Jump to content

Stannis Waters

Utente
  • Content Count

    14
  • Joined

  • Last visited

About Stannis Waters

  • Rank
    Confratello

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Ah sì. L'ultimo verso mi era passato di mente. E avevo pensato ai castelli, ma ho cercato qualcosa di più poetico... In questo momento non riesco a creare alcun alcun indovinello quindi lascio la parola a chi vuole.
  2. Beh ma il padre parla solo di "Tansy", che è un fiore, il Tanaceto, ed è uno degli ingredienti del Tè della Luna, il principale, forse ma non il solo. Cat probabilmente sa che cosa sia il tè della luna, ma non è detto che sappia come si prepara e quali ingredienti ci sono dentro.
  3. Bruciano le assi (riferimento all'attacco a Planky Town, una delle prime città colpite) Bruciano i sassi (potrebbe essere un riferimento al deserto di Dorne in cui furono sconfitte le truppe Tyrell) Il pazzo impugna la spada (credo sia il buffone dei Toland che affrontò Aegon in singolar tenzone) Lo scaltro fugge e si rintana (I Toland e gli altri lord Dorniani fuggirono di fronte ai Draghi per non sottomettersi) Perché il Cervo inciampa nelle ossa (Orys Baratheon fu fermato sulla "strada delle ossa") E di sangue ne paga una tassa (e perse la mano della spada quando fu catturato) Perché dal cielo scendono i draghi (Aegon e le sorelle decidono di attaccare con i loro draghi tutta Dorne) e dal cielo cadono i draghi (il drago Meraxes viene ucciso da un dardo di scorpione avvelenato, la regina Rhaenys cade con lui) Nella sua casa la sorella salva il fratello (Visenya salva Aegon da un attentato) nella sua casa la sorella cuce il mantello (questo potrebbe essere un riferimento alla creazione della Guardia Reale)
  4. L'invasione di Dorne da parte di Aegon Targaryen il conquistatore.
  5. Penso che abbia semplicemente voluto evitare qualsiasi rischio. Sapendo la verità Cat avrebbe potuto trattare Jon Snow in un modo che poteva parere sospetto.
  6. Scusate se recupero questa vecchia discussione. Un aspetto curioso è che la profezia di Quaithe non sembra potersi avverare per intero. La sacerdotessa fa infatti un lungo elenco di persone (o fatti) che avverranno tra poco a Meereen. Ma se la maggior parte sono arrivae o stanno per arrivare (la giumenta pallida imperversa, il figlio del sole - Quentyn - è giunto in città, il leone - Tyrion - è con l'esercito di Yunkai, il Kraken e la fiamma scura (Victarion e Moqorro) sono in arrivo con la flotta), alcuni sembra che non arriveranno mai. Quaithe parla infatti anche del Grifone (Jon Connigton) e del Drago del Guitto (presumibilmente Aegon). Ma i due sono ormai salpati verso ovest ed è ben difficile che possano in qualche modo anche solo mettersi in contatto con lei. Anche se in precedenza avevano certamente questa intenzione. Che ne pensate?
  7. Farò magari un commento più analitico in seguito, ma vorrei comunque dire che la puntata mi è piaciuta. Ci sono state buone dinamiche tra i personaggi e qualche scena veramente spettacolare. I momenti migliori sono stati quelli tra i Lannister (Tyrion e Cersei, ma anche Cersei e Jaime), ma anche la parte a Nord è stata gestita bene (almeno in conformità alle premesse). Non è una puntata senza problemi, ma si tratta, per la maggior parte, di questioni ereditate dalle puntate precedenti. Nel complesso risolleva un po' la stagione da due puntate abbastanza deludenti (sul piano della scrittura se non su quello della spettacolarità) e chiude in modo adeguato una stagione che resta nel complesso non molto esaltante.
  8. Ecco perdonami, ma questo è proprio il tipo di ragionamento che io non riesco a comprendere. Sì pretendo che ci sia una logica e un senso in una serie fantasy: posso sopportare piccole incongruenze, ma quando esse si moltiplicano e diventano un pugno in un occhio allora non posso più accettarle. Gli uomini sono uomini in GoT come in House of Cards, le distanze sono tali indipendentemente dal fatto che ci siano o no draghi sputafuoco. Metamorfi, nonmorti, draghi, metalupi, uomini senza volto e tutto il resto, rientrano nella sospensione dell'incredulità: accetto che esistano perché così dice l'autore. Ma allo stesso tempo occorre che queste "stranezze" seguano per il resto una certa logica ed occorre che queste stesse stranezze ubbidiscano a regole interne che siano consistenti.
  9. L'idea che il Re della Notte sapesse tutto in anticipo non mi convince molto. Se davvero è in grado di prevedere il futuro dovrebbe capire che Jon e Daenerys sono una minaccia e provare ad ucciderli. Inoltre l'attacco dei non-morti inizia già prima che arrivi il Drago e se questi fossero morti? Poi vabbé lancia un giavellotto che è praticamente un missile terra-aria. Ci si lamentava del Balestrone di Qyburn come assurdo, ma qui si battono tutti i record. A quel punto tirava il missile a JonSnow e lo ammazzava. E comunque, anche se fosse, non può essere che una cosa così importante venga spiegata dall'esterno: "eh ma il Re della Notte ha previsto tutto". Se per mantenere la coerenza e la sensatezza della sceneggiatura ci si deve aggrappare fantasiose teorie, più o meno solide, degli spettatori, c'è comunque qualcosa che non va per me.
  10. A questo punto credo che si possa andare con la 7x06 senza nascondere lo spoiler, giusto? 1 - Il dialogo di Tormund a Sandor su Brienne (trashosamente spassoso, mi ha fatto ridere di gusto) 2 - Dany che dice che Jon è basso. Parliamo della "nana ciglioparrucca." 3 - I catenoni nella scena finale.
  11. Partendo dal giudizio generale mi viene da dire che questa puntata è stata abbastanza buona dal punto di vista del mero intrattenimento: voglio dire che se si sceglie di "spegnere" un po' il cervello e di non badare a buchi logici e sviluppi un po' insensati fa bene il suo lavoro. Riesce a divertire, emozionare, ci fa provare paura e tensione. Peccato per quel "se" perché comunque nelle prime stagioni GoT ci aveva abituato ad altro ed è triste vedere eventi che si sviluppano in un certo modo per pure esigenze di trama "perché se no la serie non va avanti" e personaggi ridotti all'ombra di sè stessi. Scendendo più nel particolare. Grande Inverno. Questa parte mi è parsa, da un certo punto di vista, ben fatta. La tensione crescente tra le due sorelle, la preoccupazione di Sansa e l'odio di Arya sono resi bene e l'interpretazione di Masie e Sophie è davvero all'altezza. Resta il problema che l'origine del loro contrasto è puttosto flebile e Arya finisce per sembrare una pazza psicopatica che non ha ancora superato l'odio e l'invidia che aveva per la sorella maggiore quando erano entrambe più piccole. Come possa non capire in che situazione fosse Sansa quando ha scritto quella lettera va oltre ogni comprensione e il modo in cui la minaccia la rende davvero inquietante. In generale mi pare che la vicenda di Arya non abbia avuto uno sviluppo adeguato. Già nella sesta stagione non mi aveva convinto il modo in cui è uscita dalla casa del bianco e del nero, in questa stagione c'è stato il fanservice della scena di apertura (apprezzato, ma comunque piuttosto fanservice). Poi è tornata a Nord a rompere le scatole a Sansa che prova a governare in assenza di Jon. Mah. Roccia del Drago. Dialogo tra Tyrion e Daenerys sul suo comportamento, la sua impulsività, sul suo possibile successore e sul distruggere la ruota. Dany non sembra troppo interessata a mettersi in discussione e così Tyrion fa ancora la figura dello sciocco. Tra l'altro non riesco ancora a capire cosa vorrebbe dire che Dany vuole "distruggere la ruota". Finora non è stata molto diversa dagli altri aspiranti re. Poi Dany riceve la notizia via corvo-e-mail e parte malgrado il consiglio di Tyrion. Ma ci torneremo. Oltre la Barriera. La missione suicida e insensata ha inizio. Ho nel complesso apprezzato la parte iniziale con vari dialoghi tra coppie o gruppetti di personaggi. Per quanto sembrino a volte messi lì per far crescere il minutaggio non sono privi di un certo interesse o intrattenimento. Divertente il dialogo tra il Mastino e Tormund su Brienne, bello quello di Jorah e Jon su Lungo Artiglio. Scopriamo poi che si sono portati dietro della carne da macello: Bruti senza nome che hanno l'unico scopo di essere uccisi nel corso della missione. L'attacco dell'orso-zombie è stato emozionante. Poi scoprono, un manipolo di zombie con un Estraneo e li attaccano. Interessante il fatto che gli zombie sembrino "legati" agli Estranei che li generano, ma un forse po' troppo conveniente il fatto che ne resti giusto uno da catturare. Veniamo poi al finale. Sicuramente è stato emozionante è efficace, i nostri eroi al centro del lago circondati da non-morti con gli Estranei e il Re della Notte intorno, l'attacco degli zombie, l'arrivo provvidenziale di Dany e dei Draghi. l'attacco del Re della Notte e la morte di Viserion. Jon salvato da zio Benjen. Tutto molto bello, per certi versi, e allo stesso modo tutto troppo insensato e stereotipato. Si è ironizzato tanto sull'incredibile velocità dei viaggi nella serie ma finora, tutto sommato, si poteva almeno dire "il viaggio è avvenuto fuori dallo schermo, ed è durato alcuni giorni/settimane". Qui però no davvero. Gendry corre fino a Eastwatch (ritrovando la fortezza senza problemi), spedisce un corvo che fa tutto il viaggio fino a roccia del drago. Dany parte e arriva in volo e salva tutti. Il tutto in pochissime ore. Quando solo il viaggio del corvo doveva durare giorni. Va bene la sospensione dell'incredulità ma qui si esagera. E non è che dipenda dai soldi o dal non avere il canovaccio degli scritti di Martin. Qui è proprio il fatto che non si vuole dare importanza a queste cose nella sceneggiatura. EDIT: Quasi dimenticavo le catene che Estranei e Zombie tirano fuori dal nulla. Lunghissime catene perfettamente forgiate che si trovano al di là della Barriera. Anche qui... mah. La scena è visivamente efficace e suppongo che questo ci debba bastare. Per forza. Scena finale sulla nave per Dragonstone: tutto sommato bella. Il rapporto tra Jon e Dany si fa più forte ed in fondo il loro innamoramento è reso abbastanza bene. Peccato per Jon che decide di sottomettere anche il Nord a Dany.
  12. Una puntata nel complesso abbastanza insoddisfacente che sembra governata da un'incredibile fretta di inserire quante più cose possibili (specialmente nella seconda parte) e che così non può dare la giusta importanza ad alcuni incontri che comunque l'avrebbero meritata. Dopo la Battaglia. La fuga impossibile di Jaime e Bronn mi ha fatto più che storcere il naso. Non che mi aspettassi di vedere Jaime tenuto prigioniero, ma resta un po' fuori dalla logica. Dany che brucia i Tarly non mi ha dato tanto fastidio quanto la sua ipocrisia nel presentarsi come una regina buona e liberatrice. So di essere a volte un po' prevenuto verso il personaggio (specialmente nella serie tv, nei libri mi è piuttosto indifferente), ma questo suo presentarsi come una specie di regina della "gente" (qui riprende quell'assurdità sul distruggere la ruota che stento tuttora a capire) è la cosa che sopporto di meno. Finora ho visto solo la conquistatrice: che è un ruolo che va bene, ma non proporti come qualcos'altro. Onore ai Tarly che non si sono piegati. Grande Inverno. Ma quanto è stata odiosa Arya in questa puntata? Sansa sta cercando di governare, in assenza di un re che è partito contro ogni sensata raccomandazione e sta via ormai da un po' e lei le fa la predica perché si è presa la stanza più bella e vorrebbe essere regina? E poi la sua soluzione "taglia loro la testa" è una cosa da Joffrey Baratheon. Per dire. Ed infine si fa infinocchiare da Ditocorto che, poveraccio, si è ridotto da giostrare i Sette Regni ad ingannare delle ragazzine al Nord. Poveraccio. Roccia del Drago/Approdo del Re. Qui inizia la parte più confusa. Bella visivamente (e anche per le sue implicazioni) la scena tra Drogon e Jon. Commovente, ma forse un po' frettoloso, il ritorno di Jorah. Abbastanza assurda l'ambasciata nella capitale (come hanno fatto a mettersi in contatto con Bronn?). L'incontro con Jaime è di nuovo nel complesso affrettato. Intanto la "Madre della follia" non vorrebbe cedere, ma d'altra parte una tregua la potrebbe aiutare. E c'è il fatto che è incinta: anche nella serie è stata inserita la profezia e quindi possiamo supporre che la gravidanza non andrà come lei spera... Mi ha fatto anche piacere rivedere Gendry, ma di nuovo la cosa spunta un po' dal nulla anche se i riferimenti ai Baratheon sono sempre apprezzati da un fedele lealista come me. Intanto Tyrion partorisce un'altra idea geniale (la cosa migliore sarebbe non seguirle). Una spedizione oltre la barriera per recuperare un non-morto da presentare a Cersei per ottenere il suo aiuto. Contro l'intera forza degli Estranei e dei loro zombie. Forte Orientale. La spedizione suicida arriva al Forte e trova Tormund e la Fratellanza (ormai ridotta a tre uomini) e così si formano i magnifici 7. Bello pensare che all'inizio del piano erano in 2. Certamente la prossima puntata sarà di grande impatto, comunque: il piccolo manipolo di coraggiosi che deve affrontare forze soverchianti è sempre un ottimo topos da sfruttare. La Cittadella. Come già sapevamo i vecchi maestri sono lenti a reagire alle notizie di Bran. E d'altra parte non hanno nemmeno tutti i torti, per quanto ne sanno. Sam però si arrabbia e decide di lasciare la Cittadella. Visto che ormai è abituato al furto ruba qualche prezioso manoscritto (debitamente incustodito) e parte verso Nord in calesse. Ci arriverà il prossimo anno. Intanto Gilly fa - senza saperlo - una scoperta sorprendente. Personalmente trovo la cosa dell'annotazione un po' ridicola. Non penso possa essere considerato un documento valido e non riesco a capire come mai questo Septon l'abbia segnata senza prendere precauzioni. Per ora non ha avuto comunque alcuna attenzione. Probabilmente dovremo aspettare la prossima stagione.
  13. Ciao a tutti e grazie per avermi accolto nel forum! Sono parte del mondo delle Cronache da quando ho iniziato a sentire parlare della serie (era all'epoca della seconda stagione). Ho iniziato ad accostarmi dapprima ai libri e più o meno contemporanemente alla serie televisiva (perché preferisco iniziare sempre dai libri). Anche se la serie tv mi fa per lo più arrabbiare continuo a seguirla. Ma il lettorerompicoglioni che è in me mastica sangue amaro da un po'. Buona giornata a voi Stannis Waters
×
×
  • Create New...