Jump to content

Mar

Utente
  • Content Count

    433
  • Joined

  • Last visited

2 Followers

About Mar

  • Rank
    Confratello

Recent Profile Visitors

602 profile views
  1. Mar

    Marvel Cinematic Universe

    La mia interpretazione è questa : Quella visione mostrava le paure del personaggio (idem le rispettive visioni di Thor, Cap, Natasha ecc) ed è servita a condizionarne le scelte (Iron Man 3, ossessiva costruzione di un esercito di armature. Ultron, esasperato tentativo di prevenire il male. Civil War, schieramento favorevole a limitazione controlli e supervisione delle loro azioni. Senza dilungarmi ora sull'arco narrativo che coinvolge Tony, ricordiamoci da dove parte e dove arriva, praticamente posizioni specularmente invertite rispetto a quelle di Cap e non a caso finiscono per affrontarsi. In ogni caso è una delle tante prospettive sul fondamentale tema "da grandi poteri derivano grandi responsabilità" o martinianamente "cuore umano in conflitto con se stesso"). Detto questo, di fatto quella visione si è avverata, non ha alcuna importanza che sia al 100% identica, ma ora come ora abbiamo un nemico esageratamente forte, un male esageratamente grande, distruzione, morte, isolamento, spazio. Incapacità di prevenire e salvare. Bingo ! C'è un grande senso logico su cui si reggono questi 10 anni e 4 fasi di film Marvel Studios e il titolo di quest'ultimo Avengers non è da meno
  2. Mar

    Marvel Cinematic Universe

    PTSD è solo la sigla inglese di post-traumatic stress disorder, disturbo da stress post traumatico in ita, quello che ha Tony dopo Avengers e in Iron Man 3 (attacchi di panico, incubi e compagnia bella). La visione è quella: desolazione spaziale, mostri alieni, Hulk, Thor, Cap, Vedova Nera ecc. morti, "ci avresti potuto salvare".
  3. Mar

    Marvel Cinematic Universe

    Lo stesso amico del commento di ieri mi ha fatto notare che il termine Endgame viene usato anche da Tony in Ultron, sempre col significato di "final stage of a game" (e non di game over). In particolare in quel caso era proprio riferito alle fantomatiche minacce spaziali di cui in Avengers avevano avuto un assaggio e che hanno fortemente influenzato le mosse di Tony nel corso dei vari film (tra PTSD e tentativi vari di prevenire i pericoli). Avengers Endgame : non è solo la battaglia finale, l'ultima mossa nel conflitto tra Thanos e gli Avengers ma è il terrore di Tony dello spazio e di morire nello spazio. Di perdere tutti i suoi compagni ma allo stesso tempo di restare in vita. La sua più grande paura, mostrata nella visione ispiratagli da Scarlett Witch.
  4. Mar

    Marvel Cinematic Universe

    "ENDGAME" altro che spoiler, usavano questa espressione già in Infinity Chissà se il richiamo al viola (gemma del potere?) ha un qualche significato. E per essere solo un teaser scopriamo un Tony isolato nello spazio e prossimo alla morte. Quando è comparso Scott ho pensato come prima cosa al discorso della razza aliena infiltrata, Captain Marvel chiarirà sicuramente qualcosa, visto che il vero Antman si trova disperso tra i quanti. Ma come mi ha fatto notare un amico, non dobbiamo scordarci le sconfinate possibilità di universi alternativi...
  5. Mar

    Il panorama politico post elezioni 2018

    Il leader che la gente non merita, ma di cui ha bisogno (semicit.) : The current xenophobia in Italy is reaching absurd and worrying levels, when for instance top Italian chef Vittorio Castellani was told not to use "foreign recipes" in his cooking TV show. I adore Italian food, but what is Italian -or any - food without "foreign influences"? Italy is a beautiful country and I love it so much, from its food to its fashion, from its history to it’s arts, but I am very worried about the current trends which are reminding me of the 1930s, Mr. Salvini recently said that "Macron is a problem for the French", meaning what is happening currently in France with the Gilets Jaunes protests is something that concerns only the French. This is wrong. What is happening in France these days is a European problem, in the same way that the anti-immigrant measures and slide towards a new form of fascism in Italy is a European problem. The solution is not more Macron or more Salvini, the actually need each other and reinforce each other, the solution can only be a Pan-European awakening across borders and nationalities,which would be able to tackle the deep economic, social and ecological crisis of Europe today chi è ??
  6. Mar

    Futuri Palloni d'Oro?

    Razionalizziamo la lista ufficiale dei 30 migliori calciatori del pianeta PORTIERI DIFENSORI CENTROCAMPISTI ATTACCANTI 29) Lloris 28) Godin 29) Isco 25) Mandzukic 25) Oblak 22) Marcelo 19) Rakitic 22) Mane & Cavani 25) Allisson 19) Ramos 15) Pogba 19) Firmino 14) Courtois 7) Varane 11) Kante 17) Benzema & Bale 9) DeBruyne 16) Aguero 8) Hazard 13) Suarez 1) Modric 12) Neymar 10) Kane 6) Salah 5) Messi 4) Mbappe 3) Griezzman 2) Cristiano ruolo : 4 portieri, 4 difensori, 7 centrocampisti, 15 attaccanti. Incredibile coincidenza, i migliori in ogni ruolo hanno giocato tutti nei Blancos nel corso del 2018. club : 8 hanno giocato nel Real e 4 nel Liverpool finaliste di Champions. 3 nell'Atletico dell'Europa League. nazionale : 7 della Francia campione del Mondo (+ Karim) e 3 nella Croazia seconda. Ci sono 4 brasiliani, 3 del Belgio che ha quasi toccato il cielo e altrettanti uruguayani.
  7. Mar

    EURO 2020

    Oh, sarò ripetitivo ... ma ci rendiamo conto di quanto è ORO la Nations League rispetto a un torneo "vero" e classico come l'Europeo ? Mi viene proprio dal cuore. Se farlo itinerante può essere interessante (anche alla luce dello spirito europeista particolarmente forte oggigiorno), aumentarlo a 24 squadre è debilitante. Vediamo qualche curiosità dei sorteggi; gli Inglesi pescano 3 balcaniche su 4 avversarie, tra cui sopratutto le due piccole nazioncine (confinanti) scappate dalla Serbia. La quale a sua volta se la vedrà coi Portoghesi, chissà se orfani di CR7. Che sfiga per l'Olanda beccare i Tedeschi, l'unica mina vagante, ancora ! dopo la UNL (e i millemila precedenti). Interessante il confronto tra Elvetici e Danesi, patria di rifugiati (balcanici naturalmente) i primi e vichinghi i secondi. Non male anche Croati vs Gaelici. Poi ci sono gli Iberici che pescano 3 scandinave su 4, divertente. Quello della Polonia mi sembra fin qua il più insipido. Francesi abbonati agli Islandesi, e saranno almeno in 3 a contendersi il secondo posto. E infine i Belgi che in pratica voleranno su e giù per l'Eurasia, buon viaggio. Quanto a noi, siamo nettamente più forti ma le prime tre avversarie erano pacificamente tra le migliori delle loro rispettive fasce
  8. Mar

    Commenti su film appena visti

    Bohemian Rhapsody regia di Bryan Singer (X-Men vari) con Rami Malek (Mr. Robot), Aidan Gillen (vabè), Tom Hollander (Orgoglio e Pregiudizio, Pirati dei Caraibi) ecc. Sarò breve perchè è un capolavoro da vedere senza se e senza ma, oltre ogni più rosea aspettativa, bravissimi gli attori, bravissimi tutti quelli che hanno confezionato questo gioiello. Mi ha soddisfatto a tal punto che spero possa avere un grande successo commerciale, venire premiato (qualche Ossscar ?) e diventare un cult. N.B. a voler essere pignoli ci sono numerose licenze (cronologiche e non solo) anche parecchio importanti. Chissenefrega, il film è una bomba lo stesso. Per chi fosse interessato questa è la colonna sonora ufficiale del film e questa è la leggendaria performance con cui si concludono le 2h
  9. Magari possono interessare queste analisi capitolo x capitolo (ancora in divenire)
  10. Mar

    Futuri Palloni d'Oro?

    Ineccepibile. Poi certo se si andasse a vivisezionare tutta la storia dei Palloni d'Oro assegnati, compreso il periodo in cui era ad esclusivo appannaggio europeo e la composizione dei vari podi (di cui non frega niente più o meno a nessuno e di cui nessuno si ricorda), si troverebbero tante di quelle assurdità che al confronto l'unico giocatore ad aver vinto nella stessa stagione (ecco vogliamo parlare dell'assegnazione di un trofeo annuale, in inverno, in uno sport a periodicità stagionale?) i trofei più importanti rispettivamente col Club e la Nazionale, passerebbe come una scelta dovuta (idem per il podio in generale, tutti e tre presenti in Finale, fin troppo giustificabile come selezione). Ma del resto sono più che altro dibattiti dottrinali per così dire, pura accademia. Potremmo allora riflettere sul relativismo di un premio al migliore, nel momento in cui ne esistono ormai (o di nuovo) svariate versioni (the Best, Goal 50) Oppure rinfrancarci, data l'appartenenza del nuovo (o vecchio) Pallone a France Football. Potevano tranquillamente scegliere di celebrare questo ritorno con un tris di galletti mondiali, 1) Griezmann 2) Mbappe 3) Varane di cui il primo e il terzo vincitori anche delle due competizioni europee maggiori e il secondo in qualità di miglior teenager europeo (di sempre?). insomma, occasione buona come un'altra per interrompere (definitivamente?) il decennio Cris-Mess, sul 5-5. Lesa maestà? può darsi, la risposta l'avremo sabato 1 giugno 2019, Madrid.
  11. Mar

    UEFA NATIONS LEAGUE

    Non riesco a capire il discorso dell'uscire davanti alla tv. Se una squadra X vince il campionato Y con N giornate di anticipo per meriti propri e demeriti altrui, dov'è il problema? L'obiettivo principale era, constatato il basso livello delle amichevoli in termini di competitività e appeal, dar vita a una manifestazione che desse maggiore significato al calcio per squadre nazionali, salvaguardando gli interessi e le richieste condivise da federazioni, commissari tecnici, giocatori e tifosi. I gironi della lega A prevedono 3 squadre e quindi 6 partite in tutto per ciascun girone, disputate a gruppi di due, a pochi giorni di distanza, nei mesi di settembre, ottobre e novembre. Questo significa che in ciascun gruppo di due partite solo una delle tre squadre di un girone disputa entrambe le partite, mentre le altre 2 squadre ne disputano solo una. Per avere un impegno equilibrato tra le squadre del girone, quelle per cui è prevista una sola partita disputano un incontro amichevole con altre squadre nella stessa situazione di altri gironi (altrimenti appartenenti a federazioni non uefa). Con 3 gironi da 4 e quindi 3 promosse e retrocesse, intanto non avrebbe funzionato la fase dell'eliminazione diretta tra semi e finale, che è più o meno il clou come in qualunque torneo sportivo e premia le prime (anzichè anche la miglior seconda). Niente spazio per l'amichevole, a quel punto per assistere ad incroci fra europee e non europee si deve aspettare il Mondiale o si devono aggiungere ulteriori partite? Mentre in questo modo le partite restano invariate, una quantità del tutto accettabile con la differenza di aver guadagnato in qualità. La ratio di 1 promossa, 1 salva, 1 retrocessa è quella di non garantire la sicurezza a nessuno fino al momento più avanzato possibile, quindi azzerare la possibilità di calcoli e in definitiva dare più peso ad ogni singolo incontro. Avere 4 squadre di cui la metà salve è un po come sgasare l'effetto effervescente tanto voluto. Nel caso concreto, portogallo polonia è stata "inutile", ma negli altri gironi ci sono stati stravolgimenti fino all'ultimo (olanda, svizzera e inghilterra qualificate solo alla 4a partita su 4) @Koorlick ho letto giusto ora questo articolo al riguardo (fasce, criteri, rischi). Fondamentalmente la UEFA Nations League è, per le nazionali di media e bassa classifica, un modo in più di qualificarsi alla fase finale del Campionato Europeo.
  12. Mar

    Uscita Fire & Blood

    esiste una newsletter di Martin??? Ti prego, dimmi dove scrivere il mio indirizzo mail .
  13. Mar

    Uscita Fire & Blood

    Martin ne ha parlato dettagliatamente sul blog ad Aprile I do want to stress… indeed, I want to shout… that FIRE & BLOOD is not a novel. This is not a traditional narrative and was never intended to be. Some of my fans have objected to the term “fake history” that I’ve bandied about in past blog posts and announcements in reference to “The Princess and the Queen” and “Sons of the Dragon” and the like. Very well; let’s call this one “imaginary history” instead. The essential point being the “history” part. I love reading popular histories myself, and that’s what I was aiming for here. Not historical fiction, not fantasy, no… but something more akin to Thomas B. Costain’s monumental (and wonderfully entertaining) four-volume history of the Plantagenets. (But with dragons. Did I mention the dragons?) So: not a novel. Everyone clear on that? Tra le interviste recenti, quella col Guardian e ieri è stata pubblicata un'altra su Entertainment Weekly GEORGE R.R. MARTIN: One thing I want to be clear in the piece here, this is not a traditional novel. I don’t want people buying it thinking they’re going to get something like A Game of Thrones or Dance With Dragons. This is an imaginary history. It’s written in the style of a textbook as you’ve seen, which is quite a different style and is deliberately that way. That’s what I’ve set out to do and that’s what I’ve done and, hopefully, people enjoy it on that basis. I don’t want to mislead people into thinking they’re getting a traditional novel. It’s a generational story, it covers 150 years, there’s a large cast of characters who are born, grow up and die, and are succeeded by their children. (...) Are there any hints here in terms of what’s to come in your Ice and Fire saga? There are a few that are definitely important, but I’m not going to flag them. Readers will have to find them and puzzle out whether they’re hints or red herrings. Posso chiederti l'edizione? Io vorrei l'originale americana e ho notato costi diversi rispetto a quella inglese e altre differenze rispetto al metodo con cui effettuare l'ordinazione.
  14. Mar

    Politica internazionale

    Se non sto facendo confusione coi numeri, per quanto riguarda i Governatori i Dem. hanno strappato ben 7 Stati ai Rep. (e ne hanno persi 2) Sul Senato, qualcuno ha detto che i Democratici hanno perso la battaglia (limitando le perdite) ma potranno vincere la guerra. Infatti questa volta le condizioni di gioco erano sproporzionatamente a sfavore, mentre nel 2020 e 2022 saranno molto più numerosi i seggi controllati dai Repubblicani a dover essere riassegnati. In vista delle prossime presidenziali "i democratici devono essere ossessionati dalla riconquista di Stati industriali come la Pennsylvania, il Wisconsin e il Michigan. Stati che Trump ha strappato ai democratici nel 2016 – abbastanza popolosi, e quindi portatori di voti – ma che oggi hanno visto perdere i candidati governatori repubblicani (di cui due in carica)." citando la Treccani Grazie a twitter ho scoperto il caso della Orange Country, 3a per numero di abitanti nello Stato, 6a in tutti gli USA, più popolosa di ben 21 altri Stati, imprendibile roccaforte rossa nella California blu (tra i dati più significativi, maggioranza GOP in 19 elezioni presidenziali consecutive sino al voto per Hillary) fino ai virtualmente 0 rappresentati repubblicani al Congresso del 2019. Per certi versi un discorso simile può essere fatto in relazione a quel Sud tradizionalmente profondamente Repubblicano e in generale al rapporto tra grandi centri urbani industriali e le arretrate aree agricole. Senza bisogno di risalire alla Guerra del 1865 (Nord Rep vs Sud Dem), guardiamo i risultati del 1952 e 1956 (le vittorie di "Ike" Eisenhower). Un altro universo. Altra puntualizzazione, non posso fare a meno di notare ancora una volta come il sistema elettorale americano accusi pesantemente gli acciacchi della sua veneranda età (così come l'intoccabile emendamento sul diritto alle armi...), il voto popolare (nel 2018 differenza tra il 7 e 9% tra i due partiti) tende a subire quello che potremmo considerare una sorta di gerrymandering ante litteram (o forche caudine), sia nelle elezioni presidenziali sia nella composizione stessa del Senato. Com'è noto prevedendo 2 rappresentanti fissi per Stato, la Costituzione ne assegna 2 a 40 milioni di californiani e 46 a 40 milioni di cittadini di altri 23 stati. N.B. In Stati federali come Austria e Germania sono efficacemente in vigore sistemi proporzionali basati sulla popolazione dei Lander. Può sembrare un discorso di parte (cambiando le regole i Repubblicani si consegnerebbero nelle mani dei Democratici) ma è chiaro che sarebbe altrettanto valido anche con una situazione geopolitica inversa. Comparison of the popular vote totals since 1900. da Wiki : Sento i sospiri di Al Gore e della Clinton
  15. Mar

    UEFA NATIONS LEAGUE

    ma a bocce ferme avevano tutte le stesse possibilità, quindi che male c'è? E' successo, pace (o ben venga, a seconda della prospettiva). Imo non c'è paragone con l'andazzo delle amichevoli; abbiamo assistito a tante partite divertenti, i migliori in campo, agonismo e spettacolo decente, in chiaro $.$ (prima ci sorbivamo al massimo una italia-bulgaria su rai1, col cavolo che davano pure le grandi). Poi anche allargando il discorso alle nazionali più scarse, non è un meccanismo equo quello di creare confronti equilibrati? E' soddisfacente per loro (che evitano inutili umiliazioni) e per gli spettatori (che evitiamo di annoiarci a morte). Dal mio punto di vista questa competizione ha superato a pieni voti la prova del campo
×