Jump to content

*Khaleesi*

Utente
  • Content Count

    386
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by *Khaleesi*

  1. Beh dai non metà ma sono una buona parte se non ricordo male. I Frey sono più numerosi però, se ben ricordo tipo 4000
  2. Questa settimana sono ultra in ritardo e non ho ancora avuto tempo di leggere i capitoli, probabilmente rallenterò un po'. Però mi sento di quotare @Aegon il mediocre qui sopra. Essenzialmente la disfatta di Robb è a causa di Robb. Per un insieme di concause. A parte che secondo me non ha senso: Martin secondo me ha un po' forzato la cosa: va bene che si tratta di Robb quindi Stark quindi l'onore, onore della ragazza sopra il proprio (cala cala Robb che nemmeno tuo padre l'ha fatto) e tutto il resto, ma avrebbe potuto semplicemente tenerla come amante Jeyne e sposarsi Roslin e magari mettere al mondo qualche altro Snow e nessuno avrebbe detto nulla (tranne forse, ancora: ma sì, in fondo anche tuo padre...). Ma a parte questa decisione mal presa, tre parole: perché - decapitare - Karstark? Per tutti gli dei antichi e nuovi... Già perde i Frey, poi smembra l'altra metà dell'esercito. Amen. Poteva che so imprigionarlo (così magari teneva leali i Karstark anche coattivamente) e rimandare esecuzioni di sorta a fine guerra?
  3. No no no per favore no... di Penny non me ne frega niente, ma LSH vuol dire Jaime e Brienne e io voglio sapere che fine fanno xD
  4. Conosco alcune persone i cui figli a casa sono tutti educati e coccolosi, appena mettono un piede fuori fanno un finimondo. ... La scuola non deve educare. Si va a scuola non per essere educati. Si deve andare a scuola *già educati*. Il problema è che i genitori (non tutti per fortuna) pensano che invece l''educazione debba essere fatta a scuola. Motivo? Non me lo spiego. Senza contare che poi se un insegnante mette la nota a un allievo poi il genitore va a picchiare l'insegnante. Ai miei tempi se tornavo a casa 'la maestra m'ha messo una nota' nell'ordine era: 1) ha fatto bene 2) ramanzina (me la prendevo io, mica il prof) 3) punizione. E come un insegnante può insegnare il rispetto in queste condizioni (oltretutto ripeto, non sarebbe tenuto a farlo perché dovrebbe farlo il genitore, ma se il genitore non lo fa qualcuno deve pur farlo, no? anche se non di sua competenza...).
  5. Interessantissimi i vostri pensieri. Io ehm ho un problema... Nel senso, sono un po' perfezionista. Quindi quando capita di fallire vado in panico. Non credo sia patologico (spero), però sul serio non riesco molto a gestire i fallimenti, continuo a rimuginarci sopra per tantissimo tempo. Alcuni dicono che sia troppo severa con me stessa e di pensare che in fondo siamo tutti esseri umani. Vorrei imparare ad essere un po' più indulgente con me stessa... Ma poi si ripresenta il senso di colpa per aver fallito e quindi buonanotte XD La pressione... Io la sento abbastanza. Probabilmente è paura di deludere gli altri, ma prima ancora me stessa. Ultimamente sto cercando di seguire la filosofia: fai sempre del tuo meglio, tanto le cose se devono andare storte vanno storte, è inevitabile. Ma se fai del tuo meglio nessuno e prima di tutti te stessa non potrà dirti: eh però hai fallito per cui sei una fallita. Gli altri te lo potrebbero anche dire, certo, tutti sono capaci a parlare, soprattutto chi non è nella tua stessa situazione e non ha le tue responsabilità, ma almeno tu sei in pace con te stesso. Un po' è difficile però, lasciarsi andare. Lo dico da una che un po' ha paura del fallimento. Sembrano frasi fatte, però l'importante è sapersi rialzare. Certo a volte è più farcile a dirsi che a farsi... All'università ho avuto anche io i miei alti e bassi, ma ho sempre detto la verità, soprattutto ai miei. Un po' per principio (se già non dico la verità alla mia famiglia buonanotte essere sinceri con gli altri), un po' perché con i miei comunque ho un bel rapporto. Probabilmente alla ragazza (non ho seguito il caso di cronaca...) mancava un dialogo con qualcuno, o meglio una persona sia famigliari, amici o altri con cui poteva sfogarsi senza sentirsi giudicata... Di base, dire la verità ripaga sempre. Poi ci sono casi in cui non si dice la verità per evitare (magari anche agli altri) problemi ulteriori e lì non so se sia corretto o no... Io qualche volta l'ho fatto... Ma mai su i miei risultati universitari...
  6. Forse dirò una cavolata, ma il passaggio in nave dovrebbe costare e non credo che Yoren o altri del suo gruppo abbiano denaro abbastanza...
  7. Ma sai che sta simpatica anche a me la Scabbia non pensavo... Certo non provo lo stesso coinvolgimento che provavo quando a the voice c'era Pelu, ma onestamente pensavo peggio. E' anche molto carina e tenera, della serie anche i metallari hanno un cuore di panna. xD (io non ho mai avuto dubbi su ciò eheh). Per quanto riguarda me: è un paio di giorni che mi sta in testa. E' un classico del pop, un pilastro proprio. Più che narrare la prima volta di una ragazza, parla di una ragazza che trova la relazione giusta... O questa è l'interpretazione che do io... E mi piace come messaggio! L'amore giusto, quello che resta tutta la vita, ah come sono romantica (sì xD)
  8. BRAN I Quanto mi piacciono i punti in cui ci troviamo nella testa delle bestie non potete saperlo xD La trovo una lettura affascinante, ti catapulta in un mondo totalmente nuovo, sei costretto a metterti nei panni di un animale, a pensare completamente fuori dai tuoi schemi mentali, da come tu, essere umano, percepisci il mondo. E Martin è davvero geniale in questo tipo di scrittura. Tutto assume una diversa prospettiva. Fantastico! Bran si trova all'inizio dentro Estate. Devo dire che il fascino della scrittura all'inizio presto lascia il posto alla malinconia quando Estate si ricorda di aver avuto un branco una volta. Si sente la solitudine del lupo - che presumo si rifletta pure in Bran - e mi riempie di tristezza... Quando torniamo "alla realtà" incontriamo i Reed che discutono con Bran sul da farsi. Dove andare? Dal corvo con tre occhi, anche se il viaggio è pericoloso, spaventoso, le terre sono vaste, e come lo troviamo il corvo oltre la Barriera? Oppure possiamo andare a rifugiarci da qualche alfiere degli Stark? Ma i Cerwyn sono morti, potrebbero esserlo anche gli Umber, i Karstark, i Manderly… Come sfuggire al Bastardo di Bolton e agli uomini di ferro? Non faremmo meglio a restare nella torre ad aspettare la fine della guerra? Ma così non impareremmo mai a volare! Tante decisioni da prendere e Bran alla fine decide di andare dal corvo. Molto interessante e tenero il riferimento a Eddard. Se è degno di essere preso come esempio, allora è stato un buon padre. Avevamo dubbi? Capitolo un po' ostico come dice @sharingan, ma quanto mi piacciono le parti nella testa degli animali: l'ho trovato quindi molto avvincente. DAVOS II Davos, come dice @Aegon il mediocre, è ossessionato da Melisandre. Sallador cerca di dissuaderlo, ma Davos non lo ascolta: è deciso a fare ciò che vuole fare, anche se è debole. Alla fine però scopriamo che qualcuno ha già previsto il suo attentato, quindi Axell Florent lo arresta. Ma la parte più interessante è questo paragrafo: When the fool saw Davos, he jerked to a sudden halt, the bells on his antlered tin helmet going ting-a-ling, ting-a-ling. Hopping from one foot to the other, he sang, "Fool’s blood, king’s blood, blood on the maiden’s thigh, but chains for the guests and chains for the bridegroom, aye aye aye." Macchia è inquietante di suo perché tutti i giullari sono inquietanti (avete presente IT? clown - giullare, poco cambia XD), Macchia in particolare fa paura perché fa profezie, inoltre si mette a prevedere il Red Wedding: Sangue del giullare, sangue del re, sangue sulla coscia della vergine, ma catene per gli ospiti e per lo sposo... In-quie-tan-tis-si-mo! @sharingan, perché dici che la vendetta di Davos è ingiustificata? In fondo è un uomo che ha perso i suoi figli nella battaglia delle Acque Nere e lui incolpa lei della perdita della battaglia: "The red woman did this to him," he said. "She sent the fire to consume us, to punish Stannis for setting her aside, to teach him that he could not hope to win without her sorceries." Ai suoi occhi è una vendetta legittima… JAIME II Capitolo un po' lento nella prima parte, diventa molto più interessante nella seconda. Della serie Brienne è brutta, ma non stupida, sceglie di prendere la strada che il locandiere - che non era il locandiere - le aveva suggerito. E Jaime che si stupisce di fronte alla scelta della strada e pensa che avrebbe fatto lo stesso. Questi due stanno iniziando a mostrare di essere affini, anche se non se ne rendono conto. Fosse stato per Ser Cleos, sarebbe caduto nella trappola del locandiere con tutte e due le scarpe. Pazienza, però m'è piaciuto il siparietto con il cugino arrivati alla locanda: Jaime al ragazzo con la balestra: Mio cugino ti ucciderà. Cleos: Non spaventare il ragazzo. Della serie 'reggimi il gioco'. Jaime e Brienne stanno facendo qualche passo in avanti nella conoscenza reciproca. Ma piccolo piccolo. Piccolissimo. Visto che quando cercano di conoscersi meglio, alla fine finiscono per battibeccare di nuovo: Jaime: Sei una Sterminatrice di Re anche tu. Brienne: Ma anche no, è stata l’ombra. Jaime: Ah, dovevo dirla anche io quella scusa. Comunque Renly ti ha respinto. E poi eri mestruata. E non sei un uomo. Eccetera eccetera… Però, i passetti ci sono. Quantomeno, lei sembra un pochino meno ostile rispetto all'inizio, quando nemmeno voleva parlarci, anche se sono d'accordo che sia più lenta di Jaime. Ma le persone non sempre hanno gli stessi tempi per avvicinarsi alle altre persone... In aggiunta lei è molto rigida per carattere, credo, e Jaime ha infranto i suoi voti da Guardia Reale: per lei è inconcepibile tollerare un tipo simile. Jaime un po' cerca di avvicinarsi, arrivando addirittura a scusarsi per averle arrecato offesa. Credo che stia iniziando a stimarla, non credo che se ne renda conto, però. La strada per comprendersi reciprocamente e sviluppare un qualche genere di legame di rispetto, stima reciproca e quant'altro succederà è ancora abbastanza lunga… Interessante l'accostamento con Tyrion che faceva poco fa anche sharingan. Forse Brienne e Tyrion andrebbero d'accordo: entrambi hanno passato la loro esistenza ad essere guardati con disprezzo, l'una dagli altri uomini (e donne) e l'altro soprattutto dal padre. Probabilmente avrebbero un terreno comune per venirsi incontro. Alla fine, il capitolo si conclude con il ricordo di Jaime degli eventi che gli hanno fatto guadagnare il soprannome di Kingslayer. E abbiamo per la prima volta uno sguardo sugli eventi dal suo POV. Molto interessante. Ed è anche interessante il fatto che in fondo sia stata Cersei a mettere in subbuglio gli equilibri politici che c’erano a corte, suggerendo al fratello di entrare nella Guardia Reale. Sicuramente ha agito per egoismo e probabilmente non stava pensando di incrinare i rapporti tra il re e suo padre, ma alla fine è questo ciò che è successo (senza contare che poi il piano si è ritorto contro di lei…). Come al solito, lei rovina tutto ciò che tocca. Lei porta alla rovina la sua casata... E non solo. Io sono sempre più convinta che la profezia del valonqar si avvererà perché sarà lei in qualche modo a condannarsi a morte da sola… Ah una cosa che si è persa nella traduzione italiana. Brienne quando parla dei figli avuti da suo padre non dice 'son', ma 'child' che non credo abbia genere maschile... E' Jaime che prende poi la palla al balzo xD TYRION II Interessante il dialogo con Varys (in cui peraltro lui mette la pulce nell’orecchio a Tyrion sui Kettleblack e sul fatto che forse la regina sta facendo sport con loro…). Veniamo anche a sapere come un Gran Maestro entra nel Concilio ristretto. E che Pycelle è tornato. Nella seconda parte, Tyrion incontra Shae. Lei vuole andare alla cerimonia, lui vuole lasciarla, ma poi non lo fa… Ha ragione @sharingan quando dice che che è simile a Cersei: usa il corpo e il fascino per ottenere quello che vuole. Spunto interessantissimo. Chicca: Tyrion rubbed irritably at the scab. "Perhaps I should have a new one made of gold. What sort of nose would you suggest, Varys? One like yours, to smell out secrets? Or should I tell the goldsmith that I want my father’s nose?" Il fatto che suggerisca di farsi fare un naso dorato non vi fa pensare a qualche altro Lannister che si farà fare un pezzo di corpo mancante… d’oro? … Ahahah! Non l'avevo pensato! In effetti... Povero Jorah, non solo friendzonato, anche 'ringraziato' dai fan
  9. Il vestito di Sansa alla festa ricorda quello di sua madre, credo che abbiano voluto metterci un qualche legame... Cersei che io ricordi ha portato a lungo le trecce in quel modo, no? Comunque devo ancora rivedermi bene l'episodio, sono un po' presa in questo periodo, sono andata un po' a memoria
  10. Se non è andato a NY per le vacanze di Pasqua potrebbe essere un buon segno
  11. In effetti il rosso è anche un colore più allegro, mentre si dice spesso che i Guardiani vestano di nero perché se muoiono sono già pronti (non ricordo le parole esatte, ma è così il senso, no?). Il rosso è anche il mio colore preferito (anche se non interessa a nessuno xD) Asshai in effetti è tutto ciò di misterioso, esotico, distante e diverso che ci sia nelle Cronache Aaaah!!! Vero! Che stupida sono non ci ero mai arrivata! In effetti la retina c'è, qualcosa nei capelli pure, Sansa è una fanciulla... C'è tutto! Bella la tua prospettiva, mi piace! Per Azor Ahai... Plausibilissimo!
  12. Sono in ritardo anche questa settimana!! Aiuto xD Ma andiamo: DAVOS I In questo capitolo troviamo Davos naufragato su uno scoglio che soffre fame e sete. Inoltre, pensa ai suoi figli morti, che lui stesso ha condotto nella battaglia, e si chiede perché debba ancora vivere. Mi dispiace per lui: mi è sempre stato simpatico, anche perché la pensiamo allo stesso modo su Melisandre… Quella donna non ce la racconta giusta! XD La parte più interessante del capitolo secondo me è quella in cui ricorda come è scampato alla morte in battaglia. Avvincente la scrittura di Martin nel descrivere il suo quasi-annegamento, mancava il respiro anche a me! Il resto mi è risultato un po' piatto. La perdita delle ossa che Davos conservava come portafortuna l'hanno reso un po' insicuro, ora, ma saprà trovare dentro di sé la forza per superare tutte le sue superstizioni. Infine, i lyseniani sulla nave servono anch'essi Stannis e Davos ha trovato una nuova ragione di vita. Tutto ok, finora. SANSA I Il capitolo si apre con un'interessante evoluzione di Sansa: spende qualche minuto per ipotizzare che cosa voglia Margaery da lei. I suoi pensieri, alla fine, si riveleranno sbagliati. Però ha iniziato ad essere più sospettosa sulla gente che le sta intorno. Buona cosa: King's Landing è piena di serpenti. O meglio, leoni. Inoltre, Sansa pensa a ciò che ha fatto, se è stata saggia a non fuggire con Sandor Clegane, si mette in discussione. Buona cosa. Molto interessante il paragone che fa Martin tra l'accoglienza di Margaery e la sua esperienza tra la folla durante la rivolta del pane. Quando arriva ser Loras, la povera Sansa va in panico! XD E siamo sinceri, una ragazza della sua età, sottobraccio con la sua cotta, poteva reagire in modo diverso? Si vede che è una ragazzina come tante, insomma. Mi fa tenerezza... E alla fine, come ogni ragazzina che parla con la sua cotta fa un commento imbarazzante che guasta l'atmosfera... E pazienza, ci siamo giocate Loras, ma non preoccuparti Sansa, non era interessato dal principio. Alla cena, abbiamo modo di conoscere la Regina di Spine. Che non ha nulla di spinoso in lei, a vederla, ma non appena apre bocca capiamo da dove arriva la sua fama. Essenzialmente dice tutto ciò che pensa e non ha paura nemmeno del diavolo. Finalmente sappiamo che cosa i Tyrell volevano sapere da Sansa: com'è Joffrey? Sansa è terrorizzata, ma alla fine riesce a dire la verità su di lui. Blocco di Burro canta 'The bear and the maiden fair', mi sono venuti in mente alcuni paragoni: - Sansa potrebbe simboleggiare la fanciulla - Il Mastino e Tyrion, che vengono nominati al principio, possono simboleggiare l'orso: pur non essendo galanti e affascinanti sono quelli che l'hanno salvata o hanno cercato di aiutarla, mentre Loras (il cavaliere) nemmeno si ricorda di averla mai incontrata. - Loras sarebbe quindi il cavaliere che la fanciulla della canzone vorrebbe. Interessante anche il discorso che fa la Regina di Spine sulla bellezza esteriore di Joffrey: Sansa ha già cominciato a capire che bello non vuol dire necessariamente buono, ma l'ha imparato a sue spese. Olenna, invece, dice che ha insegnato a Margaery quanto l'aspetto esteriore conti. E' stato interessante: mi chiedo se Sansa fosse stata mandata come protetta a Altogiardino e avesse passato un po' di tempo con la nonna Tyrell, cosa sarebbe accaduto tra lei e Joffrey? Ah, non lo sapremo mai, di certo avremmo una Sansa diversa... Magari una Margaery 2.0! Alla fine i Tyrell lanciano la bomba: Sansa, ti andrebbe di sposare Willas? Lo sappiamo che lo fanno per la sua dote, ma la povera Sansa ci casca con tutti e due i piedi - beh, non si può pretendere che impari tutte le regole del gioco da subito. Lei però voleva Loras. A tal proposito: anche Willas potrebbe simboleggiare l'orso, se Loras fa la parte del cavaliere. Una chicca: "She could only imagine what it would be like to pull up his tunic and caress the smooth skin underneath, to stand on her toes and kiss him, to run her fingers through those thick brown curls and drown in his deep brown eyes. A flush crept up her neck." Hai capito Sansa che fantastica su Loras... Gli ormoni si fanno sentire? Eheheh XD Io ce l'avrei vista con Willas, comunque. Sarebbe stato gentile con lei, no? In fondo (quasi) tutti sono meglio di Joffrey. PS: Sono l'unica che quando compaiono i Kettleblack mi confondo sempre, con tutti quei nomi quasi uguali? XD PPS: Della serie troviamo rimandi anche dove non ci sono: La canzone, il color zaffiro, la rosa rossa... Se tutto ciò non è una strizzata d'occhio a Brienne di Tarth e alla sua storia... @***Silk***: Perché? Quali sono? Non li ho notati, puoi farmi qualche esempio? JON I Il capitolo è interessantissimo perché facciamo la conoscenza di alcune tra le personalità più di spicco dei bruti: Mance Rayder in primis, ma anche Tormund e Styr, Val e Dalla. Quando Jon parla con Mance, viene ricordata la legge dell'ospitalità. Cosa che ci servirà più avanti. La faccenda del mantello di Mance Rayder: ma voi avete capito perché è così importante che ci fosse anche il rosso, in mezzo al mantello nero? I colori dei Targaryen sono rosso e nero, no? Che magari Mance abbia un qualche legame con quella famiglia? Può essere plausibile questa mia ipotesi, magari qualcuno era suo parente? Non avevo pensato a Rhaegar, ma magari che so, a qualche bastardo? Boh… E poi il fatto che la seta rossa provenga da Asshai mi rende un po' sospettosa, visto che poi Melisandre avrà una parte da recitare con Mance... E' solo una strizzata d'occhio di Martin o l'ennesimo mistero? Considerazione finale: potrebbe non ricordarsene perché l'ha vista poco, ma se Mance si ricordasse che aspetto ha Arya Stark, questo aprirebbe prospettive molto interessanti su tutta la faccenda di quell'altra Arya… DAENERYS I Il capitolo riguarda il viaggio di Daenerys. Durante la traversata, Dany ricorda la sua infanzia, quando con Viserys andava per mare fuggendo dall'Usurpatore. Per quanto Viserys sia... beh, come tutti sappiamo, credo di riuscire a comprenderlo un po'. Quando Daenerys ricorda di avergli detto che le sarebbe piaciuto essere un marinaio, ricorda che lui le aveva fatto male urlandole che lei era il sangue del drago e non di un pesce, beh, indubbiamente ha sbagliato ad essere così aggressivo, ma capisco che abbia voluto come dire educare la sorella a pensarsi come doveva pensarsi, quindi come una principessa della dinastia Targaryen, invece di un marinaio. Non credo che avesse tutti i torti. Magari sentiva il peso di essere il fratello maggiore e dover insegnare alla sorella tutto ciò che riguardava la loro stirpe... Ma Dany ha ragione a dire che avrebbe dovuto essere più saggio e meno impaziente. Ma dal ricordo che ha del fratello, che le raccontava del loro regno e la proteggeva ecc. ecc., scopriamo che non era malvagio al 100%, com'è nello stile di Martin. Quando Barbabianca inizia a parlare di Rhaegar, ho trovato una parte un po' oscura: "Until one day Prince Rhaegar found something in his scrolls that changed him. No one knows what it might have been, only that the boy suddenly appeared early one morning in the yard as the knights were donning their steel. He walked up to Ser Willem Darry, the master-at-arms, and said, I will require sword and armor. It seems I must be a warrior." Ora mi chiedo: che cosa può aver trovato nelle pergamene che gli ha fatto cambiare vita? Qualcuno ha qualche ipotesi? Ho trovato un'altra chicca per più avanti: "Ser Jorah saved me from the poisoner, and Arstan Whitebeard from the manticore. Perhaps Strong Belwas will save me from the next." Considerate le cavallette di due libri più avanti... xD A me Belwas è sempre stato simpatico, comunque. Poi la parte nella cabina: eh, insomma… non so come interpretarla xD Daenerys è nuda, lui già è cotto, la prende e la bacia, anche se non è appropriato. Ma lei non lo respinge. Gioco di potere, forse… Di certo, come dice @***Silk*** una delle tre teste non sarà quella di Ser Jorah. Ultimo appunto: ho trovato affascinante la storia dei Tremila di Qohor. Fa molto battaglia alla Signore degli Anelli dove sono tipo tre tra elfi uomini e nani contro un mondo di orchetti. xD
  13. Sì, si dice spesso che nel mare stretto soprattutto d'autunno ci sono tempeste spaventose...
  14. Uhm, personalmente, sinceramente no. Trovavo molto più insopportabile quando non frequentavo più il forum e aspettavo TWOW... Credo di essere tornata anche per questo! XD Devo dire che condividere la mia attesa con altri fans è più sopportabile. Perché sì, TWOW io mi aspetto che esca. Per quello io ho ancora speranza. Poi quando sarà uscito e mi troverò ad aspettare invano ADOS forse sarò frustrata nella rilettura. Ma per ora no, c'è ancora passione per questa saga... E questa rilettura collettiva mi sta piacendo molto, è interessante confrontarsi con altri, si possono trovare spunti interessanti
  15. Credo che dipenda da dove devi andare... Sam deve andare a Vecchia CIttà, che sta a ovest, quindi è giusto che prenda quella rotta. Altrimenti avrebbe dovuto fare Braavos - Porto Bianco e poi tutta a piedi... In AGOT Catelyn nota anche delle navi di Porto Ibben a King's Landing... Probabilmente si commercia molto con l'est... I Greyjoy frequentano la rotta a ovest perché le Iron Islands sono a ovest... O così mi pare di capire. Ma poi Victarion sta andando verso Meeren alla fine di ADWD e mentre ci va assalta un paio di navi se ben ricordo... Insomma i mari - tutti - non sono sicuri a prescindere, con i Greyjoy in giro... Penso che sia più frequente la rotta orientale rispetto alla occidentale anche perché non ci sono stati molti personaggi che sono dovuti andare fino alla costa ovest partendo da est... Ad esempio che so, Myrcella per andare a Dorne sta sul lato est di Westeros, anche se le fanno fare un giro lungo.... Arya per andare a Braavos si trova sempre a est di Westeros, quando parte da Padelle Salate... Chi deve andare all'ovest a parte Sam? Gli uomini di Robb che devono raggiungere l'incollatura, mi pare. Poi?
  16. Hai ragione Mi ero fermata allo show quando si vedono lui e Howland Reed che sono due contro uno, da qui la mia interpretazione... Errore mio XD
  17. Ma infatti. Però nemmeno loro due. Ned ha combattuto Arthur Dayne in un modo non molto onorevole, per dire (o così io ho interpretato...) xD Ovviamente non potevano fare tutto come c'è nei libri 1) per questioni di tempo 2) di budget 3) effettivamente è tanta roba, tanti personaggi, tanti intrecci da gestire. Le prime tre stagioni, se pur con qualche pecca, a me sono sembrate godibili, godibilissime. Anche molto curate come dettagli ecc. ecc. Ma dalla quarta in avanti accidenti... Ho visto proprio un calo di qualità (alcune puntate sono fighe, non fraintendetemi, ma in generale nun se po...). A mio avviso perché non avevano tutto il materiale su cui basarsi e queste mancanze si sentono... per dire la storyline di Dorne anche dai libri ne sappiamo poco. Si sa che Doran ha un suo piano in mente, ma di concreto le pedine inizia a muoverle molto tardi... Poi sono mie opinioni, non pretendo che siano oro colato, ben chiaro XD Sebbene, però, siano stati costretti a tagliare/condensare/eliminare parti, alcune cose potevano essere gestite meglio. Es. Littlefinger è partito con il botto alla fine è morto da idiota. Giusto per citare qualcuno che non avete ancora citato XD Lo so che i libri sono i libri e la serie tv è la serie tv e come tali devono essere prese, però mi pare anche riduttivo non considerare o stravolgere completamente l'idea di fondo dei libri che è stata - o dovrebbe essere stata - presa per sviluppare la serie tv, dopotutto la serie tv è basata sui libri, non è stata inventata di sana pianta... Ritornando all'esempio di Dorne, eh... E' vero, Martin non batte ciglio (che ne sappiamo? solo perché non ne parla non significa che non ne faccia, magari a casa sua si chiude in una stanza e si mette a urlare contro il mondo): pazienza, non sono nella sua testa e non so che contratti abbiano stipulato, sicuramente ci sono dietro interessi economici, ma non credo che entrambe le parti abbiano ricevuto enormi svantaggi, o anche solo una, altrimenti non se ne sarebbe fatto nulla dal principio. Ho addirittura l'impressione che alcuni spoiler siano stati concessi nella serie tv, altre storie che ne contengono sono state tagliate per evitarli - ad es. Lady Stoneheart. Se ci pensate nei libri a questo punto dei libri ha raggiunto un cliffhanger da paura, e lui è uno dei personaggi 'che piacciono di più'....
  18. Vista Diana Rigg (Olenna Tyrell) ne 'Il velo dipinto' (film del 2006). Ha la parte della madre superiora del convento
×
×
  • Create New...