Jump to content

SerGult

Utente
  • Content Count

    1,161
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by SerGult


  1. Ieri ho visto Vizio di forma. Premettendo che non ci ho capito molto, mi è piaciuto! Ci sono un sacco di nomi e vicende che si intrecciano, infatti spesso mi sono ritrovata a perdere il filo del discorso, ma questo anzi mi ha fatto venire voglia di rivederlo per poter magari mettere in pausa di tanto in tanto per riflettere :D neanche dopo leggendo la trama del libro, di cui è una riproduzione molto fedele, ho messo insieme i pezzi del puzzle in modo impeccabile :ehmmm: magari sono io..

     

    Finalmente ho visto Boyhood. Mi è piaciuto tantissimo e quando è finito ho proprio sentito il distacco dai personaggi a cui in quelle quasi 3 ore mi sono davvero affezionata, non volevo che finisse! L'ho adorato perché è un film che non pretende di andare da qualche parte, che racconta la quotidianità fatta non di eroi ma di gente comune.. Mi sono anche commossa più di una volta (e direi quasi senza motivo e per le cose più stupide) perché questo film mi ha ricordato per certi versi mio fratello, la sua crescita, i suoi cambiamenti fisici di cui sono stata diretta spettatrice.. per altri me stessa, le mie paure, i miei dubbi! Ho capito cosa intendeva Patricia Arquette quando diceva che non voleva più staccarsi dal progetto e non voleva mostrarlo al mondo, l'ho sentito anch'io, figuriamoci lei che l'ha vissuto. Lo rivedrò sicuramente :)


  2. Ho visto Kingsman. Sinceramente non mi aspettavo di divertirmi così tanto :D ho riso tantissimo!

    Divertente ma con un fondo di "verità", nel senso che ti lascia comunque uno spunto di riflessione su questo mondo sempre più tecnologizzato e sempre più controllabile. Colin Firth, Samuel L. Jackson, Michael Caine e Mark Strong.. decisamente nella parte Taron Egerton, che leggo aver lavorato con Kit :stralol: , è ad una delle sue prime esperienze ma non ha sfigurato di fronte ad attori con così tanta esperienza! E c'è pure Sofia Boutella che ormai è diventata un'attrice praticamente e pure bravina, devo dire :) a me è sempre piaciuta in veste di ballerina, è stata una piacevole sorpresa ritrovarla lì!

    Io lo consiglio, è uno dei migliori cinecomics che abbia visto :victory: tra l'altro il regista ha rinunciato a fare i soldoni con X-Men - Giorni di un futuro passato per girare questo film!


  3. Caro diario,

    Vorrei prendere a pedate il mio libro di linguistica. Ho l'esame dopodomani e ho tantissima paura :(

    Dove vanno tutti i disperati?

    No, vabbè.. Sono sconvolta :stralol:

    Anch'io dopodomani ho esame di linguistica :stralol:

    Anch'io sono disperata e vorrei prendere a pedate i miei libri (e anche le dispense) :stralol:

    Ti prendo per la manina e ci andiamo insieme dove vanno tutti i disperati :)


  4.  

    Birdman

     

    Capolavoro. Originale, profondo, girato, scritto e interpretato in modo magistrale. Privo di difetti.

    Voi come avete interpretato il finale?

     

     

    Scondo me Riggan non muore.

     

    Per due motivi:

     

    1) Ho letto diversi commenti secondo cui si è liberato di Birdman, ma non è così secondo me. Riggan ha imparato ad accettare Birdman.

    E' stato Birdman ha impedirgli di suicidarsi sul tetto (adesso facciamo vedere a questi str***i che sappiamo recitare e poi via con un nuovo blockbuster), ed è stato grazie a questa consapevolzza (vedi discorso alla moglie sul fatto che Birdman sia in qualche modo "rassicurante") a dargli la carica per concludere lo spettacolo con il botto.

    Birdman è sempra là con lui (anche nel ce**o) ma adesso Riggan ha imparato a non subirlo più, a non portarselo dietro come un peso ma semplicemente come un... amico/nemico. Infatti lo manda a quel paese, ma non è arrabbiato o aggressivo con lui.

     

    La figlia che guarda gli uccelli - metaforicamente suo padre/birdman con... come definire l'espressione? sollievo e malinconia insieme? Sta a significare che è contenta per il fatto che il padre sia riuscito a trovare la pace con sé stesso, con la lotta infinita che contrapponeva il suo ego con il suo senso di inferiorità.

    non gettandosi dal palazzo (e infatti la figlia scruta il terreno preoccupata ma non si colgono espressioni di orrore) ma appunto, accettando in modo fisiologico quella parte di sé e della sua vita che è stato, è e sarà Birdman.

     

     

    2) questo film è evidentemente un meta film. La figura di Keaton stesso, primo Batman, considerato mediocre e fino a pochi mesi fa attore fallito, ma che si mette in gioco in un film altamente sperimentale e rischioso, è troppo simile a quella di Riggan per essere casuale.

    cosa succede nel film? Ll'interpretazione e lo spettacolo sono un successo straordinario.

    cosa succede nella realtà? la stessa cosa. Straordinari riconoscimenti per tutta l'opera.

    Ovviamente inarritu non poteva saperlo, il film poteva essere un floppone e Keaton snobbato, ma credo che sia una persona abbastanza coraggiosa da portare fino in fondo la parte "meta" del film.

     

    Keaton ha rischiato, probabilmente ha sofferto e patito l'attesa, si è messo in gioco e ha messo a segno un interpretazione inaspettata e che, oggettivamente, ha pochi uguali nell'ultimo mezzo secolo, ma ce l'ha fatta.

    Perché non anche Riggan? Farlo morire sarebbe stato mettere le mani avanti, e non è da inarritu.

     

     

     

     

    Il finale di Birdman è lasciato in pieno allo spettatore e la trovo la scelta migliore!!

     

    Per me

     

     

    Non muore. Accetta Birdman, come una parte di se, ma non più come quella predominante. Riggan è Riggan e Birdman allo stesso tempo. E' un attore che osa e vince, ma per farlo non rinuncia a Birdman.

    Emblematica la "maschera" che ha dopo l'incidente come una specie di becco. Se la toglie, ma quel naso tumefatto la fa restare impressa comunque. E poi Birdman li al bagno, una presenza non più ingombrante ma ordinaria.

    Infine la scena finale, come già detto la figlia guarda giù spaventata ma giù non vede nulla...vede qualcosa in alto, e ride...

     

    Cosa verosimile: Riggan non si è buttato, passa semplicemente del tempo da quando è alla finestra a quando entra la figlia nella stanza. Lei si preoccupa per un folle gesto del padre (dopo quanto successo al teatro), ma giù non c'è nulla, e quando vede degli uccelli in aria pensa che Birdman c'è ancora!!

    Cosa fantastica: La figlia vede Riggan volare come nelle sue "visioni" di Birdman

     

    Erano le due cose a cui pensai a caldo, poi non ci ho più pensato XD

    Ma non ho mai creduto che si fosse buttato!!

     

     

     

    Ci sono davvero tante possibili interpretazioni, tra il reale e il metaforico. Alcune mi sembrano più consistenti di altre.

     

     

     

    Una da tenere in considerazione è che Riggan sia morto al teatro, sparandosi in testa. Tutto quello che vediamo dopo, è ciò che lui ha immaginato prima.

    Abbiamo visto che il volo, la telecinesi e tutti i presunti superpoteri, sono soltanto nella sua testa.

    Dopo lo sparo non si alza, non urla, lo vediamo immobile per parecchio. Lo ritroviamo poche ore dopo in ospedale, già operato, con un naso cambiato e senza segni di punti o altro. Tutto è lieto: la recensione ottima, lui ha successo, la moglie e la figlia amorevoli gli sono a fianco. Infine, lui vola e la figlia può vederglielo fare.

    In un certo senso, sarebbe anche un'altra critica ad un certo cinema Hollywoodiano, che indirizza sempre verso il lieto fine (e qui il regista, che non è esattamente tipo da lieto fine, direbbe: è morto, non c'è sempre un lieto fine, non fatevi ingannare).

     

    (In realtà, il finale non sarebbe completamente lieto, perchè Riggan non ha avuto successo per la sua qualità di attore, ma un successo mediatico dovuto al sensazionalismo del suo gesto, è ancora un freak, un fenomeno da social.)

     

    Le altre seguono l'idea che si sia davvero accidentalmente colpito il naso.

     

    Fermo restando che ci è stato mostrato che non possiede poteri, l'eventuale salto significa morte. La figlia potrebbe non aver retto alla vista del cadavere del padre, aver avuto un collasso nervoso (ci era già stato detto dell'instabilità, delle droghe, ecc.) che le farà sperimentare allucinazioni simili a quelle del padre (l'espressione estatica finale, potrebbe derivare dal vedere il padre volare, o anche vedere se stessa in una situazione stile-padre, per esempio vedere se stessa volare).

     

    Su un piano metaforico, potrebbero solo averci mostrato come la figlia, per la prima volta, abbia visto il padre come lui stesso si vede.

     

    Ce ne sono davvero molte altre, e forse lasciare la libera interpretazione era l'intenzione.

     

     

     

     

     

     

    Inizialmente Inarritu aveva pensato ad un'altra scena finale con Johnny Depp al posto di Riggan e Jack Sparrow al posto di Birdman che ripropongono il primo dialogo, come in un loop infinito :/ ma, direi, meno male che ci hanno ripensato :stralol: avrebbero di molto banalizzato il tutto facendo scadere l'intero film!

    L'idea del loop infinito sarebbe forse stata interessante, ma.. NO.

     

    Per quanto riguarda l'interpretazione del finale vero

     

     

    sul momento ho pensato proprio alla morte sul palcoscenico e ad una sorta di lieto fine "paradisiaco". Ma quando ho visto la benda sul naso ho iniziato a propendere per l'ipotesi riportata da Alberto, di Riggan che accoglie Birdman definitivamente come parte di sé! In questo caso il successo dello spettacolo diventa un'ulteriore critica, magari a quanto piace oggi la tragedia, che porta la gente a cercare sui social network le persone coinvolte in fatti spiacevoli, che pure spesso tendono a spettacolarizzarli portando sotto i riflettori i loro drammi personali. Inoltre quando Riggan si guarda allo specchio col suo nuovo naso non ho potuto fare a meno di pensare a Pirandello (sarà colpa dello studio :stralol: ) e a Uno, nessuno, centomila, per riferimenti sia superficiali (il naso) sia più profondi. Alla fine quindi tendo a vedere l'ultima scena come "Riggan che diventa Birdman", ciò che realmente è ma che gli altri non vedono finché lui stesso non accetta di esserlo e infatti la figlia lo vede finalmente nella sua vera natura. Anche la frase che tiene sullo specchio potrebbe riportare a questo: a thing is a thing, not what is said of that thing.

     


  5. Questo è il primo singolo di un album appena uscito dal sudore e dalla voce splendida (per me almeno :D ) di una persona che conosco e che si sta facendo strada nel mondo della musica con passione e dedizione! Canzone del giorno perché sono proprio contenta per lei :)


  6. 1. Nessuno crede in quello che son riuscito a fare

    ma nella Furia ho visto qualcuno da salvare.

    Aiuterò la mia gente anche al costo di morire

    e tutti troveranno qualcuno da accudire.

     

    2. Quando la mia famiglia mi lascia un po' da solo

    arriva un'occasione ed io la colgo al volo,

    ma mi ritrovo in catene e con un nuovo nome

    finché non incontro un uomo di buon cuore.

     

    3. Dopo un rifiuto iniziale

    ho visto in lei del potenziale.

    Sembrava giunta la vittoria

    ma quando invece della gloria

    per il mio tesoro è ormai finita

    con sofferenza ho spento la sua vita.

×
×
  • Create New...