Jump to content

Feanor_Turambar

Utente
  • Content Count

    3,373
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Feanor_Turambar

  1. Feanor_Turambar

    Star Wars

    Devo ammettere che se fosse quella la trama, non mi dispiacerebbe. Sarebbe anche ora di esplorare scenari diversi dal solito Jedi vs. Sith, magari tra questa e The Mandalorian iniziano a farlo come si deve.
  2. Per come la vedo io è un 50 e 50 in fatto di responsabilità: chi produce film viene incontro ai gusti del pubblico (anche perché lo fa in nome dei soldi, le velleità artistiche sono un elemento secondario) e i gusti del pubblico sono "plasmati" in parte dai prodotti che gli vengono rifilati. Il problema è che così si crea un circolo vizioso assuefacendo il pubblico a un certo tipo di cinema e spingendolo a volerne ancora, e se si tenta qualcosa di nuovo è difficile che venga apprezzato. Lo si è visto coi film della DC: al di là delle scelte narrative e della qualità della scrittura, si è tentato di creare storie con un'atmosfera e un taglio diversi da quello casciarone, colorato e uniforme della Marvel/Disney (in cui il nome del regista è una formalità visto che lo stile registico è sempre lo stesso), non ha funzionato e si sono adeguati in qualche modo a quest'ultimo modello. Vedo molta, molta più volontà di sperimentare e di osare in un media fino a un decennio e mezzo fa bistrattatissimo quale la televisione.
  3. Quando vidi la trilogia la prima volta ero adolescente, per me era l'apice del cinema. Crescendo sono diventato leggermente più critico nei confronti dell'adattamento di Jackson: splendido nel complesso, ma andando a vedere le scelte fatte una per una saltano fuori diverse "porcate" (così come, sia chiaro, diverse scelte pregevoli). E non tutte sono giustificabili tirando in ballo la necessità di modernizzare l'opera o di rientrare nei tempi (pur lunghi) dei film. Ad esempio non riesco a digerire il modo in cui hanno banalizzato Denethor facendolo passare per un semplice pazzo o i siparietti badass di Legolas in battaglia. Senza contare il taglio di tutti i capitoli sul ritorno alla Contea, che per me rappresentano il vero colpo di genio di Tolkien ma che non potevano essere inseriti per questioni di tempo (altrimenti il film sarebbe durato davvero 6-7 ore) e forse anche perché lo spettatore moderno l'avrebbe trovato davvero anticlimatico. In compenso credo che Jackson abbia fatto un immenso lavoro su Aragorn: nel libro ha lo spessore di una sottiletta, monolitico e senza ripensamenti, nei film invece è una figura viva e tormentata. In ogni caso, credo che adattamenti del genere oggigiorno non ne vedremmo più. Vuoi perché il cinema mainstream è andato in una direzione ben diversa, puntando troppo su spettacolarizzazione (che nella trilogia jacksoniana non manca, anzi, ma non è mai solo questo) e vuotezza di contenuti, vuoi perché ormai impera il politicamente corretto e una storia in cui i protagonisti sono tutti bianchi e le donne hanno un ruolo marginale (tolta Eowyn) andrebbe incontro a pesantissimi cambiamenti che non oso nemmeno immaginare. E infatti già con Lo Hobbit Jackson è andato in parte in questa direzione.
  4. E infatti la vicenda di Cersei non ha il minimo senso logico, mi pare che su questo forum se ne sia dibattuto un sacco. D&D hanno dovuto tirar fuori alleati che per qualche motivo soprassedessero su certe sue colpe, evidentemente si sono resi conto anche loro che non potevano offendere fino a un tale livello l'intelligenza dello spettatore: così abbiano Randyll Salvini che preferisce una regina pazza autoctona a una che arriva coi gommoni da est, Euron arrapato come un quindicenne che fa qualsiasi cosa per portarsela a letto, i mercenari che in quanto tali guardano solo ai soldi e non alla morale di chi paga... Però questo non rende meno grave quanto fatto con Tyrion nel finale, semmai conferma la superficialità di D&D. Nei libri, dove il contesto sociale è molto più complesso e la nobiltà al di sotto delle casate principali ha un ruolo maggiore, non mi aspetto certo di trovare Cersei regina senza la minima opposizione o Tyrion perdonato senza la minima protesta.
  5. Io parlavo di riabilitazione sociale, agli occhi dei lord di Westeros. Shae era una prostituta quindi non fregherà niente a nessuno, ma il parricidio è un reato serissimo a Westeros, una macchia indelebile. Daenerys potrebbe pure soprassedervi perché Tywin era uno dei suoi nemici e ammazzandolo Tyrion le ha fatto un favore enorme (vedasi tutti i casini combinati da Cersei senza il padre), ma se alla fine della fiera dovessimo avere il nuovo re che perdona Tyrion, gli riconosce Castel Granito e lo fa pure primo cavaliere un po' storcerei il naso... qualcuno potrebbe dire che pure Jaime ha commesso un omicidio gravissimo ed è stato assolto, ma il kinslaying a Westeros è un tabù molto più grave del kingslaying. Per questo ha poco senso che nella serie tv un tirannicida finisca al confino e invece un parricida ottenga la doppia promozione "seggio atavico della famiglia+nomina a primo cavaliere".
  6. Feanor_Turambar

    serie tv

    Io ho visto la prima stagione tempo fa, dovrei ancora recuperare la seconda. Carino come omaggio/parodia al genere sci-fi e a pilastri come Ritorno a futuro, oltre che per la forte vena citazionistica al mondo nerd e pop, ma a volte (più di quante vorrei) si perde nel tipico umorismo da commediola americana scurrile. Se a uno piace la fantascienza e in particolare il filone di viaggi nel tempo e vuole vedere qualcosa di diverso dal solito può essere un'alternativa.
  7. Se è per questo non ha nessun senso che Verme Grigio li lasci entrambi in vita invece di giustiziarli da sé, non ha nessun senso che in sede di processo nessuno faccia presente la paternità di Jon, non ha nessun senso che i lord di Westeros si sentano vincolati alla parola data agli Immacolati anche quando questi partono per mare (temono che dopo tot anni venga un ispettore da Naath a controllare che Jon sia ancora alla Barriera?), non ha nessun senso che Yara e il principe dorniano spuntato dall'uovo Kinder se la prendano tanto per la morte di Daenerys. E' il tipico esempio di soluzioni narrative scritte in funzione di arrivare a un determinato finale fregandosene della coerenza e della logica, non di finale scritto come conseguenza logica di determinati sviluppi narrativi. E su questo D&D potrebbero tenere un corso universitario annuale. PS. Non che in Martin non ci siano eventi un po' forzati per arrivare dal punto A al punto B, sia chiaro. E infatti voglio proprio vedere come farà nei libri a riabilitare un personaggio che, pur con tutte le attenuanti del caso, resta un parricida (il crimine peggiore a Westeros).
  8. Devono essere proprio disperati allora. Riesumare un cult dopo tanti anni, con orde di fan pronte a saltarti alla gola se sforni una cosa anche solo leggermente al di sotto delle loro aspettative, è un'arma a doppio taglio.
  9. Feanor_Turambar

    serie tv

    Tra l'altro le serie tv sul mondo asiatico e sulle arti marziali in Occidente latitano, cosa paradossale in un'epoca in cui si gira praticamente su ogni argomento. Magari con Warrior si svegliano e iniziano a concentrarsi di più su questo mondo.
  10. E a giudicare da alcuni commenti che ho letto, la polemica sulla political correctness scorre già potente
  11. E si ritorna al discorso che facevo prima: Amazon fa buone serie, a volte anche ottime, in media ha una qualità che quella sfornatrice compulsiva di Netflix si sogna. Però le robette di Netflix hanno successo commerciale perché sono studiate per il grande pubblico, quelle di Amazon restano serie di nicchia vuoi per il tema vuoi per il rating. Per questo credo che con LotR potrebbe finalmente dar vita a una serie di qualità ma capace nel contempo di avere un grande successo del pubblico, perché l'opera di Tolkien (e di Jackson) la conoscono tutti e anche chi non la conosce la guarderà per curiosità.
  12. Però The Boys non è diventata quella serie di cui TUTTI (comprese le riviste online e non) parlano in questi giorni, anche se magari è solo questione di tempo. Però ricordo che Handmaid's Tale quando uscì sembrava non esistesse altro, per citare un esempio.
  13. Però è indubbio che non sia ancora riuscita a creare uno show dirompente ai livelli di, che so, Game of Thrones per HBO, The Handmaid's Tale per Hulu o Stranger Things e 13 per Netflix, tutti show che al di là della qualità hanno avuto un impatto mediatico e culturale enorme (poi bisogna vedere quanto dura, non tutti possono far parlare ancora di sé dopo decenni come i Soprano o Lost). Negli anni Amazon ha sfornato un sacco di prodotti interessanti e di qualità ma purtroppo quasi sempre di nicchia o poco appetibili per il grande pubblico, nemmeno l'adattamento del più famoso romanzo di Dick è stato un successo, e con LotR invece può fare questo salto. Se era una testa calda anche solo la metà del nonno, del padre e degli zii, forse Galadriel non ha fatto tanto male a scegliere Celeborn
  14. Se ci fossero D&D come sceneggiatori avremmo Galadriel adultera che se la fa con Celebrimbor pur essendo ammogliata. E magari salterebbe pure fuori che Celebrian è figlia di Celebrimbor e non di Celeborn
  15. Io penso che dal punto di vista del budget non ci sia nulla da temere. Nonostante Amazon produca serie da anni non è mai riuscita a creare un prodotto che fosse davvero dirompente sulla scena seriale, forse solo Mrs. Maisel ma lì siamo nel campo della commedia, la serie su LotR potrebbe finalmente esserlo (anche solo per il nome importante che si porta dietro) e quindi è nel loro interesse spendere tutto il necessario perché venga una cosa con tutti i crismi. Sicuramente sono consapevoli di avere tra le mani un certo tipo di materiale e di non poter andare al risparmio, altrimenti tanto valeva adattare altro.
  16. Grazie, i regni elfici del Beleriand erano più divisi della Sinistra italiana
  17. Perché Beautiful? Per la storia con Galadriel?
  18. Sarà interessante vedere come gestiranno le origini dei Nazgul, visto che Tolkien non ha mai dato loro un background. Sul veto: giustissimo che l'abbiano posto, altrimenti poi vengono fuori robe come The Shannara Chronicles e se di Brooks non me frega niente, Tolkien è sacro e non devono rovinarmelo E giustamente, come fanno notare, Tolkien ha scritto così poco sulla Seconda Era che ce ne sono di margini in cui inventare senza andare in contraddizione con i pochi dati che sappiamo.
  19. Ne sono consapevole, ma per me il declino di Vikings è molto più grave perché non è nato (anche) dal venire meno del materiale cartaceo di base o da altri "scossoni" delle modalità di scrittura della serie. Non che voglia difendere Benioff e Weiss, ci mancherebbe, però loro almeno si sono trovati a non avere più una storia scritta nel dettaglio da adattare e si sono dovuti arrangiare mostrando tutti i loro limiti come scrittori ex-novo (come adattatori ancora ancora se la cavavano bene), Hirst continua a lavorare nello stesso identico modo fin dall'inizio. Semplicemente si è dimenticato come si scrivono storie e personaggi degni di questo nome. Però qui mi fermo sennò vado OT e non voglio essere bacchettato
  20. Per eguagliare il glorioso declino di Vikings dovrebbero impegnarsi proprio tanto, e secondo me anche facendolo volontariamente è difficile che raggiungano certi picchi di pochezza
  21. Il numero di episodi di per sé dice poco, tutto dipende dal materiale con cui vogliono riempirli. Magari hanno tra le mani una trama che reggerà bene per 20 puntate. E poi bisogna anche capire come sono strutturate e come le rilasceranno, perché anche queste modalità di fruizione hanno un impatto su come viene gestita la trama. Non fasciamoci la testa prima del tempo, anche perché se questa serie sarà una delusione avremo tutto il tempo per piangere poi.
  22. Questo film dovrebbe chiudere la saga degli Skywalker, quindi almeno cesserà lo stupro dell'opera originale e passeranno a stuprare altre parti dell'ambientazione. Però se i rumours sull'Episodio IX sono veri, dubito riusciranno a fare peggio di questa trilogia pur con tutto l'impegno
  23. A questo punto tanto valeva farlo distruggere "per sbaglio" dalla stessa Daenerys nella 8x05, sarebbe stato un bel colpo vedere la biondina che nella sua follia piromane non capisce nulla e distrugge persino l'oggetto delle sue brame da 8 anni. O inventarsi Bran che nell'istante in cui Drogon sta per incenerire Jon prende il controllo e gli fa sbagliare mira Così magari davano un senso ai suoi poteri
  24. Come ho già scritto nell'altro topic, la toppa qui è peggiore del buco.
  25. Già l'idea di un Drogon che intelligentemente risparmia Jon e brucia il Trono perché ha capito che è quella la vera causa della morte della madre/padrona era un po' meh, ma la spiegazione che danno nella sceneggiatura è... boh, non so nemmeno come definirla! Classico caso in cui la toppa è peggio del buco. E 'sta roba è pure in nomination per la miglior scrittura... che ovviamente vincerà, perché agli Emmy c'è una sudditanza psicologica mostruosa.
×
×
  • Create New...