Jump to content

Euron Gioiagrigia

Utente
  • Content Count

    3,252
  • Joined

  • Last visited

About Euron Gioiagrigia

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

2,156 profile views
  1. Ora che ho più tempo, posso fare una lista più ragionata dei miei 10 film preferiti, cercando essere più oggettivo possibile (è chiaro che le preferenze cambiano con il tempo): 1) Blade Runner: considerato il "film perfetto" da Christopher Nolan (non uno qualunque), vanta una struttura mista fantascienza/thriller nero assolutamente perfetta, arricchita dal meraviglioso comparto tecnico e dalle interpretazioni del cast. Il film, ricordiamo, è basato sul romanzo Ma gli androidi sognano pecore elettriche? di Philip Dick, ma lo cambia notevolmente e lo rende molto più dark. Lo stesso Dick, comunque, si disse molto soddisfatto dell'opera, affermando che aveva perfettamente catturato l'atmosfera da lui immaginata; 2) Il signore degli Anelli: La compagnia dell'Anello: colorato, maestoso, epocale, girato con amore e con enorme perizia tecnica. Non è il più spettacolare della trilogia, ma è quello a cui sono più affezionato, per il modo con cui hanno reso concreta e quasi toccabile con mano la Terra di Mezzo di Tolkien. La sequenza nelle miniere di Moria poi è cinema allo stato puro; 3) Il signore degli Anelli: Il Ritorno del Re: anche questo maestoso ed epocale, e soprattutto assolutamente spettacolare nella colossale battaglia di Minas Tirith, girata talmente bene da apparire vera e che fa impallidire le superbattaglie cinematografiche di oggi, con tutto il noto eccesso di CGI. Il finale è davvero troppo lungo (a voler essere cattivi, una palla al piede) ma sminuisce molto poco il valore globale della pellicola; 4) La forma dell'acqua: tecnicamente perfetto, a partire dalla fotografia fino ad arrivare alle scenografie e alle musiche, è un film che riflette ampiamente la poetica del regista Del Toro sul "mostruoso dietro l'umano e l'umano dietro al mostruoso". È, in un certo senso, la sintesi ultima del suo cinema, leggiadro e leggero come una piuma ma anche concreto e disturbante nelle scene di violenza e nelle allusioni sessuali; 5) Shining: l'horror perfetto per definizione, capace di spaventare veramente quasi senza una sola goccia di sangue. Il miglior film di Kubrick, perfetta sintesi dei suoi temi, della sua riflessione sulla società e sull'animo umano; 6) 2001: Odissea nello spazio: altro capolavoro del maestro Kubrick, è stato accusato di essere lento, noioso e pesante come una palla al piede. In realtà è una riflessione quasi "senza parole" sull'Uomo, lo Spazio, il Tempo e il rapporto tra di essi che lascia la libera interpretazione allo spettatore. La scena del "viaggio" del protagonista poi è uno dei punti più alti del cinema moderno; 7) Star Wars III: La vendetta dei Sith: di tutti i film della saga di SW, questo è sempre stato il mio preferito, anche più dei mitici episodi della trilogia originale. Forse perché è il più cupo, il più "adulto" e il più filosofico, essendo basato sulla struttura della profezia autoavverante. Palpatine interpretato da Ian McDiarmid e doppiato da Francesco Vairano è veramente un grande cattivo; 8) Terminator 2: Judgment Day: uno dei più bei film di azione/fantascienza da me mai visti. Lungo, fluviale, ricchissimo di sequenze memorabili: in una parola, epocale. Con questo film (uscito nel 1991) si chiude un'epoca ricchissima di film capolavoro del genere sci-fi; 9) La pallottola spuntata: un capolavoro di comicità demenziale, talmente bello e divertente da essere lirico. Ogni gag è azzeccata, Leslie Nielsen è perfetto (ma è anche bravo il doppiatore, Sergio Rossi), il ritmo è vivace e tutto concorre a creare un'atmosfera esilarante. Non è un caso che su YT si lamentino tutti che Leslie Nielsen e la sua verve manchino troppo nel cinema odierno; 10) Totò, Peppino e la Malafemmina: forse la miglior commedia all'italiana di sempre. Scombiccherata e divertentissima, vanta nelle interpretazioni di Totò e Peppino e nell'assurdità di molte scene le chiavi del suo successo. È il migliori film del principe De Curtis ini assoluto; Comunque 10 film sono pochi per racchiudere tutte le mie preferenze, quindi ne metto altri 10: 11) Il labirinto del Fauno: altro capolavoro del maestro Del Toro, è un fantasy dark e disturbante che oltre a mettere in luce le idee politiche dell'autore (il film è ambientato in Spagna durante la dittatura di Franco) ne spiega bene i temi portanti del suo cinema, fino allo splendido finale ingannatore con falso lieto fine. 12) Mulholland Drive: il miglior film di Lynch. Elegante, ben curato, ben recitato ma anche terribilmente angosciante, è la summa del creatore di Twin Peaks, un tipico incubo hollywoodiano con tanto di metafora sulla fuga psicogena. Geniale; 13) Crank: il migliori film d'azione che abbia mai visto. Una specie di versione live action di GTA, una pellicola folle e sgangherata che sfonda e oltrepassa le barriere del buon gusto e del politicamente corretto. Va assolutamente vista e rivista; 14) Crank - High Voltage: come sopra, ma ancora di più. C'è pure nel finale l'abbattimento della quarta parete, quindi in teoria dovrebbe essere migliore del precedente. Lo metto dopo perché non posso mettere nella stessa posizione due film, e tra un film e il suo seguito scelgo sempre il primo; 15) Scary Movie 3: girato praticamente dallo stesso team della saga della Pallottola Spuntata, è un film che ha il merito di farmi tornare alla mente tanti ricordi, avendolo visto per la prima volta circa quindici anni fa. Forse se lo si valuta a livello oggettivo non è niente di che, ma con questo film non sono oggettivo e lo considero una delle migliori commedie da me mai viste; 16) The End of Evangelion: il vero finale (?) della saga di Eva, un anime terribilmente cupo e cruento, davvero un pugno dello stomaco. La sintesi di tutte le ossessioni di Hideaki Anno e una riflessioni sull'animo umano e sulla società giapponese. Assolutamente disturbante; 17) Il buono, il brutto e il cattivo: uno dei migliori western all'italiana, è forse il film più famoso di Sergio Leone. Splendide ambientazioni, personaggi che entrano subito nella memoria e una una concretezza nella messa in scena fuori dal comune. Le mie preferenze potrebbero cambiare appena vedrò Giù la testa, ma per ora questo è il mio western di Leone preferito; 18) Full Metal Jacket: il mio film di guerra preferito. Diviso rigidamente in due parti (l'addestramento e la guerra), come è diviso in due l'animo umano, tesi tra la ricerca di una vita tranquilla e l'aggressività proprio dell'essere umano. Girato con la consueta perizia tecnica di Kubrick, è una riflessione attualissima sulla guerra; 19) Apocalypse Now: forse è questo il miglior film di guerra in assoluto. La lavorazione di tale pellicola fu un vero incubo, ma gli sforzi sono stati ripagati producendo un risultato che rimarrà assolutamente nella storia. La metafora della guerra come tenebra del cuore umano è perfetta; 20) Fight Club: il miglior film di David Fincher, una riflessione acuta sui disagi "psicologici" della società moderna. Un grande cast e una grande cura tecnica per uno dei film simbolo del nuovo secolo.
  2. Questa è cosa buona e giusta. Se così fosse, sono molto miopi a non capire il successo potenziale di un'opera richiesta da quasi l'intero fandom DC. Però non sarei così pessimista, secondo me ci sono delle possibilità.
  3. Da quello che so (ma magari Lyra e/o Menevyn mi correggeranno) i film che usciranno di sicuro sono: - Birds of Prey (2020) - Wonder Woman 1984 (2020) - The Batman (2021) - The Suicide Squad (2021) - Black Adam (2021) - Aquaman 2 (2022) È stato inoltre annunciato un sequel di Shazam, e verosimilmente dovrebbe farsi un crossover tra Shazam e Black Adam se i film precedenti andranno bene. Comunque trovi più informazioni qui.
  4. Perché rovina la comicità di moltissime battute alterandone il significato, molte volte senza alcun motivo. Lo so per certo perché l'ho visto sia in italiano che in inglese. Certe volte l'alterazione della gag è originale è inevitabile (ad esempio i due passeggeri di colore che in originale parlano il tipico incomprensibile slang di strada, in italiano tradotto in napoletano), altre volte totalmente gratuita. Es. alcuni dialoghi tra il protagonista e la sua ex.: ve n'è uno in cui in originale ricordano i bei tempi andati e il fatto che lui non riesce a dimenticare il suo passato, mentre nella versione italiana hanno messo in mezzo le preferenze sulle posizioni sessuali . Se recuperi il DVD, ti consiglio di vederlo in originale, magari con i sottotitoli in italiano che dovrebbero essere corretti.
  5. Airplane! (1980) di Jim Abrahams, David Zucker, Jerry Zucker Scritto e diretto dal mitico trio ZAZ, è il primo vero capolavoro di comicità demenziale, l'inizio di un genere che con buona fortuna sarebbe durato fino a Scary Movie 4 (film, ricordiamo, del 2006), per poi decadere nella banalità e nel turpiloquio più spinto. In questo gioiellino, invece, tutto è ben bilanciato, dalle gag demenziali a qualche pudico (ma non troppo) riferimento sessuale (si pensi alla scena del "gonfiaggio"), dal tratteggio dei personaggi all'assurdità delle situazioni (tutti quelli che sentono i discorsi stralunati di Striker non reggono). È inoltre il film che ha reso noto Leslie Nielsen, attore maestro della comicità demenziale, che troverà il suo apice nella saga della Pallottola Spuntata (non ha caso trilogia diretta dallo stesso David Zucker), e che con la sua aria assolutamente seria rende ogni sua comparsata assolutamente imperdibile (si pensi alla scena del naso da Pinocchio). In definitiva, un film imperdibile, e non ha caso è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Assolutamente incantevole Julie Hagerty. Nota importante: il film va assolutamente visto in lingua inglese, magari con i sottotitoli se non si è pratici con la parlata inglese. Il doppiaggio italiano infatti rovina irrimediabilmente la comicità dei dialoghi svilendo inesorabilmente il film. Questo contraddice la nota alta qualità del doppiaggio italiano, ma contraddice anche la teoria secondo lui il doppiaggio sarebbe peggiorato nel corso dei decenni, implicando che qualche decennio fa fosse migliore di adesso. In effetti non ho mai capito da che basi partisse questa credenza, visto che nei film odierni ho sempre notato un'alta qualità delle voci (la traduzione poi è un'altra cosa). Voto: 10
  6. Pare che Ronaldo abbia perdonato la Juve per essere stato sostituito: https://www.repubblica.it/sport/calcio/serie-a/juventus/2019/11/17/news/cristiano_ronaldo_pace_con_juventus-241283896/.
  7. Mi pare che il relativo quesito del referendum promosso dal governo Berlusconi nel 2011 (dopo Fukushima, ironicamente) abbia visto una forte opposizione da parte degli italiani alla possibilità di usare energia nucleare. Poi che in caso di incidenti in Svizzera, Slovenia e Francia noi saremmo inguaiati lo stesso è vero, comunque. La compriamo però a basso costo, visto che i francesi non possono regolare la potenza prodotta dalle centrali nucleari (devono lavorare sempre a carico nominale). Inoltre ultimamente la stiamo esportando noi a loro, perché i francesi hanno molti reattori in manutenzione.
  8. Qui una lista di simpatiche citazioni a GOT presenti in Disincanto. Non avevo mai associato i capelli bianchi di Bean ai Targaryen! Attenzione: potrebbe contenere qualche spoiler.
  9. Gli incidenti si possono evitare progettando centrali con moderni sistemi di sicurezza. Se uno ci pensa un attimo, i tre gravi incidenti occorsi da quando esiste il nucleare civile riguardavano centrali vecchie (Three Mile Island), centrali progettate in modo approssimativo (Chernobyl) e calamità clamorose (Fukushima). Però concordo sul fatto che in Italia non li reintrodurrei, anche perché nessuno lo vuole. Però continuerei ad investire sulla ricerca: non è che siccome una cosa non la usiamo ce la dobbiamo scordare.
  10. Da un pò di tempo ho scoperto il canale YT di un certo Jonathan Young (non so se è il suo vero nome) che fa delle ottime cover di canzoni di serie animate e classici vari. Qui ve n'è un esempio.
  11. D'altra parte, neanche la produzione dei tanto osannati pannelli fotovoltaici è proprio ecologica, usando processi chimici abbastanza pericolosi. Però di sicuro il nucleare non è ideale da questo punto di vista. Non c'è una soluzione facile. EDIT: un'alternativa c'è, ed è la fusione nucleare. Peccato che sia ancora allo stato embrionale. Credo che quello che si possa fare nel frattempo è un accorto mix di tutte le fonti energetiche disponibili, cercando di incrementare la quota di produzione rinnovabile senza indebolire troppo la rete elettrica e usando le migliori tecnologie disponibili. Però è necessario un'aumento della spesa nella ricerca, cosa su cui l'Italia è sempre deficitaria. Per quanto riguarda il trasporto, più che sull'elettrico punterei sull'ibrido, che almeno non deve fare i conti con la mancanza di strutture di ricarica.
  12. Sì, il nucleare può essere un'alternativa valida al termoelettrico, ma c'è il problema delle scorie e dei costi esorbitanti per costruire un parco centrali adeguato. E inoltre anche l'uranio si esaurisce, a meno di non usare le centrali al torio o i reattori autofertilizzanti (costosissimi e delicati).
  13. Prova ne è il pareggio di bilancio inserito in Costituzione dall'ultimo governo Berlusconi, lo stesso Berlusconi che ora vorrebbe inserire in Costituzione il limite sulle tasse. Chiara evidenza che ormai destra e sinistra si distinguono solo sulla propaganda, ma le decisioni che assumono sono molto simili.
×
×
  • Create New...