Jump to content

Iceandfire

Utente
  • Content Count

    5,939
  • Joined

Everything posted by Iceandfire

  1. In realtà per Tyrion avevo scelto altro,ma poi girando su you tube per cercare canzoni adatte ai vari personaggi,ho trovato questa bella canzone di Faber troppo attinente direi e l'ho scelta, è amarissima come amaro è il personaggio di Tyrion.
  2. Si verissimo .Ho il DVD del film e in casa a suo tempo comprarono il vinile con la colonna sonora di Top Gun: non c'è una sola traccia che non sia bella e spesso elettrizzante A cominciare dalla bellissima Take my Breath away che pure si adatta a Tyrion in un certo qual modo, anche se i protagonisti del mitico Top Gun ( ne faranno un riedizione mi pare di aver letto )sono molto patinati
  3. Il personaggio di Tyrion è uno dei più intriganti di ASOIAF in cui viene raccontata , tramite lui ,l'emarginazione e disprezzo per il diverso anche se rampollo dell'illustre e superba casata Lannister. Ma Tyrion è molto intelligente ed è uno spirito libero e ferito non tanto o non solo dal disprezzo della gente che ridendo di lui si prendeva anche beffe dell'albagia dei Lanister ma soprattutto dal disprezzo del padre e della sorella che lo odiava perché a conti fatti lo accusava della morte della madre e perché era un mostro ,fango sullo stendardo dei bellissimi e potentissimi Lannister.Egli fa di tutto per essere accettato ,si riveste di una corazza sarcastica ed autoironica ma non riesce a superare i suoi traumi ,né a combattere i suoi demoni .Egli realizza che per quanti sforzi faccia ,per quanto si impegni anche in uno "studio matto e disperatissimo", non riesce ad essere non dico benvoluto ma almeno considerato dalla famiglia ,Jaime a parte,l'umorale, emotivo,irrazionale Jaime ( l'unico della famiglia capace di amarlo e rispettarlo) Giorno 12 - Tyrion Lannister (ASOIAF) Solo un grande poeta come Faber poteva raccontare tutta la disperazione di Tyrion per essere un nano deforme non amato e troppo spesso disprezzato anche se usato Un giudice Fabrizio de Andrè Cosa vuol dire avere un metro e mezzo di statura, ve lo rivelan gli occhi e le battute della gente, o la curiosità di una ragazza irriverente, che li avvicina solo per un suo dubbio impertinente: vuole scoprir se è vero quanto si dice intorno ai nani, che siano i più forniti della virtù meno apparente, fra tutte le virtù la più indecente. Passano gli anni i mesi, e se li conti anche i minuti. È triste trovarsi adulti senza essere cresciuti, la maldicenza insiste, batte la lingua sul tamburo, fino a dire che un nano è una carogna di sicuro, perché ha il cuore troppo, troppo vicino al buco del c**o. Fu nelle notti insonni vegliate al lume del rancore che preparai gli esami, diventai procuratore, per imboccare la strada che dalle panche di una cattedrale porta alla sacrestia quindi alla cattedra di un tribunale: giudice finalmente, arbitro in terra del bene e del male. E allora la mia statura non dispensò più buonumore a chi alla sbarra in piedi mi diceva "Vostro Onore" e di affidarli al boia fu un piacere del tutto mio, prima di genuflettermi nell'ora dell'addio, non conoscendo affatto la statura di Dio. Giorno 12-Tyrion Lannister (GoT) In queste condizioni Tyrion non può non invaghirsi e non solo intellettualmente di una regina folle che dice di voler creare un nuovo ordine costituito spezzando il giogo imposto delle casate di Westeros.Ha ucciso il padre e non se lo perdona inconsciamente ,ha la possibilità di mostrare chi è ,di usare la sua intelligenza e sagacia a supporto di una donna che dice ( millanta) cose che lui vorrebbe sentire,che sono un balsamo per le sue ferite non rimarginate.E non capisce con chi ha a che fare ... Quando Daenerys Taegaryen comincia a bruciare i suoi nemici,che poi sono anche membri della sua famiglia,in modo arbitrario e violento egli comincia a capire a che razza di soggetto ha dato la sua fiducia ed il suo amore.Vederlo camminare tra rovine brucianti e cadaveri carbonizzati tra i quali ci poteva essere anche il fratello Jaime è davvero un colpo al cuore.Ma i draghi sono draghi e sputano fuoco al DRACARYS Dedico a questo Tyrion con il cuore a pezzi Through The Fire- Larry Greene (dalla colonna sonora di Top Gun) I will take it to the wire now Until every race is run I'll go straight into the fire now Until every day is done Voices say, break away Live the night as if each moment Was the only one Through the fire To the wire When the night out of control Is breaking your heart Through the fire To the wire When the flames are burning hot They take you higher Through the fire There's a feeling that I can't ignore Like a stranger at my door So revealing that I cannot hide When you settle up the score Voices say, night and day Live your life as if each second Was the final one Through the fire To the wire When the night out of control Is breaking your heart Through the fire To the wire When the flames are burning hot They take you higher I look for signs that you are here tonight When the passion calls the pleasure to the flame Then I ask you of the meaning when you talk of love Would you take the leap of faith? Would you throw it all away? Through the fire To the wire When the night out of control Is breaking your heart Through the fire To the wire When the flames are burning hot They take you higher Through the fire To the wire When the night out of control Is breaking your heart
  4. Certo ma ricorda che le caramelle danno troppi zuccheri e sono peggio delle parole anche di quelle che tornano indietro come sassi Circa Brienne lei ha constatato che Jaime è tornato indietro per salvarla e quindi si pone delle domande su dati di fatto non su ipotesi avulse dalla realtà e poi lui si apre a lei .Perché?
  5. Si come no : Arya mai avrebbe invaso la volontà di Jon che era quella di pagare per l’omicidio di Dany e essendo attaccata alla famiglia mai avrebbe minato la posizione di re di Bran Non solo i Lannister supportavano sempre la famiglia ma anche gli Stark come dice Arya a Jon chiaramente . Circa Jaime non mira alla redenzione perché un Lannister non può avere debolezze , ma allora perché quando e’ con Brienne mostra ben altro,soprattutto ben altro stato d’animo ?
  6. Padre e madre non rientrano secondo me nel novero di persone che la amano e che lei ama e infatti mi riferisco alla Sansa della 8x6 Ti ricordo inoltre che lei usa ,non ama Jon e taccio di sorella e fratelli
  7. Jon non è mai povero perchè alla fine autonomamente fa sempre la cosa giusta.E' un prescelto che accetta la sua predestinazione e ne porta tutto il peso con grande dignità. Jaime era il bellissimo e arrogante erede Lannister cui tutto era consentito basta che i Lannister pagassero i suoi debiti.Ma nel suo animo aspirava ad altro come Brienne gli ha ricordato. Ed ha un vissuto preciso , anche di imposizioni paterne , e anche lui era orfano di madre come Jon a conti fatti. Per lui , il suo motto sarebbe stato SOLO NOI ( lui e Cersei, la sua amata ) .Sansa nello specifico non c'entra proprio nulla perchè non è stata mai amata nè ha mai amato davvero
  8. Jaime reagisce a quello che sembra essere proprio perchè di coscienza è provvisto anche se vorrebbe negarlo a se stesso.E' pur sempre un LEONE
  9. Mah Dany ha ingannato Tyrion per un poco , anche perché lui desiderava credere in essa e poi la amava.Jaime non poteva essere ingannato ,figurarsi da una Targaryen tutta spocchia e poco cervello , era un istintivo ma a pelle avrebbe capito subito chi aveva di fronte , specie dopo le parole di Daenerys a Jon che era arrivato a chiederle aiuto...
  10. Infatti e poi la cosa più intrigante è che non rinnega le sue azioni negative se fatte per sostenere la famiglia.Tutti e tre i figli di Tywin ne hanno assorbito il pragmatismo e nessuno di loro rinnega mai la famiglia, è un dato di fatto. Inoltre come già ho detto in Concetto di onore a Westeros sia lui che lo stesso Mastino sono disgustati dall'ipocrisia che il concetto di onore implica a Westeros.Nel senso che se si supportava un potente in quello che di disonorevole perpetrava si restava cavalieri onorati e rispettati.Mentre se si colpiva un potente che minacciava di compiere una strage allora si era un traditore della peggiore risma.A conti fatti solo Jon si salva da questa aberrazione ma solo perché rinuncia ad avere una sua vita per diventare un GdN ( credendo di acquisire onore con questa sua decisione). Paradossalmente Jon e Jaime , posti fronte ad una precisa realtà non equivocabile ,ammazzano rispettivamente la loro regina e il loro re anche se Jon manterrà il rispetto della sua gente perché era evidente a tutti il delirio paranoico di Daenerys . Mi chiedo se per caso Jaime si reincarnesse quali scelte farebbe .Secondo mai e poi mai sceglierebbe una Daenerys con ali nere per quanto magari ella ,eventualmente lo tentasse .Troppo diverso da lei, troppo "onorevole" nel profondo del suo cuore,troppo legato alla sorella che almeno mostrava chiaramente chi era ,non si atteggiava a salvatrice dei deboli e dei reietti mentre invece voleva regnare con pugno di ferro o meglio con il fuoco di Drogon .Jaime non la avrebbe sopportato e l'avrebbe scansata come la morte , eliminadola alla radice Insieme a te sto bene- Lucio Battisti
  11. Da segnalare anche CERSEI/JAIME SONG - Only Us by Miracle Of Sound ft. Karliene (Game Of Thrones) Molto bella questa ballata che fa da sfondo a scene chiave tratte da GoT Lascia che tutto bruci intorno a noi Lascia che il crudele consumi il giusto Lascia che il peccato in cui nuotiamo ci anneghi Lascia che il mondo si frantumi Nella polvere Non importa nient'altro Solo noi
  12. Jaime e' la contraddizione per eccellenza ,e' l'emotività che ha sempre la meglio sulla razionalità ma e' anche tormento per quello che e' e invece vorrebbe essere,perché si trova calato in una realtà in cui non esiste onore vero e vera onorabilità . Basti pensare per esempio alla scena in cui e' costretto a fare la guardia ad una porta chiusa oltre le quale un re che disprezza ,marito peraltro dell'amatissima sorella ,si da eufemisticamente parlando alla bella vita mancando di rispetto alla moglie e ovviamente a cognato e casa Lannister tutta . La faccia che fa Nikolaj dice tutto e anche di piu' e cioè che lo strangolerebbe volentieri oltre a considerarlo con estremo disprezzo quel panzone parodia di re. Da un punto di vista psicologico e' il classico figlio schiacciato dalla enorme figura di un padre che tutto programma e su tutto ragiona e che e' percepito come un tiranno che impone al figlio prediletto come vivere ,cosa fare,come realizzarsi. Un figlio peraltro che ha solo un punto fermo nella sua vita,una sorta di ancora a cui aggrapparsi perché solo questo punto fermo si e' sempre trovato al fianco ,e cioè la sorella gemella Cersei. Ricordo che Jaime ha un solo amore nella sua vita che lo consuma e ne rinfocola pero' gli istinti peggiori e questa e' Cersei Non credo che suo padre sia stato tanto presente per ovvi motivi durante la crescita dei figli ma in ogni caso,Jaime non voleva apprendere da lui l'arte della guerra e della politica ,era altro di diverso dal padre,voleva essere altro ,e cioè una sorta di eroe romantico da sturm und drang e ovviamente questo Jaime non era funzionale come voleva il padre per portare avanti pragmaticamente i suoi intrighi ,anche estremamente disonorevoli ,per avere maggiore potere . Inoltre Jaime ,pur di essere al fianco della sorella,accetta di essere guardia del corpo del re,una sorta di GdN in bianco invece che in nero ma con un giuramento di fedeltà fatto solo a Cersei,si annulla per lei ,lui che poteva essere erede di castel granito . E nella serie questo fatto e' sottolineato in particolare quando al banchetto Frey ,Bronn con rabbia gli rinfaccia di avere tutto ma soprattutto di poter avere tutte le donne che vuole senza muovere un dito . Ripeto Jaime e' un angelo caduto ,un bellissimo Lucifero, precipitato all’inferno per aver fatto la cosa giusta e ,per questo,disprezzato da tutti,in particolare da Ned Strak che in un confronto memorabile gli butta in faccia tutto il suo disprezzo...Eppure alla fine egli si si libererà dei lacci lo tengono avvinto all’inferno e che lo legano ad una realtà frustrante e che disprezza per decidere di essere finalmente il cavaliere che desiderava essere e che in embrione era. In questo Brienne ha un ruolo chiave .Il solo vedere Brienne lo rende migliore e malinconico su ciò che poteva e voleva essere.In sua assenza,invece, il legame tossico con Cersei lo divora tanto per esempio da fargli fare un durissimo discorso a Edmure in cui mostra ferocia, volontà di demolire tutto e tutti coloro che lo tengono lontano dal suo amore ,unica cosa per la quale egli si sente vivo. E Jaime è la contraddizione fatta persona perché è pur sempre un Lannister e dal padre l’imprinting Lannister ha preso (come Jon ha preso da Ned l’imprinting Stark. A padri invertiti anche Jon sarebbe diventato un Jaime Doc). E comunque alla fine il suo senso dell’onore ,silenziato ma mai assente , gli impone di lasciare Cersei per diventare un cavaliere che riempirà la sua pagina bianca.E allora Jaime mostrerà la sua vera anima che si intravede nel discorso che fa a Brienne mentre fanno il bagno.Un discorso amaro proprio della persona che ha fatto la cosa giusta ma che per essa si e’ meritato l’appellativo di traditore . Vedremo Jaime e Brienne combattere fianco a fianco contro gli estranei per cui finalmente lui potrà essere quello che desiderava essere e che non era stato per amore per Cersei e soprattutto per rispetto alla sua casata Troppo facile liquidare Jaime come lo zerbino di Cersei ,facile e superficiale e molto poco meditato . Jaime è molto altro ancora e soprattutto è molto di più .Egli è un uomo ricco di slanci ideali soffocati da cinismo spicciolo (la sua corazza ) che man mano prende consapevolezza di quanto la sua vita sia andata contro quello che desiderava essere. Basta fare mente locale al suo dialogo con Olenna che lo lacera dentro perché gli fa vedere chi è (opposto a quello che avrebbe voluto essere ) e ripensare alla carica contro Drogon ferito in una sorta di o la va o la spacca in cui peraltro la morte sarebbe pur sempre stata la fine delle sue lacerazioni interiori . Jaime Lannister in ogni caso ha una devozione cieca per Cersei: COSA NON SI FA PER AMORE.Ma è anche uomo che sa riconoscere perfettamente i suoi misfatti spesso perpetrati in nome della famiglia : tali misfatti non rinnega solo per avere benevolenza,non si vende Jaime,mai. Giorno 11 -Jaime Lannister (ASOIAF) Neve al sole-Pino Daniele Io senza di te sono neve al sole sono neve al sole perché io senza di te mi lascio cadere mi lascio cadere nei giorni del duemila che verranno in tutte queste cose che accadranno perché io senza di te sono neve al sole sono neve al sole amo la tua follia io amo, farmi portare dal mare come una danza amo la mia e la tua magia io amo sentirti ancora, sentirti ancora mia perché io senza di te sono neve al sole sono neve al sole o' signore, quante cose si fanno ancora per amore o' signore fa' che io ritrovi lei perché è colpa del vento che soffia sull'anima e quest'anima che ha bisogno d'amore e l'amore che fa della terra un cielo e questa vita che ti fa sentire come un gelato all'equatore ….. Giorno 11-Jaime Lannister (GoT) Cersei è la persona più importante della sua vita, che lui lo voglia o meno. L’idea di lasciarla morire da sola è troppo orribile per lui. Chiede a Brienne: “Hai mai rinunciato ad una battaglia?” Non c’è possibilità per lui, deve andare da Cersei.Peraltro a GI è arrivato Bronn e Jaime apprende che è stato mandato da Cersei per uccidere lui e Tyrion : è costretto a guardare in faccia la realtà. Cersei ha questo modo di assicurarsi che Jaime non possa mai dimenticarsi di lei. Il suo è un atto estremo. Jaime non pensa davvero che Bronn li ucciderà, perché Bronn è un uomo d’affari. Poi Sansa gli dice: “Ho sempre desiderato vedere tua sorella giustiziata”. Sa che Cersei ha provocato Daenerys e ha sottovalutato il suo nemico – di solito è Cersei quella che viene sottovalutata. Per tutta la sua vita ha cercato di proteggere Cersei, ha cercato di starle vicino. La ama – è un amore incondizionato, è un amour fou in cui egli le dona tutto se stesso sempre ,ovunque . Jaime e Bronn erano insieme quando l’esercito dei Lannister è stato attaccato dai draghi – hanno visto in prima persona ciò che Dany può fare. Se ti scagli contro i draghi, morirai. Bronn una volta gli chiese: “Come vorresti morire?” Jaime dice: “Tra le braccia della donna che amo”… Alla fine è giusto che Jaime,dopo avere amato solo lei e averle dato tutto, muoia tra le braccia di Cersei mentre il cielo è capovolto su di loro.Una grande storia di amore,tossico ma amore , quella tra Cersei e Jaime. Il cielo capovolto (Ultimo canto di Saffo)-Roberto Vecchioni Che ne sarà di me e di te, che ne sarà di noi? L'orlo del tuo vestito, un'unghia di un tuo dito, l'ora che te ne vai... che ne sarà domani, dopodomani e poi per sempre? Mi tremerà la mano passandola sul seno, cifra degli anni miei... A chi darai la bocca, il fiato, le piccole ferite, gli occhi che fanno festa, la musica che resta e che non canterai? E dove guarderò la notte, seppellita nel mare? Mi sentirò morire dovendo immaginare con chi sei... Gli uomini son come il mare: l'azzurro capovolto che riflette il cielo; sognano di navigare, ma non è vero. Scrivimi da un altro amore, e per le lacrime che avrai negli occhi chiusi, guardami: ti lascio un fiore d'immaginari sorrisi.
  13. Iceandfire

    The New Pope

    Vero e per questo ho commentato solo ora Ho dovuto metabolizzare il tutto
  14. Iceandfire

    The New Pope

    Eh non è facile scrivere su The New pope perché tante emozioni si affollano nella mente infatti solo da poco ho riportato le mie impressioni Ci aggiungo che anche 3 e 4 sono puntate anche visivamente notevoli ,forse la 4 troppo didascalica e cerebrale e meno emotiva ma il livello è molto alto
  15. Iceandfire

    The New Pope

    Note a margine sulle puntate 3 e 4 di The New pope
  16. Infatti Credo che alla fine ognuno sia responsabile delle proprie azioni ,in particolare delle proprie cattiverie specie se gratuite . Si possono capire certe motivazioni di Cersei ma resta il fatto che alla fine i due gemelli uniti in vita ed in morte mostrano a tutti chi davvero sono . E ripeto la parabola di Jaime ,già intravista quando era prigioniero di Robb e si interfaccia con Cat ,segue un percorso di redenzione ,sia pure non ricercata da lui con lucida programmazione ,mentre Cersei fino alla fine mostra la sua vera essenza
  17. @Oathkeeper Non hai tutti i torti ma non chiamerei Jaime un povero fesso . Io credo che la coerenza paghi sempre e Jaime ,il passionale ,emotivo Jaime è sempre coerente con il fatto che ama Cersei ,nonostante lei sia chiaro , per cui sarà sempre dalla sua parte ,in vita ed in morte (vedi bellissime scene con Tyrion che lo vuole salvare ). Jaime alla fine si guadagna il rispetto di tutti ,in primis della donna che ammirava e cioè Brienne al cui fianco combatte da vero cavaliere dei sette regni .Mai Jaime si è venduto ,sapeva chi era la sorella ( non scegliamo chi amare …) ma per lui proteggere famiglia e Cersei soprattutto era un dettame “morale” anche se doveva mostrarsi immorale per adempierlo in molti casi ( e qui si dimostra figlio di Tywin che questo messaggio faceva sempre passare) .E infatti non rinnega quello che ha fatto per la famiglia e Cersei ,lo dice a chiare lettere a GI ( bravissimo Nikolaj nel rendere lo stato d'animo e le intenzioni di Jaime presunto faccia da schiaffi, il suo non voler cercare perdono per cose che ha ritenuto giusto fare, il che lo rende una grande figura tragica perché fa del male ma lo fa perché lo ritiene suo dovere preciso e ne porta il fardello,peraltro.) Invece Cersei si vende per un potere che sta per crollare Chi è più fesso?Il cavaliere che aspira a essere immortale per le sue gesta o chi si vende per nulla ?
  18. beh si in effetti questa canzone molto dolorosa di Mia Martini ( e il modo oserei dire disperato in cui la canta ) è la prima cosa che mi è venuta alla mente da dedicare a Cersei anche perchè si allude pure al conflitto con un uomo decisivo per la sua formazione, il padre Tywin
  19. Giorno 10 -Cersei Lannister (ASOIAF) Tutto nella sua parabola terrena nasce dal vuoto affettivo che Cersei Lannister ha vissuto Non si è sentita amata e quindi non sa amare , per lei l'amore vuol dire possesso e questo vale per Jaime e per i figli che sono suoi "averi" e come tali non devono essere toccati anche perché propaggini ,appendici di se stessa . E' vero che lei vorrebbe essere Jaime ,per quello che Jaime,secondo lei immeritatamente, significa per il padre che lei sente essere sulla sua stessa lunghezza d'onda dato che da lui ha imparato a voler cercare il potere ;Cersei ha immagazzinato gli insegnamenti di Tywin anche se in modo negativo data la sua ignoranza (subita,era donna lei e aveva un solo destino nella vita, fare figli ). E non e' vero che Cersei non sa che farsene del potere , ha subito troppe umiliazioni ,si e' sentita una giumenta da monta che deve subire le decisioni prima di un padre insensibile ed anaffettivo che riversava tutte le sue attenzioni e speranze su Jaime (che per lei non meritava) poi di un marito distante e innamorato di un fantasma .Cersei vuole con tutte le sue forze il potere perché questo le avrebbe dato libertà ,lei che era considerata come un oggetto usa e getta E in tutto questo il suo modo di porsi stride con quello della nuora Margaery,ipocrita arrampicatrice secondo i dettami di Olenna,perché lei non finge di essere quello che non è,lei ha deciso che deve prendersi quello che vuole ,quando lo vuole e come lo vuole ,e' lei , secondo lei, la vera erede di Tywin e della casata Lannister e lo reclama in modo sfacciato senza ipocrisia melliflua. Purtroppo per lei non è stata allevata per esercitare un potere in modo furbo ed illuminato ,ma questo non vuol dire che,per quanto odiosa,lei debba essere tagliata fuori dal gioco dei troni , perché donna e neanche troppo sensibile ed intuitiva ,in una parola intelligente. Ma Cersei aveva ben presente come esercitava il potere il marito (o meglio come non lo esercitava) per dubitare di se stessa ,no perché il suo modo di essere ,la sua ferrea volontà di essere libera , di scegliere nascono anche dal rifiuto di Robert di amarla e considerarla...credo che Cersei odiasse moltissimo Lyanna Stark il fantasma con il quale ha perso in partenza e che ha contribuito involontariamente ma pesantemente a modellare ed indirizzare le sue pulsioni Cersei è un essere umano alla quale gli uomini hanno fatto molto male perché la hanno sempre considerata un oggetto, che non aveva diritto a nulla,specie non aveva diritto a pensare e ad esprimere se stessa.La leonessa che sa o crede di valere molto più di essi, non accetta certi usi,abusi e costumi del suo tempo e cerca di imporre se stessa, le sue necessità, le sue ambizioni. Peraltro è lei il modello che ispira Sansa, ne porta a galla l’egocentrismo latente che ne fa il centro gelido del proprio mondo ideale, ma il potere rende davvero liberi?O viceversa è fonte di compromessi che sono inaccettabili per etica e moralità, non solo Stark? Peraltro lei sa di avere sempre a supporto l’emotivo ,fedele , sotto sotto idealista Jaime ma forse non realizza il valore del suo amore,tutta tesa ad usare tutti per raggiungere il suo scopo di essere libera e autodeterminante Dedico a Cersei Lannister Gli uomini non cambiano -Mia Martini Sono stata anch'io bambina Di mio padre innamorata Per lui sbaglio sempre e sono La sua figlia sgangherata Ho provato a conquistarlo E non ci sono mai riuscita E ho lottato per cambiarlo Ci vorrebbe un'altra vita. La pazienza delle donne incomincia a quell'età Quando nascono in famiglia quelle mezze ostilità Gli uomini non cambiano Prima parlano d'amore e poi ti lasciano da sola Gli uomini ti cambiano E tu piangi mille notti di perché Invece, gli uomini ti uccidono E con gli amici vanno a ridere di te. Piansi anch'io la prima volta Stretta a un angolo e sconfitta Lui faceva e non capiva Perché stavo ferma e zitta Ma ho scoperto con il tempo E diventando un po' più dura Che se l'uomo in gruppo è più cattivo Quando è solo ha più paura. Gli uomini non cambiano Fanno i soldi per comprarti E poi ti vendono La notte, gli uomini non tornano E ti danno tutto quello che non vuoi Ma perché gli uomini che nascono Sono figli delle donne Ma non sono come noi Amore gli uomini che cambiano Sono quasi un ideale che non c'è Sono quelli innamorati come te Giorno 10 -Cersei Lannister (GoT) La Cersei di GoT è una grande figura tragica, di grande personalità che ha pure molto sofferto dato che ha perso tutti i figli che amava sopra ogni cosa.Ma reagisce e brucia letteralmente tutti i suoi nemici che avevano cercato di distruggerla umiliandola e si nomina regina di Westeros, raggiunge il potere che cercava salvo,poi, accorgersi di essere sola perché nel suo delirio di affermazione si spinge troppo oltre non capendo che il suo trono di spade di fronte alla minaccia del NK era nulla e per giunta viene a compromessi con il fantoccio Euron nel momento in cui non ha più Jaime a supportarla e a mitigarne le pulsioni distruttive ,con il suo amore e la sua dedizione Per un personaggio tanto tragico beh dedico La regina della notte da Il Flauto magico di W Amadeus Mozart La vendetta dell'inferno ribolle nel mio cuore, morte e disperazione fiammeggiano intorno a me! Distrutti siano per sempre Tutti i legami della Natura Se Sarastro non impallidirà tramite te! Ascoltate, dèi della vendetta, ascoltate il giuramento di una madre!
  20. Beh morale ed etica per uno che è coinvolto in episodi altamente drammatici che hanno portato a morte atroce chi era sul suo cammino sono termini privi di ogni significato . Però io sono convinta che egli pensasse di aver fatto tutto quello che era necessario per portare in alto la sua casata e che fosse soddisfatto di se stesso : per lui il fine giustifica sempre ogni tipo di mezzo usato ,anche il più feroce e a conti fatti disonorevole . Se lui potesse scegliere una canzone che lo possa caratterizzare secondo me sceglierebbe questa ,interprete incluso My Way - Frank Sinatra
  21. Del resto un personaggio titanico come Tywin non lo si può liquidare facilmente ,ricordo ancora in GoT le scene in cui scuoia un cervo e da lezioni a Jaime che lo aveva sempre ascoltato ,si fa per dire ,distrattamente e infatti in GoT Cersei lo fa notare .A conti fatti egli ha angariato anche Jaime per la sua dislessia ma lo considera il suo erede perfetto anche se capisce che è troppo emotivo e avventato .Ed è totalmente superbo e glaciale nel tenere Tyrion a distanza ,nel giudicarlo pesantemente ,quando poi a conti fatti nella sua interazione con Shae non era migliore di lui . Il tema di casa Lannister in effetti sembra tagliato su un uomo terribile ma carismatico come lui Ps anche io preferisco Kendall tra i figli di Logan ,quello più legato al padre ma anche il più vessato e calpestato e quello con maggiori potenzialità altro che Shiv che come Cersei si sopravvaluta .
  22. @Figlia dell' estate Anche io ho apprezzato molto Succession, con la figura del padre che si staglia, amarissima, in tutta la sua anaffettività che sbatte in faccia ai figli cui fa capire perfettamente che devono essere solo meri esecutori di ordini, i suoi, in quanto incapaci di realizzare alcunchè , non ci avevo pensato
  23. Infatti L’impressione è che vogliano monetizzare il loro ex status solo per accumulare soldi propri. No perché avranno impegni ,conferenze,sponsorizzazioni ,comparsate pubbliche ,addirittura possibilità di doppiare produzioni Disney ( con ben precisa raccomandazione del povero Harry),saranno influencers seguitissimi e molto paparazzati . Tradotto cosa cambia rispetto al loro lavoro per la casa reale ?Solo mettere nelle loro avide tasche moltissime sterline ...pagandovi le tasse in un paradiso fiscale . Poi chi vivrà vedrà ovvio ,è una grandissima e disinteressata storia d’amore come no ... Per ora vorrei solo aggiungere che mi spiace per Harry che ha subito il trauma della morte in circostanze drammatiche di una madre che si definiva vittima dei paparazzi ma che sollecitava la loro persecuzione per vendicarsi di Carlo e che non mi pare particolarmente felice della decisione presa da Meghan che ha fatto perno proprio sui precedenti di Diana per forzare Harry che è persona secondo me fragilissima . Troppo cattiva ? Può darsi ma a pensar male ...In ogni caso di Harry che poi è il solo che ci rimette in tutto l'ambaradan , si parla lucidamente qui https://www.corriere.it/esteri/20_gennaio_20/harry-canada-meghan-principe-partito-riunirsi-54b7cbc0-3bb3-11ea-b696-dcf03dd8fb7e.shtml
  24. Giorno 9 -Tywin Lannister (ASOIAF) Sappiamo tutti chi è Tywin Lannister e quanto tenga al lustro della sua casata molto più di quanto tenga ai figli che sono solo pedine da posizionare per raggiungere sempre più potere. E sappiamo benissimo del suo rapporto molto conflittuale con il figlio intelligente Tyrion verso il quale si era instaurato una sorta di circolo vizioso :disprezzo, reazione sarcastica-ironica di Tyrion,disprezzo sempre maggiore e sempre più evidente con annesso grande senso di vergogna che il patriarca Lannister non nascondeva nei confronti di un mostro La mia canzone per lui è Padre Davvero di Mia Martini Essa potrebbe ben rappresentare tutta la disperazione di Tyrion che si sentiva ed era bastardo agli occhi di chi avrebbe dovuto amarlo,il padre Giorno 9 -Tywin Lannister (GoT) Arya e Tywin si incontrano nella 2x 04 di Game of Thrones e da quasi subito si rispettano ,anzi di più, Tywin loda costantemente l’acutezza della piccola lupa, umiliando persino i suoi uomini cui fa notare che la sua coppiera sa leggere meglio di loro.Egli ha un debole per le figure femminili guerriere.Da parte sua Arya ha il coraggio di minacciare velatamente l’uomo più potente di Westeros. Nella quinta puntata della seconda stagione di Game of Thrones, infatti ella pronuncia l’epica frase: “Anyone can be killed”. I suoi occhi dicono tutto.Entrambi peraltro è come se volessero essere "ascoltati" e infatti Tywin le dice pure dei problemi di apprendimento di Jaime e di come lo ha fatto migliorare con la sola forza di volontà.Arya, a sua volta , è in grado di confidargli le emozioni e gli obiettivi della sua vita. E colpisce che Tywin sia una delle prime persone con cui riesce a parlare della morte di suo padre.Certo gli racconta una bugia circa il fatto che ella sia figlia di un muratore ma riesce a trasmettergli la sua disperazione per il fatto che il suo vecchio sia stato ucciso per via di una sua dote: la lealtà.Tywin è la figura paterna ovviamente più lontana che esista da Ned Stark, eppure Arya imparerà molto da lui, forse più di quello che il suo stesso padre le ha insegnato. Accanto a lui Arya capisce che cosa significa veramente sacrificare tutta se stessa per un ideale, giusto o sbagliato che sia, senza preoccuparsi delle conseguenze pur di raggiungerlo. Impara che è necessario cogliere le opportunità che si pongono in quel momento e adattarsi alle circostanze con uno spietato pragmatismo.Arya capisce perché Ned è morto: non è riuscito ad accettare il cambiamento e ad andare oltre i suoi limiti.Ergo Tywin si mostra con lei un grande maestro- mentore.C'è molta finezza nell'interazione Tywin Arya in GoT e molto ci viene suggerito attraverso essa Dedico a Tywin Grande maestro di Giorgia Che sei un gran maestro Ti mostri come un miraggio Mi sono svegliata in tempo Giuda non piangeva mai E in questo tu sei stato un maestro Volevi soltanto il meglio Eppure sparavi addosso Tanto tu non sbagli mai Io ci stavo e pensavo che fossi tu A proteggermi, crescermi, invece no Dio sa che hai bruciato la terra intorno a me per sminuire tutto di me Nessun merito era il mio, invece era tutto tuo se devo riconoscere Il calore o meglio la partecipazione che Tywin mostra nei confronti di Arya ci fa capire che tipo di padre sarebbe potuto essere Tywin se non fosse stato troppo impegnato a proteggere esclusivamente gli interessi del suo casato, una sua ossessione che ha bruciato tutto,tutto ha raso al suolo nella sua affettività,che aveva peraltro.Attraverso l'interazione Arya -Tywin in GoT ,la fiera Stark è riuscita a rendere umano un mostro : già Tywin è stato un maestro di vita ed in un certo senso un padre inaspettato per la piccola lupa ancora ferita e oltraggiata per quello che le era successo
  25. Davvero manca la mitica rossa? E dire che già ho la canzone per lei ,anzi un’aria infuocata ! Urge supplemento
×
×
  • Create New...