JonSnow;

Utente
  • Content count

    2,958
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    107

JonSnow; last won the day on February 21

JonSnow; had the most liked content!

Community Reputation

3,354 Excellent

About JonSnow;

  • Rank
    confratello

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

3,267 profile views
  1. GoT - Percorsi evolutivi e mete finali.

    Quello che intendo è che se per Martin Jon sopravvive e lascia Westeros in favore di altre mete, loro non possono farlo morire eroicamente. Hanno sempre detto che i due finali coincideranno. Poi anche se non c'è un'opera scritta, va tenuto conto che loro sanno sin dall'inizio come il tutto si concluderà. George lo sa da 20 anni. Loro da quando hanno cominciato la Serie. Poi va detto che anche un anno e mezzo fa sono stati ospitati da Martin a dibattere per ore su GOT e ASOIAF. Quindi credo si saranno illustrati idee vicendevolmente. Non credo che Martin non abbia passato informazioni su una cosa così importante, lasciandoli al buio.
  2. GoT - Percorsi evolutivi e mete finali.

    Per me è indubbio che sul finale di Jon Snow ci dovrà essere la mano di Martin. Il duo potrà banalizzare, tagliare, edulcorare come al solito, ma dovrà comunque tenersi fedele a quanto stabilito da GRRM, se i finali dovranno essere i medesimi. Sui siti americani c'è anche chi ipotizza di un Jon Snow che diventa il nuovo NK e si ritira in pace con gli Estranei. Il che appare bizzarro, ma ricordo comunque, se non vado errato, vecchie interviste e ipotesi dove si parla degli Estranei come una nuova razza, almeno in ASOIAF, più che come una mutazione. Però ciò che ci dice il racconto che egli avuto finora il dato più certo permane la morte a missione conclusa o meno. Perché appunto bisognerebbe basarsi sui percorsi.
  3. THE WINDS OF WINTER: news e speculazioni

    Questo difatti è il suo punto più basso.
  4. TvShow Challenge on the Wall

    Giorno 39: La morte più toccante Restando nel mondo norreno... Spoiler coming.
  5. GoT - Percorsi evolutivi e mete finali.

    Stando ad ASOIAF un resuscitato di R'hllor non dovrebbe essere in grado procreare o avere funzioni vitali nella norma. Privo di sangue caldo e di battito cardiaco. Almeno questo è ciò che dice Martin.
  6. ottava stagione - leaks e speculazioni

    Ogni tanto, quando se ne ricordano, danno un contentino anche ai lettori. Possibile che la scena di Aerys sia funzionale a questo.
  7. Di Profezie, Dei e Visioni

    Se ci limitiamo a GoT mi pare chiaro abbiano fatto di tutto per dargli quel ruolo e trasmettere tale messaggio nella narrazione. E' lui che unisce tutti sotto il vessillo dell'umanità contro il nemico che dovrà arrivare e a prendere le redini. Questo, ripeto, tralasciando ASOIAF che potrà essere una cosa diversa.
  8. Incongruenze della serie

    Questo fa capire con che superficialità lo abbiano giudicato e quanto lo abbiano capito e compreso nelle basi del suo pg. Non che l'ambizione sia assente, ma da qui ad esserne il tratto principale ce ne passa.
  9. Jon rispetterebbe le cariche in essere, quindi si rivolgerebbe in primis alla figura numero uno del Nord, scegliendo di sottoporre la questione a lui e soltanto a lui. Credo che Robb prenderebbe la questione sul serio, ignorando qualunque parere contrario ed accettando il compromesso messo in piedi dal fratello bastardo. Chiunque prenda sul serio la questione non può criticare la scelta di far passare i Bruti, dato che aggiungono forza militare e al tempo stesso la sottraggono al nemico. Poi si sa, gli esseri umani sono imprevedibili e possono sempre fare altro all'improvviso, Stark o non Stark che siano.
  10. GoT - Percorsi evolutivi e mete finali.

    Ma io difatti ho sempre creduto di più alla teoria messianica, con Jon che compie l'ultimo sacrificio. Quello appunto è il finale più coerente. Dicevo solo che mi piacerebbe molto e spero - contagiato anche dall'ottimismo e dalle speranze che Metamorfo ripone in Martin - che lo stesso George proponga una terza via sorprendente, abbattendo quest'ennesimo cliché. Una terza via che non contempli appunto né trono né morte. Di certo le affermazioni sulla condizione di chi viene resuscitato dalla magia del Dio Rosso non sono incoraggianti in questo senso.
  11. GoT - Percorsi evolutivi e mete finali.

    Sempre per il possibile finale di Jon Snow, ecco l'intervista di Martin dove parla nello specifico di coloro che vengono resuscitati causa Dio Rosso; « And Jon Snow, too, is drained by the experience of coming back from the dead on the show. » « Right. And poor Beric Dondarrion too, who was set up as the foreshadowing of all this, every time he’s a little less Beric. His memories are fading, he’s got all these scars, he’s becoming more and more physically hideous, because he’s not a living human being anymore. His heart isn’t beating, his blood isn’t flowing in his veins, he’s a wight, but a wight animated by fire instead of by ice, now we’re getting back to the whole fire and ice thing.» George R.R. Martin - Time.com 13/07/2017 Jon è quindi morto completamente, pur essendo redivivo. Il suo cuore non batte, il suo sangue non scorre regolarmente. E' solo animato dalla magia di R'Hllor. Tenendo conto di tutto ciò, non è davvero faticoso immaginare che ne esca vivo alla fine, considerato che è solo un morto all'interno di un surrogato di vita? Perché Martin è chiarissimo nello spiegare come stanno le cose in questi casi. @Metamorfo Cosa ne pensi?
  12. GoT - Percorsi evolutivi e mete finali.

    In verità in GOT hanno sempre voluto creare e marcare questo presunto dualismo, portando a letture speculari e alla classica tematica degli opposti che si ritrovano e danno senso alle cose. Difatti hanno sacrificato tutto e tutti in funzione di questo tipo di narrazione e di questa metafora, riuscendo molte volte ad essere anche fin troppo espliciti in quest'intenzione. Il frutto della convinzione Jon-Ghiaccio è proprio figlia di questo. Oltre che metaforicamente e narrativamente, hanno costruito il dualismo negli anni anche con le scene più dirette. Un esempio è questo: E comunque è un qualcosa figlio principalmente di GoT. Perché importante o meno il loro futuro incontro, in ASOIAF il motore di tutto sono principalmente quei 7-8 pg chiave, dove ognuno ha propria funzione e rilevanza. Non c'è nessuna concentrazione pedissequa su quanto sopra. Tornando più IT, al finale di Jon Snow: Il tutto potrebbe anche dipendere dalla componente magica nel finale. Se davvero la teoria della magia che cessa dovesse essere vera, allora è tutto già scritto in questo senso. Del resto anche Martin ha parlato di zombie di fuoco in merito ai resuscitati di R'hllor, che non sono appunto più vivi nel vero senso della parola ma permangono morti.
  13. TvShow Challenge on the Wall

    Giorno 38: Una scena che ti ha fatto morire dal ridere
  14. GoT - Percorsi evolutivi e mete finali.

    Ma pagine e pagine o meno, volente o no, dovrà comunque reinventarsi e ritrovarsi, dato che Jon resta l'erede della Casata Targaryen, quindi tutta l'essenza e le convinzioni che ha sinora avuto crolleranno. Chiaro che poi comunque Jon non avanzerà rivendicazioni sul Trono e quant'altro, perché lui non ha questa velleità.
  15. Di Profezie, Dei e Visioni

    In GoT hanno necessità di semplificare e banalizzare molte cose. Se si nota bene oltre la guerra Umani vs Estranei hanno fatto di tutto per spostare il baricentro su Eroe Predestinato vs Figura Malefica Numero Uno. Lo provano gli sguardi tra Jon e NK ad Hardome e il mostrare le loro due nascite speculari nella 6. Quindi più o meno hanno reso quella profezia un po' più concreta.