Jump to content

Quattro_Calzini

Utente
  • Content Count

    284
  • Joined

  • Last visited

1 Follower

About Quattro_Calzini

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Recent Profile Visitors

505 profile views
  1. Quattro_Calzini

    TWOW - I piani del ragno-Supposizioni

    Credo sia andata così: Varys e Illiryo vogliono piazzare fAegon sul Trono di Spade. Varys dice di avere un illuminato disegno politico, forse vogliono solo il potere per interposta persona o sono tutti e tre dei Blackfire. Per prima cosa serve un esercito. Come dice Varys, nel mondo del ghiaccio e del fuoco sono i guerrieri che comandano, il resto è un’ombra sul muro. Viene stipulato un patto segreto con La Compagnia Dorata comandata all’epoca da Cuorenero. Per rendere l’invasione più fattibile Illiryo pensa di affiancarli un khalasar. Illiryo tratta con Drogo, li donerà l’ultima signora dei draghi vivente sperando che il khal ricambi. Illiryo contatta Viserys e li racconta di volerlo aiutare, ma in realtà vuole solo la sorella per donarla a Drogo. La sopravvivenza di Dany tra i Dothraki non è importante una volta che avrà partorito un erede per Drogo. È possibile che Illiryo architettaste di sbarazzarsi di Viserys o di convincerlo a sostenere fAegon, più probabile la prima ipotesi. Varys nel frattempo provvede a creare un periodo di instabilità politica nei Sette Regni in vista dell’invasione. Il Ragno approfitta dell’infedeltà della coppia reale con lo scopo di creare una crisi di successione in stile Danza dei Draghi. In questa versione originale del piano non è previsto di far sposare fAegon e Dany in quanto si pansa che la forza dell’esercito di invasione convincerà i Lord a sostenerlo. perché ad un certo punto fa partire l'ordine di Re Robert di assassinare Dany incinta di Khal Drogo? Varys è pur sempre pagato da Robert, deve dimostrare la sua fedeltà al Trono di Spade ogni giorno. È stato un caso che Mormont abbia sabotato il complotto, o era tutto già stabilito da Varys? Mormont comunica con Varys attraverso dei messaggi cifrati che invia ad Illiryo. Era stato avvertito.
  2. Quattro_Calzini

    Boros Blount

    Nella versione pubblicata, ultimo paragrafo, è rimasta una ripetizione: Via via che le voci di un attacco alla città da parte di [[Stannis Baratheon]] diventano più insistenti [[Cersei Lannister|Cersei]] decide di far allontanare dalla capitale il suo secondogenito [[Tommen Baratheon|Tommen]], erede al [[Trono di Spade]], e di farlo scortare scortarlo a [[Rosby]] da [[Gyles Rosby|Lord Gyles]] e da una compagnia di soldati. Ser Boros viene scelto come suo accompagnatore.
  3. Quattro_Calzini

    Strangolatore

    Maestro Cressen dice di non ricordare come gli Asshai chiamano la pianta che sta alla base del veleno. Forse se c’è di mezzo Asshai può esserci qualcosa di soprannaturale ma da come è descritto non sembra. Se può essere utile il nome originale è Strangler
  4. Quattro_Calzini

    L'orso e la fanciulla

    Il titolo origina è The Bear and the Maiden Fair
  5. Quattro_Calzini

    Tommen Baratheon

    {{Personaggio | Nome = Tommen | Cognome = Baratheon | Casata = [[Nobile Casa Baratheon]] | Nascita = [[291]] | Apparizioni = [[A Game of Thrones]] | Attore = [[Callum Wharry]] | Doppiatore = Arturo Valli | Stagioni = [[Prima stagione]] [[Seconda stagione]] | StemmaF = St_Baratheon }} [[Tommen Baratheon]] è ufficialmente il terzogenito di [[Robert Baratheon]] e [[Cersei Lannister]]<ref name="AGOTAA">[[AGOT - Appendici#Appendice A|AGOT - Appendice A]]</ref>, generato in realtà dall'incesto della regina con il fratello [[Jaime Lannister|Jaime]].<ref name="AGOT45">[[AGOT45]]</ref> Nel [[299]] è erede di [[Joffrey Baratheon|Re Joffrey Baratheon]] al [[Trono di Spade]].<ref name="ACOKAAA">[[ACOKAAA]]</ref> __TOC__ == Descrizione fisica == È grassottello con braccia e gambe paffute.<ref name="ACOK02">[[ACOK02]]</ref> porta capelli lunghi color biondo chiaro<ref name="AGOT05">[[AGOT05]]</ref> è alto quanto suo zio [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]].<ref name=" ACOK02"/> == Descrizione psicologica == È di animo dolce e sensibile. <ref name="AGOT09">[[AGOT09]]</ref> è molto affezionato a sua sorella [[Myrcella Baratheon|Myrcella]]<ref name="ACOK41">[[ACOK41]]</ref> e nutre una forte simpatia per suo zio [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e in misura minore per [[Sansa Stark|Lady Sansa]].<ref name=" ACOK02"/> per contro non dimostra nessun affetto per suo fratello [[Joffrey Baratheon|Joffrey]]<ref name="ACOK49">[[ACOK49]]</ref>. Tommen è appassionato di giostre e vorrebbe diventare abile con la lancia da cavaliere lo scriviamo o aspettiamo il banchetto dei corvi. possiede un'armatura argento e cremisi e un elmo da cui spuntano piume rosse, sullo scudo porta il sigillo di [[Joffrey Baratheon|Re Joffrey]]<ref name="ACOK02">[[ACOK02]]</ref> == Resoconto biografico == Nasce nel [[291]] da un incesto tra [[Cersei Lannister|Cersei]] e [[Jaime Lannister]], che però resta nascosto. Viene quindi considerato ufficialmente un principe, figlio legittimo di [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon]].<ref name="AGOT05" /> Cresce ad [[Approdo del Re]], educato insieme alla sorella [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] da una robusta [[Septa|septa]].<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Tommen adotta un cerbiatto ma [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] uccide l’animale per farsi un gilè<ref name="ACOK49">[[ACOK49]]</ref> Nel [[298]], dopo il [[Torneo per il Compleanno del Principe Joffrey]], si mette in viaggio con la famiglia della madre alla volta di [[Castel Granito]], ma ben presto vengono raggiunti da una missiva di [[Pycelle]] che comunica la morte del [[Primo Cavaliere]] [[Jon Arryn]].<ref name="AGOT25">[[AGOT25]]</ref> Quando [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon]] decide di recarsi a [[Grande Inverno]] per proporre a [[Eddard Stark]] il posto di [[Primo Cavaliere]], Tommen lascia [[Approdo del Re]] e si dirige verso il [[Nord]] insieme alla sua famiglia e alla corte reale.<ref name="AGOT02">[[AGOT02]]</ref> Viaggia insieme a [[Cersei Lannister|Cersei]] e [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] dentro un grossa casa su ruote fatta di quercia e acciaio dorato, trainata da quaranta cavalli.<ref name="AGOT04">[[AGOT04]]</ref> Al banchetto organizzato a [[Grande Inverno]] per dare il benvenuto al re, Tommen entra nella sala sfilando insieme ad [[Arya Stark|Arya]]. Gli viene assegnato un posto ai piedi della piattaforma rialzata, insieme ai suoi fratelli e ai figli legittimi di [[Eddard Stark|Lord Eddard]].<ref name="AGOT05" /> Durante la sua permanenza a [[Grande Inverno]], si addestra nel cortile e si batte con [[Brandon Stark (Bran)|Bran]] usando una spada di legno e indossando una pesante imbottitura. Finisce a terra sconfitto e [[Donnis]] e [[Lew (Grande Inverno)|Lew]] lo aiutano a togliersi la protezione. Alcuni giorni dopo la caduta di [[Brandon Stark (Bran)|Bran]], durante la colazione con i suoi famigliari, Tommen chiede a [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] notizie sulle condizioni del ragazzo, augurandosi che sopravviva, e sorride nell'apprendere le previsioni ottimistiche di [[Luwin|Luwin]]. Quando però il [[Tyrion Lannister (Folletto)|Folletto]] inizia a parlare in modo volgare, [[Cersei Lannister|Cersei]] accompagna Tommen e [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] fuori dalla stanza per evitare che continuino ad ascoltarlo.<ref name="AGOT09" /> Riparte poi insieme al resto della carovana reale per fare ritorno ad [[Approdo del Re]], viaggiando di nuovo nella casa su ruote, e rientra alla capitale.<ref name="AGOT15">[[AGOT15]]</ref> Un giorno, mentre è a passeggio per la [[Fortezza Rossa]] insieme a [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] e alla loro septa, si imbatte in [[Arya Stark|Arya]], che tiene tra le mani un gatto nero. Tommen però non riconosce la figlia del [[Primo Cavaliere]] a causa dell'aspetto trasandato di quest'ultima e la definisce uno straccione sudicio e puzzolente. Nel fuggire per non essere riconosciuta, Arya spinge Tommen facendolo cadere a terra e poi lo supera balzandogli sopra.<ref name="AGOT32">[[AGOT32]]</ref> Subito dopo l'annuncio della morte di [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon|Robert]], [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] convoca il [[Concilio Ristretto]] nella [[Fortezza Rossa#Sala del Trono|Sala del Trono]], dove è presente anche Tommen insieme a [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] e [[Cersei Lannister|Cersei]]. I due bambini assistono quindi all'arresto di lord Stark e al massacro delle sue guardie.<ref name="AGOT49">[[AGOT49]]</ref> In occasione del [[Torneo per il Compleanno del Principe Joffrey]] ottiene il permesso dalla madre di confrontarsi con una Quintana. [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] vorrebbe impedirglielo perché stanco del torneo ma Tommen con l’aiuto della sorella [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] lo convincere a far installare il fantoccio. [[Aron Santagar]] li porge una spada da torneo e Tommen monta su un pony. Carica la quintana ma il fantoccio di paglia lo scaraventa fragorosamente a terra. Vorrebbe riprovare, ma in quel momento nel cortile entra [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e Tommen cavalca festosamente verso di lui. <ref name="ACOK02">[[ACOK02]]</ref> Tommen fa parte del corteo reale che scorta la [[Myrcella Baratheon|Principessa Myrcella]] fino al porto quando questa lascia la capitale alla volta di [[Dorne]]. Durante i saluti Tommen piange e [[Myrcella Baratheon|Myrcella]] lo consola. Mentre ritorno al castello scoppia una [[Sommossa del Pane|sommossa]], I cavalieri della [[Guardia Reale]] si stringono intorno a Tommen e alla sua famiglia e si aprono la strada con la forza fino alla [[Fortezza Rossa]].<ref name="ACOK41">[[ACOK41]]</ref> Via via che le voci di un attacco alla città da parte di [[Stannis Baratheon]] diventano più insistenti [[Cersei Lannister|Cersei]] decide di far allontanare dalla capitale [[Tommen Baratheon|Tommen]], erede al [[Trono di Spade]], e di nasconderlo a [[Rosby]] dove [[Gyles Rosby|Lord Gyles]] lo farà passare per un paggio. Durante il tragitto la compagnia comandata da [[Boros Blount|Ser Boros Blount]] viene intercettata dalle [[Guardia Cittadina di Approdo del Re|Cappe Dorate]] di [[Jacelyn Bywater]], su ordine di [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] che vuole il principe sotto la sua protezione. [[Jacelyn Bywater| Jacelyn]] riesce con facilità a prendere [[Tommen Baratheon|Tommen]] sotto la sua custodia e a portarlo lui stesso a [[Rosby]], espellendone la guarnigione.<ref name="ACOK49">[[ACOK49]]</ref> Tommen è felice a [[Rosby]], ha adottato un cerbiatto che alcuni uomini hanno portato al castello dopo una battuta di caccia. A volte chiede della made e spesso scrive delle lettere alla [[Myrcella Baratheon|sorella]] benché non ne porti mai a termine nessuna. Al contrario [[Joffrey Baratheon|Sua grazia]] non gli manca affatto.<ref name="ACOK49"/> == Famiglia e genealogia == <table style="border-collapse:collapse;"> {{Genealogia | Quantità = 7 | Arg1 = E | Arg2 = D | Arg3 = A | Arg4 = H | Arg5 = A | Arg6 = B | Arg7 = C | Arg8 = D | Nome3 = [[Tywin Lannister]] | Nome5 = [[Joanna Lannister]]}} {{Genealogia | Quantità = 12 | Arg1 = E | Arg2 = D | Arg3 = C | Arg4 = K | Arg5 = L | Arg6 = L | Arg7 = N | Arg8 = L | Arg9 = M | Arg10 = B | Arg11 = C | Arg12 = E}} {{Genealogia | Quantità = 9 | Arg1 = C | Arg2 = A | Arg3 = G | Arg4 = A | Arg5 = J | Arg6 = A | Arg7 = B | Arg8 = C | Arg9 = D | Nome2 = [[Robert Baratheon|Robert I Baratheon]] | Nome4 = [[Cersei Lannister]] | Nome6 = [[Jaime Lannister]]}} {{Genealogia | Quantità = 16 | Arg1 = E | Arg2 = B | Arg3 = K | Arg4 = L | Arg5 = L | Arg6 = L | Arg7 = L | Arg8 = P | Arg9 = Q | Arg10 = P | Arg11 = L | Arg12 = L | Arg13 = L | Arg14 = M | Arg15 = C | Arg16 = D}} {{Genealogia | Quantità = 9 | Arg1 = D | Arg2 = C | Arg3 = B | Arg4 = A | Arg5 = C | Arg6 = A | Arg7 = C | Arg8 = A | Arg9 = C | Nome4 = [[Joffrey Baratheon]] | Nome6 = [[Myrcella Baratheon]] | Nome8 = [[Tommen Baratheon]]}} </table> == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:Nobile Casa Baratheon]] [[Categoria:Personaggi]] [[Categoria:Terre della Corona]] [[Categoria:TP]]</noinclude> [[de:Tommen_Baratheon]] [[el:Τόμμεν_Μπαράθηον]] [[en:Tommen_Baratheon]] [[es:Tommen_Baratheon]] [[fa:تامن_براتیون]] [[fr:Tommen_Baratheon]] [[pt:Tommen_Baratheon]] [[ru:Томмен_Баратеон]] [[tr:Tommen_Baratheon]] [[zh:托曼·拜拉席恩]]
  6. Quattro_Calzini

    Nan

    concordo. Nulla da aggiungere
  7. Quattro_Calzini

    TWOIAF/F&B - Danza dei Draghi: il vostro drago preferito

    ...Quella vecchia malefica... Cit Sia lode a Sheepstealer, brutto dragaccio marrone, impavido combattente della battaglia del condotto, esploratore del tridente e infine Dio (di un clan di barbari sciroccati, ma pur sempre Dio).
  8. è disponibile questa analisi sull'argomento Complotto Maestri
  9. Quattro_Calzini

    ADWD - Riferimenti storici/culturali in ASOIAF

    Nel 1251. In seguito al fallimento delle Crociate, un carismatico monaco ungherese Jacob detto Maestro d'Ungheria, disse di aver ricevuto dalla Vergine Maria una lettera in cui si affermava che i pastori sono gli unici in grado di riconquistare Gerusalemme. L'orgoglio della cavalleria e dei nobili, diceva, era dispiaciuto a Dio. Ma perché proprio i pastori? Perché avevano assistito alla nascita di Cristo. Costui raccolse con le sue predicazioni un vasto seguito e marcio su Parigi, dove furono ricevuti da Bianca di Castiglia, allora reggente del figlio, re Luigi IX. La quale in un primo momento li sostenne. Il movimento accusava Nobili e prelati di cupidigia e orgoglio, la Cavalleria di disprezzare i poveri e di trarre profitto dalle crociate. Molti aderenti al movimento erano criminali e quando le città ed i villaggi non vollero più sostentarli, iniziarono a saccheggiare. Papa Innocenzo IV li scomunicò e convinse la regina Bianca ad affrontarli. Si ebbero scontri in tutta la Francia, La rivolta venne repressa ma il movimento si estese anche nel nord Italia. Alto Passo? Septon Luna?
  10. Quattro_Calzini

    Yoren

    nella versione pubblicata è rimasto un commento.
  11. Quattro_Calzini

    Qarth

    {{Città | Nome = Qarth | Regione = [[Desolazione Rossa]] | Governo = [[Superni]] | Etnie = [[Qartheen]] <--- va bene anche se lo lasciamo in inglese? | Organizzazioni = [[Antico Ordine degli Speziali]]<br />[[Fratellanza della Tormalina]]<br />[[Guardia Civica di Qarth]]<br />[[Stregoni di Qarth]]<br />[[Superni]]<br />[[Tredici]]<br />[[ Uomini del Dispiacere]] | Edifici = [[Casa degli Eterni]]<br />[[Sala dei Mille Troni]]<br />[[Tempio della Memoria]] | Mappa = Map_Q | LegendaM = Mappa di ''The Lands of Ice and Fire'' rielaborata by Grazia Borreggine© }} [[Qarth]] è una grande città di [[Essos]], situata nell'estrema porzione sud-orientale della [[Desolazione Rossa]] e affacciata sui [[Pilastri di Giada]].<ref name="TLOIAF">''[[The Lands of Ice and Fire]]''</ref>. __TOC__ == Topografia == Qarth è situata lungo le coste meridionali di [[Essos]], incassata tra la [[Desolazione Rossa]] e le [[Ossa]]. Si affaccia sui [[Pilastri di Giada]], in una posizione strategica tra il [[Mare dell'Estate]] e il [[Mare di Giada]]<ref name="TLOIAF" />. È un grande città, la cui magnificenza è nota in tutto il mondo.<ref name="ACOK12">[[ACOK12]]</ref> La città è difesa da tre spesse cinte di mura, ognuna istoriata con elaborate decorazioni. La cinta esterna, alta trenta piedi, è di arenaria rossa decorata con figure di animali: serpenti acciambellati, rapaci in volo, pesci che nuotano, lupi del deserto rosso, zebre maculate e mostruosi elefanti. La cinta intermedia, alta quaranta piedi, è di granito grigio disseminata di scene di guerra: cozzare di spade, scudi e lance, nugoli di frecce in volo, eroi in battaglia, infanti che vengono macellati e pire di caduti. La cinta più interna, alta cinquanta piedi, è di marmo nero ed è decorata con scene di uomini e donne intenti a darsi reciproco piacere. Le porte esterne sono rivestite di rame, quelle mediane con il ferro, quelle interne sono tempestate d'occhi d'oro massiccio.<ref name="ACOK27">[[ACOK27]]</ref> Il paesaggio urbano è caratterizzato da palazzi di tonalità rosa, violetto e ocra e da torri esili e altissime. In tutte le piazze ci sono fontane con sculture di grifoni, [[Draghi|draghi]] e [[Manticore|manticore]]. Il viale che conduce alle porte esterne verso il [[Desolazione Rossa|deserto]] ha un un'arcata di bronzo configurata come due serpenti che si accoppiano, con scaglie fatte di giada delicata, ossidiana e lapislazzuli. Un altro importante viale presenta delle arcate, dove su colonne di marmo bianco e verde sono scolpiti gli eroi della città in dimensioni triple del normale. I negozi della città sembrano ricchi di ogni prodotto immaginabile e sopra di essi si trovano dei grandi giardini pensili con alberi e fiori rigogliosi. Il grande bazar è ospitato all'interno di un edificio cavernoso dal soffitto a stucchi, su cui sono istoriati migliaia di uccelli multicolori.<ref name="ACOK27" /> La parte più ricca della città è caratterizzata da palazzi di marmo e giardini profumati.<ref name="ACOK63">[[ACOK63]]</ref> Sulle facciate delle case sporgono balconi di legno.<ref name="ACOK27" /> Nella parte più povera della città ci sono modeste case in mattoni, con porte ad arco e muri prive di finestre rivolti verso la strada. Per strada ci sono pochi cammelli, cavalli e palanchini, ma molti bambini, mendicanti e cani macilenti.<ref name="ACOK63" /> Qarth è il crocevia di vie commerciali, tra cui la [[Via della Sabbia]] che la collega a [[Bayasabhad]] e alla [[Città dei Mercanti]]. Altre piste la collegano a [[Lhazar]], a [[Qarkash]] e alla [[Baia degli Schiavisti]]<ref name="TLOIAF" />; queste ultime tuttavia sono poco utilizzate a causa delle difficoltà dell'attraversamento della [[Desolazione Rossa]]<ref name="ACOK12" />. Il porto di Qarth è uno dei più grandi al mondo, si estende per chilometri su un grande golfo a ferro di cavallo. Le navi dei [[Principi Mercanti]] hanno dei moli di pietra riservati nei pressi della parte centrale del porto, mentre nella parte più esterna attraccano le navi provenienti dal [[Westeros|Continente Occidentale]], dalle [[Isole dell'Estate]] e dalle [[Città Libere]]. Il porto della città è un grande mercato a cielo aperto dove le contrattazioni vanno avanti ad ogni ora del giorno e della notte. Le merci tendono a costare meno rispetto al bazar ma la loro provenienza è dubbia. Le strade adiacenti il porto sono piene di osterie, magazzini, bische, bordelli e templi.<ref name="ACOK63" />
  12. Quattro_Calzini

    Le stagioni del mio amore

    Appaiono in capitoli differenti: Nella stanze della regina [[Lancel Lannister]] canta "Le stagioni del mio amore" a [[Cersei Lannister]] con accompagnamento di arpa :{{Citazione | Testo = Ho amato una fanciulla bella come l'estate, con la luce del sole nei capelli}}.<ref name="ACOK25">[[ACOK25]]</ref> Durante i festeggiamenti per la vittoria di [[Edmure Tully (Lord)|Edmure Tully]] a [[Delta delle Acque]], [[Rymund|Rymund della rima]] canta alcune ballate tra le quali "Le stagioni del mio amore :{{Citazione | Testo = Ho amato una fanciulla rossa come l'autunno, con il tramonto nei capelli}}.<ref name="ACOK55">[[ACOK55]]</ref> Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion Lannister]] pensa alla canzone mentre guarda Shae : {{Citazione | Testo = Ho amato una fanciulla bianca come l'inverno, con il chiaro di luna nei capelli}}.<ref name="ACOK44">[[ACOK44]]</ref> 
  13. Quattro_Calzini

    Mandon Moore

    {{Personaggio | Nome = Mandon | Cognome = Moore | Organizzazioni = [[Guardia Reale]] | Titoli = Ser | Casata = [[Nobile Casa Moore]] | Apparizioni = [[A Game of Thrones]] | Stagioni = [[Prima stagione]] [[Seconda stagione]] | StemmaF = St_Moore | StemmaP = St_Guardia_Reale }} [[Mandon Moore|Ser Mandon Moore]] è un cavaliere della [[Guardia Reale]] di [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon]]<ref name="AGOTAA">[[AGOT - Appendici#Appendice A|AGOT - Appendice A]]</ref> e del suo successore [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Joffrey Baratheon]].<ref name="AGOT49">[[AGOT49]]</ref> __TOC__ == Descrizione fisica == Ha occhi verde pallido descritti come piatti e senza vita.<ref name="ACOK03">[[ACOK03]]</ref> indossa una corazza di uno smalto bianco immacolato. <ref name="ACOK59">[[ACOK59]]</ref> che accompagnata alla cappa bianca e al suo atteggiamento lo fanno sembrare un cadavere avvolto in un sudario.<ref name="ACOK03">[[ACOK03]]</ref>. Cavalca un destriero nero come il carbone.<ref name="ACOK59">[[ACOK59]]</ref> == Descrizione psicologica == Ser Mandon è un uomo inespressivo e nulla sembra turbarlo<ref name="ACOK41">[[ACOK41]]</ref> [[Jaime Lannister|Ser Jaime Lannister]] afferma che egli è il cavaliere più pericoloso della [[Guardia Reale]] dopo di lui poiché i suoi occhi morti non danno indizi sulle sue intenzioni.<ref name="ACOK03">[[ACOK03]]</ref> Dimostra di essere un valido combattente <ref name="ACOK61">[[ACOK61]]</ref> ma non ha carisma e non è il tipo d’uomo che dei soldati seguiterebbero in battaglia<ref name="ACOK59 ">[[ACOK59]]</ref> == Resoconto biografico == Nel [[298]], mentre [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon]] si reca in visita a [[Grande Inverno]], Ser Mandon resta ad [[Approdo del Re]] <ref name="AGOT13">[[AGOT13]]</ref> Dopo il ritorno del sovrano nella capitale, partecipa al [[Torneo del Primo Cavaliere]].<ref name="AGOT29">[[AGOT29]]</ref> Dopo la morte di [[Re dei Sette Regni|Re]] [[Robert Baratheon|Robert]], si trova nella [[Fortezza Rossa#La Sala del Trono|Sala del Trono]] quando suo figlio [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] convoca i membri del [[Concilio Ristretto]] per ricevere il loro giuramento di fedeltà, assistendo all'arresto di [[Eddard Stark]] e al massacro dei suoi uomini.<ref name="AGOT49"/>. Tre giorni dopo viene incaricato di montare la guardia alla porta della sala in cui è riunito il [[Concilio Ristretto]], quando [[Boros Blount|Ser Boros Blount]] vi conduce [[Sansa Stark|Sansa]] per farla comparire al cospetto della [[Cersei Lannister|Regina Cersei]] e ai suoi consiglieri. Al termine dell'udienza viene incaricato di scortare la ragazza fino alla sua camera situata nel [[Fortezza Rossa#Fortino di Maegor|Fortino di Maegor]].<ref name="AGOT51">[[AGOT51]]</ref> Durante la prima corte di giustizia del regno di [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] entra nella [[Fortezza Rossa#Sala del Trono|Sala del Trono]] facendo da scorta al giovane sovrano e alla [[Cersei Lannister|Regina Cersei]]. Dopo essersi sistemato ai piedi del [[Trono di Spade]], assiste senza opporsi alla destituzione di [[Barristan Selmy|Ser Barristan Selmy]] dalla [[Guardia Reale]], ridendo insieme agli altri cavalieri della [[Guardia Reale|Guardia]] e al resto della corte quando [[Petyr Baelish]] prende in giro l'anziano cavaliere con una battuta.<ref name="AGOT57">[[AGOT57]]</ref> [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] invia un membro della guardi reale a malmenare [[Sansa Stark]] ogni volta che [[Robb Stark|Re Robb Stark]] ottiene una vittoria militare, tra i quali Ser Mandon.<ref name="ACOK02">[[ACOK02]]</ref> Tempo dopo è di guardia durante una riunione del concilio ristretto. Quando [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion Lannister]] chiede di essere ammesso alla riunione gli impedisce di entrare nonostante l’uomo si latore di una lettere del [[Primo Cavaliere]] [[Tywin Lannister|Lord Tywin Lannister]]. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] allora gli racconta della morte di [[Vardis Egen]] per mano del suo mercenario [[Bronn]], la cosa non sembra impressionare Ser Mandon ma il cavaliera ammette comunque [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] nella sala del consiglio.<ref name="ACOK03">[[ACOK03]]</ref> Viene coinvolto nella [[Sommossa del Pane|sollevazione popolare]] scatenatasi in occasione del passaggio in città della corte reale dopo la partenza per [[Dorne]] della [[Myrcella Baratheon|Principessa Myrcella]]; Ser Mandon cavalca a fianco di [[Sansa Stark|Sansa]] come suo scudo giurato. All’inizio della sommossa trancia il braccio di un popolano la cui mano è riuscita ad afferrare il re. Una volta in salvo dentro la [[Fortezza Rossa]] aiuta [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] a scendere da cavallo perché il ragazzo è troppo scosso per farlo da solo, in seguito lo protegge da [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] quando questi lo prende a calci ritenendolo responsabile della rivolta. Quando [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] lo biasima aver perso [[Sansa Stark|Sansa]] il cavaliere risponde senza scomporsi di aver pensato innanzitutto a proteggere il re. In questa occasione [[Cersei Lannister|Cersei]] difende la condotta del cavaliere.<ref name="ACOK41">[[ACOK41]]</ref> Quando [[Approdo del Re]] viene [[Battaglia delle Acque Nere|cinta d'assedio]] dalle forze di [[Stannis Baratheon]] Ser Mandon fa parte della scorta di [[Joffrey Baratheon|Joffrey]] e [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]]. Quando giunge notizia che gli assedianti sono riscuoti a sbarcare degli uomini a riva Ser Mandon accompagna [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] nel lungo fiume dove incontrano [[Sandor Clegane|il mastino]] e i suoi uomini. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] ordina a [[Sandor Clegane|Sandor]] di uscire dalle mura e respingere i nemici ma questi rifiuta, Ser Mandon dice al guerriero sfregiato che il [[Primo Cavaliere]] del re gli ha dato un ordine ma [[Sandor Clegane|il mastino]] risponde in modo sgarbato. [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] si vede costretto a guidare personalmente la sortita e Ser Mandon cavalca al suo fianco reggendo lo stendardo di [[Joffrey Baratheon|Re Joffrey]].<ref name="ACOK59">[[ACOK59]]</ref> Durante la battaglia lungo i moli Ser Mandon [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] e [[Balon Swann|Ser Balon Swann]] si ritrovano circondati da picchieri [[Nobile Casa Velaryon|Velaryon]], lo scudo del cavaliere è ormai inservibile e il gruppo è costretto a dividersi. Poco dopo Ser Mandon raggiunge [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]], costui è aggrappato ai relitti spinti contro la catena dalla corrente, il cavaliere li tende la mano sinistra fingendo di volerlo salvare, mentre con la destra impugna la spada pronta a colpirlo. Il Folletto ha un’intuizione che gli permette di sfuggire all’agguato, si scosta e la spada lo sfregia in mezzo agli occhi. Ser Mandon ritorna su [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] quado questi riesce a mettersi in salvo, per terminare quello che aveva iniziato. Appoggia la punta della spada contro la sua gola e impugna l'elsa con entrambe le mani, per sgozzarlo. All’Ultimo momento viene colpito da [[Podrick Payne]] che lo fa cadere nel fiume dove è trascinato sul fondo dal peso dell’armatura.<ref name="ACOK61">[[ACOK61]]</ref> [[Tyrion Lannister (Folletto)|Tyrion]] ritiene che Ser Mandon agì su ordine di [[Cersei Lannister|Cersei]]. La cosa lo stupisce in quanto non credeva che il cavaliere fosse al servizio della regina.<ref name="ACOK67">[[ACOK67]]</ref> == Note == <references /> {{Portale|Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:Guardia Reale]] [[Categoria:MP]] [[Categoria:Nobile Casa Moore]] [[Categoria:Personaggi]] [[Categoria:Ser]]</noinclude> [[de:Mandon_Moor]] [[el:Μάντον_Μουρ]] [[en:Mandon_Moore]] [[es:Mandon_Moore]] [[fr:Mandon_Moore]] [[pt:Mandon_Moore]] [[ru:Мендон_Мур]] [[tr:Mandon_Moore]] [[zh:曼登·穆尔]]
  14. Quattro_Calzini

    ADWD - Il valzer delle teorie

    voto per Vecchia Nan = Shiera Stella Marina, troppo forte Alcune teorie bizzarre (ma divertenti) che ricordo: Aegon (figlio di Rhaegar)=Hodor La particolarità di questa teoria è che il SEMICITAZIONE GOT7 dalla principessa Elia quando La Montagna cercava di sfondare la porta della camera. BrandON(E) Stark Secondo questa teoria Bran, grazie ai suoi poteri, è in grado di viaggiare nel tempo. Per questo i membri della famiglia Stark con tale nome, a partire da Brandon il Costruttore, sarebbero la stessa persona. BoltON(E) Secondo questa teoria Roose sarebbe un essere immortale (come mani fredde). Farebbe salassi con le sanguisughe per eliminare il sangue rappreso che altrimenti gonfierebbe i suoi arti e cela al mondo questa sua natura indossando la pelle dei suoi eredi. Ovviamente si ipotizza che sia il leggendario Re della Notte o un suo erede. Tra le altre “prove” si fa notare che una procedura molto simile è effettivamente usata dagli uomini senza volto. Quaithe= Daenerys Secondo questa teoria Daenerys a un certo punto della storia viaggerà nel tempo. Esiste una versione meno estrema, secondo la quale, soltanto Quaithe vista a Meereen sarebbe Daenerys. La ragazze utilizzerebbe delle candele di vetro per avvertire se stessa nel passato. La teoria spiega anche come fa Quaithe ad apparire a Daenerys nonostante quest’ultima non possegga candele di vetro: con la corona regalatale dalla Fratellanza della Tormalina. Varys è una Sirena Divertente teoria. Tra le prove: La sibillina risposta che da a Tyrion quando questi minaccia di buttarlo in mare: rimarresti spiacevolmente sospeso delle conseguenze. Non sorride mai per celare la sua dentatura anomala. Non prova interesse sessuale (la storia dell’eunuco sarebbe una copertura). In alcune versioni è alleato con Ditocorto, in altre con Euron Greyjoy, in altre ancora con gli Estranei. Il suo obbiettivo finale è utilizzare i Draghi per sciogliere la Barriera innalzando così il livello del mare a favore della propria specie. Geniale! Davos Seaworth è portatrice di luce La teoria è un po’ lunga. in questa sede mi limito a dire che le tre ”morti” del personaggio (una delle quali avverrà in TWOW) sarebbero la forgiatura della “spada” Davos. Tyrion Lannister è Azor Ahai La rinascita tra il fumo e il sale c’è, ci sarebbe anche la discendenza Targ per alcuni, ma la parte più simpatica della teoria è Portatrice di Luce: Temprata in acqua (nella Rhoyne o alle Acque Nere), in un leone (Tywin), nella donna amata (Tysha o un'altra donna in futuro). Cosa sarebbe? La sua intelligenza. Daenerys è un resuscitato La teoria afferma che Dany sia in realtà morta (come lord Beric o Melisandre) e che il sacrificio di Rhaego sia il prezzo pagato per la propria vita, non per quella di Drogo (il cui prezzo sarebbe stato il cavallo). Le prove sono deboli e contorte, per esempio si afferma che la ragazza sembra mangiare e dormire poco e si fa notare la somiglianza di Rhaego e i figli di Maegor Il crudele, anche lui un morto-vivo secondo la teoria (resuscitato da Tyanna della torre e Visenya).
  15. Quattro_Calzini

    Spoiler ASOS: Sansa e il Mastino

    Mentre mi documentavo per la Wiki sono ritornato su questa questione e ho deciso di farmi un giretto sul So Spake Martin per vedere se trovavo qualcosa: [Note: This mail has been edited for brevity.] . . . this is an inconsistency with ASoS more than an outright error. In ASoS, Sansa thinks that the Hound kissed her before leaving her room and King's Landing. In ACoK, no kiss is mentioned in the scene, though Sansa did think that he was about to do so. Well, not every inconsistency is a mistake, actually. Some are quite intentional. File this one under "unreliable narrator" and feel free to ponder its meaning. . . https://www.westeros.org/Citadel/SSM/Category/C91/P45 e ancora: [GRRM is asked about Sansa misremembering the name of Joffrey's sword.] The Lion's Paw / Lion's Tooth business, on the other hand, is intentional. A small touch of the unreliable narrator. I was trying to establish that the memories of my viewpoint characters are not infallible. Sansa is simply remembering it wrong. A very minor thing (you are the only one to catch it to date), but it was meant to set the stage for a much more important lapse in memory. You will see, in A STORM OF SWORDS and later volumes, that Sansa remembers the Hound kissing her the night he came to her bedroom... but if you look at the scene, he never does. That will eventually mean something, but just now it's a subtle touch, something most of the readers may not even pick up on. https://www.westeros.org/Citadel/SSM/Category/C91/P90 a però, qui la questione inizia a farsi seria. Se ho capito bene: Non è un errore ma una cosa intenzionale; Sta gettando le basi o sperimentando per un ricordo più importante in futuro; That will eventually mean something... E cosa? Immagino che qualche speculazione ci sia, ne conoscete qualcuna?
×