Jump to content

tygor

Utente
  • Content Count

    14
  • Joined

  • Last visited

About tygor

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 10/10/1965

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Location
    milano
  • Interests
    appassionato di letture e cinema fantsy fantascienza horror thriller,sport calcio ,musica rock sopratutto

Recent Profile Visitors

91 profile views
  1. Io invece trovo che il grosso vantaggio del cartaceo sia proprio nel fatto che lo si può strapazzare e portare in giro senza patemi di sorta: male che vada hai perso un tascabile da 8 euro. Mentre condivido la "devozione" per la lettura in sè, per l'atto di leggere in quanto tale, non ho mai condiviso troppo l'aura di sacralità che si attribuisce spesso all'oggetto libro: per capire quali sono i libri che mi sono piaciuti di più basta guardare quali sono quelli con più macchie di marmellata/caffè/cioccolata/latte, più granelli di sabbia, più ditate, più graffi e più strappi. IMHO il principale handicap dell'ereader (ma vedo che iniziano ad uscire modelli che pongono rimedio, tipo il Kobo H2O) è proprio la sua scarsa flessibilità in condizioni ambientali "particolari". io non considero affatto i libri come degli oggetti "sacri" è solo che come altre cose che mi appartengono ci tengo a conservarli e trattarli nella miglior maniera possibile .Poi siccome mi piace anche in alcuni casi (saghe varie) avere le serie complete per collezionarle (oltre che leggerle ) è normale cercare di averli in buone condizioni
  2.   Io invece trovo che il grosso vantaggio del cartaceo sia proprio nel fatto che lo si può strapazzare e portare in giro senza patemi di sorta: male che vada hai perso un tascabile da 8 euro. Mentre condivido la "devozione" per la lettura in sè, per l'atto di leggere in quanto tale, non ho mai condiviso troppo l'aura di sacralità che si attribuisce spesso all'oggetto libro: per capire quali sono i libri che mi sono piaciuti di più basta guardare quali sono quelli con più macchie di marmellata/caffè/cioccolata/latte, più granelli di sabbia, più ditate, più graffi e più strappi.   IMHO il principale handicap dell'ereader (ma vedo che iniziano ad uscire modelli che pongono rimedio, tipo il Kobo H2O) è proprio la sua scarsa flessibilità in condizioni ambientali "particolari". io non considero affatto "sacri" i libri è solo che come tanti altri oggetti che mi appartengono ci tengo a conservarli nella maniera migliore possibile .  
  3. Io invece trovo che il grosso vantaggio del cartaceo sia proprio nel fatto che lo si può strapazzare e portare in giro senza patemi di sorta: male che vada hai perso un tascabile da 8 euro. Mentre condivido la "devozione" per la lettura in sè, per l'atto di leggere in quanto tale, non ho mai condiviso troppo l'aura di sacralità che si attribuisce spesso all'oggetto libro: per capire quali sono i libri che mi sono piaciuti di più basta guardare quali sono quelli con più macchie di marmellata/caffè/cioccolata/latte, più granelli di sabbia, più ditate, più graffi e più strappi.   IMHO il principale handicap dell'ereader (ma vedo che iniziano ad uscire modelli che pongono rimedio, tipo il Kobo H2O) è proprio la sua scarsa flessibilità in condizioni ambientali "particolari". io non considero affatto "sacri" i libri è solo che come altre cose che mi appartengono tengo molto a conservarle nella maniera migliore possibile e poi  per alcuni casi ( saghe varie composte da piu libri) ci tengo ad avere le collezzioni al completo e in ordine
  4. pensa maya che da quando l ho avuto ho sempre pensato che uno dei vantaggi dell reader potesse essere proprio in vacanza al mare .Infatti quest estate l ho portato in spiaggia tutti i giorni e l ho trovato di una comodità assoluta basta chiaramente leggere sotto l ombrellone e riporlo quando si è finito di utilizzarlo come si fa con un cellulare o smartfone daltronde e anche con i libri in generale .Per quello che riguarda in acqua al mare io di solito mi guardo bene da avvicinarmi ad essa anche con un normale libro cartaceo visto quanto ci tengo a conservarli in buone condizioni .quindi secondo me la cura che si deve avere è la stessa che si deve avere con i libri cartacei con il vantaggio del poco peso e spazio occupato . Come detto in precedenza comunque sono ancora affezionato ai libri veri e propri infatti le mie letture sono ancora al 70% su essi e se devo trovare una pecca all ereader è che (almeno per il momento) in italiano la disponibilità non è totale e per quel che riguarda titoli un po datati è molto scarsa mentre in lingua originale cè praticamente tutto ( per titoli datati intendo romanzi piu o meno famosi anni 70 /80/90 e non cose vecchissime)
  5. ciao MAYA come mai dici che l ereader non è il caso di portarlo in spiaggia ?
  6. non gli chiederei nessuna anticipazione che potrebbe rovinarmi la sorpresa leggendo i prossimi libri .Però gli chiederei l immenso favore di riuscire a scrivere TWOW e ADOS un po più in fretta dei precedenti .Il sogno sarebbe vederli pubblicati entrambi entro il 2017
  7. credo personalmente che quando si saprà di più sul suo conto ,su quello che ha fatto ed il motivo per cui lo ha fatto (ho una certa idea) potrebbe diventare uno dei miei personaggi preferiti della saga anche se di fatto non c è mai entrato a livello contemporaneo
  8. tygor

    tygor

    grazie FIACCA me lo auguro di cuore
  9. tygor

    tygor

    grazie EMMA e aggiungo che la pazienza e la memoria sono le due qualità che per forza deve avere un fan della saga
  10. tygor

    tygor

    Si VISERION nel 1999 avevo 34 anni e rammento che il giorno in cui vidi il libro mi attirò la copertina poi la mappa all interno (non compro mail ibri fantasy sprovvisti di mappa o che almeno non possa procurarmi la suddetta in internet) e sopratutto la trama .Avendo alle spalle circa 3 lustri di letture fantasy tipo books:prima trilogia shannara ,weis/hickman: trilogie draghi e gemelli ,edding:.belgariad, tolkien: il signore degli anelli,howard :conan, per citare le piu importanti ,intuii con un po di fortuna (cosa che si è confermata) di avere tra le mani qualcosa di molto valido . Finora ho letto tutta la saga tranne i libri che compongono ADWTD che inizio solo ora ,pensa che ingenuo li avevo acquistati tutti e 3 appena pubblicati ma non li avevo ancora iniziati apposta perchè convinto che nel giro di un paio d anni avrei potuto leggere tutto d un fiato sia questi che quelli che avrebbero composto TWOW,visto l andazzo mi sono arreso e li comincio in contemporanea a TWOIAF che mi è stato regalato a natale da mio figlio ciao
  11. tygor

    tygor

    ringrazio tutti quelli che mi hanno dato il benvenuto
  12. ho sempre letto su carta ma a natale del 2013 su mio desiderio ho ricevuto in regalo un ereader e quindi il 30% delle mie letture si sono trasferite li Continuo a comprare il cartaceo quando si tratta di saghe sopratuttoo o di libri che so gia di voler conservare per collezione e utilizzo l ereader per cose piu semplici..Per quel che riguarda opere fantasy personalmente ritengo non sia adatto l ereader in quanto sono praticamente impossibili da consultare le mappe e non parlo della difficoltà nel ritornarci piu volte ma del fatto che nell ereader sono veramente minuscole. Chi ne ha la possibilità provi a scaricare l anteprima di "earthsea" o de "l apprendista assassino " e ditemi
  13. tygor

    tygor

    ciao a tutti da anni seguo il sito e relativo forum della barriera ma mi sono iscritto solo oggi, sono appassionato di lettura e cinema nei generi fantasy, fantascienza ,horror e thriller .Chiaramente sono un fan de "le cronache del ghiaccio e del fuoco" fin dal lontano settembre 1999 quando acquistai la prima edizione de "il trono di spade" che era da poco presente in libreria.(in italia devo essere stato uno dei primi) e ho continuato a seguirla con tanta pazienza (visto i tempi di scrittura molto dilatati) ma anche tanta passione .Sono uno di quelli che si augura di vedere relativamente presto la sua conclusione Massimo
  14. (sono nuovo del forum e saluto tutti ) anche se non ho l età di martin sono d accordo con te inoltre sento dire che martin è un uomo e che ha bisogno dei suoi tempi per scrivere .Tutto vero però mi sembra che 5 anni di media a libro siano veramente troppi .Quando si intraprende un avventura letteraria come la sua ci sono oneri e onori e l onere piu importante è il rispetto dei fan .Mi sembra che altri scrittori di pari calibro riescano a scrivere ottime opere senza dover allungare i tempi in maniera esasperante come fa lui
×
×
  • Create New...