Clitennestra

Utente
  • Content count

    752
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    20

Clitennestra last won the day on June 19

Clitennestra had the most liked content!

Community Reputation

315 Neutral

About Clitennestra

  • Rank
    confratello
  • Birthday 10/30/1972

Profile Information

  • Sesso
    Femmina
  • Location
    Qua e là al di là della Barriera.

Recent Profile Visitors

83 profile views
  1. Vorrei precisare, a scanso di equivoci, che il mio “Ginetto” è riferito alla Ferrari, emoticon nata dopo che che Seb ha chiamato Gina la sua monoposto. Per me Hamilton è Luiggino o' Piagnone. Come Bottas è “Ciccio Bello lo stuntmen buttafuori”. Riguardo alla gara non commento più di tanto, e il mio punto di vista è questo. Ha deliberatamente frenato per mettere in difficoltà l'avversario, non è la prima volta che ricorre a simili bassezze. Lo sa bene Rosberg che lo scorso anno al finale del Gran Premio di Abu Dhabi con il titolo ancora in palio, Luiggino o' Piagnone ha rallentato la sua andatura facendo da tappo a Nico, nell’intento di farlo raggiungere e insidiare dai rimontanti Vettel e Verstappen, tanto da portare d.t. Paddy Lowe a chiedergli di aumentare il ritmo. Un comportamento meschino per poter strappare in extremis il titolo al suo compagno di squadra. Farsi tamponare in casi del genere, chi ci rimette è sempre quello dietro che si gioca l'anteriore, quindi passaggio ai box con quello che ne consegue. Intervistato dice: «Non è un comportamento che ci si aspetta da un 4 volte campione dal mondo». Sacrosante parole, dette da chi alla radio chiede al suo team di dire al compagno Bottas di rallentare Vettel per dargli fastidio e poterlo superare.
  2. 1: Hamilton 2: Vettel 3: Bottas 4: Verstappen 5: Raikkonen R1: Ricciardo R2: Perez
  3. Gli ascolti di Non uccidere 2 non sono affatto positivi. Non ha beneficiato dello spostamento di rete la prima stagione era andata in onda su Rai 3, al contrario, i dati Auditel dell'esordio di questa seconda stagione sono persino peggiorati, toccando i minimi storici: primo episodio 1.405.000 secondo episodio 1.093.000 terzo episodio 1.208.000 quarto episodio 980.000 quinto episodio 1.044.000 sesto episodio 879.000 Non mi pare un grande successo. Il motivo? L’ho già scritto e non mi ripeto. Se gli episodi possono essere di buon livello, il resto è rovinato dalla fotografia. Come si semina poi si raccoglie e nel campo degli addetti ai lavori siamo in tanti a pensarlo allo stesso modo. Comunque se non succede che sia sospesa, ci sarà la messa in onda della seconda parte di Non uccidere 2 nell’inverno.
  4. Faccio presente che io non partecipo alla gara, non sono in grado di scrivere dei racconti come voi. Avevo buttato giù un po’ di tempo fa questo pezzetto perché mi piacciono le favolette. Siccome è in tema, ho pensato di pubblicarlo, così, tanto per rompere il ghiaccio. DUE BLOCCHI DI GHIACCIO C’era una volta due blocchi di ghiaccio. Si erano formati durante il lungo inverno, all’interno di una grotta fredda e umida fatta di tronchi, rocce e sterpaglie in mezzo ad un bosco sulle pendici di un monte. Si fronteggiavano con ostentata reciproca indifferenza. I loro rapporti erano di una certa freddezza, solo qualche buongiorno e qualche buona sera. Niente di più. Non riuscivano proprio a rompere il ghiaccio. Ognuno pensava dell’altro: «Potrebbe anche venirmi incontro». Però i blocchi di ghiaccio, da soli, non possono né andare ne venire, anzi, non succedeva niente e ogni blocco si chiudeva ancora più in se stesso. All’interno della grotta conviveva anche un tasso. Che un giorno stufo di tutta quella freddezza sbottò: «Oggi, fuori è una magnifica giornata di sole! È un vero peccato che ve ne dobbiate restare qui al buio da soli.» I due blocchi di ghiaccio si guardarono fra loro e poi scricchiolarono penosamente. Fin da piccoli avevano appreso che il sole era un grandissimo pericolo per la loro esistenza. Però, sorprendentemente quella volta, uno dei due blocchi chiese: «Com’è il sole?». Il tasso imbarazzato rispose «È meraviglioso… È la vita». «Puoi aprirci un buco nel tetto della tana? Vorrei vedere com’è il sole» disse l’altro. Il tasso non se lo fece ripetere due volte. Immediatamente si apprestò ad aprire uno squarcio nell’intrico delle radici, e la luce calda e dolce del sole entrò come un fiotto dorato a illuminare la grotta. Trascorse qualche mese, poi un mezzodì, mentre il sole intiepidiva l’aria, uno dei blocchi si accorse che era diverso, non era più lo stesso blocco di ghiaccio di prima, poteva fondere un po’ e liquefarsi, diventando un limpido rivolo d’acqua. Pure l’altro fece la stessa meravigliosa scoperta. Così giorno dopo giorno, dai blocchi di ghiaccio sgorgavano due ruscelli d’acqua che scorrevano all’imboccatura della grotta e si fondevano insieme formando un laghetto cristallino, che rifletteva l’azzurro colore del cielo. I due blocchi di ghiaccio sentivano ancora in loro la freddezza, la solitudine, la preoccupazione e l’insicurezza comuni, però allo stesso tempo scoprirono di essere identici e di avere bisogno l’uno dell’altro. A quel laghetto cominciò ad arrivare per dissetarsi, due cardellini, un’allodola e un merlo. Gli insetti vennero a ronzare intorno al laghetto, poi uno scoiattolo dalla lunga coda morbida ci fece il bagno. E in tutta questa felicità si rispecchiavano i due blocchi di ghiaccio che ora avevano trovato un cuore.
  5. È vero non è intenzionale. E alle partenze qualcosa può sempre succedere. Forse Seb ha sbagliato qualcosa, ma comunque se c’è una toccata c’è sempre l’olandese volante. A volte mi viene da pensare che lo faccia appositamente, che abbia ricevuto ordini dalla scuderia. Per il Bollito ti do pienamente ragione, e poi si arrabbia se non è potuto arrivare primo a Monte Carlo. Dorme in piedi, certe volte.
  6. Io l’ho atteso. Lunedì ho guardato i primi 15 minuti, poi dalla rabbia ho smesso. Comunque l’ho registrato e lo guarderò poi con calma, quando mi saranno passati i bollori. Il motivo? Non mi piace il modo che hanno preso al centro di produzione RAI di Torino permettendo a questi due registi, Giuseppe Gagliardi per “Non Uccidere” e Michele Soavi per “Rocco Schiavone”, di desaturare la fotografia. Questa specialità è arrivata dalla Norvegia. In questa seconda serie addirittura l’hanno virata ancora di più verso il blu quasi ad arrivare di rendere irriconoscibili i primi piani, peggio della prima serie, per me è uno schifo e l’ho anche fatto presente e non sono la sola, siamo in molti colleghi che la pensiamo allo stesso modo. Se dipendesse da me gli toglierei tutti i supporti. Torino e la Valle D’Aosta non sono la Norvegia e sicuramente tutto questo inciderà sugli ascolti. Forse lo venderanno molto bene nei paesi nordici, loro ci sono abituati. È la stessa storia delle pellicole fotografiche della Kodak statunitense e della Agfa-Gevaert belga. La prima fedele a ciò che vedi e la seconda che vira da un azzurro/blu fino al violetto.
  7. Ciao. Grazie.

    ;)

  8. Quanto più ampio è il cerchio della conoscenza tanto più vasta è la circonferenza dell'ignoranza.

  9. 1) Vettel 2) Hamilton 3) Bottas 4) Raikkonen 5) Verstappen R1- Ricciardo R2- Perez
  10. :D Benvenuta Lùpetyr. :D Noi ci siamo già scambiate delle confidenze dall’altra parte. Brindo alla tua salute. ^_^ ^_^ ^_^ P.S. Non avevo capito che ti piacciono i cavalli. :mellow:
  11. Domani compirò il mio primo anno di permanenza su questo magnifico forum. Mamma e papà hanno organizzato una festa e siete tutti invitati. Partecipate numerosi mi raccomando.
  12. A quel punto la soluzione tornava di più.. gli Stark avevano dunque trovato una nuova, scomoda, imbarazzante soluzione. :unsure: Il dubbio sul darla o meno è stato forte e persistente fino all'ultimo minuto, ma grazie ai due teatranti della casata Goodbrother la determinazione si è fatta sempre più solida. E' tutto. Noi innocenti fanciulle dei Blackfyre abbiamo pensato solamente a cose tenere e dolci quali le api per il miele e all’Aceto Balsamico Tradizionale Di Modena per le sue botti simili alle matrioske. Non abbiamo l’esperienza sufficiente per giungere a queste inestimabili opere d’arte. Ci siamo proposte di provvedere quanto prima. A breve vi recensiremo le nostre sensazioni a tal esperienza.
  13. Chiedo un chiarimento agli autori sul due: Matryoshke è voluto o è uno sbaglio ed è matrioska?
  14. 1)Vettel 2)Raikkonen 3)Bottas 4)Verstappen 5)Ricciardo R1 Sainz R2 Hamilton
  15. Benvenuto Tiziano :D