Jump to content

rhaegar84

Utente
  • Content Count

    476
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by rhaegar84

  1. infatti. e questo porta ad un razzismo al contrario. mio amico che adesso è tornato con famiglia in italia me lo ha sempre detto. dimenticavo una cosa. sempre come esempio l'nba. guardate come hanno reagito al tema cina - hong kong. per chi non lo sapesse un gm ha fatto tweet pro hong kong e ovviamente ha scatenato reazioni pesanti da parte della cina con boicottaggi delle partite e delle dirette su canali cinesi. e perdite di soldi visto che il è mercato più importante. reazioni dei giocatori e vari dirigenti? tutti zitti. però per criticare trump tutti schierati. qui siccome perdono soldi (e tanti) tutti ancora un po' pro cina. è questo che mi da fastidio. è tutto facciata finchè non si tocca il portafogli. tanto per dire lebron James che fa tanta politica in questo caso ha commentato che la faccenda di hong kong non riguardava loro. la cosa che mi spaventa di chi è molto political correct è che poi non si può avere un parere non dico contrario, ma neanche non del tutto d'accordo. ogni tanto si rischia quasi il fanatismo.
  2. in america senz'altro. seguendo sport americani tipo nba la cosa è quasi stucchevole. tipo polemica sul sostantivo owners per i proprietari delle franchigie giudicato razzista perché legato alla schiavitù. sul titolo del corriere dello sport direi magari infelice ma io tutta questo problema non lo vedo. il periodo era quello e si è giocato un po'. poi sullo spot se regalare una ciclette per fare sport è sessismo allora a questo punto è meglio chiedere il permesso x ogni cosa. mi sembra tutto molto ipocrita ma del resto è così la società americana. le multinazionali sono x diritti lgbt, antirazzismo ecc... ma da sempre sfruttano altri paesi per produzione o fanno affari con altri dove questi temi proprio non esistono (arabia e cina x dire). in europa questo trend lo si vede soprattutto nei paesi nordici. da noi x adesso no e secondo me meglio così. sono temi troppo delicati per sminuirli con queste polemiche sterili e un po ideologiche. che poi sono quasi sempre sui social.
  3. rhaegar84

    Star Wars

    il secondo è osceno come film. manca tutta la drammaticità che aveva quella originale. non hanno capito poi quanto pesa l'assenza di un personaggio come vader. basta vedere le 2 scene in rogue one. bastava solo il respiro per dare un senso di potenza paura e dramma nelle scene. qui c'è kylo ren che è un personaggio x me irritante. un bambino viziato sembra che fa i capricci. abrams bocciato con l'aggravante di rian johnson che ha fatta un disastro. ho letto un articolo dove sostanzialmente definisce il cap. 7 e questo nono in uscita dei softreboot del 4 e 6 (1 e 3 vecchia trilogia) sarà la trilogia del fan service….fatto male però
  4. rhaegar84

    Star Wars

    ancora qualche gg ed esce l'ultimo film della nuova trilogia… leggendo qualche articolo si parla di aspettative basse. non c'è per niente quella attesa che c'era con il risveglio della forza. purtroppo questa trilogia non è stata un granchè. non c'è proprio affezione con questi personaggi e storie. io sono andato al cinema per il primo capitolo e ne uscii deluso. la storia era ancora la stessa. con l'aggravante di personaggi per niente interessanti. la saga degli skywalker era già più che terminata. adesso riesumano pure palpatine e così anche il sacrificio di darth vader/anakin perde di potenza e significato. per fortuna si butteranno sulle serie (come detto stupendo mandalorian) o film isolati (rogue one stupendo e anche "solo" per quanto abbia tanti difetti è cmq migliori dei 2 capitoli dell'ultima trilogia). ma basta con la saga principale. idee e storie nuove! tra l'altro dalle foto che girano ci sarà ancora la morte nera (quella ultima dell'impero). ma basta
  5. rhaegar84

    serie tv

    the mandalorian: visti i primi 5 episodi. che dire...stupenda. si respira il vero star wars. quello della trilogia originale. da quando è Disney i prodotti migliori sono venuti fuori stando lontano da jedi skywalker ecc.. rogue one stupendo e anche solo malgrado i difetti è un buon film. invece la nuova trilogia proprio non mi ha convinto, senza coraggio. la storia degli skywalkers era finita con la morte di darth vader e invece hanno insistito su una storia che non aveva nulla da dire. invece con questa serie ci si riavvicina a quel mondo che tanto ci piace. mi sono affezionato di più con pochi episodi a questi personaggi che a kylo ren ecc... dal punto di vista tecnico è veramente fatta bene. senza esagerare con la cgi e richiamando tanto la trilogia originale anche in questo. le puntate, forse per contenere costi, non durano tanto, tra i 30-35 min. questo però fa si che scorrano bene, senza pause o dialoghi inutili che allungano spesso il brodo. poi va be i 2 personaggi protagonisti sono stupendi...ma non dico altro x chi non sapesse niente. quindi per chiudere complimenti a Favrou e Disney per questa chicca. e finalmente hanno puntato su una serie tv per SW visto il periodo d'oro. adesso però voglio una serie su darth vader tra terzo e quarto episodio….perché alla fine è lui il personaggio di SW. voto (con riserva perché mancano 3 episodi): 9
  6. rhaegar84

    serie tv

    penso sia dovuto al fatto che è uscita in inglese e solo dopo qualche mese anche in italiano. io l'ho trovata interessante. detto ciò se guardo voti dei vari siti ultimamente non mi trovo molto in linea….anche perché le serie "lente" (scusa la banalizzazione) le sto mollando. come detto nella recensione spero nella seconda stagione che si ampli il contesto visto che alcuni aspetti non sono stati esplorati.
  7. rhaegar84

    serie tv

    succession è stupenda. veramente una bella serie. invece mi sono visto carnival row in questi gg: allora serie molto interessante. bello tutto il mondo da conoscere (regno dei fatati ecc...) e interessante tutto il discorso sociologico che sta dietro. anche se all'inizio sembra che la serie sia impostata su una "banale" storia d'amore invece non è proprio così. certo è una parte fondamentale della trama x i 2 protagonisti ma sostanzialmente c'è mistero (delitti stile jack lo squartatore) e molta politica. il mondo fatato rimane ancora avvolto nel mistero a parte una puntata tutta sul passato dei 2 protagonisti. ma cmq dell'altro regno degli umani non si dice molto. spero con la seconda stagione che si esca di più dalla città dove si ambienta la maggior parte della storia e si esplori meglio gli altri contesti. ritmo buono e ritengo che 8 puntate a stagione x queste serie sia la quantità giusta, non dovendo allungare il brodo o tenere ritmi lenti che portano poi alla noia. amazon mi sembra tenga sempre questa impostazione. voto: 7,5
  8. se per limite di tasse si intende un tetto di pressione fiscale massimo da esercitare in modo da costringere lo stato a regolarsi dall'interno (autoregolarsi) sarebbe non giusto ma di più. anche perché tutti gli articoli su diritti ecc ormai non valgono niente. almeno questo potrebbe un minimo proteggere i soldi dei cittadini. cmq dopo 20 anni essere in europa sembrerebbe stata una pessima scelta. e quello che intuiscono le persone è che alla fine chi comanda è il mondo della finanza con tutti i suoi interessi mentre le persone sono delle formichine che lavorano vivono senza nessuna garanzia/sicurezza/ecc... noi italiani in europa siamo ostracizzati perché sostanzialmente siamo più difficile da controllare di altri popoli. siamo meno conformati. un mio amico che ha vissuta per anni a Londra mi parla malissimo degli inglesi. fondamentalmente sono tutti allineati. del resto vanno in visibilio ancora per la famiglia reale…. (piccolo OT) tornando alla discussione più per chi votare mi chiedo se ha ancora senso votare. serve davvero? a qualcuno interessa delle persone normali che vogliono semplicemente lavorare/mettere su famiglia o meno (poter scegliere)/comprare casa ecc...
  9. in america è uscito charlie's angels. che come terminator o altri franchise era evidente avessero già detto tutto e infatti sta floppando. e anche qui la regista/attrice Elizabeth banks ha dato la colpa ai cinecomic...e agli uomini che non vogliono dare il potere alle donne e allora non guardano film con eroine femminili….siamo arrivati al ridicolo in Usa... che poi basta pensare alla serie hunger games (belli soprattutto i primi 2 capitoli) che avevano incassato a dire poco tanto. se i film sono belli la gente va al cinema mica si fa tutte queste pippe mentali. se fai un filmaccio questo floppa (come x terminator, rambo, ecc).
  10. rhaegar84

    serie tv

    the man in the high castle - stagione 4: purtroppo si è proseguito con lo stesso andazzo della terza stagione. troppo focalizzato sulle dinamiche familiari e poco invece sul contesto che era l'elemento più interessante. oltretutto praticamente si è rimasti sempre in america come contesto a parte una breve parentesi a berlino. la mia sensazione è che non si volesse investire più di tanto e quindi la storia al posto che espandersi e ingrandire i contesti e scontri, è diventata più un dramma familiare e di rapporti umani. infine sono stati aggiunti abb a caso come ulteriori protagonisti dei terroristi neri (una specie di black power in salsa comunista) a cui si è dato tanto/troppo spazio togliendolo al contesto più interessante che chiaramente era il raich. ridicolo poi che una delle potenze soffra appunto uno sparuto gruppo di ribelli. anche le situazioni degli attentati infatti sono didascaliche e senza pathos. infine abb deludente il finale. anzi a dirla tutto gli ultimi 5 min non è che ci abbia capito molto. ma probabilmente sono io che non ci arrivo. insomma grande occasione persa. è strano perché poi di solito il raich e tutta la storia nazista attira molto e anche se ovviamente è una pagine negativa della storia, è molto affascinante (basta guardare quanti documentari fanno su discovery sul tema...una quantità industriale). @Oathkeeper: io adesso mi darò la regola che se ritmo delle puntate è lento e la trama cervellotica non la guardo proprio. anzi neanche ci provo. allora preferisco un bel libro dove c'è spazio per sviluppare trame più complesse. x le serie nella maggior parte dei casi si crea solo noia. allora prefersico una serie come x esempio the warrior, fatta bene e che intrattiene e diverte pure.
  11. rhaegar84

    serie tv

    jack ryan stagione 2: discreta. non al livello della prima che ho trovato più interessante. però alla fine il suo lo fa egregiamente. intrattiene, bel ritmo. la storia è abb coinvolgente anche se forse un po' banale. ma alla fine sono 8 puntate e scorrono via velocemente. direi un 6,5-7 watchman: arrivati alla quarta puntata (mi sembra) sono un po' deluso. non si capisce dove si va a parare. e le puntate scorrono lente….direi anche noiose. devo dire che seguire o provare a farlo certe serie sta diventando impegnativo. anche troppo. penso che la guarderò quanto capita o ho tempo ma alla fine mezza delusione. poi magari esplode negli ultimi episodi ma nn credo visto l'andazzo. chiudo su the walking dead. la decima stagione era partita anche bene ma purtroppo si è tornati nel solito canone delle ultime stagioni. puntante intere inutili. poche scene che portano avanti la trama. ormai fanno una mezza puntata shock e poi basta per altre 10...peccato perché ormai delle origini si è perso tutto. la tensione, l'ansia, il continuo evolversi delle situazioni. dalla mitica puntata con l'ingresso in scena di negan è stata una picchiata. e infatti anche gli ascolti sono crollati e anche di tanto. anche questa serie ormai la vedo tanto per ma sono sul punto di mollare.
  12. io inizio a temere che non vedremo mai twow. su ados visti altri impegni ormai è cosa certa che non uscirà mai e quindi la saga rimarrà incompiuta.
  13. sono d'accordo con @Angorian. di cinecomics atroci soprattutto nella prima decade del 2000 ne sono usciti tanti. e gli stessi della marvel all'iniziio avevano discreti incassi. il botto è stato con il primo avengers. detto ciò in generale fare Blockbuster non è per niente facile. anzi. per prima cosa si parte da un budget importante (se spendi poco difficilmente hai la qualità tecnica). e questo porta di conseguenza a dover fare incassi importanti anche solo per pareggiare le spese. e in questi anni l'mcu è stato x certi versi un'isola felice. ma la maggior parte di questa tipologia di film (non solo cinecomic) ha spesso floppato o al max si sono salvati in corner. la stessa saga di animali fantastici ha avuto una battura d'arresto. quindi la qualità conta sempre anche per questi film. negli anni 90 bastava un indipendence day per fare il botto. adesso proprio no. tanto che il sequel è andato male x fare un esempio (film atroce). io quando guardo un film voglio passare del tempo di qualità ed "emozionarmi" come x endgame. poi se sarà ricordato come capolavoro o meno non mi interessa molto. come x i premi. sono discorsi alla fine un po' inutili e molto soggettivi. faccio però una domanda: cosa intendete voi per cinema impegnato? o per vero cinema come inteso da scorsere e coppola? io x esempio considero un capolavoro i soliti sospetti x mille motivi (non solo x il finale). poi anche una commedia persino demenziale può esserlo. chiudo dicendo che vorrei chiedere a scorsere cosa ne penso del film nonno scatenato col suo amico de niro….tanto per parlare di schifezze
  14. rhaegar84

    serie tv

    cosa ne dite di the watchman? la prima puntata l'ho trovato ottima. stupende le musiche soprattutto nel finale. promette veramente bene
  15. ok ma tanto x dire the irishman dura 3 ore e mezza….se posso decidere tra cinema e casa con la mia "bella" tv tutta la vita la seconda. anzi gira su netflix meglio ancora. cmq mi spiace x scorsere di cui la maggior parte dei film adoro ma c'è un po' di ipocrisia in questa questione. ed è un esempio di come le cose x convenienza cambino velocemente: netflix criticata da tanti proprio perché accusata di allontanare le persone dalle sale, ha fatto da produttore di the irishman, visto che serve distributore che caccia i soldi. allora adesso va bene netflix che appunto fino a poco tempo fa era il male per la maggior parte dei registi. cmq come x tutte le cose ci sta provare di tutto. x fare un paragone con la musica io ascolto di tutto, ho avuto le mie fisse giovanili e solo alcuni generi proprio non riesco ad ascoltarli. stessa cosa x il cinema. ogni "artista" ecc propone sua musica, suoi film, ecc... poi le persone possono decidere. ma se appunto endgame ti incassa quasi 3 mld i cinema per primi sono contenti. ed è così che poi si possono anche finanziare pellicole più di nicchia. che poi agli ultimi oscar le pellicole presenti hanno avuto un ottimo incasso (bohemian rhapsody e green book, tra l'altro questo veramente stupendo). quello che non mi piace è che sembra passare il concetto che il cinema "vero" è quello impegnato, drammatico con film dai ritmi esasperanti. che poi la maggior parte di queste pellicole manco si capiscono. ti devi proprio impegnare per vederli. e allora si torna al problema. il cinema prima che arte è intrattenimento. e fare film costa.
  16. bella discussione. su Scorsese/Coppola mi sembrano polemiche forzate. o meglio tipiche dei "vecchi"...ai nostri tempi….poi al cinema è vero che escono tanti Blockbuster ma la maggior parte mica incassano come l'mcu. anzi...bisogna saperli fare cmq i film. poi sui 22 alcuni sono passabili, altri interessanti e alcuni secondo me molto belli. tipo guardiani della galassia. e ultimo endgame è grande cinema. e dire il contrario vuol dire mentire. poi come x tutto ci sta che a qualcuno possa non piacere ci mancherebbe. ma io mi sono emozionato a guardarlo. poi anche scorsese o x esempio tarantino viaggiano sempre sulla loro strada ben battuta. è inutile girarci intorno. mafia italo americana (o irlandese) e dall'altra dialoghi assurdi e splatter finale. e parla da fan di uno e da ex fan dell'altro. e a dire il vero proprio quando scorsese ha fatto un film "diverso" (silence) è stato quasi boicottato. cmq ottimi film escono ancora. poi x me la maggior parte delle persone già avrà suoi casini e quando guarda un film vuole rilassarsi o diveritirsi. ci sta quindi che non tutti vogliano il cinema impegnato. poi cosa vuol dire Blockbuster? cioè fury road lo è ed è x me il miglior film degli ultimi 5 anni. altro punto di discussione, che leggevo da commenti di sito di cinema: andare in sala costa, quindi vado a vedere film per cui è fondamentale, ovvero Blockbuster. ormai a casa con le tv di oggi certi film si vedono benissimo sul proprio divano. e con avvento dei canali streaming, hd ecc... è chiaro che si preferisce per tanti film la soluzione casalinga. chiudo dicendo però che le serie tv anche per aspetti tecnici oltre che recitativi ormai sono quasi sempre superiore ai film, facendo una ipotetica media.
  17. purtroppo nei film storici spesso si tende a semplificare le vicende e a dividerle in bene-male, quando invece le cose sono molto più complesse. gli stessi film su Elisabetta sono ovviamente verso la parte della regina, anzi direi anglicana e i cattolici risultano il "male". ma così è per tanti film. poi le licenze ci stanno per la venuta del film ma non sempre la gente temo capisca il confine tra storico e finzione.
  18. io ho visto solo la prima mezz'oretta poi ho girato...noioso a dire poco.
  19. in generale preferisco delle riletture delle storie e personaggi che delle riproposizioni fedeli, che sono difficili e anzi impossibili da fare, senza prendersi qualche libertà. io i 2 film di Ritchie li ho adorati e non vedo l'ora del terzo. rendono bene l'atmosfera del periodo storico. poi sono film col suo stile e posso capire che a qualcuno possa non piacere (io sono un suo fan...snatch è uno dei miei film preferiti). su assassinio sull'orient express quello che manca è l'atmosfera da giallo. cioè è tutto fatto bene, ottimi/grandi attori, tutto patinato ma appunto confezionato bene, ma sembra mancare il contenuto. che poi la trama l'hai già, ma devi concentrarti sulle emozioni che suscita la lettura e cercare di riproporle. quando vedi indiana jones si respira il senso di avventura. qui non si respira il mistero, il giallo, le indagini e tutto quello che porta la scoperta. speriamo nel prossimo capitolo si corregga un po' il tiro.
  20. a me sembra che la sinistra queste "risorse" le abbia distribuite bene ma diciamo nel loro giro. la sinistra da almeno 20 anni non è più la sinistra come era nata. tanto che ormai non è neanche più il partito degli operai tanto per fare un esempio. quindi il partito della collettività o del popolo magari 30 anni fa, ma dagli anni 90 in poi proprio no cmq per me la differenza sta nel meno e più stato che le 2 fazioni vogliono. poi è chiaro che entrambe hanno fallito nei loro intenti. e infatti adesso il voto è fluido. non esiste neanche più uno zoccolo duro di elettori. tornando alla domanda chi voteresti ecc come detto prima non saprei ora. anzi a dire il vero penso che ci sia necessità di rivedere proprio il sistema democratico in quanto questo attuale non può stare al passo con la velocità con cui va il mondo. e ormai non è più l'occidente a dettare i tempi. il parlamento adesso più che rappresentare il popolo mi sembra il suo primo nemico...boh si vedrà ma sarebbe più interessante votare governi e loro programmi e una camera che faccia fa garante/controllore. almeno non vedremmo più una marea di personaggi inutili sparlare.
  21. ok però mi sembra molto riduttivo. generalmente un elettore di centro destra in italia non è su posizioni così "estreme". poi le battaglie della sinistra nel passato erano anche giuste. adesso alcuni loro cavalli di battaglia li trovo un po' anacronistici.
  22. rhaegar84

    serie tv

    in questi gg mi sono guardato euphoria, serie tv stile teendrama ma per adulti. diciamo che rispetto al solito è molto più spinta e cruda di un comune teendrama. la serie mi è piaciuta e poi 8 puntate non sono troppe x queste serie. anzi direi il giusto numero per fare evolvere storie e personaggi ma senza tirarla troppo per le lunghe. la serie quindi si presenta come molto spinta e diretta e per le prime 2 puntate è abb così. giovani che si drogano, fanno sesso e varie attività legate ai social, il tutto mostrato senza filtri. tante scene abb forti e di nudo (soprattutto organi maschili a dire il vero). poi in realtà il fatto di avere già fatto vedere tutto nelle prime 2 puntate fa si che questo lato della serie diventi normale e quindi nelle puntate successive le scene hanno meno impatto. diciamo ci si abitua ad un canone e si viaggia "tranquilli". la questione che più mi sorprende riguardo queste serie è l'uso dei social internet telefoni che è abb inquietante. anche i protagonisti sembrano soffrire più per gli abusi virtuali che x quelli fisici. io finita la serie mi ritengo fortunato che a 18 anni il massimo erano sms (contati) e snake in bianco e nero….e veramente la riflessione che una serie fa nascere è sull'abuso di questi strumenti, che forse andrebbero limitati se non addirittura censurati (almeno fino ai 18, come per patente). bravi gli attori e alcune scene stile trainspotting sono stupende. va detto che le figure principali sono quelle femminili. i ragazzi sono trattati un po' male. diciamo poco approfonditi a parte qualche caso. ma in generale cmq sono poche le figure positive, o normali. la generazione che ne viene fuori non è tanto se è fuori di testa o meno, ma sembra vuota, senza interessi. dire poi se è effettivamente così non saprei (cmq è sempre la società americana). già confermato una seconda stagione. voto: 7
  23. chiedo scusa. sul momento non mi sembrava offensivo. e non era mia intenzione non rispettare chi partecipa alla discussione
  24. discussione interessante. e soprattutto molto lunga da fare se vediamo la politica italiana come è cambiata in questi 10 anni. in questi ultimi anni sono molto in difficoltà tanto che ultimamente non ho neanche votato. purtroppo la sensazione che ho è che non serve a niente fondamentalmente. e soprattutto non vedo nessun partito od esponente con le palle per sistemare e prendere in mano questo paese. la continua campagna elettorale poi mi ha abb nauseato. da elettore cmq vorrei che dopo le elezioni si facesse politica. ma seriamente. al di là delle idea l'obiettivo dovrebbe essere il bene del paese. ma purtroppo ognuna pensa al suo orticello e ai "suoi" da sistemare. facendo cmq una breve analisi della scena attuale direi che siamo messi così: - lega: incarna ideali di destra e cmq rimane ancora adesso un partito da opposizione - forza italia: direi che è totalmente finito - Fdi: destra, erede di an. uno dei meno peggio - M5s: occasione sprecata. peccato. ma senza competenze ed esperienza amministrativa non si va da nessuna parte - Pd: non capisco chi lo vota ancora. partito fatto di correnti e continue lotte. inconcludente e soprattutto sempre con quella presunta superiorità morale che nn capirò mai da dove deriva. adesso punta su vari temi come quelli ambientali che storicamente non gli appartengono. - vari partititni…inutili io se devo categorizzarmi direi che sono un elettore di centro destra. che però non esiste sostanzialmente in italia. vorrei quindi un partito che incarni questa idea senza però essere un muro. intendo quindi che al di là delle opinioni deve esserci un dialogo costruttivo. e che certi temi siano trattati prima da esperti/persone competenti e nn buttati al macello al "popolo" che poi diventa solo cagnara. in sintesi se si dovesse votare domani non saprei proprio che fare…. p.s. non ho capito molto la questione elettore di destra individualista e di sinistra per la collettività. mi sembra semplicemente una stronzata. se non voto sinistra è perché nn credo alle loro politiche, in primis economiche, e anche per via del bagaglio che si porta dietro (socialiste-comuniste). non perché penso a me e ai miei soldi (quali poi….).
  25. la cosa che non capisco di questo terzo (secondo per Godzilla) capitolo è che non hanno ascoltato le critiche rivolte al primo (che io ho apprezzato). cioè più mostri e più scontri. senza filtri "umani". peccato poteva venire fuori un filmone secondo me. tarantino non lo guarderò. mi ha stufato. alla fine è sempre lo stesso schema che si ripropone. il suo apice lo ha avuto con kill bill. poi ok anche bastardi senza gloria e django ma di vedermi ore di discorsi che finiscono in splatter basta (scusate ot)
×
×
  • Create New...