Jump to content

NonnoOlenno

Guardiani della Notte
  • Content Count

    947
  • Joined

  • Last visited

7 Followers

About NonnoOlenno

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

1,982 profile views
  1. Mi piace molto l'idea, cercherò di partecipare
  2. Ci sono già dei rumor riguardanti Uncharted 5. Si dice che la sua produzione sia stata affidata a Sony San Diego, quindi se ho capito bene con minore coinvolgimento di Naughty Dog. E quanto al soggetto potrebbe essere un prequel con protagonista Sully, ambientato negli anni '80 nei Caraibi... e potrebbe essere openworld. Se tutto ciò dovesse essere confermato un giorno, spero che non stravolga lo spirito della serie... Sapevo che un giorno o l'altro Uncharted sarebbe tornato ad affacciarsi... ma non così presto! Non so se esserne felice, spero che Uncharted non diventi l'Assassin's Creed di Sony... https://gametimers.it/uncharted-5-su-ps5-sully-come-nuovo-protagonista-in-un-gioco-open-world/
  3. Casa Royce è una delle casate più antiche e potenti della Valle. I Royce vengono secondariamente ma costantemente nominati nell'universo martiniano. Prima degli inizi della saga, Casa Royce può già vantare contatti con le principali casate del Continente: la prima moglie di Jon Arryn fu una Royce; la prima moglie di Walder Frey è una Royce; Tywin Lannister cercò di liberarsi di Tyrion dandolo in sposo a una Royce; Kyle Royce fu uno dei compagni di Brandon Stark nel tragico viaggio verso la capitale per reclamare la testa di Rhaegar dopo il rapimento di Lyanna; un ramo cadetto di Casa Royce protegge le Porte della Luna per conto degli Arryn; Yohn Royce, l'attuale capofamiglia, è amico di Robert Baratheon; nel viaggio verso la Barriera, dove il figlio di Yohn Waymar diventerà ranger, Yohn e il figlio si fermano a Grande Inverno, ospiti di Eddard Stark. Tutte menzioni sconnesse, ma che fanno comunque di Casa Royce una presenza di tutto rispetto nell'albo nobiliare di Westeros. Tutte menzioni che sembrano dirci: "Ricordatevi dei Royce", che sembrano presagire un grande ruolo riservato ai Royce nella saga. E infatti durante le Cronache i Royce sono presenti un po' dovunque. Il primo capitolo di tutta la saga vede come protagonista (anche se tragicamente) un Royce, Waymar. E non è certo l'ultima menzione dei Royce. Lord Yohn accompagna Re Robert nella battuta di caccia fatale per il Robertone. Dopo la morte di Robert, il secondogenito di Yohn Robar si schiera per Renly Baratheon, diventando membro della sua Guardia Arcobaleno (facendo una brutta fine). I Royce della Valle, intanto, fanno pressione su Lysa affinché schieri il suo regno al fianco degli Stark e dei Tully nella Guerra dei Cinque Re. Ma è dopo la morte di Lysa che il ruolo politico dei Royce sembra diventare sempre più pesante. I Royce, insieme a Waynwood, Hunter, Redfort, Belmore e Templeton, fanno parte dei Lord Dichiaranti, ossia coloro che si oppongono apertamente a Petyr Baelish nel suo ruolo di Protettore della Valle. A guidare i Dichiaranti è proprio Yohn Royce, dato che il documento firmato dai sei proviene da Runestone. Uno degli obiettivi dei Dichiaranti è quello di togliere il piccolo Robert Arryn dalle grinfie di Ditocorto e mandarlo a Runestone come protetto proprio dei Royce. La situazione di tensione peggiora fino al compromesso offerto da Lord Baelish, che si garantisce un altro anno a Petyr nel suo ruolo di Protettore. A differenza degli altri Dichiaranti, tuttavia, Lord Yohn rifiuta di accettare il compromesso. Lo stesso Ditocorto riconosce che dei Lord Dichiaranti, l'unico a rimanere un ostacolo e un pericolo per i suoi piani è Yohn Royce. E infatti i Royce si muovono. Dopo il disaccordo mostrato a Nido dell'Aquila, pare che i Dichiaranti si siano riappacificati: il figlio di Lord Redfort, infatti, va in sposo alla figlia di Yohn Royce. E intanto a Runestone si svolge un torneo per soli scudieri, a cui partecipa Harrold Harryng, protetto di Anya Waynwood e, soprattutto, erede della Valle in caso di dipartita di Robert Arryn. In questa occasione Harrold viene elevato al cavalierato da Yohn. Si sa che a Westeros politica e tornei sono intrecciati: e infatti, nel capitolo rilasciato di TWOW, Petyr è convinto che Yohn abbia messo in guardia Harry l'Erede circa i piani di Baelish proprio in quell'occasione. Nel frattempo qualcosa si muove alla corte di Ditocorto. I Royce delle Porte della Luna, creati Lord ereditari di quel castello da Petyr, non sembrano collaborare con i Dichiaranti e il ramo principale della famiglia. Eppure, la figlia del Lord delle Porte della Luna Nestor, Myranda Royce, ronza sospettosamente intorno ad Alayne/Sansa, cercando di carpire quante più informazioni possibili su di lei e suo "padre". Che stia collaborando con Yohn? D'altra parte Yohn è uno dei pochi nella Valle a poter svelare il tranello di Petyr. Nel viaggio verso la Barriera, Yohn e il figlio Waymar si fermarono a Grande Inverno, ospiti di Eddard Stark. E' altamente probabile che i piccoli Stark siano stati presentati agli ospiti. E' possibile che Yohn si ricordi di Sansa? È possibile quindi che Myranda sia una pedina di Yohn. E quanto a Harry l'Erede? E' ormai chiaro che il diabolico piano di Petyr per impadronirsi della Valle preveda la dipartita di Robert Arryn, forse già in "avanzato stato di avvelenamento". Alla sua morte, il titolo di Lord della Valle passerebbe per varie sottigliezze dinastiche a Harrold Hardyng, Harry l'Erede. Ed è su di lui che Petyr concentra l'attenzione, convincendo Alayne/Sansa a sedurlo per attirarlo volente o nolente nell'"orbita Baelish". Ma Harry è stato in stretto contatto con Yohn negli ultimi tempi. E se Harrold fosse stato messo al corrente di ciò che sa o sospetta Yohn, della vera identità di Alayne? E se Sansa trovasse un insospettabile alleato in colui che doveva irretire secondo i piani di Ditocorto? I Royce fecero pressione su Lysa affinché appoggiasse gli Stark nella Guerra dei Cinque Re. E se Yohn promettesse a Sansa per mezzo di Harry lo stesso aiuto che era pronto a offrire un tempo? È possibile che la coppia-che-scoppia Harrold-Sansa, formata da Petyr per i suoi piani, rappresenti la fine dello stesso Ditocorto, una fine sapientemente orchestrata dai Royce? Pensieri?
  4. Sono d'accordo con Daemon. Anche secondo me le corone d'oro sono da intendersi in senso metaforico e credo che la vicenda del fallito piano di Arianne per rendere regina dei Sette Regni Myrcella sia fatta apposta per smentire l'interpretazione letterale della profezia di Maggy. E poi con Martin il significato delle profezie non è mai quello che sembra al primo sguardo (e quello che credono i personaggi). Avevo letto da qualche parte un'interpretazione che secondo me ci prende: no a corone letterali e sudari d'oro "monarchici" ma corone metaforiche (i capelli biondo Lannister come avete detto) e i sudari d'oro Baratheon (perché nonostante tutto i figli di Cersei ufficialmente sono dei cervi).
  5. Devo essere meno ottimista. Messaggio ricevuto Sinceramente come ho detto all'inizio del post non sono esperto di "cose politiche" né in Italia né all'estero quindi ho praticamente detto la mia opinione da "ignorante" Quanto alla legge elettorale comprendo benissimo che sarebbe stata una soluzione temporanea... ma anche no, se tutte le forze politiche considerassero prioritario il legare la rappresentanza al territorio e, indipendentemente dalle altre variabili della legge, mantenessero quel punto come imprescindibile. Ma chiaramente sto parlando di un mondo ideale... Non so nulla di maggioritario, proporzionale e via dicendo, ci capisco davvero poco, quindi non so dire la mia So che c'è qualcosa nel sistema di questo Paese che non va come dovuto e secondo me (ma ripeto è davvero un opinione quasi senza fondamento, opinione personalissima insomma) è la confusione delle competenze tra i vari enti, sicuramente non il numero di parlamentari, per tornare all'oggetto della questione
  6. Premetto che non so molto di leggi e costituzioni e teorie politiche ecc... Questo benedetto taglio dei parlamentari non mi ha mai entusiasmato. Specie nella versione che si spaccia come "risparmio per i cittadini". Qui secondo me si intrecciano due questioni: il numero che viene percepito sproporzionato di parlamentari e il loro costo. La prima questione è un'assurdità, dato che siamo in linea con gli altri grandi Stati europei; semmai c'è un problema di qualità della rappresentanza. E qui si poteva intervenire (credo) semplicemente cambiando legge elettorale e legando di più gli eletti ai territori, evitando possibilmente le solite leggi contro il vincitore delle prossime elezioni. E' vero che "l'uomo della strada" (ossia la maggioranza degli elettori) crede che Conte sia presidente della Repubblica e non sa minimamente dove è politicamente girato. Non si può pretendere una politica di ampio respiro dato il corpo elettorale che ci si ritrova, dato che non verrebbe capita. Ogni Paese ha i politici che si merita. Non escludo poi né che 1) il ragionamento del "numero di parlamentare proporzionale al numero di abitanti" sia troppo astruso per essere compreso né che 2) la maggioranza degli elettori non sappia quanti abitanti abbia l'Italia e la creda un Paese più piccolo di quello che è. La seconda può avere qualche fondamento. Gli stipendi dei parlamentari italiani sono davvero troppo alti rispetto ai colleghi europei... ma in tal caso credo che sarebbe bastata una modifica ai regolamenti o dove caspita è calcolato l'importo da dare ai parlamentari. Ma di questo non se ne parla. E' più facile modificare la Costituzione. Nell'apice della demagogia si sono intrecciate indissolubilmente queste due quesioni che, almeno a mio parere, dovrebbero viaggiare separate. Si possono risparmiare danari dalla "politica", certo! Tagliando gli stipendi e mettendo ordine alla babele di enti ed enticini che non solo sono una spesa inutile per lo Stato ma ne minano il funzionamento data la nebbia che circonda i limiti delle varie competenze. Una cosa è certa: i tagli alla politica non salveranno l'Italia. Eppure... Non so se voterò SI o NO o se andrò proprio a votare. Non solo perché la vittoria del SI è scontata. Data la desolante qualità della maggioranza dei parlamentari, che non riesce a mettere in fila un congiuntivo, che sventola mortadelle in aula, che si cimenta in tiktokate alla Gladiatore, che non sa fare altro che insultare l'avversario politico a colpi di Bibbianate, un taglio di questa feccia politica mi aggrada eccome. E' inutile pensare che un giorno arriverà una classe politica eletta (ossia illuminata) perché quel giorno non arriverà mai. Il corpo elettorale si sta degradando inesorabilmente e così la classe politica. Restringendo il numero dei parlamentari forse entrerebbero solo o in maggioranza coloro che un po' di testa ce l'hanno, perché, sarà solamente il 30-40% (siamo ottimisti) dei parlamentari, ma comunque tale categoria esiste e lavora per portare avanti le idee della propria forza politica, nel bene e nel male. E di parlamentari pensanti, comunque, i partiti ne hanno bisogno. Non so se questo ragionamento abbia senso, ma davvero la frustrazione di vedere vari Toninelli e Calderoli in aula mi fa approdare a queste conclusioni... ma è probabile che per il giorno del voto la mia parte razionale prevarrà e mi farà votare NO.
  7. Secondo il sondaggio su FB la migliore citazione sulle Acque Nere è la 4
  8. Ho una domanda Ho visto che le nuove voci da scrivere di AGOT sono soprattutto geografiche. Mi chiedevo se ci fosse qualche problema specifico che vi ha trattenuto dal farle e se questo problema non investa anche le nuove voci geografiche da scrivere di ACOK, così mi regolo nella prenotazione
  9. Secondo me questa è la soluzione migliore. Che si mantenga la differenza di accezione tra Lord e Master se nell'originale si è voluta tale differenza. Non so se la traduzione Mastro sia la più adatta però
  10. Ok quindi, per regolarmi nel futuro, se un'informazione viene ripetuta in modo simile o uguale in più parti delle Cronache basta riferirsi alla prima volta in cui è stata detta, giusto? Io tendevo a inserire tutte le informazioni presenti nella scheda
  11. Due dubbi sulla notazione: 1) Quando devo citare due capitoli in una nota devo fare così --> <ref name="AGOT56">[[AGOT56]], "ACOK03">[[ACOK03]]</ref> o così --> <ref name="AGOT56">[[AGOT56]]</ref> <ref name="ACOK03">[[ACOK03]]</ref>? 2) Quando si ripete la citazione dello stesso capitolo devo mettere ancora il collegamento ipertestuale?
  12. Scusate per i commenti in blu ma devo capire ancora molte cose...
×
×
  • Create New...