Jump to content

No One

Utente
  • Content Count

    209
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About No One

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

215 profile views
  1. Comunque leggendo la solita, enorme lista di progetti in cui è coinvolto, i bookmaker hanno quotato l'uscita di ADOS nel duemilamai e quella di TWOW nel duemilacredici
  2. @viperarossa si nel contesto dei libri concordo, ce lo ritroviamo sicuro, ed avrebbe anche senso, lì. C'è una profezia, le profezie esistono ed hanno un loro peso. Come è stato gestito nella serie, invece, Jon ne esce proprio malamente.
  3. Bella domanda che merita attenzione. In ordine decrescente di bruttezza: 1) Jon. Le sue origini non pervenute ai fini della storia; mancanza di capacità d'azione, e quel che ha fatto (uccidere Dany) sembra più una conseguenza di una manipolazione e di una pressione esterna che altro; finale amaro, anche se probabilmente lui preferirebbe stare al nord. 2) Bran. Non ha senso. 3) Tyrion. Forse ha ottenuto quello che voleva, forse no. Difficile giudicare. Mancando il fatto di Penny, e la sua discesa verso gli abissi della disperazione, è difficile quantificare questa "risalita". 4) Dany. Odio il modo in cui siamo arrivati a quel punto, odio che tutti l'hanno trattata come una pazza senza darle una seconda chance, ma a livello tematico, non guardando il come, vedo che il suo finale è molto martiniano, e tragico. In fondo è anche interessante. 5) Arya. Ho sempre avuto difficoltà a inquadrare la fine del suo percorso narrativo nei libri. Alla fine dei giochi poteva andare peggio, quindi va bene così.
  4. Sto male è vero però, io ero convinta morisse, e invece...tacchete!
  5. Lato politico: ho sempre avuto in testa un finale in cui il trono viene distrutto e i sette regni diventano tutti indipendenti, a formare il nucleo di futuri stato-nazione. Ora, ovviamente non doveva per forza finire come mi ero immaginata, e questo ci sta. Ma non capisco perché Dorne o le Isole di Ferro siano contenti di rimanere legati sotto l'egida di Re Bran quando potrebbero essere indipendenti. Considerando che addirittura Yara/Asha aveva già strappato una promessa di indipendenza da Dany...! Bho.
  6. Oddio no D&D mi rovineranno pure Star Wars...perlomeno non sarà più la saga principale, mannaggia a loro. E almeno Star Wars è più semplice....no, niente, ho paurissima. (scusate l'off topic) Inoltre, @Figlia dell' estate (se non sbaglio) che è fan di Bran: condivido appieno, non capisco il senso di Bran reso in questo modo, e non riesco a collegare il Bran dei libri con quello della serie. Onestamente Bran ci fa la figura del crudele manipolatore, peggio di Ditocorto, che ha creato tutta sta manfrina (perché rilevare le origini di Jon se non per creare discordia?) solo per accaparrarsi il trono. Certo, nei libri lo vediamo pensare amaramente a una vita in cui sarebbe potuto essere cavaliere, ma è un bambino, ed ha senso. Qui no. Qui ci fa una figura terribile.
  7. Ma quindi il senso di Jon mezzo Targaryen sarebbe...?
  8. Mi permetto di citare Freefolk, che come al solito riassume bene tutta la puntata: “There’s nothing in the world more powerful than a good story.” AW MAN WE SURE COULD HAVE USED ONE OF THOSE THEN
  9. Scusate ma non ce la sto facendo. Dany termina la sua storia tragicamente al massimo, la ragazza che avrebbe solo voluto ritornare alla porta rossa. La sua morte, senza nessun pathos, 'na trashata. Drogo che scioglie il trono ma lascia stare Jon LMAO Jon ridotto così, anche lui tragico, soprattutto inutile. Peccato perché una volta mi ricordavo mi piacesse tanto Jon, ma che è successo nel frattempo? Il concilio con Bran! Il concilio con Bran! Ragazzi, il concilio con Bran ma che cosa. Che cosa. Perché. Brienne che mi finisce a scrivere le memorie di Jaime, anche lei un personaggio con forte disservizio (temevo fosse incinta, almeno quello me lo sono risparmiata). Sansa è regina e Arya è viva, dovrei essere felicissima, ma vedo solo amaro in questo finale che sarebbe dovuto essere dolceamaro. Invoco di nuovo positività in un atto di disperazione.
  10. Che cosa ho appena visto. Mi sento come Verme Grigio. Pure io voglio buttarmi su una nave diretta verso Naath e chi s'è visto s'è visto. A questo punto invoco quelli che finora hanno difeso la serie a spada tratta, quelli che "ma GOT è la serie più bella del momento, guarda le inquadrature, le musiche, la CGI", quelli che in fondo più o meno se la sono goduta in maniera spensierata: ho bisogno di voi. Per favore fatemi leggere i vostri commenti, ditemi che l'avete presa bene e che amate tutto, voglio leggere le analisi approfondite, perché io da sola non ce la sto facendo e voglio cercare di vedere questa cosa sotto uno altro spirito. Dateci positività, ve ne prego! Non c'ho manco più voglia di leggere i libri.
  11. Mettiamola così: se Jon fosse d'accordo ad avere una relazione romantica con una parente, quella persona sarebbe Dany. E se considerate che Dany è una zia che non ha neanche mai visto fino a poco tempo fa, e che invece Sansa è la sorella che conosce da una vita, la percentuale di probabilità scende vicino allo 0. Ma capisco il ragionamento del post.
  12. Grande prova attoriale, grande colonna sonora, grande immagini. Il comparto tecnico: bravi tutti! Sulla qualità della scrittura, oramai c'è poco su cui pronunciarmi. Vorrei solo rimarcare due cose: - Jaime. Devastato. Se realmente finisse così pure nei libri, sempre a un passo della redenzione ma incapace di coglierla, ci rimarrei veramente male. - Dany. In un certo senso mi rimangio quello che ho detto la scorsa settimana. Non è pazza. E' diventata crudele e spietata, ma c'è della razionalità dietro, ci sono delle motivazioni. Lo sviluppo è stato rapidissimo, e mal eseguito, ma il risultato non è la follia. E' il Principe di Machiavelli che non governa con amore ma con paura. Non a caso a fine puntata ci fanno sentire un mix di Light of the Seven/Rains of Castamere. Era Twyn forse pazzo? Certo non stava bene, ma nessuno l'avrebbe definito tale. Ora, ho detto questa cosa e quindi mi aspetto una smentita di D&D in cui dicono "No è solo il gene Targaryen ciao". Se anche fosse, mi sembrerebbe riduttivo. E considerando che secondo me è sicuro al 100% che una King's Landing distrutta da Dany ci sarà anche nei libri, inizio a fare pace con questa cosa. Come ho letto in una recensione: "Semplicemente, questo non è lo show giusto per rendere giustizia alla storyline di Dany, piena di sfumature". Ah, chiosa finale: Jon non pervenuto tutta la stagione, sicuro farà lo splendido prossimo episodio, e sta cosa mi fa rosicare un po'.
  13. Appunto, abbiamo gusti diversi ed evidentemente valorizziamo, o meglio, diamo un peso diverso alle cose. Ci sta. Il pianoforte della 8x3? Bellissimo, certo, me lo sono andata a risentire e apprezzo il compositore. Purtroppo però, per me, non basta. Poi è ovvio che ogni cosa andrebbe considerata nel suo contesto, e su questo ti do ragione: lo stesso ASOIAF non è certo I Fratelli Karamazov. Ma restoa il fatto che pretendere un minimo di costruzione interna nella storia è alla base di ogni buono scritto. Ho risposto alla domanda che è stata fatta, ma nessuno di noi cambierà idea: ogni 'fazione' ha le sue ragioni. Va bene così. Come hai detto anche tu, sono gusti, e su questo mi sembra che concordiamo.
  14. Perché è l'unico modo che mi rimane per vedere il finale di questa storia. Se può consolare te e i tanti altri a cui lo show ancora piace (beati voi, a una certa): avete ragione, è meglio spegnere il cervello e guardare le puntate senza alcuna pretesa. Io ci provo, eh, ma poi mi ritrovo certe cose davanti e non ce la faccio. Per me la storia e i personaggi sono tutto, del comparto tecnico mi frega poco, non me ne faccio niente di belle immaginette. De gustibus. Comunque dai, è quasi finita, due settimane e ti libererai dei commenti negativi. Tu che puoi goditi la serie in santa pace.
  15. Tolti tutti i giudizi sulla puntata in sé, devo assolutamente togliermi un sassolino dalla scarpa: il trattamento di Dany. Ha perso i draghi che riteneva come figli, ha perso i suoi consiglieri e amici più fidati, tutto quello che per cui ha lavorato duramente, a costo di grandi sacrifici, è stato spazzato via senza che gliene fregasse niente a nessuno (il Nord la odia a prescindere), lo scopo unico della sua vita, quello che le dava un'identità, il trono, è minacciato dalla persona che ama. Però no, non può sentirsi furiosa o triste, no, è pazza come suo padre. Tyrion e Varys ci hanno messo due secondi netti per iniziare a conspirare contro di lei, gli stessi due che si sono rivelati praticamente inutili come consiglieri a Westeros. In favore di chi, poi? Del Jon televisivo. A me questa cosa da immensamente fastidio, ma lo farebbe pure se fosse scritto da Martin e non dal duo.
×
×
  • Create New...