leo

Utente
  • Content count

    14
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

13 Neutral

About leo

  1. Ciao appassionati, che ne pensate? Secondo voi, quando la storia sarà finita, cosa resterà di tutte le creature e pratiche magiche che abbiamo visto nella saga? Ho in mente Estranei, meta-lupi, ombre assassine, draghi... Per sconfiggere il Nemico sarà necessario sacrificare l'intera magia, anche quella buona, o andrà diversamente? Fatemi sapere le vostre idee sul punto!
  2. Ottava Stagione

    Anch'io purtroppo lo vedo probabile. Spero vivamente di sbagliarmi, restano solo lui e Nymeria...
  3. ADWD - Gioco: gli indovinelli di Macchia

    Io avevo colto quello sulla nave e l'altro sull'ombra! Quanto al mio indovinello, eccolo, ma premetto che non sono bravo. "Vuole l'amore che trionfa e sboccia, per ora non è che una roccia. Prima degli altri ne divenne una, quando la tempesta è andata sulla luna".
  4. Anch'io non ne sono per niente sicuro, lo devo ammettere. Però, immaginiamo... Di sicuro sarebbe uno dei più grossi colpi di scena, probabilmente l'ultimo, di una saga che ce ne ha regalato tanti.
  5. Credo poi tutti sappiamo quanto "l'inizio" di ASOIAF, in particolare l'intero Il gioco del trono, sarà fondamentale per la fine della storia.
  6. Aggiungo un'altra cosa. Perdonatemi, so che già ero stato prolisso a sufficienza. Tutti voi ricorderete il dialogo fra Tyrion e suo padre morente. Ho letto varie teorie secondo le quali la frase di Tywin "Tu non sei mio figlio" potesse significare che Tyrion sia in realtà un Targaryen. Io sinceramente in questa possibilità non ho mai creduto, ciononostante quel dialogo l'ho sempre reputato fondamentale. Ma se, invece, ci concentrassimo semplicemente sull'altra frase, quella fatta da Tyrion, "Sono sempre stato tuo figlio". Questa affermazione sembrava detta in maniera molto ragionata, quasi solenne. Voleva significare che anche Tyrion, come suo padre, fosse scaltro, determinato e così via, oppure qualcosa di più pesante? Ossia che anch'egli, nonostante tutto, era disposto a fare qualsiasi cosa per la sua famiglia? Tutto questo potrebbe poi ricollegarsi all'eventuale futuro tradimento di Tyrion, che in segreto ha complottato con la sorella e i cui rimorsi hanno portato alla celeberrima espressione della 7x7.
  7. Fino a poco fa credevo la questione risolta o, quantomeno, terminata così, che ci piaccia o meno, ed è ancora questa la mia best option. Tuttavia, leggendo tutti i vostri commenti ho pensato anch'io a possibili scenari diversi e mi è venuta in mente una teoria particolare. Premetto che la sto per sparare grossa, addirittura più grossa di quella su Mance che ho visto in questa discussione, e che, in fondo, non ci credo neppure io, però comunque ve la illustro, così magari mi fate sapere cosa ne pensate. Ebbene, secondo tale ipotesi il mandante sarebbe nientepopodimeno che Tyrion Lannister! Non è facile sostenere siffatta tesi, ma ci provo così. "Tyrion le elargì un sorriso ironico, fece un brindisi e mandò giù una sorsata di birra. «Il maestro pensa che Brandon potrebbe sopravvivere.» Myrcella si lasciò sfuggire un gemito di sollievo e Tommen sorrise nervosamente, ma non erano loro che Tyrion stava osservando. Ci fu uno sguardo tra Cersei e Jaime: durò meno di un secondo, ma abbastanza per non sfuggire al Folletto. (...) «Come sempre» ammise Tyrion. «Io spero invece che il bambino viva. Sarebbe molto interessante scoprire se ha qualche cosa da dire.» Il sorriso di suo fratello s'incurvò in una smorfia acida. «Tyrion, mio dolce fratello» e adesso c'era una nota tenebrosa nella sua voce «a volte mi domando da che parte stai.» Tyrion aveva la bocca piena di pane nero e pesce. Mandò giù il tutto con una sorsata di birra scura. «Jaime, diletto fratellino, tu mi ferisci.» Il sogghigno che riservò a Jaime Lannister parve lo snudarsi delle zanne di un meta-lupo. «Dovresti sapere quanto io amo la nostra famiglia.»". Sono passi de Il gioco del trono. Si conosce bene l'intelligenza del Folletto, aveva intuito che i suoi fratelli non erano estranei alla vicenda. Inoltre, non ci sarebbero i problemi spazio temporali già da voi fatti notare relativamente a Baelish. Ancora, la daga, a quanto detto da quest'ultimo (per carità, non che ci sia da fidarsi!), era proprio del Folletto. Mandante? Appena riportato: «Dovresti sapere quanto io amo la nostra famiglia.». Infine, bisogna rilevare che, secondo alcuni, davvero potrebbe esserci nell'ultima stagione un colpo di scena con Tyrion protagonista, personaggio che si è visto un po' troppo poco nella settima stagione per essere invece uno dei cardini della storia, come Martin ci ha lasciato intuire già dal primo libro. E, poi, il suo "sguardo" nella 7x7 è ancora tutto da decifrare. Dunque, appassionati, vi sembra così assurda l'idea? Curiosamente, nel processo al Nido dell'Aquila, tutti noi davamo per scontata l'innocenza di Tyrion, provate a immaginare il contrario...
  8. Ad ogni modo, credo che se il mandante dovesse rivelarsi qualche personaggio già morto (come Joffrey o Baelish) sulla questione non si ritornerà più, avrebbe francamente poco senso. In tal caso, il fatto di indugiare sul pugnale Viceversa, avrebbe logica risollevare l'interesse se pensassimo a qualcun altro, magari Cersei, lei il movente ce lo aveva tutto, che provava a scaricare le sue colpe! Tuttavia, non sembra coerente che abbia pensato di rifornire il sicario di una daga così tanto riconoscibile. E altri soggetti proprio non riesco a vederli come possibili mandanti. Pertanto, a mio avviso non si rifletterà più sulla vicenda e ognuno di noi sarà libero di credere alla versione che preferisce. Sicuramente Bran sa e avrebbe potuto (dovuto) dircelo già da un pezzo!
  9. Io ero convinto la questione si fosse risolta con Joffrey come mandante. Nei romanzi mi pare di ricordare Cersei riferirlo a Jamie. Il figlio lo avrebbe fatto dopo aver sentito Re Robert parlare della morte di Bran come un'atto di pietà o qualcosa del genere. Anche Tyrion ha lanciato qualche frecciatina al nipote proprio su quel pugnale. Effettivamente, tuttavia, è strano che nella settimana stagione si ci sia dilungati ancora così tanto su quella daga in acciaio di Valyria.
  10. @porcelain.ivory.steel Condivido appieno, essendo verso la fine della storia, è normale non ci possano essere più gli stessi interrogativi di prima. Quanto a Jamie/Bran davvero non possiamo fare altro che aspettare, perché la questione è davvero interessante! Sicuramente anche Bran avrà un ruolo fondamentale, che sia un personaggio chiave Martin ce lo ha lasciato capire benissimo nei romanzi. Sulla Battaglia dell'Alba che dire... a supporto di quello che si diceva prima, pare che la spada si chiami anch'essa così per un motivo ben preciso, che dici?
  11. @porcelain.ivory.steel Dici bene, ci vorrà parecchio per l'uscita dell'ultima stagione e avremo tutto il tempo per leggere altre ipotesi affascinanti. In ogni caso la settima stagione, seppur con tutte le sue pecche quanto a sceneggiatura e coerenza spazio-tempo, ha lasciato aperti tantissimi interrogativi (oltre a quelli di cui abbiamo parlato, così, su due piedi, penso allo "sguardo" di Tyrion, alla reazione di Jon quando scoprirà delle sue origini, a come verranno affrontati gli estranei e a chi siederà sul Trono di Spade, per non parlare di tutte le sotto-trame), ponendosi quindi come un ottimo trampolino per quella conclusiva che non vedo l'ora di vedere. Riguardo ai libri, invece, non sono ottimista. In GoT l'inverno è arrivato e sta arrivando anche quello vero qui in Italia, purtroppo solo di quello di Martin non si sa ancora nulla... Peccato, perché le Cronache del ghiaccio e del fuoco, secondo me, davvero avrebbero potuto assurgere a grande caposaldo del fantasy, paragonabile ai miti del genere come Il Signore degli Anelli, che ho adorato nell'infanzia. Ovviamente, la circostanza che il gran finale ci verrà svelato dalla serie tv anziché dall'opera dalla quale è tratta, dovrà essere valutata nel giudizio complessivo, chiaramente a tutto sfavore di Martin. @Stella di Valyria Concordo. La profezia non credo proprio la vedremo realizzarsi nel suo senso letterale.
  12. @Principe Promesso Anch'io in realtà credo che alla fine PP e AA si riveleranno la stessa persona e, in tal caso, la mia scelta va su Jon Snow. Del resto, che lui sia il figlio di Lyanna e Rhaegar è già un fior fior di rivelazione. Probabilmente siamo noi fan a non farcene bastare mai e, come nel mio caso, sperare che con la reincarnazione di AA ci sia l'ennesimo colpo di scena. Se però così fosse (Jon = AA) io, francamente, non vedo il realizzarsi della profezia, almeno non nel suo senso letterale: il Re del Nord non trafiggerà mai il cuore di Daenerys per dar credito a una leggenda e ritrovarsi una spada fiammeggiante, di questo sono abbastanza sicuro. Piuttosto andrebbe contro il Night King a mani nude... @porcelain.ivory.steel Che bella la "questione" delle spade! Anch'io sono sicuro che Alba avrà ancora una parte da recitare nella storia, come hai giustamente osservato è citata troppe volte nei romanzi perché ciò sia un caso. Qui, a mio avviso, potrebbe crearsi una divergenza fra i libri e la serie tv, posto che nella seconda di questa spada si è parlato poco o nulla, non trovi? D'altro canto, pure il fatto che la spada di Jamie sia una delle eredi di Ghiaccio non è certo da sottovalutare. In definitiva, comunque, AA o meno, concordo nel prevedere un gran finale per Jamie Lannister, non ci resta che aspettare per scoprire quale. L'uscita di Winds of Winter, nel frattempo, non sarebbe affatto male!
  13. Ciao a tutti! Spero vivamente di pubblicare nella sezione giusta. Dunque, c'è qualcun altro che pensa che Jamie possa essere la reincarnazione di Azor Ahai? Se davvero per forgiare la "portatrice di luce" bisogna trafiggere il cuore della propria amata, non credete che sia molto più realistico un Jamie che uccide Cersei, anziché Jon che fa la medesima cosa con Dany? Sia perché sono sicuro non vedremo mai Jon uccidere un innocente (in virtù degli insegnamenti del padre ecc.), tantomeno la donna che ama, sia perché l'amore fra i due Lannister è senza dubbio più importante nella storia rispetto a quello J/D di nuovissima costituzione. Peraltro, AA e il Principe che fu promesso non devono necessariamente coincidere nella stessa persona. In tal caso il fatto che Jon sia il Principe Promesso, l'unione del ghiaccio e del fuoco, non osta a che Jamie reincarni AA. Non sono molto sicuro su questo punto, però ricordo, in qualche passo dei romanzi, Maestro Aemon essere più propenso a ritenere le due profezie come distinte, mentre Melisandre convintissima del fatto che i due fossero la stessa persona. E per come Martin ci ha descritto i personaggi, se devo scommettere due soldi mi butto sul vecchio Maestro, persona ragionevole e studiosa, a differenza della Sacerdotessa (per carità, molto potente, ma comunque un'esaltata). Infine, pare ci sia un'altra teoria che vede Bran Stark e il Re della Notte come la stessa persona (!!!). Se ciò fosse vero, immaginate nuovamente un Jamie vs. Bran, proprio come era iniziata, ma, questa volta, a ruoli invertiti. Riconosco che il tutto è molto fantasioso, tuttavia a mio avviso i pezzi potrebbero bene incastrarsi. Fatemi sapere cosa ne pensate.