Jump to content

Maya

Guardiani della Notte
  • Content Count

    7,000
  • Joined

  • Last visited

About Maya

  • Rank
    GdN in the Sky with Diamonds
  • Birthday 06/15/1980

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

7,439 profile views
  1. @Lyra Stark Ti posso garantire che in totale autonomia di pensiero e senza curarmi troppo di chi potrebbe essere d'accordo con me sono arrivata a sostenere che questa cosa dell'umiliazione come strumento per la crescita sia una clamorosa sciocchezza. Che poi ci sia chi confonde giudizio con umiliazione è sicuro, ma restano due cose diverse nella sostanza oltre che dal punto di vista semantico. Se l'esperienza sul campo fosse il presupposto ultimo per validare la conoscenza, la ricerca scientifica si sarebbe arenata da secoli nell'analisi del mondo sensibile. Invece il nostro sguard
  2. Secondo me, qui si parla di cose molto diverse. L'umiliazione non è dire a un ragazzo o a una ragazza: non hai studiato, potevi fare meglio, non si copia da Internet ecc. L'umiliazione implica il creare uno stato di vergogna attraverso l'avvilimento e la mortificazione dell'individuo. Implica un giudizio fortemente negativo dato alla persona e non all'azione. L'insegnante è chiamato o chiamata ad offrire un giudizio rispetto al compito svolto: fa proprio parte del suo ruolo. Non è questo in discussione - redo - quanto piuttosto i casi (che per fortuna sono isolati e non una prassi) in cui il o
  3. In effetti viene da chiedersi dove porre il confine tra l’umiliazione come fondamentale strumento per la crescita e l’umiliazione come atto di bullismo. Il professore protagonista del caso - ammesso che il caso in sé esista, naturalmente - sarebbe giustificato dal ruolo di educatore? Come dobbiamo giudicare un atto di questo tipo: bullismo, come suggerisce @Euron Gioiagrigia , oppure intervento educativo e quindi utile per la crescita dell’individuo?
  4. Questo è indubbio. Quello che non condivido è il fatto di innalzare l'umiliazione a strumento educativo. Soprattutto alla luce della riflessione - giustissima, a mio avviso - di lavorare sulla persona che è stata artefice di bullismo in termini di recupero, piuttosto che "scaricarla" al di fuori del sistema scolastico. In quest'ottica, sono d'accordo con @Jacaerys Velaryon: sarebbe stato più appropriato parlare di "umiltà". Oppure, aggiungo io, di "presa di coscienza" o "consapevolezza" che possono derivare dall'impegno sociale. C'è una bellissima poesia che dice: "Se un bambino vi
  5. "Noi dobbiamo ripristinare non soltanto la scuola dei diritti, ma anche la scuola dei doveri. Quel ragazzo deve fare i lavori socialmente utili, perché soltanto lavorando per la collettività, per la comunità scolastica, umiliandosi anche, evviva l’umiliazione che è un fattore fondamentale nella crescita e nella costruzione della personalità". Se questa, come credo, è l'esatta trascrizione del discorso di Valditara, il titolo non è affatto fuorviante. Al più possiamo parlare dei limiti nell'interpretazione dovuti alla mancata contestualizzazione, ma un problema che si ha con qualsiasi tito
  6. Ovviamente qui si parlava di opzione donne 2023, cioè dell' ultimo aggiornamentoOpzione donna finora non includeva affatto il criterio della maternità, o sbaglio? Mah guarda io l’ho interpretata esattamente nel modo evidenziato ed è esattamente sulla base di questa interpretazione che me ne sono fatta l’idea di un provvedimento “distorto” è poco centrato. Poi si tratta della mia opinione ovviamente. Ci sta anche che ci possa essere chi plaude all’iniziativa. “Fare figli è di destra”? Ma chi lo dice?
  7. Sono assolutamente d'accordo. Non volevo stabilire una classifica di merito. Il punto è che mentre per alcuni non avere figlie è una scelta fatta serenamente, assolutamente legittima e sacrosanta, per altri non lo è. E conoscendo tante persone che rientrano in quest'ultimo caso ho provato a immaginare quanto un'iniziativa come quella di cui discutiamo possa suonare non solo genericamente ingiusta, ma specificatamente crudele. Tutto qui.
  8. My two cents. Il vero problema dell'opzione donna non è il privilegio o il diritto che rappresenta quanto piuttosto la presa per i fondelli che rappresenta: ti diamo un aiuto quando non ne hai più bisogno, facciamo qualcosa per le famiglie senza farlo davvero. Le famiglie (intese come genitori non solo come madri) hanno bisogno di sostegno (economico ma a volte anche banalmente pratico) quando arriva la prole non quando la prole, a propria volta, sta producendo altra prole. Sarebbe stato molto più utile e "corretto" estendere il congedo parentale ai papà. Ma tutto questo è stato detto.
  9. Ma secondo non è una difesa dell'operato della sinistra (o più in generale dell'opposizione), ma piuttosto una critica. C'è ben poco di lusinghiero nel definire qualcuno (in estrema sintesi e volendo usare un eufemismo): "pollo".
  10. No, è una teoria elaborata da alcuni analisti e proposta da alcuni media. Non è una campagna della sinistra che, anzi, secondo la teoria del trollaggio starebbe cadendo in pieno nel tranello. Una settimana qui e l'altra pure siamo qui a discutere dell'ennesima polemica sterile perché? Perché abboccano come tanti pesci in un piccolo lago. In che senso? Chi salva le chiappe a chi? 1) sono d'accordo 2) sono abbastanza d'accordo. Sarebbe infatti davvero surreale se di fronte alla richiesta dell'opposizione di conoscere le soluzioni che si vuole intr
  11. Diciamo che è comunque fa riflettere il fatto che Meloni, a cui sembrerebbero non interessare i temi legati all'incisività linguistica considerandoli anzi delle inezie irrilevanti, come prima cosa abbia tenuto a precisare (lei o chi per lei... la cosa poi è finita nel solito palleggio all'italiana) di voler essere chiamata il/la presidente signor/signora ecc. In effetti, anche io se volessi distrarre l'attenzione generale dal fatto che non ho reali soluzioni per i problemi più pressanti giocherei la carta "buttiamola in caciara" che, come dimostrano i fatti, funziona sempre.
  12. Se ho ben capito, il senso ultimo del pezzo de’ Il Foglio - ma mi pare di aver letto qualcosa di simile settimane fa anche su Domani - è la teoria del “trollaggio” spero cui Meloni e il suo esecutivo starebbero volutamente focalizzando l’attenzione su argomenti meno rilevanti (dal loro punto di vista) per spostarla da temi caldi per cui non hanno realmente risposte o hanno risposte che vanno a sbattere con gli impegni assunti e le promesse fatte in campagna elettorale. Il PD abbocca all’amo con semplicità disarmante: invece che incalzarli sulle questioni urgenti si fa trascinare in polemiche s
  13. Il missile che ha colpito la Polonia è stato probabilmente utilizzato dall'Ucraina per tentare di abbattere uno dei 100 che stavano cadendo su grandi città come Kyiv o Leopoli e colpendo non obiettivi militari ma civili. Davvero vogliamo usare questo specifico episodio per sostenere una tesi come quella esposta da Trump Jr. (che poi la storia dell'albero e la mela... ha una sua logica)?
  14. Sembrerebbe che i russi si siano lasciati alle spalle una bella devastazione tra infrastrutture distrutte e danneggiate: https://www.ilpost.it/2022/11/13/situazione-kherson-liberata/ Per non dire dei danni alle persone. Leggevo di fosse comuni tipo Bucha. Vedendo tante scene di festeggiamenti per la liberazione mi sono detta che ne fa di rumore quel 10% che non ha votato per l'annessione alle "regolarissime" votazioni di fine Settembre. O magari dopo un mese e mezzo in tanti avranno cambiato idea... chissà!
  15. forse non mi sono spiegata: l’uso della forza per sedare una protesta per me è inaccettabile. Ergo non sono d’accordo con il significato letterale che emerge dalla frase incriminata. E con questo, per quel che mi riguarda, metto un punto su quella che è diventata una polemica sterile.
×
×
  • Create New...