase con link ai corvi bianchi. Tipo "I messaggi più importanti vengono affidati ai [[Corvi bianchi]], più forti e intelligenti dei comuni corvi messaggeri".
  12. Il fatto di poter pronunciare alcune parole però è una caratteristica che hanno anche i corvi normali.
  13. Mah questo non saprei, visto che quasi sicuramente Loras sarebbe morto stecchito
  14. Voto Eddard anche se mi piace più di alcuni altri ancora in gioco, perché mi ha convinto questo motivo
×
×
  • Create New...