Jump to content

Tokoroth

Utente
  • Content Count

    43
  • Joined

  • Last visited

2 Followers

About Tokoroth

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 12/30/1993

Profile Information

  • Sesso
    Femmina
  • Location
    Tortuga
  • Interests
    Asoiaf, Cronache dell'Era Oscura, Norvegia, Harry Potter, La Storia Infinita, Egitto, Maya, Pirati dei Caraibi, Naruto, Oscar Wilde, The Sims, Hunger games, Star Wars e un sacco di altre cose che non elenco perchè altrimenti impazzisco!

Recent Profile Visitors

519 profile views
  1. Ma infatti alla fine nei libri i Figli della Foresta dovrebbero essere anche a sud della Barriera. Mentre nella serie sono sempre stati un po' bistrattati, poverini XD Sì, è vero: le mie sono tutte ipotesi. E, conoscendo D&D, tali resteranno (anche se spero di no)
  2. Potrebbe anche darsi ma io penso che in qualche modo il Night King abbia la capacità di prevedere parte del futuro e che, quindi, sicuramente almeno il piano per accaparrarsi il drago fosse stato preparato fin da molto prima. Poi che il piano di Jon & co. fosse una ca***ta non si discute XD Bran secondo me è semplicemente legato a doppio filo col Night King, quindi ci sta anche sia il fautore della sua stessa ascesa, così come ha causato morte e trauma di Hodor, per esempio
  3. Secondo me, semplicemente, stiamo tutti dimenticando una cosa fondamentale. Durante la sesta stagione Bran è stato "trovato" dal Night King e "marchiato" e, per questo, le difese magiche attorno al covo del Corvo con Tre Occhi sono venute meno. Data la presenza dei Figli della Foresta in quel luogo è di facile supposizione che tale magia protettiva sia simile se non uguale a quella che impedisce agli Estranei e non-morti di oltrepassare la Barriera. Conclusione: il "marchio" del Night King su Bran è in grado di "sciogliere" le difese magiche create dai Figli della Foresta proprio contro gli Estranei. La primissima scena dopo la sigla della settima stagione ci mostra chiaramente Bran oltrepassare la Barriera. La stessa Barriera intrisa della stessa magia dei Figli della Foresta contro gli Estranei. Anche qui, diventa se non altro verosimile supporre che, al passaggio di Bran e, ricordiamocelo, del marchio del Night King con lui, le difese magiche della Barriera si siano estinte. Ma solo le difese magiche! Come sappiamo, non sono certo stati i soli Figli della Foresta a costruire la Barriera, c'è voluto anche materialmente del ghiaccio fisico trasportato da Primi Uomini e Giganti. Quindi la Barriera è un insieme di difese sia magiche che, appunto, fisiche. Una roba alta non so nemmeno quanti metri non può reggersi solo sulla magia, no? A questo punto il Night King - che, sempre per via del marchio, può trovare Bran e quindi sa anche che ha passato la Barriera, essendo a Winterfell - è a conoscenza della scomparsa delle difese magiche ma deve comunque trovare il modo di attraversare fisicamente la Barriera. E come farlo? La maggior parte dei passaggi al di sotto della Barriera sono sigillati mentre quelli liberi sono presidiati dai Guardiani della Notte che, appunto, potrebbero essere preparati a un attacco da parte degli Estranei e il loro esercito. E, anche sconfiggendoli, vi immaginate l'enorme esercito di non-morti a passare per una galleria che rallenterebbe di parecchio la loro marcia (già lenta per ovvie ragioni), essendo stretta? Non sarebbe, invece, più semplice usare un drago per distruggerla, creando così una voragine abbastanza larga da permettere un'avanzata sicuramente più rapida ed efficace, senza dover "imbottigliare" le forze per un tempo indefinito? Senza contare che il drago, attaccando a distanza permette sia di distruggere un'importante avanguardia nemica (il Forte Orientale, appunto), sia al resto dell'armata di restare incolume (di fatto, i Bruti non sarebbero riusciti materialmente a colpirli perché si fermano abbastanza lontani. E tempo tre secondi dopo spunta il drago e inizia a distruggere qualsiasi arma e/o speranza). E anche se il "marchio" su Bran non avesse avuto l'effetto di annullare la magia della Barriera, si può sempre supporre che questa sia semplicemente scomparsa con l'estinzione definitiva dei Figli della Foresta. Che poi queste cose non ce le abbiano spiegate: 1. Non vuol dire che non ce le spiegheranno nell'ottava stagione; 2. È davvero così importante? C'era tempo per lo spiegone o era meglio mostrare una scena che, sinceramente, è una delle più fighe in assoluto?
  4. Sì, sì e assolutamente sì! Rhaegar non avrebbe mai potuto lasciare un erede bastardo e non legittimato. Sul come penso che non andrà esattamente come nella serie TV, perché mi sembra un po' troppo poco un semplice diario segreto di un Septon, però che sia legittimato per me è certo.
  5. - Scontro fra Lannister e Targaryen, guidati da chi? fAegon arriverà a scontrarsi con i Lannister ancora prima che Daenerys inizi a salpare - La Fratellanza senza vessilli si unisce alla lotta contro gli Estranei - No, penso che il loro ruolo sia tutt'altro. - Sconfitta della fazione pro Targaryen di Westeros - Sì, quella di fAegon e credo proprio da parte di Daenerys (Danza dei Draghi 2.0) - Euron si allea con i Lannister - Per ora credo abbia altre mire (Dany) ma bisogna vedere Victarion cosa ci combina con la bionda platinata - Tradimento dei Tarly, ma in favore di chi? I Tarly li vedo lealisti Targaryen fino alla fine, anche se penso che si schiereranno con fAegon pensando sia l'erede legittimo - Esiste una cura per il morbo grigio e chi ne beneficerà? Magari una cura esiste ma non penso che Jon Connington la vedrà in tempo - Sterminio dei Frey, ad opera di chi? La Fratellanza senza Vessilli - Morte di Olenna e delle Serpi, per mano di chi? Olenna continuo a sperare che muoia per vecchiaia! XD Le Serpi non ce le vedo a morire così, almeno non nei libri. Comunque, se proprio, direi in guerra per varie ragioni -Riunione dei fratelli Stark a Grande Inverno. Lo spero ma, se dovesse avvenire, penso che succederà moooolto più in là rispetto alla serie TV -L'armata Lannister viene sconfitta da quella Targaryen, ma da quale? Come detto sopra, quella di fAegon Aggiungo: -Morte del drago sì o no? Secondo me è una cosa troppo importante perché non avvenga anche nei libri, però inizio a pensare che Viserion non morirà per mano del NK ma in uno scontro Dany vs fAegon
  6. Secondo me Sansa sta ancora decidendo, internamente, come sfruttare al meglio Ditocorto per il suo tornaconto personale ed è solo per quello che lui è ancora in vita XD Anche perché, sinceramente, Ditocorto contro gli Estranei non ce lo vedo proprio.
  7. Non so se qualcuno abbia già proposto l'argomento (43 pagine da leggere non sono poche ^^') ma a me pare che a Jorah diano due volte il perdono reale XD
  8. Anch'io propendo più per il complotto ordito dai Maestri, anche se comunque la cattività di certo non ha fatto molto bene! Sicuramente anche il Disastro di Valyria deve aver contribuito non poco a esaurire (seppur lentamente) la magia che, in qualche modo, credo "alimentasse" l'esistenza stessa dei Draghi. Inoltre SPOILER TWOIAF Io comunque mi sono sempre chiesta cosa mangiassero i draghi a Westeros. Cioè, se Drogon fa gli spuntini con le bambine, gli altri draghi invece venivano incatenati per evitarlo? Anche, per dire, Balerion e compagnia?
  9. Credo che @Iceandfire abbia risposto molto bene a tutte le vostre, seppur giuste, obiezioni anche da parte mia! ^^ Abbandono, quindi, l'argomento Jon per buttare lì la domanda che mi sono fatta da quando ho letto il topic: perché nessuno cita Tyrion e/o Robb Stark come possibili leader? XD
  10. Mi sento in dovere di spezzare una lancia a favore di Jon. Potrei essere di parte e mi scuso in anticipo (del resto è il mio personaggio preferito), ma temo che alcuni di voi si siano dimenticati di un particolare non trascurabile. Come Lord Comandante dei Guardiani della Notte Jon è stato, a mio avviso, un ottimo leader. Ho letto tutto ciò che avete scritto in precedenza a riguardo e sono d'accordo con chi l'ha definito un leader capace di vedere oltre, di guardare al futuro anteponendolo agli interessi sia personali sia dei propri collaboratori (GdN in primis). Che poi sia stato accoltellato non è certo colpa sua: è colpa dei suoi sottoposti troppo ciechi per poter comprendere la visione ampia che Jon invece aveva. Come, giustamente, qualcuno diceva, anche Giulio Cesare è stato accoltellato, ma credo che nessuno si sognerebbe di dire che non sia uno dei più grandi condottieri mai esistiti. Leggo che, invece, dopo la sua "morte" ha fatto la figura del cretino, secondo alcuni. È vero: è uno a cui accadono le cose e non che le fa accadere, è uno che si lancia a piedi contro un intero esercito nemico, guidato dal solo istinto fraterno (nonostante fosse proprio quello che voleva Ramsay), è uno che riesce a scamparla solo grazie all'intervento dei Cavalieri della Valle (quindi grazie alla sorella/cugina). Però state dimenticando una cosa fondamentale: è morto ed è appena ritornato dal nulla. È un uomo spezzato, che ha perso fiducia nei confronti dei suoi stessi fratelli (erano in tanti, comunque, a volerlo morto), che è stato forzato a rimanere in vita pur non volendo. La sua decisione di riconquistare Grande Inverno non è dettata dal desiderio personale né dal voler effettivamente continuare a vivere dopo averlo ripreso. Jon è un uomo che non ha più voglia di essere in vita ma si trascina verso uno scopo per il bene di Sansa, di Rickon e della famiglia in generale. Ricordate quando, prima della battaglia, dice a Melisandre di non riportarlo indietro? È perché ha visto che non c'è nulla dopo la vita e come può un uomo (anche se leader) convivere con questa certezza e dimostrare fin da subito la forza che invece avrebbe chi questa certezza del nulla non ce l'ha? Jon durante la sesta stagione non è leader perché non è realmente vivo. Sì, respira, parla, cerca di agire in qualche modo, ma è come se fosse a metà tra la vita e la morte (almeno spiritualmente). Deve riprendersi, e scusate se è poco. Torna ad essere l'uomo di un tempo (anche se, secondo me, rinforzato da questo momento di debolezza e passività) esattamente quando rifiuta di farsi schiacciare dalla battaglia, in quella bellissima scena che sicuramente ricorderete. Lì avrebbe semplicemente potuto abbandonare tutto e abbracciare la morte: la battaglia sembrava persa, Rickon era morto e non aveva più nulla per cui combattere. E invece, lì riacquista fede nella vita, decide di non arrendersi, di continuare a combattere e, finalmente, di vivere. Che poi sia stato incoronato Re del Nord è ovvio. Noi vediamo questo suo momento di debolezza, così come lo vedono Sansa, Davos, Melisandre e Tormund. Ma tutti gli altri chi vedono? Vedo un uomo che è tornato dal mondo dei morti, che era un cadavere e ora è vivo e vegeto, uno che è riuscito a raccogliere un esercito e a guidarlo, uno che è riuscito a riconquistare la sua casa e, finalmente, rappresenta un leader che la gente del Nord non vedeva da tempo. Ovvio che, davanti a questo, non potevano pensare ad altro che a un Re del Nord.
  11. Io penso che al momento Sansa sia con Jon in tutto e per tutto, ma poi (con lo zampino di Ditocorto) i contrasti inizieranno a nascere.
  12. Io non riesco a fare un commento organico. Nonostante alcune pecche (tipo la Tower of Joy, di cui hanno spiegato troppo poco come già molti temevano, ma spero nella settima stagione), è stata la puntata più emozionante di sempre, dall'inizio alla fine. Ho amato Cersei, cosa che non credevo sarebbe mai successa. La sua vendetta è stata tremenda e spietata e a me piace rivederla così, perché davvero iniziava a scomparire. Ho sperato fino alla fine che almeno Margaery si salvasse... Peccato. Comunque ho applaudito allo "Shame. Shame. Shame". Vai Cersei, così ti vogliamo! Al dialogo fra Sansa e Jon, quando lei dice che l'inverno arrivato e lui risponde con un "nostro padre ce l'aveva promesso"... Beh, lì ho iniziato a piangere per l'emozione. Senza contare che la biblioteca che vede Sam me l'ha fatto invidiare come mai nessuno prima d'ora. ca**o, voglio andarci anch'io lì a studiare! Lo sguardo sbrilluccicante e adorante che fa era lo stesso che avevo io XD Poi ho visto Dorne e mi sono preoccupata, ma rivedere Olenna e Varys insieme mi ha fatto applaudire di nuovo, così come la meritatissima morte di Pycelle che aspettavo da tempo. Bella, bella, bella la scena della morte di Tommen, con quell'inquadratura fissa sulla finestra e il tempio che brucia da lontano. Fa paura la crudezza con cui Cersei affronta la morte del suo ultimo figlio: nella prossima stagione mi aspetto una Regina ancora più spietata. Ho temuto davvero che Jaime o Bronn ci lasciassero le penne. Avevo capito subito che quella tizia era Arya e mi sembrava davvero un po' troppo interessata a Jaime. Ho tirato un sospiro di sollievo quando si è alzato. Da brividi la scena con lei da sola con Walder Frey. Ho pianto dalla gioia, letteralmente. Dio, la scena più soddisfacente di sempre! ("Where are my sons?" "They're already here". WOW.) Credo che Daario avrà un ruolo importante a Meereen e non penso manterrà l'alleanza con Daenerys. La ama, sì, ma non davvero come crede lei (non è Jorah, insomma!). Tyrion ha finalmente (ri)ottenuto la spilla che si meritava. Sorriso a 360°, e spero davvero che, questa volta, se la tenga fino alla fine dei suoi giorni. La Tower of Joy è stata carina, anche se mi aspettavo più rose blu e almeno un accenno al padre di Jon, anche se comunque un fan (anche non lettore) attento capisce quel che deve capire. Che sia Jon il bambino, invece, è proprio palese. Mi ha fatto bene vedere Ditocorto spaesato, all'elezione di Jon a KITN. Anche se, dallo sguardo che Sansa intercetta, credo che non ne verrà nulla di buono. Il dialogo tra i due fratelli cugini a inizio puntata spiega anche il "benestare di Sansa": è lei stessa a voler cedere a Jon il titolo, pur essendo uno Snow. Insomma, in tempi di guerra a nessuno importa se sei un bastardo. Al di là del risultato è stato molto coinvolgente il discorso di Lyanna Mormont e me l'ha fatta segnare tra i miei personaggi secondari preferiti. Speravo che Melisandre non morisse (può ancora essere utile contro gli Estranei) e penso proprio sia diretta dalla Fratellanza, quindi da Thoros di Myr. Jaime, Bronn e Varys usano teletrasporto: è superefficace. Ma, a parte questo, è f**a la scena finale, anche se ormai la davo per scontata. Finalmente Daenerys ha mosso il c**o! Ho un'ultima domanda: come fa a esserci così tanta gente all'incoronazione di Cersei? Non dovrebbero essere tipo quasi tutti morti al tempio? XD In fondo molti lord e lady erano lì. Quindi chi c'è nella sala del Trono, gente raccolta per strada a caso? XD Comunque non vedo l'ora di vedere la Guerra delle Cinque Regine!
  13. Ma Sansa potrebbe non essere più considerata né Bolton né Lannister: il primo ormai è morto, il secondo no ma è lontano, accusato di aver ucciso il re e il padre, quindi condannato a morte. Anche dovesse sopravvivere, Sansa avrebbe tutto il diritto e il tempo di sposarsi con un lord del Nord (o Ditocorto, molto più probabilmente) e annullare ancora una volta il suo primo matrimonio. I Lannister (sempre che ce ne rimangano) non avrebbero più alcun diritto (e credo, nemmeno interesse) per rivendicare il Nord. Ciò non toglie che comunque in tempo di guerra è preferibile un uomo dimostratosi valido nel raccogliere eserciti e guidare armate, specialmente perché è uno dei pochi a conoscere veramente gli Estranei. Non penso, però, che il titolo di KINT di Jon durerà oltre la guerra, sia perché lui ci rinuncerà in favore di uno dei suo fratelli (Bran, Sansa e in caso Arya) sia perché a quel punto le leggi di legittimità, in tempo di pace, varrebbero di più. È anche possibile che la gente del Nord elegga Jon a Re escludendo Sansa perché accetta il matrimonio con Ditocorto.
  14. Magari, semplicemente, Jon accetterà quel titolo solo di fronte alla minaccia degli Estranei, con l'intento - a guerra finita - di lasciare semplicemente il titolo a Sansa, come legittima erede.
×
×
  • Create New...