Jump to content

rhaegar84

Utente
  • Content Count

    414
  • Joined

  • Last visited

About rhaegar84

  • Rank
    Confratello

Recent Profile Visitors

383 profile views
  1. io inizio a temere che non vedremo mai twow. su ados visti altri impegni ormai è cosa certa che non uscirà mai e quindi la saga rimarrà incompiuta.
  2. sono d'accordo con @Angorian. di cinecomics atroci soprattutto nella prima decade del 2000 ne sono usciti tanti. e gli stessi della marvel all'iniziio avevano discreti incassi. il botto è stato con il primo avengers. detto ciò in generale fare Blockbuster non è per niente facile. anzi. per prima cosa si parte da un budget importante (se spendi poco difficilmente hai la qualità tecnica). e questo porta di conseguenza a dover fare incassi importanti anche solo per pareggiare le spese. e in questi anni l'mcu è stato x certi versi un'isola felice. ma la maggior parte di questa tipologia di film (non solo cinecomic) ha spesso floppato o al max si sono salvati in corner. la stessa saga di animali fantastici ha avuto una battura d'arresto. quindi la qualità conta sempre anche per questi film. negli anni 90 bastava un indipendence day per fare il botto. adesso proprio no. tanto che il sequel è andato male x fare un esempio (film atroce). io quando guardo un film voglio passare del tempo di qualità ed "emozionarmi" come x endgame. poi se sarà ricordato come capolavoro o meno non mi interessa molto. come x i premi. sono discorsi alla fine un po' inutili e molto soggettivi. faccio però una domanda: cosa intendete voi per cinema impegnato? o per vero cinema come inteso da scorsere e coppola? io x esempio considero un capolavoro i soliti sospetti x mille motivi (non solo x il finale). poi anche una commedia persino demenziale può esserlo. chiudo dicendo che vorrei chiedere a scorsere cosa ne penso del film nonno scatenato col suo amico de niro….tanto per parlare di schifezze
  3. rhaegar84

    serie tv

    cosa ne dite di the watchman? la prima puntata l'ho trovato ottima. stupende le musiche soprattutto nel finale. promette veramente bene
  4. ok ma tanto x dire the irishman dura 3 ore e mezza….se posso decidere tra cinema e casa con la mia "bella" tv tutta la vita la seconda. anzi gira su netflix meglio ancora. cmq mi spiace x scorsere di cui la maggior parte dei film adoro ma c'è un po' di ipocrisia in questa questione. ed è un esempio di come le cose x convenienza cambino velocemente: netflix criticata da tanti proprio perché accusata di allontanare le persone dalle sale, ha fatto da produttore di the irishman, visto che serve distributore che caccia i soldi. allora adesso va bene netflix che appunto fino a poco tempo fa era il male per la maggior parte dei registi. cmq come x tutte le cose ci sta provare di tutto. x fare un paragone con la musica io ascolto di tutto, ho avuto le mie fisse giovanili e solo alcuni generi proprio non riesco ad ascoltarli. stessa cosa x il cinema. ogni "artista" ecc propone sua musica, suoi film, ecc... poi le persone possono decidere. ma se appunto endgame ti incassa quasi 3 mld i cinema per primi sono contenti. ed è così che poi si possono anche finanziare pellicole più di nicchia. che poi agli ultimi oscar le pellicole presenti hanno avuto un ottimo incasso (bohemian rhapsody e green book, tra l'altro questo veramente stupendo). quello che non mi piace è che sembra passare il concetto che il cinema "vero" è quello impegnato, drammatico con film dai ritmi esasperanti. che poi la maggior parte di queste pellicole manco si capiscono. ti devi proprio impegnare per vederli. e allora si torna al problema. il cinema prima che arte è intrattenimento. e fare film costa.
  5. bella discussione. su Scorsese/Coppola mi sembrano polemiche forzate. o meglio tipiche dei "vecchi"...ai nostri tempi….poi al cinema è vero che escono tanti Blockbuster ma la maggior parte mica incassano come l'mcu. anzi...bisogna saperli fare cmq i film. poi sui 22 alcuni sono passabili, altri interessanti e alcuni secondo me molto belli. tipo guardiani della galassia. e ultimo endgame è grande cinema. e dire il contrario vuol dire mentire. poi come x tutto ci sta che a qualcuno possa non piacere ci mancherebbe. ma io mi sono emozionato a guardarlo. poi anche scorsese o x esempio tarantino viaggiano sempre sulla loro strada ben battuta. è inutile girarci intorno. mafia italo americana (o irlandese) e dall'altra dialoghi assurdi e splatter finale. e parla da fan di uno e da ex fan dell'altro. e a dire il vero proprio quando scorsese ha fatto un film "diverso" (silence) è stato quasi boicottato. cmq ottimi film escono ancora. poi x me la maggior parte delle persone già avrà suoi casini e quando guarda un film vuole rilassarsi o diveritirsi. ci sta quindi che non tutti vogliano il cinema impegnato. poi cosa vuol dire Blockbuster? cioè fury road lo è ed è x me il miglior film degli ultimi 5 anni. altro punto di discussione, che leggevo da commenti di sito di cinema: andare in sala costa, quindi vado a vedere film per cui è fondamentale, ovvero Blockbuster. ormai a casa con le tv di oggi certi film si vedono benissimo sul proprio divano. e con avvento dei canali streaming, hd ecc... è chiaro che si preferisce per tanti film la soluzione casalinga. chiudo dicendo però che le serie tv anche per aspetti tecnici oltre che recitativi ormai sono quasi sempre superiore ai film, facendo una ipotetica media.
  6. purtroppo nei film storici spesso si tende a semplificare le vicende e a dividerle in bene-male, quando invece le cose sono molto più complesse. gli stessi film su Elisabetta sono ovviamente verso la parte della regina, anzi direi anglicana e i cattolici risultano il "male". ma così è per tanti film. poi le licenze ci stanno per la venuta del film ma non sempre la gente temo capisca il confine tra storico e finzione.
  7. io ho visto solo la prima mezz'oretta poi ho girato...noioso a dire poco.
  8. in generale preferisco delle riletture delle storie e personaggi che delle riproposizioni fedeli, che sono difficili e anzi impossibili da fare, senza prendersi qualche libertà. io i 2 film di Ritchie li ho adorati e non vedo l'ora del terzo. rendono bene l'atmosfera del periodo storico. poi sono film col suo stile e posso capire che a qualcuno possa non piacere (io sono un suo fan...snatch è uno dei miei film preferiti). su assassinio sull'orient express quello che manca è l'atmosfera da giallo. cioè è tutto fatto bene, ottimi/grandi attori, tutto patinato ma appunto confezionato bene, ma sembra mancare il contenuto. che poi la trama l'hai già, ma devi concentrarti sulle emozioni che suscita la lettura e cercare di riproporle. quando vedi indiana jones si respira il senso di avventura. qui non si respira il mistero, il giallo, le indagini e tutto quello che porta la scoperta. speriamo nel prossimo capitolo si corregga un po' il tiro.
  9. a me sembra che la sinistra queste "risorse" le abbia distribuite bene ma diciamo nel loro giro. la sinistra da almeno 20 anni non è più la sinistra come era nata. tanto che ormai non è neanche più il partito degli operai tanto per fare un esempio. quindi il partito della collettività o del popolo magari 30 anni fa, ma dagli anni 90 in poi proprio no cmq per me la differenza sta nel meno e più stato che le 2 fazioni vogliono. poi è chiaro che entrambe hanno fallito nei loro intenti. e infatti adesso il voto è fluido. non esiste neanche più uno zoccolo duro di elettori. tornando alla domanda chi voteresti ecc come detto prima non saprei ora. anzi a dire il vero penso che ci sia necessità di rivedere proprio il sistema democratico in quanto questo attuale non può stare al passo con la velocità con cui va il mondo. e ormai non è più l'occidente a dettare i tempi. il parlamento adesso più che rappresentare il popolo mi sembra il suo primo nemico...boh si vedrà ma sarebbe più interessante votare governi e loro programmi e una camera che faccia fa garante/controllore. almeno non vedremmo più una marea di personaggi inutili sparlare.
  10. ok però mi sembra molto riduttivo. generalmente un elettore di centro destra in italia non è su posizioni così "estreme". poi le battaglie della sinistra nel passato erano anche giuste. adesso alcuni loro cavalli di battaglia li trovo un po' anacronistici.
  11. rhaegar84

    serie tv

    in questi gg mi sono guardato euphoria, serie tv stile teendrama ma per adulti. diciamo che rispetto al solito è molto più spinta e cruda di un comune teendrama. la serie mi è piaciuta e poi 8 puntate non sono troppe x queste serie. anzi direi il giusto numero per fare evolvere storie e personaggi ma senza tirarla troppo per le lunghe. la serie quindi si presenta come molto spinta e diretta e per le prime 2 puntate è abb così. giovani che si drogano, fanno sesso e varie attività legate ai social, il tutto mostrato senza filtri. tante scene abb forti e di nudo (soprattutto organi maschili a dire il vero). poi in realtà il fatto di avere già fatto vedere tutto nelle prime 2 puntate fa si che questo lato della serie diventi normale e quindi nelle puntate successive le scene hanno meno impatto. diciamo ci si abitua ad un canone e si viaggia "tranquilli". la questione che più mi sorprende riguardo queste serie è l'uso dei social internet telefoni che è abb inquietante. anche i protagonisti sembrano soffrire più per gli abusi virtuali che x quelli fisici. io finita la serie mi ritengo fortunato che a 18 anni il massimo erano sms (contati) e snake in bianco e nero….e veramente la riflessione che una serie fa nascere è sull'abuso di questi strumenti, che forse andrebbero limitati se non addirittura censurati (almeno fino ai 18, come per patente). bravi gli attori e alcune scene stile trainspotting sono stupende. va detto che le figure principali sono quelle femminili. i ragazzi sono trattati un po' male. diciamo poco approfonditi a parte qualche caso. ma in generale cmq sono poche le figure positive, o normali. la generazione che ne viene fuori non è tanto se è fuori di testa o meno, ma sembra vuota, senza interessi. dire poi se è effettivamente così non saprei (cmq è sempre la società americana). già confermato una seconda stagione. voto: 7
  12. chiedo scusa. sul momento non mi sembrava offensivo. e non era mia intenzione non rispettare chi partecipa alla discussione
  13. discussione interessante. e soprattutto molto lunga da fare se vediamo la politica italiana come è cambiata in questi 10 anni. in questi ultimi anni sono molto in difficoltà tanto che ultimamente non ho neanche votato. purtroppo la sensazione che ho è che non serve a niente fondamentalmente. e soprattutto non vedo nessun partito od esponente con le palle per sistemare e prendere in mano questo paese. la continua campagna elettorale poi mi ha abb nauseato. da elettore cmq vorrei che dopo le elezioni si facesse politica. ma seriamente. al di là delle idea l'obiettivo dovrebbe essere il bene del paese. ma purtroppo ognuna pensa al suo orticello e ai "suoi" da sistemare. facendo cmq una breve analisi della scena attuale direi che siamo messi così: - lega: incarna ideali di destra e cmq rimane ancora adesso un partito da opposizione - forza italia: direi che è totalmente finito - Fdi: destra, erede di an. uno dei meno peggio - M5s: occasione sprecata. peccato. ma senza competenze ed esperienza amministrativa non si va da nessuna parte - Pd: non capisco chi lo vota ancora. partito fatto di correnti e continue lotte. inconcludente e soprattutto sempre con quella presunta superiorità morale che nn capirò mai da dove deriva. adesso punta su vari temi come quelli ambientali che storicamente non gli appartengono. - vari partititni…inutili io se devo categorizzarmi direi che sono un elettore di centro destra. che però non esiste sostanzialmente in italia. vorrei quindi un partito che incarni questa idea senza però essere un muro. intendo quindi che al di là delle opinioni deve esserci un dialogo costruttivo. e che certi temi siano trattati prima da esperti/persone competenti e nn buttati al macello al "popolo" che poi diventa solo cagnara. in sintesi se si dovesse votare domani non saprei proprio che fare…. p.s. non ho capito molto la questione elettore di destra individualista e di sinistra per la collettività. mi sembra semplicemente una stronzata. se non voto sinistra è perché nn credo alle loro politiche, in primis economiche, e anche per via del bagaglio che si porta dietro (socialiste-comuniste). non perché penso a me e ai miei soldi (quali poi….).
  14. la cosa che non capisco di questo terzo (secondo per Godzilla) capitolo è che non hanno ascoltato le critiche rivolte al primo (che io ho apprezzato). cioè più mostri e più scontri. senza filtri "umani". peccato poteva venire fuori un filmone secondo me. tarantino non lo guarderò. mi ha stufato. alla fine è sempre lo stesso schema che si ripropone. il suo apice lo ha avuto con kill bill. poi ok anche bastardi senza gloria e django ma di vedermi ore di discorsi che finiscono in splatter basta (scusate ot)
  15. Godzilla king of the monsters parto subito dal dire che questo terzo capitolo per certi versi è quello meno riuscito. non è male anzi a me è piaciuto ma rispetto agli altri 2 soprattutto a kong pecca di alcuni difetti. alcuni di cgi: per dire le teste di ghidorah sembrano un po finte (se le si confronta con per esempio drogon di got). e alcune scene sono spesso ripreso da lontano o come sfondo alle vicende dei protagonisti. avrei anche approfondito maggiormente gli altri mostri di cui alla fine si vedono solo alcune scene. sostanzialmente avrei spostato più l'attenzione sui mostri e meno sulle vicende umane, che sanno di già visto e quindi meno interessanti. diciamo che paga molto lo splendido trailer di luglio 2018 che aveva creato grandi attese. detto ciò è un buon film di intrattenimento e vediamo come si concluderà col quarto capitolo questo monsterverse, che io ho cmq trovato molto interessante. voto: 6,5/7 p.s.: vorrei sapere il motivo della data di uscita scelta che è stata suicida in un periodo dove in 2 mesi sono usciti veramente tanti film importanti.
×
×
  • Create New...