Jon Black

Utente
  • Content count

    198
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Jon Black last won the day on December 4 2015

Jon Black had the most liked content!

Community Reputation

61 Neutral

About Jon Black

  • Rank
    confratello
  • Birthday 07/13/1994

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  1. - Jon viene riportato in vita da Melisandre Si, è un qualcosa di scontato e che Martin, per come ha impostato la trama, non può più evitare. Potrebbe rendere il suo ritorno in modo differente, renderlo più zombie che umano (ai livelli di Beric, non di Stoneheart), ma di certo verrà resuscitato. - Cersei incendia il tempio di Baelor Sarebbe una scena d’impatto anche nei libri, ma penso che si verificherebbe in modo un po’diverso. Kevan è già perito per mano di Varys, e Mace Tyrell dovrà partire in guerra contro Aegon a Capo Tempesta. Nel frattempo, Cersei - probabilmente sospettata per la morte di Kevan e Pycelle - potrebbe usare la zombie-Montagna per impedire al resto della guardia reale di tenerla lontana da Tommen. Se dotata di furbizia, a questo punto, Cersei scenderebbe a patti con Randyl Tarly con lo scopo di liberarsi dell’Alto Passero. Il processo potrebbe venire annullato e il Credo Militante sciolto con l’accusa di abuso del proprio potere; tutto ciò finirebbe con il mandare in fermento il popolo, che si convincerebbe così della corruzione dei regnanti. Secondo me, saranno infatti proprio i Reietti e il Credo Militante ad appoggiare la presa di Approdo del Re da parte di Aegon (penso sia probabile che lo accettino come loro pretendente, in quanto Varys lo proclama “re del volgo”, ossia come monarca che per prima cosa ha a cuore il benessere del popolo). Tommen finirebbe sicuramente giustiziato (e forse anche Margaery). Cersei, nel caso in cui sopravvivesse, potrebbe essere fatta prigioniera politica per tenere a bada l’esercito Lannister (al momento capitanato da Jaime). Prima della cattura di Approdo, potrebbe ordire un piano assieme a Qyburn per far sì che il tempio di Baelor esploda proprio nel momento in cui Aegon viene incoronato dal Credo. - Colpo di stato a Dorne da parte delle Serpi Non penso che ciò possa avvenire. Le Serpi delle Sabbie si sono schierate dalla parte di Doran; e la principessa Arianne verrà data in sposa ad Aegon. Probabilmente avranno un incontro/scontro con la Montagna, se raggiungeranno Approdo. - Daenerys invade Westeros con Tyrell/Martell/Greyjoy come alleati Di sicuro sbarcherà a Westeros. Non sono certo però che riesca a convincere i Dothraki a seguirla: molti di loro rifiuterebbero per certo di diventare suoi servi. I Martell sono già alleati di Aegon, e nel caso in cui Daenerys finisse per considerare Aegon un impostore, e non il suo vero nipote (magari persuasa da quella famosa profezia), potrebbero non fornirle il loro appoggio. I Tyrell... non so se avranno tempo di allearsi con lei. Potrebbero essere sottomessi da Aegon, che potrebbe tenere strategicamente Margaery come prigioniera. Non sarebbe nemmeno tanto impossibile che una Olenna vendicativa, alterata per la morte della nipote, possa convincere Willas ad offrire l’appoggio dei Tyrell ad un invasore (Daenerys) per combattere un altro invasore (Aegon); se non addirittura ad allearsi con l’esercito Lannister (cosa forse più probabile). Parte dei Greyjoy, con tutta probabilità, si unirà alla regina dei draghi. Daenerys potrebbe decidere di sposare Victarion, oppure convincerlo a rimanere semplici alleati… o magari accettare le proposte di Euron. Non so cosa sia più probabile in questo caso. Euron d’altro canto potrebbe essere interessato soltanto ai suoi draghi, e potrebbe trovare il modo di strapparli al suo controllo. - Stannis viene sconfitto dai Bolton Penso che i Bolton capitoleranno grazie a Stannis. Nel mentre è probabile che subentrino Jon e la Valle ad aiutarlo nella battaglia. Che Stannis consegni il Nord in mano ad un redivivo Jon, però, la trovo una risoluzione un po’ troppo forzata. Potrebbe invece saltare fuori Rickon, riportato a Grande Inverno da Davos. Gli uomini del Nord si inginocchierebbero più volentieri a lui, anziché a Jon (in tutto questo do per scontato che la falsa Arya venga ufficialmente smascherata). Non ho idea però di dove collocare il rogo di Shireen. Potrebbe essere che Melisandre convinca Stannis che Shireen in realtà rappresenti la sua Nissa Nissa, e che debba perciò sacrificarla onde utilizzare Portatrice di Luce contro gli Estranei. Non sono infatti sicuro che Stannis alla fine decida di proseguire la sua crociata per prendersi il Trono di Spade. Melisandre è convinta che lui sia l'eroe promesso, e penso che lo porterà a morire malamente al di là della Barriera. In caso contrario, Stannis potrebbe incontrare la sua morte durante la battaglia con i Bolton, portando Melisandre a concentrarsi su Jon. - Arya stermina i Frey Sono certo che Arya finisca per tornare a Westeros, con l’intento di rimuovere i nomi dalla sua lista. Magari, durante la sua missione per uccidere Walder Frey, potrebbe incrociare il cammino con Lady Stoneheart. - Jon diventa Re del Nord Non finché ci saranno Rickon e Sansa in giro. Secondo me il suo ruolo sarà strettamente collegato a Melisandre e agli Estranei. Potrebbe venire messo da Stannis a capo di una spedizione oltre la Barriera, o andarci di sua iniziativa. - Sansa e Ditocorto muovono i fili nella Valle Decisamente. Bisogna vedere se la Valle si interesserà a quanto sta accadendo a Nord. Harrold Hardyng, spinto da Sansa (e quindi da Ditocorto), potrebbe decidere di allearsi con Stannis per consegnare Grande Inverno alla moglie. E nel caso in cui saltasse fuori Rickon, Ditocorto potrebbe ordire uno dei suoi piani per sbarazzarsene. Essendo Sansa moglie di Harrold, e quindi non potendo risiedere a Grande Inverno, Petyr potrebbe essere in realtà intenzionato a manipolarla per farsi affidare il compito di proteggere il Nord in sua vece (ha più senso del casino che ha combinato nella serie). - R+L=J Non può trattarsi di semplice fan-fiction, perché ci sono troppi indizi a tal riguardo. Quindi si, ma bisogna capire come farà Jon a venirne a conoscenza, e se ciò vorrà dire che un giorno egli debba sedersi necessariamente sul Trono di Spade. Il suo ruolo credo sia principalmente quello di incarnare “Azor Ahai/Principe Promesso” e combatte gli Estranei, e non ce lo vedo proprio a partecipare al gioco dei troni. - Bran diventa il nuovo Corvo a Tre Occhi Si, mi sembra una trama ormai avviata. Bisogna capire però cosa intendano fare i Figli della Foresta e perché abbiano scelto lui. Inoltre va chiarificato perché, nelle sue visioni, Melisandre riconosca Bran come un nemico. - Ricompare Rickon, ma muore subito Secondo me non avrà un ruolo così marginale come nella serie. Stannis potrebbe usarlo per garantirsi l’appoggio dei lord del Nord. Probabilmente, però, non sopravvivrà. Alla fine, penso che sarà Sansa ad avere un ruolo di rilevanza da giocare nell’amministrare Grande Inverno (manovrata da Ditocorto). Altrimenti dovrebbe restarsene nella Valle in veste di lady Hardyng, ma risulterebbe una trama alquanto statica. Jon eletto come Re Mezzo-Stark non ce lo vedo proprio, invece. Qualcuno potrebbe anche appoggiare la sua candidatura, ma credo che vorrà occuparsi piuttosto della minaccia Oltre la Barriera, e che non avrà quindi tempo da perdere per amministrare il Nord o per crogiolarsi nei giochi di potere. - Daenerys diventa Khaleesi, uccidendo parecchi Khal No. Secondo me, agli occhi dei Dothraki, risulterebbe una strega piromane. Senza un Khal non può essere considerata come regina dal khalasar. Nel caso in cui li terrorizzasse con Drogon, potrebbe magari convincerne alcuni, ma non credo si ritroverà mai un intero esercito dothraki a coprirle le spalle. - Lyanna Mormont è la kingmaker di Jon Ehm… no. Potrebbe essere che appoggi una sua candidatura dopo la caduta dei Bolton (in assenza di Rickon), ma non credo che i lord del Nord si possano far convincere da una bambina. È più probabile che sia Stannis a proporlo, preferendolo a Sansa (sempre in assenza di Rickon). - Jorah si ammala del morbo grigio e viene curato alla Cittadella No. Non capisco perché nella serie non sia semplicemente morto! La risoluzione di quella trama è ridicola oltre ogni modo. Comunque sia, è Connington ad essersi ammalato nei libri. Non è da escludere che, oltre ad Aegon, non conduca a Westeros anche un’epidemia. Magari quest’ultima potrebbe essere vista dal popolino come un brutto auspicio, e presa come scusa per aizzarsi contro il nuovo governo instauratosi ad Approdo. - Daenerys riprende possesso di Dragonstone / Dragonstone è disabitato dalla partenza di Stannis per il Nord Probabilmente Aegon sottrarrà Dragonstone ai Tyrell, prendendo Loras come prigioniero. Comunque, dubito che chiunque sieda sul Trono di Spade possa pensare di lasciare quella rocca indifesa. Essendo un punto strategico, pericolosamente vicino ad Approdo, verrà certamente occupata da un contingente. Daenerys probabilmente farebbe meglio a sbarcare alle Iron Islands, affiancata da Victarion e/o Euron. O da qualche parte a Sud. - Sandor Clegane si unisce alla Fratellanza Senza Vessilli Dato che ora la comanda Lady Stoneheart, la vedo difficile. Sempre che sia davvero ancora vivo, lo vedrei meglio ad intraprendere un percorso di redenzione (se non duraturo, quantomeno più approfondito) sotto la fede dei Sette. Non starebbe male nelle vesti di Reietto. - Euron a colloquio con Cersei Nel caso in cui Cersei facesse saltare in aria Aegon, prendendosi il trono con un colpo di stato, e Daenerys rifiutasse un’alleanza con Euron (magari in favore di Victarion), non sarebbe una possibilità da scartare. - Sam che fa lavori umili alla Cittadella Perché no? Rifiuto però di credere che il suo ruolo a Vecchia Città sia solo quello di rubare libri per poi alzare i tacchi indisturbato. - Le Serpi delle Sabbie muoiono in battaglia Probabile che ad un certo punto accada. - Samwell Tarly cura Jorah Mormont dal Morbo Grigio Non sta né in cielo né in terra. - Randyl Tarly abbandona i Tyrel per i Lannister Randyl Tarly serve la Corona. Probabilmente resterebbe fedele ad essa, piuttosto che piegarsi ad un invasore. Non è da scartare l'ipotesi che i Tyrell stessi decidano di allearsi con i Lannister, pur di fermare l'invasione di Aegon (dato che una sua vittoria priverebbe Margaery del suo titolo di regina). - Jon Snow e Daenerys Targaryen s’incontrano Potrebbe anche essere. Ma spero che il loro rapporto non sia reso banale come nella serie tv (neanche due episodi e già si volevano saltare addosso!). - Euron Greyjoy si allea con i Lannister Sempre che, dopo Aegon, i Lannister si riprendano il Trono, e che Daenerys rifiuti Euron.
  2. 1) No, non lo è. Ma del resto, si può attaccare e conquistare un paese rimanendo eticamente corretti? Il fatto che Daenerys non abbia scaraventato i suoi draghi su King’s Landing, non appena messo piede a Westeros, è senza dubbio un atto positivo e dedito alla salvaguardia del popolo, il quale giustamente si ritrova a suo malgrado nel bel mezzo di un conflitto. D’altro canto, il fatto di volere assediare una città, costringendola alla fame così da ottenerne la resa, è forse un comportamento eticamente corretto? La colpa è di chi blocca l’approvvigionamento del cibo (Daenerys) o di chi non si arrende all'invasore (Cersei)? Io direi che qui l’etica vacilla pericolosamente. Secondo me, non c’è etica in una guerra di conquista. In qualunque modo ci si ponga, si finirà sempre per infliggere morte e sofferenza. Bruciare vivi i leader degli eserciti nemici - che non si sottomettono, nonostante gliene sia data l’occasione - è un atto necessario, non etico. 2) È strategicamente corretto, perché l’atto di giustiziare i leader, che non vogliono accettare la sottomissione, serve da esempio per i futuri “uomini orgogliosi” che non accettano la sconfitta. Riempire le carceri di prigionieri (e quindi potenziali futuri nemici) da sfamare, non è un’opzione che può essere presa in considerazione, specialmente in piena guerra. Se i Tarly fossero stati liberati o si fossero rivoltati, inoltre, sarebbero stati problemi. L’offerta di essere spediti alla Barriera, in questo caso, era stata scartata ancora prima di essere ufficialmente proposta. Ma comunque sia, non c’erano garanzie che i suddetti soldati si sarebbero lasciati condurre e obbligare a rimanere a Nord. Daenerys non comanda ancora a Westeros - e c’è una guerra in corso - quindi non avrebbe avuto il tempo materiale per agire contro di loro in caso avessero disertato. 3) È un atto brutale, ovviamente. Ci sono modi migliori e più svelti per morire, ma l’atto di ucciderli con Drogon serviva per incutere terrore. Era necessario che apparisse esecrabile. Sarebbe però ancora più esecrabile e disonorevole se, durante il suo regno (e non soltanto in guerra), la regina decidesse di rendere la morte per fuoco di drago una pratica comune contro i criminali.
  3. Questa storia dell'annullamento mi pare un po' forzata. Che poi... annullamento basato su cosa? Non è ancora ben chiaro. Nel Culto dei Sette è contemplato il divorzio? Lo si può ottenere senza una ragione valida? Le tre teste di drago esistono nella serie? Non ricordo che vengano nominate, si parla solo di principe che fu promesso.
  4. Gendry che fugge da Approdo del Re perché hanno messo una taglia sulla sua testa, e decide poi di rifugiarsi... ad Approdo del Re - dove è cresciuto e molta gente probabilmente l'ha visto crescere - a lavorare in una fucina (magari sempre la stessa), forgiando spade per i soldati Lannister - gli stessi soldati che in teoria dovrebbero usarle per rimuovergli la testa dal collo. "Il miglior posto dove nascondersi è sotto il naso della regina". Non fa una grinza.
  5. Io avrei fatto sconfiggere Cersei da Daenerys prima dell’incontro con Jon. Quest’ultimo avrebbe poi potuto convincere la regina dei draghi ad unirsi alla sua causa portandole un wight alla fossa del Drago, piuttosto che presentandosi da lei in piena guerra, raccontandole storie assurde e pretendendo il suo aiuto. Per come l’hanno scritta, secondo me, la trama si è incasinata non poco! Non sanno più che ruolo dare a Cersei, ma non osano disfarsi del personaggio.
  6. "And up the beach comes Jorah, seeing Dany with yet another handsome fellow who's not Jorah." "Sam can hardly contain his relief at getting through to these old farts." (riferito ai maestri della Cittadella) Sam knows he has lost. These fucking guys. Chi cavolo li scrive questi scripts? Poveri arcimaestri!
  7. Per quanto riguarda la scena finale: e se per caso nel libro...
  8. Non avendo potuto osservare come si è svolta esattamente la suddetta lezione, trovo difficile esprimere un giudizio vero e proprio. Molte cose, però, potrebbero essere state esagerate, se non dai giornalisti, dai genitori adirati stessi. Nell’articolo de “Il resto del Carlino”, ad esempio, si legge “e mi ha pure annunciato di sapere come si fa a stuprare una donna”. Quindi gli insegnanti hanno anche affrontato il tema “violenza sessuale”? Il bambino ha compreso o non ha compreso la gravità di uno stupro? Ha appreso come si fa sesso e basta, oppure sa anche quando e come non va fatto? Comunque sia, non posso fare a meno che chiedermi: secondo i suddetti genitori, in che altro modo può essere spiegato l’atto sessuale, se non puntualizzando che “l’organo genitale maschile va fatto muovere avanti e indietro all’interno dell’organo genitale femminile”? Che ammettano chiaro e tondo, piuttosto, che secondo loro a quella età (10-11 anni) i bambini non debbano essere tenuti a sapere come vada compiuto un atto riproduttivo (cosa che invece, secondo il mio modesto parere, dovrebbe essere affrontata senza troppe polemiche durante le lezioni di scienze sui mammiferi).
  9. L'ho trovato per caso mentre navigavo su youtube. Certamente non è un modo molto efficace per ripassare la storia, ma vale la pena vederlo :stralol: . P.s. c'è anche un approfondimento sulla storia del Giappone (nello stesso stile):
  10. Questo canale youtube contiene alcuni brevi video che potrebbero essere utili. Data la breve durata (e la poca serietà), però, potrebbero essere un tantino superficiali e poco approfonditi. Magari vale comunque la pena dargli un'occhiata! :)
  11. Visivamente parlando, a me aveva colpito molto di più quella su Amatrice. Questa è sempre di cattivo gusto, ma in maniera meno rivoltante. Lo si potrebbe definire come un “modo creativo e fuori luogo di raffigurare l’evento nefasto della settimana”. Il vignettista ha di fatto rappresentato in maniera originale (ma irrispettosa) la notizia della disgrazia (Italia, la neve è arrivata ma non per tutti). Per quanto creative, trovo però difficile associare simili vignette all’umorismo – sembra una forma di satira piuttosto “vuota”: che non strappa alcun sorriso, né mira a fare un’aspra critica di un dato argomento – eppure, vanno catalogate come “umorismo nero”. Non siamo certo di fronte ad uno black humor sottile, elegante ed intelligente, al contrario. Tuttavia, alcuni considerano cose del genere come umoristiche: È il lato becero e deviato dello humor. Dobbiamo prenderne atto e reagire con indifferenza; limitarci a dire che non apprezziamo. C’è chi è solito ridere delle disgrazie altrui, e chi invece non ci pensa neanche.
  12. Colpi di scena un capitolo si e l’altro pure. SPOILER CAPITOLO 850
  13. Ho sempre trovato una certa difficoltà nel darmi una definizione in tal merito. Mi considererei “ateo” in quanto ritengo che nessuno dei credi esistiti ed attualmente esistenti sia detentore della “verità assoluta”, e perché penso che nel caso un Dio esistesse, non si manifesterebbe alla nostra specie, ragionando e comportandosi secondo schemi umani (ritengo “Madre Natura” troppo imparziale ed astratta per manifestare delle preferenze o volontà di qualsivoglia tipo); allo stesso tempo, però, mi considererei “agnostico” poiché di fatto non sono in grado (e mai sarò in grado durante la vita) di darmi una risposta soddisfacente al significato dell’Universo e dell’esistenza. Tirando le somme: vedo “Dio” come un qualcosa di astratto ed imparziale (forse come semplice sinonimo di “vita” o “esistenza”) e non mi pronuncio in merito alla questione “anima” / “mantenimento della propria coscienza dopo la morte” perché non posso avere le idee chiare se non proprio a seguito del mio “trapasso”. Dunque mi identifico come "agnostico", tendente al panteismo naturalistico.
  14. Se hanno intenzione di mostrarci Casterly Rock (o comunque sia, altri membri della casata Lannister), Angela Lansbury la vedrei bene come rivisitazione di Genna Lannister. Oppure, se vogliono attenersi ai libri, potrebbe interpretare Shiera Crakehall, moglie di Damion Lannister, l'attuale castellano per ordine di Cersei.
  15. Per quanto riguarda Brienne, penso sia probabile che finisca prigioniera della Fratellanza Senza Vessilli (in linea con i libri). Beric le dirà qualcosa del tipo: "Dimostra di non essere un‘alleata della corona: portaci la testa di Jaime Lannister e quella del ragazzo (Pod) rimarrà attaccata al suo collo", e lei si sentirà in dovere di raggiungere King's Landing (se non per uccidere Jaime, quantomeno per informarlo dell'accaduto). Allo stesso tempo, Beric potrebbe incaricare il Mastino di accoppare la Montagna in loro vece (del resto era questa la missione per cui ai tempi nacque la fratellanza; e, se non sbaglio, nei libri mi pare che Beric fosse ancora intento ad adempierla prima di decidere di dare vita a Lady Stoneheart), e così, per la gioia dei telespettatori, si avrà un nuovo dinamico duo: “Brienne e Sandor in viaggio per Approdo”. Si prospettano tempi duri per il regno di Cersei! Altro che Daenerys e la sua flotta!