Jump to content

Euron Gioiagrigia

Utente
  • Content Count

    3,587
  • Joined

  • Last visited

About Euron Gioiagrigia

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

2,504 profile views
  1. Ma il Torino è stato capace di vincere solo con la Roma?
  2. E poi puoi sempre fare i concorsi pubblici, magari al MIBAC. Mai sottovalutare i concorsi.
  3. Giorno 14 - Stannis Baratheon Anche se non sembra, il fuoco arde profondamente dentro Stannis Baratheon. Il fuoco delle delusioni passate, della passionalità repressa, del dovere posto come priorità nella propria vita, del rispetto profondo ed ossessivo delle leggi e dell'ordine come fossero qualcosa di trascendentale. Come dicevo altrove, il personaggio di Stannis è profondamente dicotomico, ben lontano dalla semplicità lineare e fredda che può trasmettere di primo acchitto. Per questo scelgo una canzone che esprime questo "fuoco" nascosto nel secondogenito Baratheon: Halestorm - I Am The Fire
  4. Inserisco nella lista osservatore dal nord e Oathkeeper per le loro acute osservazioni sui vari argomenti del forum.
  5. Perdonami il cinismo, ma l'avresti dovuto sapere che con un percorso in Storia non si trovano sbocchi molto diversi da quelli da te enunciati. Comunque non ti preoccupare se entri tardi nel mondo del lavoro, qualcosa si trova sempre. Se poi sei disposto ad andare all'estero il problema non si pone proprio perché fuori dai confini italici la situazione non è così disastrosa.
  6. Giorno 13 - Robert Baratheon Benché Robert mi sia piuttosto simpatico, come sottolineavo in un'altra discussione non si può negare la sua passività e la sua faciloneria nel comandare il regno e nelle questioni che esulassero dalla battaglia, l'unico campo in cui si sentisse veramente vivo. Il resto sono voglie, desideri, espressioni umorali e contraddittorie di un personaggio di cui ancora non si ha un'idea chiara nella fase pre-ribellione ma di cui sicuramente si sa molto nella fase del suo regno. Per questo motivo scelgo una canzone che parla di desiderio, che è quello onnipresente che manifesta Robert in molti campi (guerra, lussuria, VINOH!) ma che non viene mai completamente soddisfatto, data la sua vuotezza morale e la sua superficialità di fondo. Forse è una scelta poco coerente, ma me la sento così. NIN - Wish
  7. Io continuerei con la magistrale, così hai un titolo di studio più elevato.
  8. Del resto le politiche vagamente socialiste di Obama non hanno mai avuto successo.
  9. Dona un soldo al tuo Witcher, o valle abbondante.
  10. Giusto per qualche aggiornamento: 3578 corvi inviati (compreso questo), 92 discussioni aperte, circa 5 anni e 5 mesi su questi lidi. Non male.
  11. Per non andare OT nella discussione sulla serie tv, apro questa discussione sulla saga cartacea. La saga di Geralt di Rivia si compone di otto romanzi: - Il guardiano degli innocenti; - La stagione delle tempeste (ambientato contemporaneamente al precedente prima del racconto Una questione di prezzo); - La spada del destino; - Il sangue degli elfi; - Il tempo della guerra; - Il battesimo del fuoco; - La Torre della Rondine; - La Signora del Lago La saga in Italia è edita dalla Editrice Nord e tradotta da Raffaella Belletti. Ho finito di leggere il primo libro che copre parzialmente le vicende della S1 della serie tv, e mi sento di consigliarla a chi non la conosce. Devo dire la verità, mi sono abbastanza divertito a paragonare analogie e differenze tra lavoro Netflix e lavoro cartaceo. Metto l'indicazione di spoiler massima perché non penso di visitare la discussione prima di finire la saga, tanto i libri si leggono in fretta. Voi iniziate pure a discutere.
  12. Il guardiano degli Innocenti di Andrzej Sapkowski Il primo libro della saga dello strigo dello scrittore polacco, è più che altro una generale introduzione del personaggio di Geralt, ma che contiene alcuni racconti decisivi e che sono stati ben trasposti dalla serie tv Netflix. Su tutti assume grande importanza il racconto del primo incontro tra Geralt e Yennefer, che pone le basi del loro contrastato rapporto. La cornice narrativa riguarda invece Geralt che si riprende dalla ferite nel tempo della sua amica sacerdotessa Nenneke. A proposito di questo, l'ultimo capitolo Nel complesso il libro mi è piacuto. Ovviamente un libro è poco per costruire un world building, e l'assenza di mappe non aiuta (anche se su Internet circolano), ma le trame sono ben costruite e i dialoghi ottimi. Si conferma la natura onesta e disillusa di Geralt, un cacciatore di mostri che tratta con umani ancor più mostruosi. Non mi rimane chiaro come possa lo strigo provare emozioni pur essendo appunto uno strigo, ma non ho l'acutezza di altri commentatori della saga cartacea per capire ciò quindi mi basta la soddisfazione della lettura. Nel complesso promosso. Voto: 8
  13. Nel mio caso no, il mio hype è ancora a mille. Ovviamente sono frustrato, ma attendo con ansia TWOW perché deve assolutamente dare risposta alle questioni irrisolte di ADWD, in particolare relativamente a Stannis, Euron e il caos di Meereen.
  14. Considerando gli ottimi avvenimenti di oggi, oserei dire: Non è la fine. Non è neanche il principio della fine. Ma è, forse, la fine dell'inizio (Winston Churchill)
  15. In realtà pensavo fossero già usciti. Dovrò informarmi.
×
×
  • Create New...