Jump to content

Mar

Utente
  • Content count

    372
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Mar last won the day on December 18 2017

Mar had the most liked content!

Community Reputation

362 Neutral

2 Followers

About Mar

  • Rank
    Confratello

Recent Profile Visitors

473 profile views
  1. Mar

    Serie A 2018/2019

    Ok...3, 2, 1, via ! MILAN : La confusa situazione societaria sembra cambiare ogni 6 mesi, tra presidenti e fondi investimenti e dirigenti e compagnia bella. Sono tornati Leonardo, uomo di mondo, e sopratutto Maldini, uomo tutto d'un pezzo, lontano da casa sua dal giorno del ritiro nel 2009. Garanzia?. Obiettivo, tornare in Champions League (dopo 5 anni e due 6 posti consecutivi) oltre ad avanzare il più possibile nella seconda competizione europea più importante (migliorando gli ultimi ottavi di finale), che i rossoneri non hanno mai vinto e da cui per giunta erano stati estromessi a inizio estate. Per riuscirci è stato confermato Gattuso, buon per lui. Forse, dico forse, a Milanello sono definitivamente passati dal caos alla rinascita. Tanti portieri, tra la telenovela dei Donnarumma's brothers e il vecchio nuovo arrivato Reina. Tanti centrali, ora che se n'è fuggito Bonucci il punto fermo dovrebbe essere Romagnoli (capitano?), affiancato da Caldara. RRodriguez sulla carta resta il titolare a sinistra se giocano a 4 (altrimenti c'è Laxalt apposta), Conti o Calabria a destra. Tanta Italia li dietro, da apprezzare. E' arrivato Bakayoko dal Chelsea, difficile non considerarlo titolare in mediana, con o al posto di uno tra Biglia e Kessiè. E Bonaventura, uno dei migliori l'anno scorso, dove lo si mette? Davanti ci sono ancora Calhanoglu a sinistra e Suso a destra, con la differenza che questa volta hanno anche le riserve. L'attaccante ... di peso è l'ultimo arrivato Higuain (da quanti anni mancava un bomber di questo livello?), Cutrone per farlo rifiatare. Tutto sommato l'XI titolare non sarà troppo diverso da quello della stagione scorsa (nonostante la partenza dei 2 colpi "clou") + qualche innesto mirato facilmente incastrabile per (sperano) migliorarlo. Starà all'allenatore decidere se proseguire sulla soluzione tattica dell'anno passato o esplorare nuove strade, rese possibili da una coperta lunga e finalmente senza buchi. LAZIO : Dopo aver solo sfiorato la qualificazione in CL i Biancocelesti sperano di centrarla a quest'altro giro, ma sadly la migliore occasione potrebbe essere passata e Inzaghi sarà chiamato ad un mezzo miracolo. Strakosha è ancora giovanissimo come portiere e titolare indiscusso. Tra i centrali, da segnalare l'arrivo di Acerbi (al posto di De Vrij?), per il resto la difesa è grossomodo identica a quella della passata stagione, cioè nettamente inferiore a quella delle avversarie dirette. Nuovi arrivati Badelj e Berisha a centrocampo, tanto per aumentare la truppa slava del club, il diamante resta Milinkovic-Savic. Resta? Resta ! Questa si che è stata una sorpresa oh. Joaquin Correa da Siviglia è la nuova "fiammante" ala sinistra (sulla carta), al posto di un Felipe Anderson andato al....West Ham ?????!, ma li davanti (N.B. quello scorso è stato il miglior attacco del campionato) sarà ancora una volta Immobile (ancora senza riserve all'altezza) a dover sopportare le grandi responsabilità guadagnate nel corso degli ultimi 2 anni. In altre parole se uno tra Sergej, Ciro e Luis Alberto si prende un raffreddore o rende l'1% in meno dell'anno precedente, migliorare i piazzamenti 2017/2018 sarà impossibile. Però intendiamoci, sulla carta questa squadra è da sesto posto non di più, dovesse arrivare altro, massima stima. Già è incredibile che siano rimasti i suddetti 3. INTER : Sono passati ormai 7 anni dall'ultima volta che ha giocato la Champions League, la più grande preoccupazione dunque resta sempre la stessa, saranno in grado di reggere l'impegno europeo, dopo le disastrose prestazioni delle stagioni passate? Perchè mentre rispetto al 2017-2018 i nerazzurri avranno una competizione (faticosamente conquistata) in più sul groppone, tutte le avversarie sanno già bene cosa questo comporti in termini di dispendio psico fisico. Non è un dettaglio di poco conto. Comunque, Spalletti ha addirittura rinnovato, sono arrivati rinforzi niente male, l'ultimo dei quali è Keita Baldè (viene da pensare che l'inter sia fissata per gli ex laziali, dopo hernanes, candreva, de vrij...). La rosa è giovane, ogni ruolo è coperto da almeno 2 uomini, difesa centrocampo e attacco sono stati tutti rinforzati, almeno sulla carta . Ma sopratutto, ci sono ancora Joao Mario e Candreva! Ci sono ancora ?! ROMA : I giallorossi arrivano da grandi stagioni, c'è stato il record di punti in campionato per Spalletti, la straordinaria Champions dell'anno scorso con Di Francesco e c'è tutta la volontà di continuare su questa strada (ma sto stadio nuovo s'ha da fare?) anche se, oggettivamente non sembrano in grado di poter vincere ne l'uno ne l'altra. L'estate ha portato diverse novità, su tutte la partenza a peso d'oro di Alisson, ma tutti e 3 i portieri sono nuovi a quanto pare. La difesa per il resto è la stessa, almeno nei titolari. Pesanti manovre a centrocampo, dove, salutato Radja sono arrivati tra gli altri i vari Nzonzi, Cristante, Pastore ! E non più di qualche commento fa esprimevo la mia meraviglia per il 19enne Kluivert figlio. Tanti nuovi elementi a disposizione del mister insomma, chissà quali soddisfazioni riusciranno a togliersi quest'anno, in bocca alla Lupa... NAPOLI : Un nuovo ciclo si apre, dopo la breve era Sarri e i suoi record. Arriva Ancelotti, il più europeo degli allenatori italiani, per un club che in cuor suo era ben disposto a sacrificare ogni discorso d'europa per inseguire il sogno Scudetto. Cambia l'allenatore, cambiano le idee, lo stile, forse il modulo e come sempre in questi casi, il successo, specie immediato, non è mai assicurato. Se n'è andato Pepe Reina e come per la Roma, tutti e 3 i portieri sono nuovi. Sarà il giovanissimo Meret o Ospina il titolare? In difesa l'unico certo del posto è KKuolibaly, nessuna grande novità tra i terzini. E' rimasto e non era scontato il capitano Hamisk (al posto di Jorginho), dopo essere diventato il miglior capocannoniere e terzo di sempre per presenze, del club? Per il centrocampo è arrivato il giovane Fabian Ruiz dal Betis (ok, alle italiane piace fare spesa a Siviglia). In attacco per dare respiro alle ali titolari sono stati presi Younes e Verdi. Nonostante tutto però, molti ritengono che la squadra non si sia veramente rinforzata, contrariamente alle avversarie dirette e che forse Sarri se ne sia andato anche perchè pensava che fare meglio sarebbe stato difficile. A Carletto l'onere di smentire le impressioni estive. JUVENTUS : Contro ogni istinto mi costringo a parlare dei bianconeri in questo topic e non in quello internazionale insieme alle altre grandi d'europa. Sono semplicemente fuori scala sotto qualunque punto di vista rispetto al resto d'Italia, le vittorie record di questi anni lo dimostrano, a maggior ragione in un'epoca in cui manca la concorrenza delle due grandi rivali storiche. Il paradosso filosofico è che più la Juve vince, meno possibilità ci sono che continui a farlo, mentre se non dovesse vincere quest'anno, statisticamente le altre si dovrebbero preparare ad un nuovo decennio di dominio. Basta pensare che le due maggiori avversarie recenti (Roma e Napoli) hanno vinto in tutta la loro storia appena 5 scudetti in due, mentre la Juve ne ha 34. Visto che le altre squadre non hanno alcun mezzo, sia esso tecnico o tattico o economico (tanto per intenderci, la Juve quest'anno è la squadra che ha speso più di tutte in Europa) per competere, ma la speranza è l'ultima a morire, non resta loro che aggrapparsi alle statistiche. Perché statisticamente è più difficile che la Juve vinca l'ottavo consecutivo rispetto al settimo. Magari facendosi distrarre dall'avere in campo la personificazione della Coppa stessa (anche se, trattandosi della Juve è improbabile). E quante possibilità ci sono che Cristiano vinca la 4a champions consecutiva (solo il grande real fece meglio, 1956-1960), per giunta con un altro club (l'ultimo grande a riuscirci fu etoo, doppio triplete consecutivo 2009-2010 con barca e inter), 6a totale con tre club diversi (seedorf ne ha appena 4). Come al solito, ma ancor più del solito, l'obiettivo sarà il Triplete, sfiorato nel 2015 e 2017, magari il terzo tentativo è quello buono. È terminata l'era Buffon (sarà terminata anche l'era delle finali perse? con lui 2003, 2015 e 2017), in porta ci sarà il suo ex secondo Sczensny e chissà se Perin avrà qualche chance. È anche l'estate del ritorno di Bonucci, per ricreare la BBC (Benatia/Barzagli) almeno nello spogliatoio se non in campo. È arrivato Cancelo, connazionale di quell'altro portoghese. Preso Emre Can, e perché no, visto che era in saldo al 100%. Per un Pipita in meno c'è un CR7 in più, lo sanno anche i sassi. Insomma è quasi un peccato non potere vederli giocare con 13-14 uomini in campo. Quasi. cos'altro? Per la prima volta si giocherà il 26 dicembre, sul modello del Boxing Day in uso nella Premier League. CR7, acquistato per 100 milioni di euro, è diventato il trasferimento più costoso nella storia della Serie A. Ancelotti, tornato in Serie A a 9 anni di distanza dall'ultima esperienza 19 allenatori su 20 sono italiani, Udinese la "pecora nera".
  2. Ieri sera a Tallin, Estonia si è giocata la Supercoppa Europea tra i vincitori della CL e quelli dell'EL in un derby tutto madrileno tra Real-Atletico. E' finita 2-4 ai supplementari per i Colchoneros che dopo aver segnato al 1' con Costa sono poi andati in svantaggio, hanno riacciuffato il pareggio ancora con Costa e poi hanno inferto il KO nei due extra time. Simeone è diventato il primo allenatore a battere il Real in 3 finali diverse (mi pare siano Coppa del Re 2013, Supercoppa di Spagna 2015 e appunto quest'ultima) oltre che il più vincente allenatore dell'Atleti, superando Luis Aragones. In assoluto è stata la loro 3a Supercoppa Uefa (2010, 2012, 2018), mentre il Real ha fallito l'aggancio alle 5 di Milan e Barca. Quinta consecutiva vinta da una spagnola, e se non fosse stato per la vittoria del Bayern nel 2013 sarebbe stata la decima (2009-2018), un decennio di dominio totale.
  3. Non c'è ancora una discussione simile in giro, giusto? Il calciomercato inglese è terminato, la Premier è partita ieri sera, perciò in attesa del quadro definitivo con tutte le big d'europa ho pensato di iniziare proprio dalle magnifiche 6 d'oltremanica (il Burnley mi perdonerà) rigorosamente seguendo l'ordine d'arrivo dell'ultimo campionato 6. ARSENAL : terminata l'era Wenger e dopo 2 stagioni consecutive fuori dalla top4, Emery (Siviglia, Psg) avrà il compito di riportare i Gunners in zona CL con particolare attenzione anche all'Europa League, presumibilmente uno dei grandi obiettivi di stagione. Dal mercato sono arrivati i (non esageratamente) discreti Torreira, Lichtsteiner, Papastathopoulos e Leno. Ad Aubameyang e Lacazette (supportati da Xhaka, Ozil e Mhikitaryan) affidate le speranze dell'attacco. A qualche miracolo quelle della fase difensiva 5. CHELSEA : è stata un'estate agitata sin qua per i Blues, l'altra delusa londinese. Via Conte, arriva Sarri, evidentemente Abramovich si affida agli italiani (e o a chi passa dalla Serie A) per tornare a vincere. Da Napoli è arrivato anche Jorginho ma le voci su Hazard e ancora di più sul connazionale Courtois non hanno certo contribuito a calmare le acque. Perso il portiere, in viaggio per Madrid, arriva quello che era stato fortemente associato proprio al Real, Kepa. Insomma pur con molti (quasi tutti) giocatori comuni, questo Chelsea sarà diverso (da quelli di Conte e i due di Mou), ma sarà migliore? 4. LIVERPOOL : La prima delle seconde? Persa la finale di CL a causa del capro espiatorio Karius, i Reds sono immediatamente corsi ai ripari col solito mega esborso nei confronti di Alisson. In precedenza avevano già prelevato Keita dal Lipsia e Fabinho dal Monaco. Poi, per non smentirsi, a completare il parco offensivo Manè - Firmino - Salah è arrivato il re dei giocatori freak, Shaqiri in persona. 3. TOTTENHAM : Terzi, Secondi e Terzi...La migliore squadra della capitale è anche l'unica delle grandi ad aver effettuato praticamente 0 acquisti. L'unica differenza rispetto alla stagione passata è che i giovani uomini di Pochettino saranno un anno più esperti, maturi, affiatati e organizzati. E Kane vorrà riprendersi il titolo di capocannoniere del campionato inglese, e magari d'europa, dopo esserlo stato al mondiale. 2. UNITED : Rispettando la tradizione del terzo anno di Mourinho, i segnali estivi preannunciano tempesta. Addirittura voci di esonero in favore di Zidane, Pogback2 o Pogbarca, litigi con Martial e chi più ne ha più ne metta, ma quasi tutti scommetterebbero su una annata peggiore delle precedenti. Sono arrivati Fred e Dalot, ma nessun vero big e quel che è peggio si è parlato al massimo di 80 milioni per....gulp...Harry Maguire. De Gea sarà costretto a vestire ancora i panni del Salvatore 1. CITY : i campioni in carica sono ancora la squadra da battere e molti si aspettano che questo manchester possa diventare il primo a vincere 2 premier consecutive dopo che l'ultimo a riuscirci è stato IL Manchester di Sir Alex Ferguson, 10 anni fa, nel 2009. Mahrez è l'unico nuovo arrivato di una rosa giovane e fortissima che deve ambire alla Champions (a Pep manca dal 2011). L'unica mini crepa in una squadra altrimenti troppo superiore in ogni reparto rispetto alle rivali, è la mancanza di un sostituto mediano per il 33enne Fernandinho, ma chissà quale bizzarria si inventerà stavolta guardiola
  4. Mar

    Immigrazione e frontiere

    Non è per evitare di rispondere alla domanda o banalizzare l'argomento ecc ma quello dell'immigrazione-invasione è palesemente uno spauracchio. Tolto quello non resta molto da dire a Governi come l'Italiano attuale e a tutti i simil Governi/Partiti ideologicamente affini, passati e presenti, italiani ed esteri. Manco a farlo apposta, 1 giorno fa mi era capitato di leggere questa provocazione di Prof.Guido Saraceni su Fb Va bene. Mi avete convinto dai: chiudiamo questi benedetti porti. Rimandiamoli a casa loro. Fine della pacchia. Tolleranza zero. Siamo tutti d’accordo? Benissimo. Fine delle discussioni. Adesso però vorrei sapere che cosa intende fare - e soprattutto cosa sta facendo - il Governo sui seguenti argomenti: 1) sanità pubblica 2) evasione fiscale 3) scuola pubblica 4) alcolismo 5) bullismo 6) femminicidi 7) diritti delle persone omosessuali 8. diritti delle persone disabili 9) pensioni minime 10) ILVA di Taranto 11) Rilancio dell’economia e della grande industria 12) TAV 13) droga 14) sicurezza stradale 15) divario tra Nord e Sud 16) inquinamento atmosferico 17) manifestazioni culturali - a parte Pontida 18) tutela dei prodotti italiani nel mondo 19) analfabetismo di ritorno 20) efficienza della pubblica amministrazione 21) e-governace e e-democracy 22) tutela della privacy 23) inquinamento acustico 24) vaccini 25) disoccupazione giovanile 26) assistenza ai malati mentali 27) diritti d’Autore - e la S.I.A.E? 28) trasporto pubblico urbano 29) infrastrutture 30) ANTITRUST 31) Stipendio dei Parlamentari 32) Rimborsi elettorali 33) Riforma della Giustizia 34) Esami e ordini professionali 35) Ferrovie dello Stato 36) Autostrade - trasporto Aereo 37) Digital Divide 38) Fake News 39) sfruttamento della prostituzione 40) incentivi per le risorse ecosostenibili 41) ABBASSARE LE TASSE 42) lotta all’abusivismo edilizio 43) LA VERITÀ SUL CASO REGENI 44) allevamenti intensivi e diritti degli animali 45) semplificazione amministrativa e lotta alla burocrazia 46) aiuti alle famiglie numerose 47) diritti degli anziani 48) protezione civile/commissione grandi rischi 49) messa in sicurezza del territorio 50) ricerca e università Così. Solo per citare 50 temi “da niente” che secondo voi vengono molto dopo l’EMERGENZA IMMIGRATI. In questi primi mesi di Governo - e durante la campagna elettorale - avete parlato solo di stranieri, dimenticando che in Italia ci sarebbero milioni di problemi ben più seri e urgenti da sistemare. Perchè se andiamo al cuore del problema, è un po la solita vecchia trita e ritrita strategia del mettere i poveri...gli ultimi...(quindi le "masse", il "popolo") contro altri poveri, ultimi che stanno come o peggio di loro. Mica sono i ricchi, i potenti, i privilegiati quelli a cui importa un fico secco di queste dinamiche, loro non hanno nulla da temere e da perdere, anzi. Sfruttano le paure e l'ignoranza (più o meno legittime) di quegl'altri per campare alla grande. Ecco spiegati il Populismo, il Nazionalismo, il Razzismo e così via. Ora scrivendo mi è tornata in mente una citazione di George Carlin [...] in questo paese non si sente parlare d'altro che delle nostre differenze. [...] È il modo in cui la classe dirigente agisce in tutte le società: tentano di dividere il resto della gente. Lasciano le classi inferiori e medie a combattere tra di loro cosicché loro, i ricchi, possano scappare con tutti i ca**o di soldi. [...] Sapete come descrivo io le classi economiche e sociali di questo paese? La classe più alta si tiene tutti i soldi e non paga alcuna tassa, la classe media paga tutte le tasse e fa tutto il lavoro, i poveri sono lì solo per far ca***e addosso la classe media. Per far sì che continuino a presentarsi al lavoro. [...] that's all you ever hear about in this country. It's our differences. [...] That's the way the ruling class operates in any society: they try to divide the rest of the people. They keep the lower and the middle classes fighting with each other so that they, the rich, can run off with all the fucking money! [...] You know how I describe the economic and social classes in this country? The upper class keeps all of the money, pays none of the taxes. The middle class pays all of the taxes, does all of the work. The poor are there just to scare the shit out of the middle class. Keep 'em showing up at those jobs.
  5. Mar

    Pazza Inter amala

    Sulla carta la rosa della stagione 18/19 sarà la migliore dell'era post Triplete Se i valori saranno confermati sul campo, la missione dell'Inter dovrà essere confermare la top4 in campionato e raggiungere la fase a eliminazione diretta in CL. Anche scendere in EL e avanzare qualche turno non sarebbe per niente male, i soldi (e il prestigio) della Champions sossoldi ma quelli dell'Europa League soccomunquesoldi Dunque vediamo un pò : Tra i pali l'Internazionale è sempre stata ben coperta, tra le italiane direi che è storicamente seconda solo alla Juventus. Handanovic è ancora un discreto portiere nonostante abbia già 34 anni e andrà in scadenza solo nel 2021; il secondo e terzo in squadra sono vecchietti senza arte ne parte. Presto bisognerà trovare un degno erede, o almeno iniziare a cercarlo La difesa rischia di diventare improvvisamente un gran reparto. Skriniar e De Vrij sono teoricamente entrambi lontani dal loro miglior livello possibile che salvo qualche eccezione, i centrali raggiungono intorno ai 30. Miranda e Ranocchia riserve più che buone. Bastoni secondo qualcuno è il difensore italiano più forte della sua generazione, il nuovo Bonucci nerazzurro direbbero altri. Tra infortuni e prestito gli auguro di non perdersi Asamoah a sinistra è il classico usato sicuro, in attesa che Dalbert maturi. L'arrivo di Vrsaljko a questo punto è imprescindibile, altrimenti a destra resta il solo D'ambrosio. Il croato già conosce la Serie A e troverebbe altri connazionali con cui sviluppare facili soluzioni di gioco: il centrocampista allarga sul terzino e questo che crossa per l'ala opposta. Naingollan non è più giovanissimo, da lui si pretenderanno almeno 2 anni ad alti livelli (il contratto scadrà comunque solo nel 2022), ma ritrova il suo allenatore "preferito" (l'unico con cui ha raggiunto la doppia cifra in marcatura) e porta (oltre alle sue bravate) muscoli, corsa, potenza alla causa. Brozovic, Vecino e Gagliardini hanno la relativamente giovane età a favore, a voler essere ottimisti hanno ancora margini di crescita più o meno importanti. B.Valero andrà in scadenza nel 2020, quando praticamente avrà la bellezza di 35 primavere sulle spalle. Da capire la situazione J.Mario. Perisic negli ultimi anni si è imposto come uno degli esterni d'attacco più importanti in circolazione (se non consideriamo quelli con una valutazione da 100 mln in su), insieme a Politano posso fare le classiche due ali a piede invertito che si scambiano di ruolo nel corso della partita. O altrimenti essendo il neo acquisto un mancino, può giocare pure lui a sinistra come riserva. A destra, oltre all'ex Sassuolo, c'è Candreva (il cui contratto scade nel 2020, 33 anni). Karamoh è ancora talmente giovane, in un universo parallelo potrebbe essere il nuovo Coutinho dell'Inter che viene ceduto a poco e in pochi anni diventa una delle star globali, lol. Infine, le punte. Icardi è il cannoniere noto a tutti (atteso dall'esame Champions) ed ha solo 25 anni. Lautaro, giovanissimo, dovrà prima adattarsi alla nuova realtà e capire che tipo di attaccante è davvero, ma c'è tempo. Pinamonti rischia, se va bene, di fare 3 presenze in Coppa Italia Un possibile XI titolare: ICARDI PERISIC POLITANO NAINGOLLAN BROZOVIC VECINO ASAMOAH DE VRIJ SKRINIAR VRSALJKO HANDANOVIC Sembrerebbe una rosa con tanti profili tecnici diversi tra i giocatori e tante possibili varianti tattiche per quanto riguarda i moduli utilizzabili. Se Spalletti troverà velocemente la quadratura del cerchio e sopratutto saprà gestire l'indispensabile turnover, il prossimo futuro non potrà che essere più luminoso del recente passato.
  6. Mar

    In morte di Marchionne

    Direi che la penso anche io abbastanza in questi termini (seppur si possano contestare certe scelte e atteggiamenti) ...laurea in Filosofia, laurea in Giurisprudenza e master in Bussiness Administration (tutto in Canada), prima ancora di riflettere sui meriti e le capacità manageriali E' educativo anche osservare le reazioni, chi sono quelli da cui partono attacchi e insulti e quelli da cui arriva rammarico stima ed elogi (ad esempio Chase Carey CEO della Formula 1, Justin Trudeau PM Canadese, Tim Cook CEO Apple) Penso sia stato un uomo dalle spalle molto larghe, senza paura delle sfide e del nuovo, sicuro di se quasi al limite dell'arroganza e della provocazione. Ai suoi "nemici" piaceva raffigurarlo come una specie di fusione tra il peggior capitalista del mondo e andreotti (ora mi è tornata in mente "Sono di media statura, ma non vedo giganti attorno a me"). Bella anche questa citazione di Sciascia che sta circolando in queste ore : “l’umanità (...) la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i pigliainculo e i quaquaraquà”.
  7. Mar

    Commenti su film appena visti

    Approfittando dei CinemaDays avevo intenzione di vedere Ant Man 2 ma qui in Italia lo daranno con 1 mese di ritardo rispetto agli USA perciò alla fine abbiamo scelto di ripiegare su 12 Soldiers (12 Strong il titolo originale) Regia di Nicolai Fuglsig (non lo conosco ma so che questo era solo il suo secondo film) con Chris Hemsworth, Michael Shannon e Michael Peña (che altrimenti avrei comunque visto in AntMan) E' l'adattamento cinematografico del libro Horse Soldiers del giornalista Doug Stanton, basato sulla vita dell'agente CIA e militare delle forze speciali Mark Nutsch, spedito in Afghanistan dopo gli attentati dell'11 settembre 2001. Film piacevole, sicuramente almeno sufficiente, non ho nessuna critica particolare da fare anche perchè è pur sempre una storia vera (per quanto assurda). Volendo può essere associata la visione a Zero Dark Thirty, proprio sulla cattura di Bin Laden avvenuto come sappiamo un intero decennio dopo l'inizio della "guerra al terrorismo"
  8. Mar

    Mondiali di calcio Russia 2018

    Dopo 45 min la Francia vinceva 2-1 senza aver fatto 1 solo tiro in porta su azione. Meglio di così non poteva andare per loro e infatti prevedibilmente poi hanno ottenuto il massimo da una fiammata di 6 min raggiungendo il 4-1. Divertente la sciocchezza di Lloris ma alla fine ha pesato anche la stanchezza dei croati per i molti minuti in più giocati. Un vero peccato...non aver vinto la coppa (?) del bel gioco, sicuramente si staranno mangiando le mani. E' stata la seconda finale con più gol della storia dai tempi di Brasile 5-2 Svezia nel 1958. Merito a Mandzukic, diventato il primo a segnare gol e autogol. Deschamps ('98-'18) terzo ad alzarla da giocatore (capitano) e da ct, come solo Zagallo ('58-'62 e '70) e Beckenbauer ('74 e '90). Adesso i Blues possono puntare ad un triplete migliore di quello spagnolo, con gli europei itineranti e il mondiale invernale. Sempre che resistano alla "maledizione" Mbappe ha nuovamente rafforzato il paragone con Pelè, diventando il secondo più giovane di sempre a segnare in finale. Varane invece a 25 anni ha già vinto 4 Champions e 1 Mondiale, gli ultimi 2 in accoppiata come successo agli altri madridisti Khedira (2014, ma infortunato), R.Carlos (2002), Karembeu (1998) e tutta la truppa tedesca del Bayern riassunta qui dal solito Beckenbauer (1974) Molto carino il podio dei migliori giocatori, tutto europeo obv: 1. Modric, 2. Hazard, 3. Griezmann e Courtois miglior portiere Meno bello il titolo di capocannoniere di Kane, 5 dei 6 gol sono arrivati contro Panama e Tunisia e 1 rigor3 contro la Colombia. 0 gol tra quarti, semi e finalina. L'analisi tattica conferma che esiste un divario tecnico tattico tra club e nazionali (abbastanza prevedibilmente), tra europa e resto del mondo (nonostante un equilibrio più diffuso rispetto al passato) e la crisi dell'idealismo (guardiolismo in primis). Va avanti chi è conservativo, non ha minimamente intenzione di produrre gioco e dominare attraverso il possesso, affidandosi invece ai propri migliori talenti. Trionfo del contropiede ....e dei calci piazzati, più del 40% del totale, lol. i CT ? ora sono gestori - motivatori. I grandi allenatori sono sempre meno conciliabili con il ruolo di commissario tecnico, per evidenti limiti temporali ed economici, non a caso gli ultimi due vincenti sono diligenti pater familia come Deschamps e Santos. Le partite simbolo (più belle, emozionanti, piacevoli ecc.) di un Mondiale divertente, scegliendone solo una per turno, imo sono state: 1^ giornata: Portogallo 3-3 Spagna 2^ giornata: Argentina 0-3 Croazia 3^ giornata: Corea Sud 2-0 Germania ottavi: Francia 4-3 Argentina quarti: Brasile 1-2 Belgio semi: Croazia 2-1 Inghilterra ed entrambe le ultime due, Belgio 2-0 Inghilterra e Francia 4-2 Croazia Sull'Italia : persino molta stampa cade nell'errore di paragonare il nostro valore a quello della Croazia finalista (molto più piccola, meno abitanti, federazione disastrata e corrotta peggio di noi, ct esonerato, zero programmazione..), Svezia giunta ai quarti (ovviamente, perchè ci hanno eliminato loro), dell'Inghilterra che ha eliminato gli svedesi o a maggior ragione a quello del Giappone, sorprendente fino a un certo punto uscito comunque agli ottavi. Ciò su cui si deve riflettere è innanzittuto che il valore potenziale è ben diverso dal percorso concreto, come si suol dire un conto è la teoria, altro la pratica. Un conto i valori su carta un conto quelli del campo. Tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare. Eccetera. In verità, con onestà intellettuale bisognerebbe partire da una verità comune (è stato un mondiale "strano") per giungere a una constatazione opposta, vale a dire, in un torneo dove hanno fallito e deluso le classiche grandi, chi ci crediamo di essere per pensare di essere in grado di riuscire la dove hanno fallito giganti del calibro di Germania, Spagna, Argentina, Brasile?? Perchè a furia di ragionare allegramente e per "colpa" anche di 2 europei in cui ce la siamo grosso modo cavata, qua ci si dimentica che l'Italia non supera il girone da 3 edizioni consecutive. ps. per farsi una risata finale, l'analisi del dna delle squadre in un'immagine
  9. Mar

    Un topic in bianco e nero

    A me non è sembrata affatto fredda l'euforia dei tifosi né sui social né per le strade, anzi. E comunque una cosa è parlare di una squadra e i suoi tifosi, altra è parlare della città. Di sicuro ci sono piazze più calde, tradizionalmente quelle del sud, vedi Roma e Napoli, QUASI esageratamente esaltate o depresse a seconda del momento. Tuttalpiù si può riconoscere un certo distacco, la famosa eleganza sabauda direbbe qualcuno, o da Vecchia nobil Signora direbbero altri. Sarà colpa delle Alpi che ovattano tutto o della nebbia che sale dal Po. Ma si tratta in ogni caso di stereotipi e generalizzazioni; tutte le generalizzazioni sono "pericolose". Anche questa . Tornando a CR7, sono moltissimi gli aspetti della sua storia degni di ammirazione e fonte di ispirazione, non ultimo per importanza il coraggio di abbandonare la sua comfort zone. Sembrerà pretestuoso, ma ce lo vedete un Messi 24enne a lasciare il Barcellona per vincere la Champions con un'altra squadra in un altro campionato? E poi farlo di nuovo a 33 anni ? Idem per i vari Ronaldoquellovero, Ronaldinho, Kakà (metto in mezzo pure lui perché è stato l'ultimo dei palloni d'oro terrestri) che a parità d'età erano già finiti da un pezzo a livello prestazionale
  10. Mar

    Mondiali di calcio Russia 2018

    Intanto leggevo ieri che Inter e Bayern hanno avuto almeno 1 giocatore in Finale consecutivamente dal 1982
  11. Mar

    Show successore di GOT

    Forse ricorderete che a suo tempo Martin pubblicò uno strano messaggio Immagine profilo: Greyjoy, Mood: Enigmatico, Tag: Asoiaf All'epoca chiaramente non poteva che significare l'ultimo capitolo di TWOW, il New Doom (l'immagine di Valyria) di Euron. Certamente non Empire of Ash. E invece...
  12. Mar

    Mondiali di calcio Russia 2018

    Habemus Finale ! E così alla fine il sogno dell'Ineditissima è sfumato (ieri). And it's not, in the end, coming home. Niente sfida della Manica. Vivremo in compenso il derby di Premier per il bronzo mondiale e soprattutto un Francia - Croazia a distanza di 20 anni esatti, che deciderà ancora una volta le sorti delle rispettive generazioni dorate. Partiamo allora dalla finalina consolatoria BELGIO : seppur tristi per la sconfitta (escono dopo aver eliminato la favorita della vigilia, battuti di misura dalla più forte sul campo) hanno già la certezza di avere almeno eguagliato il loro miglior risultato di sempre, 4o posto nel 1986 (era l'epoca dei Pportietoni Pfaff e Preudhomme). Tirano un sospiro di sollievo i cugini nederlandesi, la prerogativa di perdere finali è salva. Proprio a voler cavillare, l'impressione è che i vari Lukaku, Mertens e De Bruyne non siano sempre stati all'altezza di Hazard, quasi eroico nella sua manifesta superiorità. C'è stata qualche incertezza anche da parte del comunque bravo CT (lo spagnolo arrivato più avanti in questa edizione); tattica tra difesa a 3/5 o 4 e tecnica nelle scelte della rosa, possibile che Naingollan era da silurare mentre gli esuli cinesi (Witsel, Carrasco) partivano addirittura titolari? INGHILTERRA : arrivare a un passo dalla finale per una nazionale che ha "vinto" 1 solo Mondiale 52 anni fa, casalingo, grazie a un gol che non era gol e che ha già eguagliato l'altro miglior risultato (4o posto a Italia '90)... è un successo. A maggior ragione se questo arriva con una squadra giovane, al 100% figlia del proprio campionato, senza grosse polemiche, con fedeltà ai propri (nuovi) principi, facendo sognare 50 milioni di abitanti...è una prestazione di cui andare orgogliosi e stop. Poi si insomma gli invidiosi (cit. Bobo Vieri) diranno che ha perso meritatamente contro una squadra che aveva meno energie psichiche e fisiche, non approfittando di un mondiale senza tedeschi, brasiliani, italiani, argentini e olandesi...mii che pignoli (direbbe Aldo). Southgate promosso con tanto di panciotto andato a ruba finalmente un ct dignitosamente elegante (e non penso solo all'abbigliamento), ciao Fabio, ciao Roy. Kane è partito come un uragano contro Panama - nei caraibi sono abituati - ma ha via via perso brillantezza e incisività. Un po gonfiati i suoi numeri dai rigori contro le squadre materasso incontrate. Ancora distante da Lineker, per quanto lo stesso Gary si augurasse, voglio crederlo, il contrario. Attendo di vedere il "vero" Sterling sin da quando lo incontrammo nel 2014, e da quando ho scoperto la sua giamaicanità. Quest'anno è stato il miglior calciatore inglese ad andare in doppia cifra sia negli assist che nei gol. Ma qui in Russia è stato davvero poco poco decisivo. Peccato infine aver visto Rashford solo a sprazzi, uno per cui nutro grande simpatia. E chiudo con le finaliste CROAZIA : in breve, è già così il miglior risultato di sempre. Perché non continuare a sognare, magari una vittoria al quarto tempo supplementare consecutivo ? 4 milioni di abitanti di una giovane repubblica contro i 65 e passa di uno stato secolare. Ma col supporto di tutta l'europa, unita nel gufare amichevolmente i cugini bleahu. Alé alé. Interisti (Perisic, Brozovic) e Juventini (Mandzukic). Blancos (Modric, Kovacic) e Blaugrana (Rakitic). Yes, we can! W HRVATSKA ! FRANCIA : tra il 1984 e il 2018 hanno raggiunto 3 volte la finale dell'Europeo e 3 volte la finale del Mondiale, niente male davvero...Tra l'altro è la 5a volta che una finalista dell'Euro arriva poi alla successiva finale Mondiale, ma è la prima volta che a riuscirci è quella perdente. Con l'augurio di perdere la seconda finale internazionale consecutiva:) Deschamps non mi fa impazzire, sopporterei di più una loro vittoria nel 2022 con Zidane alla guida (l'aspetto interessante della vicenda è che potrebbe accadere comunque) in versione Re Sole francese, tanto quanto Beckenbauer è stato il Kaiser tedesco. DD ha messo su una selezione che non ha un gran gioco, ma fa totale affidamento sulle giocate dei giocatori. Un po come se il City messo su da Guardiola giocasse come l'Argentina di Sampaoli. Significa anche che tristemente non vedremo mai il massimo potenziale di questi fenomeni, la somma non è ancora superiore alle singole parti. Fino ad ora questa squadra (ma ricordo è stato così anche in Francia due anni fa) ha avuto la meglio senza mai dominare e controllare la partita...tanto quanto avrebbe potuto. È solida, con una colonna vertebrale di vibranio (Varane-Pogba-Griezman) supportata da eccezionali coprotagonisti. Tatticamente è quasi banale: l'allenatore ha trovato la quadratura del cerchio schierando un presunto 4231 con Matuidi "esterno d'attacco" (si, come no) che di fatto è semplicemente un 433 con un super mediano dotato di ubiquità (Kantè), un centravanti che fa da boa per gli inserimenti (anche delle due mezzali) ma ormai si rifiuta di segnare (Benzema sarebbe andato altrettanto bene sotto questo punto di vista) e due ali che a seconda del momento possono diventare trequartisti o punta. Ah e ovviamente hanno in squadra uno che a 18 anni paragonavano a Henry, a 19 a Ronaldo e a 20 anni ancora da compiere a Pelé.
  13. Mar

    Mondiali di calcio Russia 2018

    Per i miei ragionamenti precedenti, dovrei volere l'ineditissima finale Belgio-Croazia. Ma anche il derby di Premier tra Belgio e Inghilterra non mi dispiacerebbe. Ma anche Francia-Inghilterra due nazioni che hanno fatto la Storia (non calcistica) con la loro secolare rivalità, e sono anche le due con gli inni più belli tra le 4. Insomma a questo giro (quarti di finale) sono stato accontentato su tutta la linea, a differenza dei turni precedenti W il Mondiale
  14. Mar

    Un topic in bianco e nero

    Come vi pare, liberi di pensarla così Comunque, questo è un bell'articolo (dopo il 3-0 a Madrid e la vittoria del Napoli) sulla città, la "Famiglia", la squadra e l'atmosfera di Torino<3 , tutto attraverso gli occhi di un giornalista americano.
  15. Mar

    Mondiali di calcio Russia 2018

    Che partitona di Courtois! Che partita di Hazard! Che gol De Bruyne! E pure Lukaku che bravo! Aaaaah che bello ! Il Mondiale è appena diventato l'Europeo E adesso spero di vedere Inghilterra-Croazia oltre a questo mezzo derby francofono. Dopodiché se alla fine dovesse uscire vincitrice proprio la Francia, sarebbe comunque il minore dei mali (non avrei mai pensato di dirlo) rispetto alle altre solite, avendo appena 1 vittoria e per giunta avendo perso entrambe le ultime finali giocate, al Mondiale e all'Europeo.
×