Jump to content

Il Lord

Utente
  • Content Count

    824
  • Joined

  • Last visited

3 Followers

About Il Lord

  • Rank
    Confratello

Recent Profile Visitors

564 profile views
  1. Il Lord

    Una giusta pena. Una pena giusta.

    Partiamo da un presupposto e cioè che stiamo discutendo unicamente su un principio, dal punto di vista materiale siamo tutti d'accordo sul fatto che un criminale vada condannato e vada in galera. Ora la nostra dottrina penale individua 3 funzioni nella pena: - soddisfare il senso di giustizia della vittima - rieducare il reo - neutralizzare il reo nel caso non fosse possibile una rieducazione. Ora ritengo che le uniche funzioni accettabili per un paese civile siano le ultime 2, e tra l'altro hanno un logica molto pratica prim'ancora che ideologica, perchè caspita io stato dovrei pagare vitto ed alloggio ad un carcerato se c'è la possibilità di inserirlo in un programma di recupero e trasformarlo in un contribuente? Solo nel caso ciò non fosse possibile e permanga la sua pericolosità continuerò a privarlo della sua libertà, e magari anche dopo che abbia scontato la sua pena prenderò varie misure cautelari. Dare una funzione di soddisfazione alla pena vorrebbe dire legarla ad elementi troppo variabili (se tutti gli utenti che hanno risposto a questa discussione subissero lo stesso reato "darebbero vita" a pene molto diverse tra loro, perché i magistrati sarebbero costretti a valutare i nostri personalissimi sensi di giustizia, che sono palesemente molto distanti tra loro) mentre la giustizia deve ancorarsi ad elementi quanto più possibile oggettivi. Da questo punto di vista assume importanza centrale l'azione civile, tramite la quale la vittima può farsi riconoscere il danno subito ed ottenere un risarcimento (puro materialismo lo riconosco, ma preferisco pensare che una persona si ritenga soddisfatta dalla vacanza alle Canarie pagata col freddo denaro del risarcimento piuttosto che godendo del fatto che "quel bastardo starà raccogliendo saponette nelle docce"); ugualmente importanti sono le motivazioni della sentenza, in generale (penale, civile, amministrativo, costituzionale) hanno la funzione di spiegare il diritto erga omnes giustificando la funzione dell'autorità che l'ha emanata, se c'è qualcosa che può saziare il senso di giustizia della vittima può essere proprio questo. Infine ottimi risultati sono stati ottenuti con la mediazione penale (all'estero è più diffusa, in Italia sono piccoli casi specifici), in molti casi far incontrare vittima e reo è benefica per entrambi: la vittima può affrontare chi gli ha fatto del male e superare i traumi subiti (come il senso di impotenza ed umiliazione subiti durante una rapina) il reo è costretto a "guardare la vittima negli occhi" e capire il danno ed il dolore che ha provocato lo aiuta a pentirsi, questo soddisfa il senso di giustizia della vittima più di qualsiasi altra cosa. Non c'è bisogno che lo facciate notare, non funziona con tutti, il sicario del clan mafioso guarderà sempre le sue vittime negli occhi senza distogliere lo sguardo per la vergogna, ma del resto si sa benissimo che la rieducazione non è per tutti. Attenzione che già nel rinascimento diversi studiosi avevano capito che la pena deve essere proporzionata alla gravità del reato, è stato poi dimostrato che una pena troppo dura scatena un meccanismo nella testa delle persone che non fa credere nella pena stessa (ma ti pare che mi puniscono così per questa cosa?!) facendo perdere completamente la funzione di prevenzione della pena.
  2. Il Lord

    Una giusta pena. Una pena giusta.

    Una costante dei processi spettacolarizzati é che la sentenza d'appello in genere è molto più morbida di quella di primo grado, sarà perché nel processo d'appello l'interesse dei media è scemata? Tra l'altro diverse statistiche che lessi anni fa sottolineavano come nella quasi totalità dei processi mediatici la sentenza è in linea con l'umore dei media (generalmente forcarolo) il che è statisticamente discutibile. Ovviamente ci sono stati casi eccellenti contrari ma sono rarissimi.
  3. Il Lord

    Una giusta pena. Una pena giusta.

    Il problema delle nostre carceri è nota ma la soluzione è costruirne di nuove e diversificate in base alla gravità dei reati, di certo non è non mandare in carcere o criminali (specie se rei di crimini gravi).
  4. Il Lord

    L'arresto di Cesare Battisti

    Piccolo consiglio per la prossima volta: rispondi subito che si tratta di un'azione dimostrativa/pubblicitaria invece di dare 4 diverse risposte in cui difendi la bontà giuridica della tua affermazione, "permettendoti di dire cosa so è cosa non so" cit. Ecc.. Comunque credo che per come si è evoluta la discussione sia ormai l'altro topic da preferire da qui in poi
  5. Il Lord

    L'arresto di Cesare Battisti

    Ok, accetto la critica, ora tornando al nocciolo della questione: Sapevi che non può essere messo in stato d'accusa per una eventuale grazia? In questo caso secondo te bisognerebbe farlo comunque come azione dimostrativa? Perché non si può attendere che non sia più presidente per farlo indagare dalla giustizia ordinaria (magari premendo per le sue dimissioni)?
  6. Il Lord

    L'arresto di Cesare Battisti

    A quindi ennesima inversione a U, hai tirato in ballo un istituto USA senza sapere come le cose funzionassero in Italia, ok tutto più chiaro. Come ti ho scritto prima: non può essere messo in stato d'accusa (si può ma verrebbe assolto perché non si prefigurano i reati dell'art 90) ma potrà essere accusato in seguito di altri reati se la grazia è stata mossa dall'intento di nascondere prove di reati vari.
  7. Il Lord

    Politica internazionale

    Una traduzione di può avere?
  8. Il Lord

    L'arresto di Cesare Battisti

    Quindi spiegaci in che modo graziare Battisti prefiguerebbe uno dei reati previsti dall'articolo 90.
  9. Il Lord

    Politica internazionale

    Di nuovo un cambio di discorso, vabbè la colpa del funzionamento dell'UE è da imputare in buona parte alle politiche euroscettiche, e alle continue concessioni che hanno ottenuto per sbandierare chissà quale vittoria nel difendere la sovranità nazionale quando in realtà stavano rendendo meno efficente il funzionamento dell'UE, luogo nel quale decidono congiuntamente anche del loro futuro. E continuo a dirti quanto ho scritto prima, non si parla di cataclisma, cavallette, ecc.. ma di salto nel buio e rallentamento nel medio/lungo termine.
  10. Il Lord

    Una giusta pena. Una pena giusta.

    Anche perché i magistrati non sono robot privi di emozioni e questi processi mediatici aggiungono pressione nel momento in cui dovranno decidere la pena degli imputati, meno influenze esterne ci sono meglio è.
  11. Il Lord

    Politica internazionale

    E quello che ti sto dicendo io è che la volontà venne meno con la dichiarazione congiunta sugli Eurobond, non per gli Eurobond in quanto tali, ma perché 4 stati possono bloccare le scelte legislative di tutti gli altri, in queste condizioni prevale la volontà di chi è (politicamente ed economicamente) più forte, tutto questo per gentile concessione degli euroscettici. Poi continua a fare finta di non capire, a non rispondere nel merito "perché non ne hai voglia" o perché secondo te solo tu hai le conoscenze giuste, ma non è così che si imposta una discussione costruttiva.
  12. Il Lord

    Politica internazionale

    Ripeto in quanti della propaganda europeista hanno parlato di ciò? E comunque non hai risposto nel merito della questione. In cosa il mio personalissimo ragionamento ritieni sbagliato?
  13. Il Lord

    L'arresto di Cesare Battisti

    Come al solito cambi discorso dopo che han confutato le tue dichiarazioni. Comunque ti sei perso che qualche pagina fa ho detto che Battisti deve farsi la sua bella galera, quindi hai poco da dire.
  14. Il Lord

    Politica internazionale

    Evidentemente non hai seguito come si deve l'evolversi della crisi: gli Eurobond avrebbero allentato la pressione, liberando tanti miliardi che invece son finiti a ripagare gli interessi sul debito, quella dichiarazione congiunta sugli Eurobond fu il punto di svolta, da lì divenne chiaro che appena 4 stati possono bloccare tutto il processo legislativo Europeo, cosa che diede campo libero alla Germania di imporre riforme che, per quanto giuste, potevano essere implementate in maniera meno rigida (oltre che con qualche miliarduccio extra nei bilanci statali). Di nuovo se gli euroscettici non avessero incasinato il trattato di Lisbona, la Germania sarebbe stata zitta e muta perché si sarebbe votato a maggioranza ponderata senza possibilità di bloccare tutto con 3 compagni di merende. Quello che la miope politica euroscettica (che l'attuale sovranismo accoglie a pieno titolo, e di cui del resto è figlio) ha fatto non è stato salvaguardare la sovranità di ciascuno stato ma condannarci ad una dittatura della minoranza.
  15. Il Lord

    L'arresto di Cesare Battisti

    No il reato di alto tradimento in sostanza prevede che Mattarella sigli accordi con qualche potenza straniera per sovvertire effettivamente l'ordinamento costituzionale, la grazia a Battisti non porterebbe alcuno stravolgimento quindi niente messa in stato d'accusa, semmai quando cessa di ricoprire la carica di presidente potrà essere incriminato per altri reati.
×