Jump to content

Don Piero Ocompo

Utente
  • Content Count

    16
  • Joined

  • Last visited

About Don Piero Ocompo

  • Rank
    Confratello
  1. Non difendo la puntata, che ha parecchi scivoloni. Ma per avere risposte alle domande a Volte basta ascoltare: Bran in risposta a verme grigio: "Ha fatto tanti errori, passerà il resto della sua vita a porvi rimendio".
  2. Seguire una regola significa essere coerenti, non logici, la regola può benissimo essere illogica. Logico per il NK sarebbe stato di starsene da qualche parte al di là della barriera ad aspettare che i suoi uccidessero tutti. Ma in questo modo la storia non sarebbe andata avanti, e questo vale per tantissimi racconti. Ma è giusto così, spesso per narrare una storia si deve andare contro alla logica. Per dare logica a tutto quanto, ovvero perchè il NK si espone e perchè rischia (e fa) la fine del pollo, bastava una semplice cambio di battute a Bran per dare "logica" al tutto: "Solo
  3. Mai letto la Troisi e non sono neanche un amante del Fantasy a dire il vero. Apprezzo ASOIAF, che comunque da quando la parte Fantasy ha preso troppo sopravvento (70%? Sicuri? Con portali delle tenebre, resurrezioni, draghi, uomini di pietra, assassini senza volto...) ho seguito per pura curiosità. Non confondiamo logica con coerenza.
  4. Se la qualità di un racconto dipendesse dalla sua logica, la metà dei libri e dei film che tanto amiamo dovrebbe essere giudicata malissimo, fantasy o meno.
  5. Ci si continua a dimenticare che è un'opera di fantasia! Basta inventarsi un espediente, tipo che il re della notte una volta nella vita può creare un nuovo re della notte indipendente da lui... ma che ne so... Qualsiasi cosa si inventino, chi la potrebbe confutare? I fan? Che urlino e si straccino le vesti: l'opera è dell'autore e ci fa quello che vuole.
  6. Ma poi perchè tutta questa necessitá di spiegoni su creature fantastiche in un opera di fantasia?? Ci possono raccontare quello che vogliono e non saremmo mai tutti soddisfatti. Non vogliono? E vabbè, dormirò la notte anche se non saprò come l'autore aveva intenzione di spiegare l'origine e le usanze di una creatura immaginaria. Ci sono gli estranei a Westeros, ogni tanto tornano e vanno a caccia di umani... bene. Non capisco cosa si pretenda. Un documentario scientifico sulla fisiologia del corvo a tre occhi o sulle abitudini dei White Walkers??
  7. Torno a dire... ma anche se ne ammazzava venti volte di più, sarebbe stata una minaccia più spaventosa? Avremmo detto: "Oh cavolo questo è forte davvero, come faranno i nostri eroi?" Direi che quando resuscita i morti si palesa abbondantemente la sua potenza. Avevano due strade: o far finire la serie con la sua vittoria o con una vittoria dei nostri all'ultima puntata, e sarebbe significato andare avanti a mazzate tra buoni e cattivi fino alla fine, in cui sarebbe morto in modo simile, ma semplicemente con qualche morto in più alle spalle, o lo fai eliminare in qualche modo, come hanno f
  8. Ma 'sto c****o del Re della notte, che sì ha fatto un po' una fine da pollo e per cui tanto viene massacrato... Per essere preso seriamente cosa avrebbe dovuto fare? Sterminarne ancora di più? Resistere ad altri attacchi (già s'é era salvato dalla carica di Jon, dal fuoco, dallo scontro aereo)? Un duello con Jon sarebbe con molta probabilità andato così: l'eroe è parecchio più debole, ma ha il cuore di un leone, le prende e le prende, sta per essere decapitato ma con la forza della disperazione trova il fendente magico, una mossa inattesa o qualche altro espediente, tipo una pugnal
  9. Vedremo come finirà, ma non direi che gli elementi non sono collegati. Anche Cersei è coinvolta e dichiara esplicitamente: "Let the monsters kill each other". Anche lei ha un suo pensiero sulla Lunga Notte, e tradotto in genovese questo è: "Me ne batto o belin in sci schêuggi de Approdo del Re". Ognuno interagisce con gli eventi a modo suo. Il suo piano era di attendere il massacro che la battaglia di Grande Inverno avrebbe lasciato, e fronteggiare poi i sopravvisuti con il suo esercito (che nel frattempo magari si sarà anche arricchito di baliste ammazzadraghi). Le due "trame orizzontali" si
  10. Perdona, ma non credo ci si possa aspettare realismo da una seria zeppa di draghi, nonmorti, resurrezioni, giganti e mammuth lanosi. La verità è che il realismo non c'é mai stato, sopratutto per i due personaggi principali: uno, Jon, alle prese con Zombie et simili giá dagli esordi, l'altra che si porta appresso tre draghi (seppure inizialmente ancora incubati) dalla prima puntata. Semmai, a mano a mano che sparivano i protagonisti con storie più "realistiche" (Robb, Tywin, Joffrey, Ramsay, ecc.) e altri si legavano ai personaggi sovracitati (Tyrion, Clegane, ecc.) c'è stato un aumento continu
  11. Bran in sedia a rotelle e Arya che fa l'imboscata è un chiaro omaggio alla fine di Gus in Breaking Bad...
  12. E se Bran riuscisse a controllare il drago zombie?
  13. Che male c'è ad usare l'italiano? Come l'abusato "badassico"... esiste l'italianissimo "cazzuto" che rende perfettamente (primo esempio che mi viene in mente)
  14. Mi direte mica che nella traduzione dei libri si sono inventati il verbo wargare... il che è ben più grave...
×
×
  • Create New...