Jump to content

Baelor Lancia Spezzata

Utente
  • Content Count

    60
  • Joined

  • Last visited

2 Followers

About Baelor Lancia Spezzata

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 12/17/1982

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Location
    Polo Nord

Recent Profile Visitors

173 profile views
  1. Non mi riferivo al fatto che non fossero valorosi. Anzi, probabilmente potevano esserlo(se la loro madre glie lo avesse permesso), ma devo ammettere che sono morti tutti e tre senza combinare niente che fosse degno di nota. Forse Jacaerys è stato l'unico ad aver fatto qualcosa assicurandosi l''appoggio della Valle, del Nord e pochi altri lord minori. Salvo poi morire alla prima battaglia, in un modo (a mio parere) discutibile. Nel senso che se hai un drago che vola e sputa fuoco, di sicuro non è intelligente volare così basso da impigliarsi nelle sartie delle imbarcazioni che devi bruciare. Per quanto riguarda Lucerys, di 14 anni, ha la sfortuna di incontrare Aemond e Vaghar alla prima uscita, senza avere il tempo di combinare niente. In TPATQ si dice che nove anni prima, dopo una lite, Jacaerys abbia cavato un occhio proprio ad Aemond, che di anni ne ha venti. A parte il fatto che mi pare un po esagerato che, avendo all'epoca 5 e 11 anni, quella lite sia finita a pugnalate e occhi cavati, bisogna dire che è stata una bella rogna per Luke incontrare proprio il guercio a Capo Tempesta. Fatto sta, però, che il principe Lucerys non si è distinto in nessun modo. Il povero Joffrey, che di anni ne aveva 12, ci ha provato in tutti modi a partecipare alla guerra. Sua madre non era dello stesso avviso, e lo ha relegato a roccia del drago prima, ed alla fortezza rossa poi. Sicuramente l'esser saltato sul drago di sua madre per volare alla fossa del drago e salvare il suo drago Tyraxes dalla folla inferocita, delinea un certo coraggio. Però, nonostante questo, la sua morte non è certo inevitabile. Forse dicendo che sono morti come dei "sarchiaponi" ho un po alzato il tiro, ma di sicuro i figli di Alicent si sono distinti in maniera maggiore, forse anche grazie alla differenza di età. L'età, comunque, non è stata così penalizzante nel caso di Daeron, che salvò l'esercito degli Hightower dall'essere macellati nella battaglia del vino di miele. Dopo la battaglia venne soprannominato Daeron il Temerario, ma lui si sminuisce attribuendo la vittoria al proprio drago, Tessarion. Non vorrei sbagliarmi perché vado a memoria, ma mi pare che il principe Daeron all'epoca avesse 14 anni.
  2. Re Viserys aveva chiarito la questione della successione sia prima che dopo la nascita di Aegon il vecchio. E nonostante le leggi di Westeros dicano che un figlio maschio venga prima di una femmina, lui aveva fatto giurare a parecchi lord che avrebbero sostenuto Rhaenyra, che all'epoca era molto amata da tutto il reame, quale sua erede al trono. Dopo ciò, penso non si potesse più fare appello alle leggi di successione decretate da Jahaerys. In quest'ottica risulta molto difficile non condannare il comportamento dei verdi che, in effetti, è alto tradimento allo stato puro: Nascondono la morte del Re per guadagnare tempo, fino a farlo imputridire nel proprio letto; Non avvisano Rhaenyra, erede ufficiale, della morte del re se non dopo l'incoronazione di Aegon II. Versano il primo sangue sgozzando l'anziano maestro del conio, perché unico membro del concilio ad opporsi e definire tale azione tradimento. Inoltre, quando forse si era ancora in tempo per risolvere la questione diplomaticamente, Aemond il guercio con Vaghar ammazza il principe Lucerys e il suo drago Arrax. Possiamo dire a tutti gli effetti che l'erede di diritto fosse Rhaenyra per decisione del re suo padre, proprio per questo Criston Cole è stato poi definito e ricordato come "il creatore di re", perché ha "creato" un re il quale non era previsto diventasse tale. Comunque, successione a parte, dopo il modo in cui si è svolto il duello sull'occhio degli dei, ho un nuovo Targ preferito! Saltare da un drago all'altro, in volo, ed uccidere il proprio avversario con sorella oscura?!? Roba da Daemon Targaryen, il principe della città!!! Non so che darei per vedere l'espressione del guercio quando si è visto lo zietto di fronte con la spada levata. Anche le azioni di sangue e formaggio, da lui orchestrate, nonostante crudeli e abominevoli, dimostrano la caratura del personaggio. Un Mito! Pollice in giù per i tre figli maggiori di Rhaenyra, che muoiono tutti e tre come dei sarchiaponi...
  3. Io ce lo vedo bene a Pyke, a fare da Reek a Theon divenuto re delle Isole.
  4. È stata una scelta complicata. Sia i video che i disegni sono fatti bene, con cura. Però la Melisandre di Ryer, nella sua semplicità, è stata quella che mi ha colpito di più. Dunque voto Ryer.
  5. Mi unisco ai vostri brindisi, ma invece che col rosso di Dorne, preferisco farlo con un bicchiere di birra. Ovviamente abbastanza densa da poterla masticare.
  6. Grazie a tutti, spero di poter essere d'aiuto alla squadra nella quale capiterò.
  7. Bello bello bello!!! Devo fare i complimenti a chi ha ideato il gioco. Se c'è posto mi metto in lista d'attesa. Intanto la mia lista: 1. Targaryen 2. Greyjoy 3. Stark 4. Baratheon 5. Lannister 6. Martell 7. Tully 8. Bolton-Frey 9. Arryn 10. Tyrell
  8. Non commento nemmeno la puntata, ormai avete detto tutto ciò che si poteva dire, se mi viene i mente qualche insulto nuovo per le serpi lo aggiungo. Quello che però non riesco proprio a capire, è come cavolo possano aver ridotto una trama così ben studiata ad un'accozzaglia di avvenimenti senza senso. Ma 'sti D&D è possibile che siano così inetti? Davvero considerano ciò che sta venendo fuori uno show decente? Mah... Ovviamente non faccio nemmeno il paragone con la versione letteraria, ma questa quinta stagione, come prodotto a sé, sta veramente diventando un'accozzaglia di assurdità, controsensi e forzature.
  9. Io proprio non riesco a capire per quale motivo si continua a dire che Theon è disturbato mentalmente o che sia un relitto. Abbiamo i suoi POV ed è chiaro che i suoi pensieri siano del tutto coerenti. Il fatto che lui si identifichi come Reek è perché gli è stato ordinato da Ramsey, e sappiamo con quali metodi. Imho quella non è instabilità mentale, ma istinto di conservazione. La sua arguzia è ancora viva e forte, come lo si può notare facilmente dai suoi POV, in special modo in quello del salvataggio di fArya. Il passaggio da Reek a Theon è evidente per tutta la narrazione: Qua mi sembra abbastanza "lucido". Qui addirittura immagina come si comporterebbe Reek, ma lui ricorda il suo nome e ciò che ne consegue. Partendo dal fatto che Theon sa cosa rischia se venissero scoperti, secondo voi questa non è scaltrezza mista a sangue freddo? O vi sembra un comportamento instabile? Alcuni dicono che non ha più niente da dire, invece io dico che è un personaggio che inizia ora il suo vero percorso. Probabilmente non siederà mai sul trono del mare, ma non venitemi a dire che non avrebbe la forza o la salute mentale per farlo. L'atto eroico che pensate debba compiere lo sta già compiendo, o salvare fArya non è considerato tale?
  10. Se anche Stannis volesse giustiziarlo, non lo farebbe prima della presa di Grande Inverno. Una volta avvenuto ciò, si incontrerebbe con i Manderly, i quali lo metterebbero di sicuro al corrente di tutto.
  11. Non bisogna sottovalutare nemmeno l'influenza dei preti del Dio Abissale, Aeron in particolare. Quando ha organizzato la prima acclamazione di re (ormai in disuso da millenni), Euron era già assiso stabilmente sul trono del mare, ma questo non gli ha comunque permesso di sottrarvisi. Questo dimostra quanto gli uomini di ferro rispettino la parola di Capelli Bagnati, che prima o poi dovrà pur ritornare sulla scena, viste le premesse con le quali ci ha lasciato. Stannis, come si è ripetuto fino alla nausea, è un sovrano duro, ma giusto. Con la destra punirebbe Theon per le sue malefatte, ma con la sinistra non potrà fare a meno di premiarlo per il salvataggio di fArya. Giustiziare Theon per infinocchiarsi i Lord del Nord? Non ne avrebbe il motivo, visto che la fedeltà del Nord dipende totalmente dal ritrovamento di Rickon da parte di Davos. Sacrificarlo per il Dio Rosso? Asha è sorella di Theon e ne condivide lo stesso sangue. Vista la situazione in cui si trova il suo esercito (neve, fame etc.), se Stannis avesse mai voluto, in vita sua, bruciare qualcuno per placare il Dio Rosso, quello sarebbe stato il miglior momento per farsi una grigliata di calamara... Cos'altro potrebbe farsene, se non cercare di piazzarlo sul trono del mare? Non che debba riuscirci per forza, ma almeno un tentativo io credo che ci sarà. Il nuovo Theon, che finalmente si libererà di Reek definitivamente, sarà un personaggio tutto da scoprire, a mio parere.
  12. Esatto, è proprio quella! Io la ricordavo molto vagamente, ma mi era rimasta impressa perché Asha, in un suo POV (quello in cui fa sesso con Karl), mentre pensa a come far decadere suo zio Euron, gli viene in mente questa storia. Il capitolo poi finisce lasciando la cosa in sospeso, ma il riferimento a Theon è chiaro come il giorno. Affermando ciò, non voglio dire che ci riusciranno di sicuro, ma penso proprio che sarà una strada che cercheranno di percorrere. A Stannis non può sfuggire il fatto che Theon sia la "chiave delle isole di ferro", un po' come Sansa e Robertino per Ditocorto. E se mai dovesse non pensarci sarà Asha a ricordarglielo.
  13. Io non sono d'accordo sul fatto che ormai Theon non abbia più nessun ruolo nella trama. E nemmeno sul fatto che ormai sia distrutto totalmente come uomo. Penso che sia, palesemente, in una situazione di forte stress causato dalla prigionia e dalle torture sia fisiche che psicologiche, e che quindi i suoi comportamenti siano dettati dalla paura e dall'assenza di autostima. Tutto il suo percorso, dagli errori commessi, alle angherie subite, lo hanno reso un uomo umile, il contrario di quel ragazzo irridente e pieno di sé che era all'inizio della saga. E proprio per questo credo che abbia ancora da dire parecchio ai fini della trama. Molto probabilmente, mi sbaglierò, ma io credo proprio che Stannis, così ligio alle regole di successione, non possa fare a meno di valutare Theon Greyjoy come l'erede di diritto di Pyke e del trono del mare. Potrebbe giocare questa carta sfruttando l'appoggio di Asha e degli Harlaw, ma soprattutto di Capelli Bagnati (che una certa influenza sugli uomini di ferro in generale dovrebbe averla), che dichiarerebbero nulla l'acclamazione di re di Occhio di Corvo, in quanto era assente proprio Theon, l'erede legittimo, organizzandone un altra. Tale teoria/speculazione trova un precedente importante nella storia delle isole di ferro, cioè un avvenimento raccontato ad Asha da Rodrik il Lettore (mi pare) e che viene anche approfondito in TWOIAF. È la storia di tre figli di un re delle isole, due dei quali organizzarono l'acclamazione in assenza del terzo, che ritornò annullando tutto e ammazzando i primi due. Ammetto che, non avendo i testi a portata di mano, è una memoria abbastanza approssimativa della storia in questione, se qualcuno più attrezzato potesse riportarla meglio, sarebbe più semplice collegare le due vicende.
  14. Mi sembra pacifico che la profezia non vada interpretata in modo letterale. In poche parole, anche con l'avverarsi della profezia non vedremo mai Drogo in persona, ma ciò che lui rappresentava per Dany. Io credo che lei, a quel punto della storia, lo considerasse come qualcosa di molto di più che un semplice alleato o comunque un mezzo per raggiungere i propri scopi.
  15. Si parla di Jamie in quanto nella specifica visione si parla di Tridente. E, in quel momento, si trovano tutti al tridente(Jamie, Ned, Sandor e tutta la corte), mentre Loras e Oberyn si trovano altrove.
×
×
  • Create New...