Jump to content

Feanor_Turambar

Utente
  • Content Count

    3,397
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Feanor_Turambar

  1. Nella serie tv il massacro dei bastardi è opera di Joffrey stesso, non di Cersei. Così come l'ordine a Mandon Moore di ammazzare Tyrion in battaglia si intuisce sia suo e non della madre. Il popolo ha una visione limitata e bisogni immediati. Ai popolani basta avere un tetto sopra la testa e la pancia piena, e queste cose non sembrano mancare con la Lannister. E' vero, la distruzione del tempio di Baelor è un atto grave (mai quanto quello che fa Daenerys) ma rimane isolato. Nella s7 e nella s8 non viene mai detto nei dialoghi o mostrato sulla scena che Cersei abbia affamato il popolo o introdotto nuove tasse o compiuto altre crudeltà gratuite. E se non si sono ribellati subito dopo la distruzione del tempio, perché avrebbero dovuto farlo dopo? Per questo trovo ridicolo che Daenerys si lamenti tanto di non essere amata e accolta a braccia aperte, pretende dal popolo un'azione che non ha senso di esistere. Se D&D volevano rendere credibile questa cosa potevano ingegnarsi e dedicare due minuti alle impopolari politiche fiscali di Cersei o mostrarci che ad Approdo del Re i soldati Lannister e i mercenari della Compagnia Dorata fanno il bello e il cattivo tempo. Invece niente. Non dimentichiamo anche che Cersei è comunque una regina westerosi, è autoctona. Daenerys è una straniera che dopo 20 anni di vita all'estero sbarca con un esercito di nomadi Dohtraki e tre draghi, creature che non si vedevano da un secolo e mezzo. Xenofobia o meno, ci credo che il popolo trovi preferibile una sovrana impopolare ma che comunque è del posto (vabbé, si fa portare da Essos la Compagnia Dorata, ma quella non mi risulta abbia creato problemi alla popolazione) a una che si porta dietro mostri sputafuoco e nomadi che hanno una pessima nomea.
  2. Col passaggio segreto faceva prima e si evitava l'inutile morte di una guardia. Nessuno pensa mai alle povere guardie sacrificate, manco non avessero una famiglia e una vita Comunque il succo del discorso è sempre quello: tutti sono al corrente delle mirabolanti capacità omicide di Arya, con lei potevano chiudere la guerra in un attimo. E invece no, ha molto più senso mobilitare un esercito appena sopravvissuto a una devastante battaglia con gli Estranei, perché San Tyrion non vuole che la sorella sia uccisa e Daenerys spera in un bagno di folla del popolo non appena arriverà di fronte alla città. Poi un giorno mi spiegheranno da dove un parricida abbia tirato fuori questo improvviso amore fraterno e soprattutto perché il popolo dovrebbe ribellarsi a Cersei che, esplosione del tempio di Baelor a parte, non si è mai comportata male con i suoi sudditi. O almeno non ha compiuto genocidi col fuoco
  3. E che devono fare? Lasciare che si torni al voto e consegnare le chiavi del potere a Salvini e compagnia? Per una volta che fanno qualcosa di utile per il paese li critichiamo pure?
  4. Il vero guaio è che Tyrion Hand of King non ne azzecca una ma Daenerys continua per non si capisce bene quale motivo ad ascoltarlo (e magari salta fuori che ignora le campane e dà fuoco alla città proprio per ripicca per tutti i cattivi consigli che le ha dato ). Sarebbe bastato mandare il nano a quel paese, chiedere a Davos se poteva portare Arya in barca fino alla spiaggia di Approdo del Re, chiedere a Varys se poteva farle una mappa dei passaggi segreti della Fortezza Rossa per arrivare fino alle camere di Cersei, e il gioco era fatto.
  5. Purtroppo quelli che citi sono solo due dei millemila casi in cui, pur di ottenere un certo effetto emotivo o narrativo, D&D se ne f*****o altamente della coerenza. Serviva che Arya rinfacciasse quelle cose a Sansa perché bisognava farle sembrare il più possibile una contro l'altra e rendere ancora più scioccante lo scherzone finale a Ditocorto; e serviva che Arya definisse Daenerys un'assassina per rimarcare ancora più di più il fatto che ormai era diventata una cattiva. Tra parentesi, considerando che nella S7 erano riusciti a far entrare di nascosto Tyrion ad Approdo del Rer per discutere della tregua con Jaime, una volta sconfitti gli Estranei e conoscendo le abilità da killer di Arya potevano prendere in considerazione fin da subito la stessa idea e ammazzare Cersei senza spargere altro sangue, invece di buttarsi subito nell'ennesima guerra.
  6. Comunque la parabola autodistruttiva di Salvini è stupenda, pensavo che la perfezione in fatto di seppuku politico fosse stata raggiunta da Renzi qualche anno fa e invece... Immagino che adesso pregherà col doppio del fervore il Cuore Immacolato di Maria nella speranza che PD e M5S collezionino una ca***ta dietro l'altra e gli consegnino le chiavi del potere alla prossima legislatura (perché se non si svegliano e toppano questo è lo scenario più probabile).
  7. Speriamo soprattutto per i secondi, che al cinema non hanno mai avuto tanta fortuna
  8. Non so cosa aspettarmi da questo film. Breaking Bad era bello che finito e sinceramente non sentivo il bisogno di approfondire ulteriormente i personaggi, a volte è bello lasciarli andare e lasciare allo spettatore il compito di immaginare che fine faranno. Però pensavo lo stesso di Better Call Saul e invece si è rivelata un'ottima serie, quindi magari anche qui ci scappa un prodotto non dico eccelso, ma comunque godibile. Però spero che finita questa e la serie su Saul Gilligan si dedichi ad altro.
  9. Nonché l'unico attore che non riesco minimamente ad ascoltare doppiato e l'interprete del miglior personaggio mai apparso in una serie televisiva, Al Swearengen di Deadwood
  10. Vero, quel modello è inguardabile. E direi anche abbastanza insensato: Darth Maul non aveva problemi a portarsi appresso l'elsa della spada laser a due lame tutta d'un pezzo, perché Rey (che è pure abituata a girare col bastone) dovrebbe? Bah, 'sta trilogia si è messa d'impegno pure a rovinare l'estetica delle spade laser, prima la "croce" di Kylo e ora questa...
  11. Come volevasi dimostrare, la scena incriminata di Rey dice poco e niente messa così nel trailer. Ma bisogna tener presente che nei trailer spesso infilano scene completamente decontestualizzate, che magari nel film sono "innocue" ma che viste singolarmente e senza sapere cosa viene prima possono risultare sconvolgenti. Solite strategie per creare hype e alimentare millemila teorie prima dell'uscita del film. Continuo a sperare che quella scena lì appartenga a una visione o a un incubo (magari di Kylo, che è così legato a Rey da tornare al Lato Chiaro per evitare che anche lei passi al male?) e non a una storyline vera e propria, perché altrimenti...
  12. Non c'entra niente con l'astronomia "seria", ma tanto per cambiare anche quest'anno circola la bufala su Marte grande quanto la Luna nel cielo del 27 agosto. Fa riflettere sulla credulità della razza umana e sulla forza delle fake news, visto che questa circola da almeno quindici anni
  13. Star Wars vecchia trilogia, precisiamolo... perché nella nuova uno dei problemi di fondo è proprio l'abuso di CGI e green screens.
  14. Ma quello non dovrebbe essere un punto a favore? Così possono spernacchiare la DC dicendo "Voi avete rinunciato a questo qui e noi non solo ce lo prendiamo, ma gli facciamo interpretare uno dei nostri eroi più amati, così il vostro Superman non se lo ricorda più nessuno"
  15. Teoria interessante, dopotutto Kylo Ren è oggetto di un'introspezione che gli altri film di Star Wars non hanno mai dedicato ai suoi cattivi (tranne Anakin, che però nella prima trilogia era il protagonista dichiarato) e quindi è ben più di un semplice villain che vive esclusivamente in funzione di opporsi alla protagonista. Però Rey ce l'hanno propinata con tutti gli elementi tipici dell'eroina classica, le hanno fatto compiere un percorso ben preciso in tal senso: procedere alla decostruzione di tale stereotipo non è cosa che si può liquidare in 2 ore e frettolosamente, GoT insegna.
  16. Io sogno un Wolverine cinematografico finalmente fedele ai fumetti: basso, tarchiato, peloso e bruttino (altrimenti che senso avrebbe chiamarlo "ghiottone"?). Ma se già la Fox optò per uno come Hugh Jackman (che comunque dal punto di vista recitativo mi è piaciuto molto), a maggior ragione la Disney ci rifilerà il solito figaccione
  17. Nel vecchio EU c'era Considerando che questa trilogia ha già riciclato diverse vecchie idee dell'EU, non mi sorprenderei se riprendessero anche quella. Però mi sembra difficile gestire tutto nell'arco di un solo film in maniera soddisfacente.
  18. Oggi si andrebbe giù di digitale e CGI senza pensarci due volte. Per questo LotR è una saga cinematografica che dopo vent'anni ancora regge benissimo il peso degli anni e non sfigura rispetto a prodotti più recenti, mentre film che usano esclusivamente la CGI nel giro di qualche anno già risultano esteticamente vecchi e "superati".
  19. Mah, un colpo di scena del genere se costruito bene può essere una bomba, ma se costruito male o sbrigativamente ha tutte le carte in tavola per rivelarsi una cagata pazzesca di fantozziana memoria. E considerando la cura che ci hanno messo nella scrittura di questa trilogia...
  20. Io feci un vero e proprio incubo all'epoca dell S3, poco prima che trasmettessero The Rains of Castamere. In pratica sognai che D&D avevano cambiato la storia facendo scoprire a Robb e compagnia il complotto delle Nozze Rosse poco prima che Walder Frey lo attuasse Poi ci sarebbero pure i sogni su Sophie Turner, ma quelli non sono ambientati a Westeros e non posso riportarli perché siamo in fascia protetta
  21. L'offerta di Delta delle Acque avviene prima della battaglia di Winterfell contro gli Estranei, quindi o la presa di potere di Edmure avviene nel lasso di tempo tra la partenza di Bronnn da King's Landing e il post-guerra contro gli Estranei, oppure Cersei stava vendendo la pelle dell'orso prima di averlo ucciso, convinta di potersi riprendere il castello tutte le volte che vuole. O più probabilmente esiste una galleria sotterranea che permette agli eserciti di passare da Winterfell attraverso le Riverlands senza essere visti da nessuno, così si spiega anche come ha fatto Ditocorto con l'esercito dalle Valle nella S6
  22. Ma quello è un fenomeno normale e nemmeno nato oggi. All'epoca in cui andava in onda Mad Men, per esempio, ricordo che ci fu un certo "boom" di period drama ambientati tra gli anni '50, '60 e '70, non paragonabile all'impatto che può avere GoT ma di sicuro consistente. E prima ancora, Lost ha dato vita a tutto un filone di serie su enigmi e misteri che continua ancora oggi (e che accanto a capolavori come The Leftovers e Fringe ci ha regalato anche tantissime ciofeche). E vogliamo parlare della massiccia presenza di space operas tra la fine degli anni '80 e i primi '00, quando tra Star Trek, Stargate, Babylon 5, Andromeda, Farscape, Firefly e Battlestar Galactica c'era solo l'imbarazzo della scelta? Tendenza che mi pare stia ritornando adesso, guardacaso dopo Star Trek Discovery Netflix si riempie di sci-fi di ambientazione spaziale. A proposito di fantasy: è vero che GoT ha avuto un ruolo fondamentale (se non esclusivo) nel rilanciare il genere in televisione, però se guardo alle prossime serie tv in arrivo vedo La Ruota del Tempo, La bussola d'oro, in teoria ci sarebbe pure un progetto sulle Cronache di Narnia da parte di Netflix, e ovviamente LotR: quindi direi che c'è una certa varietà, non ci si vuole fossilizzare solo sul fantasy sporco e crudo à la Martin. L'esperimento Shannara è fallito miseramente perché impostato come un teen drama, forse una maggiore aderenza allo spirito dei libri e un respiro più epico l'avrebbero resa una serie di successo. Non resta che aspettare e vedere se il grande pubblico vuole solo sangue e sesso o se sa farsi piacere anche forme di fantastico meno ciniche e violente.
  23. Veramente in quella scena Jaime dice semplicemente che "chi ha ucciso i Frey non è nostro amico", non parla affatto di chi le governa in quel momento. Se Edmure avesse preso il potere subito dopo la mattanza dei Frey credo che Jaime avrebbe tirato fuori una mezza riga di dialogo sull'argomento. Per come la vedo io, all'inizio della S7 nelle Riverlands c'è un vuoto di potere che a Cersei non interessa affatto colmare mettendoci un lord paramount a lei fedele (così come del resto succede con l'Altopiano e le Terre della Tempesta, per quanto ne sappiamo) e ogni lord locale fa da sé, ed Edmure torna a governare in un qualche momento imprecisato tra la S7 e la S8.
  24. E' un po' tirata per i capelli, ma considerando che Randyll e gli altri alfieri non erano ancora arrivati nella capitale per confermare la loro fedeltà a Cersei, forse Jaime non voleva sbilanciarsi dando per scontato che anche l'Altopiano fosse dei loro e ha contato solo Fiumi, Ovest e Tempesta. Anche se a questo punto non escluderei nemmeno il fatto che D&D si siano completamente dimenticati dell'esistenza delle Terre della Tempesta e abbiano contato Fiumi, Ovest e Altopiano O magari è una cosa detta tanto per dire: volevano far trapelare la fragilità del potere di Cersei e dire che governa al massimo tre regni è più efficace che dire che ne governa quattro
  25. Feanor_Turambar

    Star Wars

    Devo ammettere che se fosse quella la trama, non mi dispiacerebbe. Sarebbe anche ora di esplorare scenari diversi dal solito Jedi vs. Sith, magari tra questa e The Mandalorian iniziano a farlo come si deve.
×
×
  • Create New...