Jump to content

Blue Moon

Utente
  • Content Count

    213
  • Joined

  • Last visited

About Blue Moon

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

306 profile views
  1. Potrebbe essere, perchè in effetti poi Lyanne Glover muore di parto dando alla luce il suo unico figlio Brandon Stark, motivo per cui viene chiamata a Grande Inverno la Vecchia Nan, che è a sua volta protagonista di un'altra visione di Bran attaccata a questa. La domanda è: perchè Bran vede proprio queste vicende che in qualche modo coinvolgono Nan? Personaggio da sempre legato a lui nella storia, che racconta un sacco di cose sugli estranei e sugli Stark..
  2. Ragazzi ho postato una teoria nella discussione sul rapporto Arya-Jaqen-l'Orfana che sarebbe d'accordo sul fatto che Jaqen possa cambiare anche altezza. Dimenticavo...Benvenuto UnoDeiCorvi!
  3. Ragazzi credo che questa teoria (oltreoceano qualcuno la pensa come me!) potrebbe spiegare tutte le incongruenze, compreso il codice dei senza volto. https://www.reddit.com/r/asoiaf/comments/4ng4fc/spoilers_extended_lady_crane_is_not_what_we_think/ In pratica viene detto che Lady Crane è una FM (io aggiungo che potrebbe addirittura essere Jaqen) e che Jaqen appunto, stia testando sia Arya che l'Orfana: la prima avrebbe superato il test, la seconda no. Arya ha superato la prova perché vedendo la rappresentazione della morte di Joffrey, attraverso l'intensa interpretazione di Lady Crane, ha compreso la sofferenza di Cercei per aver perso l'adorato figlio e nel dialogo dietro le quinte con l'attrice, finito lo spettacolo, le consiglia come cambiare l'interpretazione "calandosi nella parte di Cercei" e suggerendo di mostrare al pubblico non solo dolore, ma anche rabbia (e si intuisce che sa di cosa sta parlando perché lei stessa ha vissuto quelle emozioni quando sono morti Ned, Cat e Robb). Il test è superato perché Arya è riuscita a mettere da parte i sentimenti personali di odio e vendetta verso Cercei, comprendendo il suo dolore. L'Orfana invece non ha superato il test perchè mostra di "voler" uccidere Arya e infatti gode nel farlo, mentre "a girl has no desires": un senza volto non deve provare emozioni proprie. Quindi forse la Arya che viene accoltellata è Jaqen.. Comunque sia tutto ciò mi fa capire che essere "No one" non significa rinnegare se stessi, è più sottile: significa non lasciare che i propri interessi prendano il sopravvento quando si serve il Dio dai Mille volti, cioè bisogna calarsi nella parte come un attore, ma questo non vuol dire dimenticarsi chi si è e rinnegare se stessi. L'orfana fallisce proprio in questo, mentre Arya ritrovando se stessa come Stark, ha comunque dimostrato di sapersi mettere da parte quando serve. Il link è molto più dettagliato!
  4. Rispondo a tutte e due! Anche secondo me per la lotta contro gli Estranei ci vorranno anche gli altri personaggi previsti dalla prima bozza di Martin,SPOILER PRIMA BOZZA il ruolo dei 2 Targaryen potrebbe essere connesso con il loro sangue di drago, perchè ci sono evidenti collegamenti tra l'origine dei WW e l'ossidiana (anche detta vetro di drago): I Targaryen sono gli ultimi rappresentanti viventi della stirpe del drago e cioè del legame tra i Valyriani e i draghi che non credo sia solo simbolico...in un certo senso, molto figurato, potrebbero essere essi stessi una spece di ossidiana?
  5. E chi lo avrebbe preso il suo volto se è morto per mano delle guardie ad Approdo? :)
  6. Sono i miei personaggi preferiti da sempre nella saga. Li amo sia sulla carta che nella serie tv, perchè sono perfettamente consapevole che "ci saranno 100 Giuliette diverse": è l'attore che fa risaltare il ruolo, quando è chiamato a farlo e in una trasposizione cinematografica (televisiva mi pare limitante) sono gli attori che danno vita al ruolo, così come a teatro. Riguardo l'idea di loro che mi sono fatta dai libri: quella è lì e rimane com'è, ma è una mia idea di Daenerys e Jon, soggettiva, così come avranno una loro idea Kit ed Emilia riguardo i loro personaggi. Andando più nello specifico trovo che siano personaggi con caratteri diversi ma che, sotto sotto, abbiano un filo che li lega: gli ideali. Sono persone molto idealiste che mano a mano si trovano costrette a disilludersi e a fare scelte difficili, cioè veri e propri compromessi: lei per imparare a regnare, lui per imparare a comandare (quindi in fondo per la stessa ragione) e a volte commettono degli errori, ma ci mancherebbe il contrario! Sbagliare è perfettamente naturale e, anzi, serve per crescere e diventare adulti; non fosse stato difficile e pieno di ostacoli contro cui scontrarsi qualche volta, il loro sarebbe stato un percorso delineante personaggi monolitici, piatti, assolutamente non interessanti. Invece per fortuna sono umani, bambini all'inizio, che hanno sempre sofferto molto: emarginati (lei perfino esiliata), ignorati, sottovalutati ma capaci delle cose più grandi, sempre più risoluti con l'esperienza maestra di vita, ma soprattutto in cerca di amore, di conforto e di un'identità. Proprio così, cercano affannosamente un'identità di cui appropriarsi e credo che alla fine rimarranno spiazzati da quello che scopriranno, sembrerà loro che tutto crolli come un castello di carte, ma invece troveranno finalmente un senso alle loro esistenze o meglio, in base a ciò che scopriranno, saranno loro a dare un senso alle loro vite. Li amo, entrambi. Sono destinati alla tragedia finale, ma saranno fondamentali per la speranza di altri.. Francamente anch'io mi sono stufata di leggere quant'è fortunata Dany: ha sofferto l'inferno fin dalla nascita! Senza genitori, scarrozzata quà e là da una strada a un'altra, con un fratello folle (perchè lei non lo è per niente) che era disposto a venderla come merce sessuale per un trono di ferro, è stata costretta a sposarsi, ha perso il marito che alla fine era riuscita ad amare e la possibilità di avere figli, è tradita continuamente da chi le sta a fianco. Ed è da sola ad affrontare tutto questo, perchè non ha nessuno al suo fianco col quale condividere davvero la vita. In più continua a vivere da esule, a non sentirsi a casa. Vogliamo dire che è fortunata? No, è tosta. Jon deve capire chi è e cosa vuole davvero e credo che ci riuscirà; dovrà diventare un uomo e prendersi ciò che gli spetta, non necessariamente il trono che, spero francamente, venga distrutto a fine saga. Vorrei che capisse che la sua vita è preziosa, che non è stato uno sbaglio o che, anche se lo fosse stato, la vita ha pur sempre un'inestimabile valore e siamo noi darle un significato, che alla fine il "bene superiore" è solo quello delle persone a cui teniamo; spero arrivi a credere davvero che i legami, quelli veri, si costruiscono, giorno per giorno, con costanza e amore. Spero che un giorno non si senta più solo.
  7. Io comincio a credere che il sangue di drago sia fondamentale per sconfiggere gli Estranei, perchè credo che alla fine della saga si arriverà ad un punto d'incontro tra "l'est e l'ovest" "il fuoco e il ghiaccio" "Daenerys e Jon" "draghi ed estranei". Credo anch'io che i lucertoloni non servano solo per combattere gli Estranei col fuoco in campo aperto, sarebbe scontato, banale e brutto. Forse la natura stessa dei draghi ha a che fare con quella dei WW, se questi ultimi sono stati creati con (quà perdonatemi ma devo utilizzare per forza la serie tv) . Quindi credo che il destino di Daenerys per esempio non sia semplicemente quello di bruciare qualcuno cavalcando un drago, non so se mi spiego...
  8. Ragazzi la discussione è sul ruolo dei Targaryen (Dany e J), non sui draghi... :) poi ovviamente si possono fare dei collegamenti...
  9. Nell'ottica di un finale che tiri le fila delle varie sottotrame e visto il ruolo dell'ossidiana (detta anche "Vetro di drago") nella vicenda "Estranei", secondo voi in che modo i Targaryen (e quindi Dany e J se R+L=J) che sono gli ultimi rappresentanti di umani legati ai draghi, influiranno/avranno un ruolo nella sconfitta/lotta finale degli WW? Secondo me c'è un collegamento e Martin lo ha previsto quando ha deciso di inserire i draghi nella storia. Al via i commenti
  10. In effetti non lo sapevo che partorire provocasse dolore....ma dai? Ahahha Seriamente, che l'urlo fosse per il parto è la cosa più scontata ma,siccome parlavamo di cesareo, ho pensato che le due cose potrebbero coincidere! XD
  11. Si in effetti per Arya manca tutta quella parte di addestramento in cui corre, mi aveva fatto bene sperare l'albero, che a Braavos non ci dovrebbe essere (sinceramente mi pare che anche nella serie non ci sia vegetazione) e poi ho notato anch'io gli abiti e la pettinatura che ricordano molto quelli che aveva alla morte di Ned. In più mi ha catturato l'espressione del volto: pare che stia vedendo dei "fantasmi" davanti a lei legati ad un luogo...vabbè sto fantasticando troppo forse. Comunque credo che il suo destino sarà questo, anche in relazione al titolo della 6X08 (almeno per l'immediato futuro), metto sotto spoiler per sicurezza:
  12. Io credo che se di cesareo si tratta possa coincidere con l'urlo che sente Ned alla fine del combattimento con Dayne..
  13. No Meera sorella gemella di J sarebbe ridicolo.
  14. Ma c'è un enorme albero dietro di lei..
×
×
  • Create New...