Jump to content

Maya

Guardiani della Notte
  • Content Count

    6,753
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Maya

  1. "Ogni mercante d'arte e antiquariato li sa riconoscere. Opere che tornano e risonano. Forse per qualcun altro, che non è antiquario, non si tratta di un oggetto. Può essere una città, un colore, un'ora del giorno. Il chiodo su cui il tuo destino tende a impigliarsi e a strapparsi".
  2. Grande e grosso com’è e con tutti i successi e l’esperienza che ha, Ridley Scott aveva davvero bisogno di un’auto giustificazione così da “boomer” (concordo con @Il Lord sul termine )? Ma poi, ammesso e assolutamente non concesso che sia genericamente applicabile la visione del millennial lobimitazzato dal digitale (spoiler: non lo è), ma non è che piuttosto ha sbagliato lui qualcosa tipo scelta del linguaggio, target di audience ecc.? Poi il film non l’ho visto e per altro ne sento dire bene. Secondo me, semplicemente sono anni molto incerti per il cinema.
  3. “Fight club” di C. Palahniuk? Me la ricordo dal film omonimo
  4. Beh, con il Super Green Pass i non vaccinati saranno praticamente emarginati socialmente. Non so quanto contribuirà a smuovere chi finora non si è voluto vaccinare finora con convinzione, ma magari gli altri..
  5. OK, provo a dirlo di nuovo: non ho mai parlato di dati manipolati dall'opinione pubblica (che poi... boh, magari le persone si fanno anche dei film loro. Che ne so?), ma trascurati oppure messi in secondo piano da alcuni media. Mi pare un po' estremo associare il complottismo con un po' di sana critica alla gestione dell'informazione. Ma nessuno ha mai negato l'aumento del numero di casi positivi. O sbaglio? Qualcuno ha scritto "no, non è vero i casi sono in calo"? O sbaglio? A me sembra che, semplicemente, sia stato sottolineato che il dato che deve allarmare non
  6. Non so se può essere di qualche conforto, ma io la penso esattamente come una pagina fa: - La preoccupazione è lecita, ma la situazione è migliore di un anno fa e questo è un fatto che non andrebbe trascurato. I positivi aumentano e anche questo è un fatto non trascurabile. Tuttavia, fintanto che (e sottolineo fintanto che) i casi gravi ospedalizzati e i decessi resteranno entro livelli contenuti personalmente (e sottolineo personalmente) mi sento moderatamente ottimista. Se invece per altri la situazione è tale da essere invece decisamente pessimisti, a me sta anche bene. Lo consi
  7. Probabilmente oggi non è neppure facile districarsi tra tanti contenuti a disposizione. Viviamo in un'epoca in cui facilmente ci si può trovare ad approcciarsi all'informazione in maniera "bulimica". Meglio sarebbe invece adottare una filosofia slow news: piuttosto che abbuffarsi di contenuti, rimbalzando da una pagina all'altra, selezionare poche fonti e approfondire una manciata di temi. Perché l'obiettivo numero uno non è fare informazione, ma avere l'attenzione del maggior numero di utenti/consumatori cui far masticare contenuti promo-pubblicitari così da alzare il va
  8. Onestamente le perplessità di alcuni genitori le capisco anche. I dubbi s'intrecciano con la "rabbia" del "se tutti gli eleggibili si vaccinassero, non sarebbe necessario mettere a rischio i bambini" che è un discorso viziato sotto tanti punti di vista, ma che - ripeto - posso anche capire. Vale però qui l'obiezione che gli stessi genitori che fanno simili discorsi sono magari gli stessi che non si sono mai posti il problema per gli altri vaccini. Vaccini che magari avevano una "storicità" diversa e quindi facevano certamente meno paura. Insomma, diciamo che non mi sento di mettere
  9. Ma di che valore si parla? Perché 4 è doppio di 2 ma resta un numero piccolo. E quanti casi dei positivi sono gravi? Quanto impattano sul SSN? Il punto è quella che dice @Phoenix: si tende a Non dico che non si debba prestare attenzione ma fermarsi alla percentuale di casi positivi in più da un giorno all’altro, da una settimana all’altra, senza spiegare cosa c’è dietro quel dato, a mio avviso finisce per fornire una visione incompleta. Non migliore o peggiore, positiva o negativa. Semplicemente incompleta. Ci va bene così?
  10. No, allora, capiamoci: io mi riferisco a dati ed evidenze che esistono e a cui non si dà rilevanza e questo, a mio parere, offre comunque una versione incompleta. Non sto parlando di notizie non affidabili, né sto suggerendo di affidarsi solo veladicoiolaverità.org. Sto parlando solo di mancanza di completezza nell’informazione. Fine. Se poi ti va proprio di accumunare quello che dico al pensiero “no vax”… che posso dire? Mi sa che ne possiamo andare avanti a parlare fino al 32 di Ottembre senza arrivare da nessuna parte.
  11. Di nuovo però si tratta di un’interpretazione di quello che io ho detto (o non detto). Io ho semplicemente detto che dal punto di vista mediatico mi sembra venga dato maggiore clamore a un aspetto della vicenda e non a un altro che - a mio parere - è invece altrettanto rilevante. Nel lavoro di un/una giornalista la notizia va data nella sua interezza, non solo la parte che fa più emozione, sensazione o comodo e così via. Non funziona così e dobbiamo, come utenti, iniziare a pretendere molto di più. Inoltre, ammesso e non concesso che far leva solo sugli aspetti più ne
  12. Mi pare una personalissima interpretazione del mio pensiero. Io ho solo detto che vedo il bicchiere mezzo pieno di fronte al fatto che, rispetto a un anno fa, i numeri sono più bassi e che nonostante il trend di crescita dei casi positivi - che nessuno nega sia un dato da tenere sotto controllo, anzi - la cosa positiva è che i malati gravi e i decessi sono molti meno di un anno fa. Mi pare che queste ultime siano evidenze. Se poi si vuole vedere il bicchiere mezzo vuoto focalizzandosi solo sull’aumento dei casi positivi, ok: è un diverso modo di approcciare al tema
  13. MODE MOD ON Attenzione a non uscire troppo dal perimetro della discussione, vale a dire la politica nazionale. La suddivisione del reddito tra i diversi ceti sociali e i trend relativi alla distribuzione della ricchezza è un po' border line. Buon proseguimento MODE MOD OFF
  14. Magari no... ma, secondo voi, non c'è comunque una "buona notizia" nel fatto che, nonostante ci siano più positivi (anche se molti meno vs. un anno fa) restino comunque ragionevoli i valori relativi alle terapie intensive, ai malati gravi e ai decessi? Non vuol dire che stiamo ben combattendo l'epidemia? A me sembra che dal punto di vista mediatico si faccia tanto più clamore sull'incremento dei tamponi positivi e molto meno sul totale dei casi ospedalizzati e sui decessi. Ok che le "buone" (relativamente) notizie non fanno notizia, però...
  15. I numeri però, almeno in Italia, mi sembra siano lontani da quelli dello scorso anno. Inoltre, parlare di positivi oggi è molto diverso nel momento in cui, come nel nostro caso, più dell'80% della popolazione ha fatto il richiamo e tanti si apprestano a ricevere la terza dose. Credo che l'obiettivo "zero casi" sia lontano e forse neppure al centro delle strategie in questa fase. Io mi focalizzerei piuttosto sul fatto che la maggioranza di coloro che contraggono il virus presentano sintomi lievi e guariscono senza cure particolari (aspetto su cui si punta poco l'attenzione). Ovvio c
  16. Purtroppo, non sono neppure casi isolati, da quanto leggo! Ecco, quello che cercavo di dire un po' di post fa è: nella narrazione che in generale accompagna il tema dell'interruzione di gravidanza, mi sembra che le parti in causa non ricevano tutte lo stesso trattamento. Commozione e comprensione sono riservate al feto che non diventerà mai vita, alla ginecologa e al ginecologo costretti a venire a patti con un aspetto certamente non gradevole della professione. In alcuni casi, un po' di commozione e un po' di comprensione ci sono persino per il padre che magari neppur
  17. Io ho deciso cosa, ma non quale... Spero di non ridurmi troppo all'ultimo.
  18. Nel frattempo, qui Babbo Natale è già passato... Adoro! Grazie al mio babbo!
  19. La deriva di un sistema che evidentemente non funziona correttamente e che evidentemente tiene in scarsa considerazione i diritti delle donne che scelgono di abortire (per non parlare delle ragioni alla base di una scelta tutt'altro che semplice) è questa: https://www.open.online/2020/10/02/feti-seppelliti-senza-consenso-della-donna-normativa/ https://www.ilpost.it/2020/10/01/feto-seppellire-aborto-insaputa-donna/ Per coloro che non possono o non vogliono aprire i link, il tema qui trattato è quello dei feti abortiti entro le 20 settimane (o "prodotti di concepime
  20. Bingo! È proprio L’incubo di Hill House di Shirley Jackson. A te, @Eddard Seaworth
  21. "La dura traversata" 3) "Ho forse attraversato mezzo mondo e ho assistito alla nascita dei draghi soltanto per morire in questo rovente deserto?" No, rifiutava di crederlo "Ospitalità a Qarth" 3) "Ho una corona, certo, ma sono anch'io una mendicante. Forse la più fulgida mendicante del mondo ma pur sempre una mendicante." "Di nuovo in viaggio" 1) In realtà, stava nuovamente fuggendo. Sembrava che tutta la sua esistenza non fosse altri che un'unica, interminabile fuga.
  22. No. Quando è stato pubblicato questo romanzo, Dorn non era ancora nato. Aggiungo che questo romanzo è considerato uno dei più famosi racconti di fantasmi del XX secolo. La mente che l'ha pensato è considerata un riferimento per la letteratura di genere da diversi contemporanei, tra cui Stephen King.
  23. Concetto che vuol dire tante cose. A questa affermazione qualcuno potrebbe ribattere che se rifiuti di realizzare un aborto salvi una vita, se invece accetti probabilmente ne salvi due o anche più. Ma di nuovo scivoliamo nella filosofia, nell'etica, nella morale, nel personale sentire ecc.. La legge non può tenere conto di vertondicimila motivazioni e intime convinzioni. Io concordo con @Lady Monica: chi sceglie ginecologia deve sapere che potrebbe anche dover procedere con un aborto. Sicuramente si decide di fare ginecologia per mille motivi che non hanno a che fare con l'aborto.
×
×
  • Create New...