Jump to content

Maya

Guardiani della Notte
  • Content Count

    5,712
  • Joined

  • Last visited

About Maya

  • Rank
    GdN in the Sky with Diamonds
  • Birthday 06/15/1980

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

  1. Maya

    Ma Game of Thrones è davvero una serie valida?

    In realtà, qualsiasi opzione poteva anche andar bene. Il problema è che, come ne stiamo discutendo noi qui, non è stato fatto nella narrazione. Mi spiego. Tutte queste ipotesi, sono esattemente questo: ipotesi, frutto di una nostra interpretazione, fatta a posteriori e senza molti elementi nel "testo" che le confermino o le smentiscano inequivocabilmente. Queste chiamiamole "prove" non ci sono perché l'ipotesi è sbagliata oppure perché erroneamente non sono state messe? Su questo punto si basa, in fondo, la questione della validità della serie (beh, uno dei punti... comunque un punto importante ) Per essere efficace un colpo di scena, quando ti scoppia in faccia, deve farti ricollegare in un secondo tutta un serie di elementi, che precedentemente avevi trascurato o considerato marginali e che improvvisamente, come scopri, sono invece decisivi. Un colpo di scena è valido se funziona nella testa, più ancora che nello stomaco. A me invece sembra che il colpo di scena di Arya - in realtà non solo quello - sia solo del secondo tipo. Le mie perplessità riguardano soprattutto la costruzione di alcuni colpi di scena e svolte decisive. Alcuni. Non tutti.
  2. Una scelta molto rivoluzionaria che, già solo per questo, potrebbe addirittura essere premiante, gettando uno spartiacque importante tra Instagram e gli altri social. Leggevo che tra le principali motivazioni c'è la diffusione "ossessione" per il feedback che, in alcuni casi (più di quanti non si immagina, a quel che ho capito), ha portato a degenerazioni comportamentali - volendo usare un eufemismo - "allarmanti",, tra cui anche l'esibizione di esplicita violenza. Ora, chiaro che "generalizzare è peccato", oltre che sbagliato. Tuttavia, trattandosi di un social nato per mostrare, non dovrebbe sorprendere più di tanto che il fine di molti contenuti sia il feedback. Vedremo come andrà il test. Sono curiosa di capirne l'impatto nel mercato degli influencer. E' un male perché di fatto leva uno strumento di validazione dell'attività oppure un bene perché fa emergere la qualità, mettendo anche all'angolo pratiche scorrette di gestione del canale?
  3. Maya

    Ma Game of Thrones è davvero una serie valida?

    Personalmente io ho trovato da subito fuori da ogni grazia la spiegazione "Jon era troppo scontato". Spero tanto fosse una boutade, altrimenti dovrei pensare ad un'implicita conferma del fatto che la "ricerca ossessiva del colpo di scena ad ogni costo" ha finito per "papparsi" qualsiasi logica narrativa di senso legata alla verosimiglianza.
  4. Maya

    Ma Game of Thrones è davvero una serie valida?

    A voler essere del tutto giusti, per rispondere alla domanda se siamo di fronte ad una serie valida o meno, penso si debba considerare Game of Thrones nella sua interezza, senza escludere, ma neppure senza focalizzarsi sulla stagione finale (il cui peso, però, sicuramente non è poco eh Una storia si giudica in buona parte dal finale ). Se la considero nel suo complesso, secondo me, è una serie valida. Ci sono stati tanti momenti davvero epici ed epocali. Il livello di coinvolgimento e intrattenimento è stato altissimo in tanti momenti e nella maggioranza delle stagioni. Se ne parlerà per molti e molti anni, ma a volte mi chiedo se e come la guarderà la prossima generazione. Sarà ancora attuale oppure questo tipo di "linguaggio" sarà stato ampiamente superato? Non lo so. Di sicuro consiglierei e la consiglierò Game Of Thrones. Nonostante questo, però, non la ritengo un capolavoro. Tante cose a livello di trama sono state gestite male, a mio avviso, e il fatto che non fosse un compito semplice è una giustificazione davvero molto parziale.
  5. Maya

    Ma Game of Thrones è davvero una serie valida?

    In effetti, hai ragione. Il risultato in termini di critica però non è stato proprio pessimo, a dirla tutta. Tuttavia, i primi due episodi della stagione, che dovevano essere "preparatori" della battaglia in questione, sono andati meglio. Questo, secondo me, è abbastanza indicativo. In generale, la critica professionale e di pubblico non è stata particolarmente lusinghiera rispetto all'ottava stagione di Game of Thrones - come confermano i valori aggregati di rating Rotten Tomatoes (https://www.businessinsider.com/game-of-thrones-final-episodes-hated-by-critics-rotten-tomatoes-2019-5?IR=T#season-8-episode-4-the-last-of-the-starks-4) - con il minimo "storico" raggiunto dalla puntata 8x05. Vado a memoria, ma mi pare che "The Bells" abbia ottenuto, in questo senso, il peggior risultato in otto stagioni. Poi, va detto, che le aspettative erano molto alte, che misurandosi con se stessa neppure era facile avere sempre valori "top" e che, se paragonata con molto altro, i peggiori risultati di GoT sono comunque migliori di altre serie TV.
  6. Maya

    Riassunto puntata 2x08

    Theon&Asha 5 (ma andrebbe un po' schiarita) Robb: 1 Qhorin&Jon: 1 Cersei,Tyrion,Ros: 3 Dany&Jorah: 2 o 4
  7. Maya

    Quanto durerà il regno? E dopo?

    Così già potrebbe avere un po' di senso. Resta il fatto che a questo finale spero Martin ci arrivi con un po' più di preparazione.
  8. Maya

    Politica internazionale

    Una catastrofe annunciata. Sarebbe bastato interpellare gli analisti. Forse anche qualche passante per strada. Il problema è che i numeri predittivi, per quanto "neri", scuotono gli animi meno degli slogan.
  9. Maya

    Quanto durerà il regno? E dopo?

    Questa riflessione è quella che mi fa dubitare del fatto che questo finale possa essere anche quello di Martin. Dopo aver speso tempo ed energie nella costruzione di un mondo verosimile, dettagliandone la storia, la cultura e le tradizioni, butterebbe tutto al vento solo per un alquanto improbabile e discutibile colpo di scena finale?
  10. Maya

    Consigli sulla lettura

    Non so se ti sono già stato suggeriti: - Arthur Conan Doyle per la celeberrima saga che vede come protagonista Sherlock Holmes, ma anche per il mondo perduto che ha ispirato il filone di Jurassic Park - H. G. Wells (La guerra dei mondi, l'uomo invisibile, la macchina del tempo ecc.) e Edgar Allan Poe (i racconti principalmente), entrambi "visionari" ai loro tempi e direi ancora abbastanza moderni. - l'imbattibile Agatha Christie che però mi pare ti sia già stata indicata
  11. Maya

    Edmure Tully (Lord)

    per le citazioni voto: 3-1-3
  12. Maya

    Consigli sulla lettura

    Ma ti interessano solo i classici o anche la letteratura contemporanea?
  13. E quando mai ho parlato di "cani e porci", scusa? Mi sa che hai frainteso il mio discorso. Quel che intendevo nella fase che hai evidenziato è che, prima della serie TV, probabilmente molti lettori - inteso come gente che ha l'abitudine di leggere, frequentare librerie e così via - e anche forti lettori - quelli cioè che leggono davvero un sacco e in libreria ci lasciano mezzo stipendio - magari neppure conoscevano ASOIAF e Martin o semplicemente, anche conoscendolo o trovandolo su uno scaffale, non lo avrebbero preso in considerazione, magari - come nel mio caso - definendosi "non amanti del genere fantasy". La serie quindi ha avuto il merito di mostrare l'opera, anche al di là di una definizione preconfezionata. Poi ben venga se la serie ha portato alla lettura di questo libro e da qui di altri ancora, "cani e porci" (etichetta alquanto discutibile per definire sia chi non sa leggere, sia chi non legge abitualmente... anche perché a un certo punto ognuno ha le sue passioni). Magari la lettura diventasse un fenomeno di massa!
  14. Comunque, sicuramente è vero che tanti sono arrivati ai libri attraverso la serie (ne abbiamo riscontro regolarmente qui sul forum). E' però vero anche il contrario. Sicuramente vale nel mio caso. Io ho visto la prima e forse anche la seconda stagione dopo la messa in onda, quando cioè avevo letto i primi tre libri. Avevo una vaga conoscenza dell'esistenza di GoT per via degli spot su Sky, ma trattandosi di una saga fantasy non mi era passato nemmeno lontanamente per la testa di vederla. C'ho messo anche po' dopo ad abbinarla ai libri. Insomma, se ad un certo punto un'amica non mi avesse regalato i primi due libri con la dedica "a te che piacciano i romanzi storici" intendendo, come mi disse poi, che per quanto fantasy avevano un'impostazione più di tipo storico,, non avrei mai e poi mai preso in considerazione i libri, mai visto la serie... e in effetti oggi non sarei qui (e quest'ultima cosa magari per qualcuno sarebbe stato un bene ). Questo per dire che, sì, ben prima della serie ASOIAF era piuttosto nota e Martin già acclamato in certi ambienti letterari (diversamente, come avete detto, HBO non ci avrebbe messo su tanti soldi). Tuttavia, probabilmente, al di fuori di questi contesti, lui e la sua opera erano abbastanza sconosciuti prima di GoT. Senza una base di notorietà non ci sarebbe mai stata la serie, senza la serie molti lettori (anche forti lettori) non sarebbero mai arrivati ad ASOIAF. E senza una fortuita combinazione di circostanze (i primi due libri mi sono stati regalati in un momento in cui non avevo proprio nulla da leggere e avevo una lunga Estate davanti) io non sarei qui (quest'ultima cosa, ok, possiamo metterla nella rubrica "ecchisene..." ).
  15. Maya

    Cosa chiederesti?

    Non è il mio autore preferito, ma a Martin chiederei di darsi una mossa. Ho capito che lui ha grande fiducia sulle sue capacità mnemoniche, ma io ne ho poca delle mie e andando avanti così a stento ricorderò le linee generali della storia. Chiederei anche alla Rowling non farci aspettare troppo prima di darci il prossimo capitolo della saga di Cormoran Strike e Jo Nesbo di non mollare la serie di Harry Hole. Ora penso a cos'altro chiedere e a chi.
×