Quattro_Calzini

Utente
  • Content count

    109
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

57 Neutral

About Quattro_Calzini

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  1. Vento di Cannella

    {{Manufatto | Nome = Vento di Cannella | Tipo = Imbarcazione | Utilizzo = Trasporto }} La ''[[Vento di Cannella]]'' è una nave ad uso commerciale originaria delle [[Isole dell'Estate]]. è capitanata da [[Quhuru Mo]].<ref name=" ACOK27 ">[[ ACOK27]]</ref> __TOC__ == Descrizione == La nave è solo menzionata, cerco info in A Feast for Crows ? == Eventi == Nella seconda metà del [[298]] la [[Vento di Cannella]] salpa dalla [[Città degli Alti Alberi]], fa scalo a [[Vecchia Città]], [[Dorne]], [[Lys]] e in altri porti. In seguito fa rotta verso est. Nella prima metà del [[299]] la nave approda a [[Qarth]] dove i [[Draghi|draghi]] di [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] sono diventati da poco la meraviglia della città. [[Quhuru Mo]] afferma che, da [[Qarth]], la [[Vento di Cannella]] salperà verso est, per compiere la rotta dei mercati attorno al mare di Giada e non tornerà nel [[Mare Stretto]] prima di un anno.<ref name=" ACOK27 "/> == Possessori == [[Quhuru Mo]] ma forse è solo il capitano == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Società}} <noinclude>[[Categoria:A Clash of Kings]] [[Categoria:Navi]] [[Categoria:Isole dell'Estate]] </noinclude>
  2. Casa degli Eterni

    {{Manufatto | Nome = Casa degli Eterni | Tipo = ? | Utilizzo = ? | Creatore = ? | Appartenenza = [[Stregoni di Qarth]] | Localizzazione = [[Qarth]] }} La [[Casa degli Eterni]] è la sede principale degli [[Stregoni di Qarth]] e luogo di residenza degli [[Eterni]], i membri più anziani dell’ordine<ref name=" ACOK27">[[ ACOK27]]</ref>. __TOC__ == Descrizione == La Casa degli Eterni è una antica rovina grigiastra priva di finestre e torri, con pareti dall’intonaco secco e crepato. Le tegole del tetto sono nere, alcune sono cadute, altre spezzate. L’edificio si snoda come un serpente in un boschetto di alberi dalla corteccia nera, dalle cui foglie blu gli stregoni ricavano L’[[Ombra della sera]]. Attorno alla Casa degli Eterni non ci sono altri edifici, alcuni abitanti di Qarth la chiamano Il Palazzo di Polvere. La struttura sembra bere la luce del giorno e sotto gli alberi dalla chioma blu è insolitamente buio. [[Pyat Pree]] afferma che l’ingresso principale conduce all’interno, ma mai nuovamente all’esterno. Per uscire, bisogna prendere un ingresso laterale a forma di un volto con la bocca spalancata. Lo stregone sostiene che non è stata eretta per i comuni mortali, al suo interno si possono apparire visioni di ciò che è stato, di ciò che è, di ciò che sarà e di ciò che non sarà mai. Prima di invitare i visitatori ad entrare gli [[Stregoni di Qarth | stregoni]] forniscono le seguenti indicazioni per muoversi nell’edificio e raggiungere gli [[Eterni]]: Una volta entrati ci si ritroverà in una stanza con quattro porte, quella da cui si è passati più altre tre, si deve imboccare la prima porta a destra e fare lo stesso anche nelle camere successive, se si trova una scalinata si deve salire ma non si deve mai discendere. Altre porte potrebbero aprirsi per il visitatore mostrando visioni meravigliose o terrificanti ma non devono essere mai varcate. Nella sala delle udienze dove gli [[Eterni]] risiedono c'è un lungo tavolo di pietra su cui fluttua un cuore umano, rigonfio, violaceo per la putrescenza, eppure ancora vivo, il cuore riluce sinistramente ad ogni battito. Nel locale per una persona è difficile respirare, parlare e infine anche muoversi.<ref name="ACOK48">[[ACOK48]]</ref> == Eventi == [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]], alla ricerca sempre più disperata di alleati, decide di recarsi nella [[Casa degli Eterni]] nonostante l’opinione contraria di [[Jorah Mormont|Jorah]], [[Xaro Xoan Daxos |Xaro]] [[Jhogo]] e [[Rakharo]]. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] entra sola con [[Drogon]], dopo aver bevuto un calice di [[Ombra della sera|ombra della sera]] che secondo lo [[Stregoni di Qarth|stregone]] [[Pyat Pree]] le permetterà di vedere e udire ciò che gli [[Eterni]] le mostreranno. Varcata la soglia si ritrova in un vestibolo di pietra con quattro porte, una su ogni parete; prendendo sempre la porta a destra, trova altre stanze uguali, ma la quarta stanza è ovale anziché rettangolare, e ha sei porte anziché quattro; da li accede ad un lungo corridoio dal soffitto alto, poco illuminato da una fila di torce, a terra ci sono tappeti che un tempo dovevano aver avuto colori sgargianti, ma ormai sono schizzati di grigio smorto e di verde corroso, con ricami dorati ma sfilacciati. Sul lato sinistro del corridoio trova una lunga serie di porte. Alcune sono chiuse. altre aperte, nelle stanze dietro di esse appaiono le [[Visioni della Casa degli Eterni | visioni]] preannunziatele. L’ultima di queste visioni è una versione giovane e regale degli [[Eterni]]. Costoro la invitano ad avvicinarsi con voce suadente ma [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] sospettosa, nota [[Drogo]], fermatosi sullo stipite di una porta che si trova alla sua destra, e lo segue, ritrovandosi un stanza poco illuminata, dove trova i veri Eterni dall’espetto cadaverico. Costoro le offrono alcune profezie ma cercano di attaccarla, [[Drogo]] brucia i vecchi [[Stregoni di Qarth | stregoni]] e distrugge la stanza, permettendo a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] di fuggire. Durante la fuga, la Casa degli Eterni cambia aspetto: non vi sono più scalinate e porte ma solo un lungo corridoio dalle pareti convesse e con un pavimento simile a sabbie mobili. In seguito all’incendio, esce fumo dalle tegole nere, segno che buona parte del palazzo sta bruciando.<ref name="ACOK48">[[ACOK48]]</ref> == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Società}} <noinclude>[[Categoria: Stregoni di Qarth]] [[Categoria:Qarth]] [[Categoria:Magia]]</noinclude>
  3. Pyat Pree

    == Resoconto biografico == Quando Nel [[299]] entra in contatto con il [[Cavalieri di Sangue|Cavaliere di Sangue]] [[Jhogo]], che giunge a [[Quarth]] e racconta della presenza di ... di una U in questa frase da rimuovere Questo dovrebbe essere L'ultima
  4. Eterni

    Quando Nel [[299]]il [[Cavalieri di Sangue|Cavaliere di Sangue]] [[Jhogo]], che giunge a [[Qarth]] e racconta della presenza di un [[Khalasar|khalasar]] [[Dothraki]] a [[Vaes Tolorro]], guidato dall'ultima discendente dei [[Nobile Casa Targaryen|Targaryen]], e della ricomparsa nel mondo dei [[Draghi|draghi]] , [[Pyat Pree]] uno stregone alleato degli Eterni, si lascia guidare da lui fino a [[Vaes Tolorro]], spinto dall'interesse di vedere di persona i [[Draghi|draghi]].<ref name=" ACOK12" />
  5. Quaithe

    {{ Personaggio | Nome = Quaithe | Soprannomi = Quaithe delle Ombre | Titoli = [[Sacerdoti delle Ombre | Sacerdotessa delle Ombre]] | Apparizioni = [[A Clash of Kings]] | Attore = [[Laura Pradelska]] | Stagioni = [[Seconda stagione]] }} [[Quaithe]], detta "[[Quaithe|Quaithe delle Ombre]]", è una [[Sacerdoti delle Ombre | Sacerdotessa delle Ombre]] di [[Asshai]].<ref name=" ACOKAAE ">[[ ACOKAAE - Appendici#Appendice E|ACOK - Appendice E]]</ref> __TOC__ == Descrizione fisica == Indossa una maschera di legno laccato rosso scuro. L’unica parte visibile del suo volto sono gli occhi, umidi e brillanti.<ref name=" ACOK40">[[ACOK40]]</ref> Quando tocca [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] quest’ultima sente uno strano formicolio.<ref name="ACOK40 "/> == Descrizione psicologica == Parla spesso in modo enigmatico,<ref name="ACOK40 "/> forse profetico .<ref name="ACOK40 "/> Consce la lingua comune .<ref name=" ACOK12">[[ACOK12]]</ref> == Resoconto biografico == Quando nel [[299]] il [[Cavalieri di Sangue|Cavaliere di Sangue]] [[Jhogo]] giunge a [[Qarth]], Quaithe, [[Pyat Pree]] e [[Xaro Xoan Daxos]] si lasciano guidare da lui a [[Vaes Tolorro]], spinti dal desiderio di vedere di persona i [[Drago |Draghi]] di [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]]. Lì giunti, invitano la [[Khaleesi|khaleesi]] a seguirli a [[Qarth]] con i suoi uomini.<ref name=" ACOK12">[[ACOK12]]</ref> Arrivati a [[Qarth]], mentre [[Pyat Pree]] e [[Xaro Xoan Daxos]] offrono promesse di sostegno e alleanza a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]], Quaithe si limita a metterla in guardia, in quanto molti desidereranno impadronirsi dei suoi [[Draghi|draghi]] dopo averli visti, per via del grande potere che questi possono conferire.<ref name=" ACOK27">[[ACOK27]]</ref> Giorni dopo, Quaithe vede per le strade della città [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] e il suo seguito fermi a osservare l’esibizione di un mago del fuoco. [[Jhogo]] commenta che si tratta di un bellissimo trucco ma [[Quaithe]], apparendo all'improvviso al loro cospetto, afferma che è vera [[Magia|magia]]. Spiega quindi che, se fino a poco tempo prima il mago utilizzava l’[[Altofuoco|altofuoco]] per distrarre il pubblico, ora i suoi poteri sono cresciuti grazie all'influenza dei [[Draghi|draghi]]. Subito dopo suggerisce a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] di lasciare [[Qarth]] il prima possibile, altrimenti non le sarà più permesso di farlo. Quando [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] le chiede dove dovrebbe andare la donna mascherata risponde in modo enigmatico, la ragazza intuisce che [[Quaithe]] la sta indirizzando ad [[Asshai]] e quando le chiede cosa vi potrà trovare, la sacerdotessa le risponde che vi troverà la verità. Poi fa un inchino e si allontana tra la folla.<ref name=" ACOK40" /> == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:A Clash of Kings]] [[Categoria:Asshai]] [[Categoria:QP]] [[Categoria:Qarth]] [[Categoria:Personaggi]] Aggiungiamo i Sacerdoti delle Ombre o quale che sia l'organizzazione che useremo</noinclude>
  6. Superni

    Stavolta Qarth è scritto giusto
  7. Xaro Xhoan Daxos

    {{Personaggio | Nome = Xaro | Cognome = Xhoan Daxos | Titoli = [[Principi Mercanti|Principe Mercante]] | Soprannome = Xaro dei [[Tredici]] | Organizzazioni = [[Tredici]] | Apparizioni = [[A Clash of Kings]] | Attore = [[Nonso Anozie]] | Doppiatore = Massimo Bitossi | Stagioni = [[Seconda stagione]] }} [[Xaro Xhoan Daxos]] è un [[Principi Mercanti|Principe Mercante]] di [[Qarth]], membro dei [[Tredici]].<ref name=" ACOK12 ">[[ ACOK12]]</ref> __TOC__ == Descrizione fisica == È calvo e ha un naso prominente, che decora con gioielli. Le sue dita sono lunghe e curate.<ref name=" ACOK40">[[ACOK40]]</ref> Veste abitualmente in modo elegante.<ref name=" ACOK40" /> == Descrizione psicologica == È un uomo languido<ref name=" ACOK40" />, a volte mellifluo<ref name=" ACOK48">[[ACOK48]]</ref>. È molto abile a mercanteggiare, arrivando persino a piangere pur di persuadere l'interlocutore.<ref name=" ACOK40" /> Sebbene si rivolga a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] in modo affettuoso<ref name=" ACOK40" />">[[ ACOK40]]</ref> e le chieda più volte di sposarlo<ref name=" ACOK48" />, Xaro si mostra indifferente alle grazie della ragazza e nella sua dimora si circonda di giovani leggiadri, che obbliga a girare quasi nudi.<ref name=" ACOK40" /> Xaro sa parlare il [[Valyriano|valyriano]] delle [[Città Libere]].<ref name=" ACOK12" /> È determinato ad acquisire la proprietà dei [[Draghi|draghi]] di [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]], arrivando anche all'inganno per raggiungere l'obiettivo.<ref name=" ACOK40" /> == Resoconto biografico == Nel [[299]] [[Xaro Xoan Daxos|Xaro]] è un uomo estremamente ricco, oltre ad uno sfarzoso palazzo e a numerosi oggetti di lusso, possiede ottantatré navi e uno scafo da diporto.<ref name=" ACOK63">[[ACOK63]]</ref> Quando il [[Cavalieri di Sangue|Cavaliere di Sangue]] [[Jhogo]] giunge a [[Qarth]] e racconta della presenza a [[Vaes Tolorro]] di un [[Khalasar|khalasar]] [[Dothraki]] guidato dall'ultima discendente dei [[Nobile Casa Targaryen|Targaryen]], e della ricomparsa nel mondo dei [[Draghi|draghi]], Xaro Xhoan Daxos si lascia guidare da lui fino a [[Vaes Tolorro]], assieme allo [[Stregoni di Qarth|stregone]] [[Pyat Pree]] e alla [[Sacerdoti delle Ombre|Sacerdotessa delle Ombre]] [[Quaithe]], spinto dall'interesse di vedere di persona i [[Draghi|draghi]] di [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]].<ref name=" ACOK12" /> Arrivati a [[Qarth]], Xaro,offre ospitalità a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] per tutta la durata della sua permanenza in città. Mettiamo una voce dedicata alla dimora di Xaro oppure no? Tutti i dettagli a riguardo sarei per metterli in una voce apposita... <-- Se la residenza ha un nome ovviamente sì. In caso contrario secondo me no, e al massimo potremmo dedicarle un paragrafo nella voce di Qarth. Le mette ha disposizione un’intera ala del suo palazzo, grande a sufficienza per ospitare anche suo il [[Khalasar|khalasar]].<ref name="ACOK27">[[ACOK27]]</ref> Nei giorni successivi molte persone vengono a vedere i [[Draghi|draghi]] e Xaro si adopera affinché ognuno di loro, ricco o umile che sia, porti un pegno a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]]. In seguito aiuta la donna a vendere i doni così ricevuti, con lo scopo di ricavarne dell’oro per la sua causa.<ref name="ACOK40" /> [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] e Xaro provano a utilizzare l’oro ottenuto in precedenza per corrompere alcuni [[Superni]], in vista dell’udienza durante la quale [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] intende chiedere ai nobili della città navi e soldati per aiutarla a conquistare il [[Trono di Spade]] Xaro le suggerisce quali membri della nobiltà corrompere e quanto offrire, le consiglia di vestirsi secondo la moda di [[Qarth]] e le dona un collare con incastonata un’ametista fatata che dovrebbe, a suo dire, proteggerla dai tentativi di avvelenamento.<ref name="ACOK40" /> Nulla di tutto ciò porta ai risultati sperati, in quanto nel corso dell'udienza i [[Superni]] negano alla donna il loro appoggio. Xaro biasima i [[Superni]], ma al tempo stesso sconsiglia [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] di pretendere la restituzione dell’oro speso, mettendola in guardia dal rischio di essere assassinata da un [[Uomini del Dispiacere|Uomo del Dispiacere]].<ref name="ACOK40" /> Da quel momento Xaro cerca di dissuadere [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] dal tentare la sua impresa militare, ma lei resta determinata a dirigersi verso i [[Sette Regni]] e gli chiede di prestargli le sue navi per salpare. L'uomo non è entusiasta dell'idea, quindi rifiuta con una serie di scuse e chiede invece a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] di sposarlo. La erudisce sulle tradizioni matrimoniali della città, secondo cui i due coniugi mantengono i propri beni, ma tace dell'usanza secondo cui il giorno delle nozze i due promessi sposi sono tenuti a chiedersi reciprocamente un pegno d'amore senza possibilità di rifiuto. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] non si lascia però distrarre dal suo obiettivo e avanza l'idea di pagare i marinai dei [[Tredici]] per aiutarla, ma Xaro le fa notare che non riuscirà a pagarli più di lui e quindi persuaderli, visto che la gente di [[Qarth]] non ha motivo di combattere per la sua causa. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] ipotizza allora di rivolgersi l'[[Antico Ordine degli Speziali]] o alla [[Fratellanza della Tormalina]], ma Xaro denigra le due organizzazioni e infine la diffida anche dal rivolgersi a [[Pyat Pree]]. Le ribadisce poi il suo amore per lei e le ricorda tutti doni che le ha fatto In che occasione le fa i doni? Nel momento in cui le offre ospitalità? Se si lo scriverei a quel punto della biografia.<ref name="ACOK40" /> Poiché [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]], alla ricerca sempre più disperata di alleati, decide di recarsi nella [[Casa degli Eterni]], Xaro accompagna la ragazza fino al limitare del tetro edificio, facendo un estremo ma inutile tentativo di convincerla ad abbandonare i suoi propositi.<ref name="ACOK48" /> Dopo che [[Drogon]] incendia la [[Casa degli Eterni]] Xaro scopre che [[Pyat Pree]] ha radunato gli [[Stregoni di Qarth|stregoni]] superstiti per lanciare un sortilegio su [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]]. Ne informa la ragazza, ma lei si mostra scettica, ricordando al [[Principi Mercanti|Principe Mercante]] che era stato proprio lui a dirle che gli stregoni mentono sui loro poteri. Xaro afferma che ultimamente sono avvenuti strani eventi che fanno supporre un improvviso ritorno dei poteri magici, rinnova quindi la sua proposta di matrimonio, ma la donna, informata della vera tradizione matrimoniale di [[Qarth], rifiuta. Xaro mette allora da parte le precedenti manifestazioni di cortesia e invita [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] a lasciare la citta.<ref name="ACOK63" /> Poco tempo dopo Xaro affronta [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] in ultimo dialogo notturno, in cui le chiede di andarsene dal suo palazzo. La donna implora una nave sulla quale salpare, e Xaro le offre prima dieci e poi venti delle sue migliori navi in cambio di un [[Draghi|drago]]. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] risponde che un prezzo adeguato per uno degli unici tre [[Draghi|draghi]] viventi sarebbe un terzo delle navi del mondo, provocando così il disappunto di Xaro.<ref name="ACOK63" /> Da quel momento Xaro non si confronta più con [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] personalmente, ma le invia un valletto a recapitarle messaggi sempre più freddi, pretendendo che la donna e il suo [[Khalasar|khalasar]] lascino il palazzo. Le chiede anche la restituzione dei suoi doni, che considera accettati in malafede.<ref name="ACOK63" /> == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:A Clash of Kings]] [[Categoria:Desolazione Rossa]] [[Categoria:Personaggi]] [[Categoria:Tredici]] [[Categoria:XP]]</noinclude>
  8. Mathos Mallarawan

    {{ Personaggio | Nome = Mathos | Cognome = Mallarawan | Organizzazioni = [[Superni]] }} [[Mathos Mallarawan]] è un nobile di [[Qarth]], membro dei [[Superni]].<ref name=" ACOK40">[[ACOK40]]</ref> __TOC__ == Descrizione fisica == Come tutti i [[Superni]], Mathos Mallarawan è di puro sangue [[Qarth|qartheen]] e ha la tipica pelle pallida di tale etnia.<ref name="ACOK40"/> == Descrizione psicologica == Gareggia in opulenza e sfarzo con i suoi pari grado.<ref name="ACOK40"/> Durate l'udienza con [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]], appare talmente inerte e provato da sembrare come immerso nel sonno.<ref name="ACOK40"/> == Resoconto biografico == Nel [[299]] [Mathos riceve una generosa tangente da [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|DaenerysTargaryen]] affinché si pronunci in suo favore durante l’ la sua udienza nella [[Sala dei Mille Troni]]. Tuttavia, durante l’assemblea, Mathos non dice niente.<ref name=" ACOK40">[[ACOK40]]</ref> == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:A Clash of Kings]] [[Categoria:Desolazione Rossa]] [[Categoria:MP]][[Categoria:Personaggi]] [[Categoria:Superni]]</noinclude>
  9. Guardia Civica di Quarth

    {{Organizzazione | Nome = Guardia Civica di Qarth | Sede = [[Qarth]] | Tipologia = Esercito }} La [[Guardia Civica di Qarth]] è un corpo militare responsabile della sicurezza della citta stato di [[Qarth]].<ref name=" ACOK 27">[[ ACOK 27]]</ref> __TOC__ == Descrizione == La Guardia Civica di Qarth è controllata dai [[Superni]]. Assieme alla flotta di galee ornate, ha il compito di difendere la città. Oltre alla funzione di difesa le due forze controllano gli stretti tra i vari mari e le vie commerciali a sud della [[Desolazione Rossa]], cosa fondamentale per la ricchezza di [[Qarth]].<ref name=" ACOK40">[[ ACOK40]]</ref> Include al suo interno truppe composte da guerrieri a in groppa a cammelli. Queste ultime, quando una personalità arriva in città, indossano elaborate armature di bronzo a lamine ed elmi a becco dotate di grandi zanne di rame e di lunghi pennacchi di seta nera. Le gualdrappe dei cammelli sono di cento colori diversi e le selle sono ornate di gemme. <ref name=" ACOK27" />">[[ ACOK27]]</ref> == Storia == Nel [[299]], quando nella città giungono [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] e i suoi [[Draghi|draghi]], truppe cammellate appartenenti alla Guardia Civica di Qarth emergono dalla città e accompagnano la donna come scorta d’onore.<ref name=" ACOK27" />">[[ ACOK27]]</ref> == Membri == {{#dpl: noresultsheader=&nbsp; | namespace= | ordermethod=title | order=ascending | shownamespace=false | mode=inline | inlinetext=&nbsp; &bull; &nbsp; | category= Guardia Civica di Qarth | category=Personaggi}} == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Società}} <noinclude>[[Categoria:Organizzazioni]] [[Categoria:Qarth]]</noinclude>
  10. Guardia Civica di Quarth

    nel titolo ho scritto Qarth con la U nel titolo, e non solo nel titolo purtroppo, e non solo in questa voce. In questi giorni ricontrollo tutte le voci che ho scritto e tolgo le U di troppo. Sette benedizioni a Trova e Sostituisci
  11. Quaithe

    Per Mirri Maz Duur si scrisse così {{Personaggio | Nome = Mirri | Cognome = Maz Duur | Organizzazioni = [[Sacerdoti del Grande Pastore]] | Titoli = [[Maegi]]<br />[[Sacerdoti del Grande Pastore|Sacerdotessa del Grande Pastore]] | Nascita = [[258]] circa | Morte = [[299]] | Apparizioni = [[A Game of Thrones]] | Stagioni = [[Prima stagione]] | Attore = [[Mia Soteriou]] | Doppiatore = Antonella Giannini }} Forse Se si può essere contemporaneamente Maegi e Sacerdotessa del Grande Pastore si potrà anche essere "shadowbinder e Prete Rosso, soprattutto nel caso di Melisandre che da spoiler Serie sembra avere un bel po' di anni.
  12. Guardia Civica di Quarth

    {{Organizzazione | Nome = Guardia Civica di Quarth | Sede = [[Quarth]] | Tipologia = Esercito }} La [[Guardia Civica di Quarth]] è un corpo militare responsabile della sicurezza della citta stato di [[Quarth]].<ref name="AGOT27">[[AGOT27]]</ref> __TOC__ == Descrizione == La Guardia Civica di Quarth è controllata dai [[Superni]]. Assieme alla flotta di galee ornate, ha il compito di difendere la città. Oltre alla funzione di difesa le due forze controllano gli stretti tra i vari mari e le vie commerciali a sud della [[Desolazione Rossa]] cosa fondamentale per la ricchezza di [[Quarth]].<ref name=" ACOK40">[[ ACOK40]]</ref> È formata anche da truppe cammellate, Quando una personalità arriva in città indossano elaborate armature di bronzo a lamine ed elmi a becco dotate di grandi zanne di rame e di lunghi pennacchi di seta nera. Le gualdrappe dei cammelli sono di cento colori diversi e le selle sono ornate di gemme. <ref name=" ACOK27" />">[[ ACOK27]]</ref> == Storia == Nel [[299]] truppe cammellate appartenenti alla guardia civica di Quarth emergono dalla citta e accompagnano [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys Targaryen]] e i suoi [[Draghi|draghi]] come scorta d’onore. Uomini sulle mura percuotono grandi gong per annunciarne la venuta e musici suonano lunghi corni di bronzo che avvolgono i loro corpi simili a strani serpenti . <ref name=" ACOK27" />">[[ ACOK27]]</ref> Tempo dopo I [[Superni]] concedono udienza a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]]. La donna chiede al consiglio di nobili di sostenere la sua causa, fornendole parte della flotta e dei soldati di [[Qarth]] per la sua conquista dei [[Sette Regni]], ma i nobili governanti della città rifiutano.<ref name=" ACOK40">[[ ACOK40]]</ref> == Membri == {{#dpl: noresultsheader=&nbsp; | namespace= | ordermethod=title | order=ascending | shownamespace=false | mode=inline | inlinetext=&nbsp; &bull; &nbsp; | category= Guardia Civica di Quarth | category=Personaggi}} == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Società}} <noinclude>[[Categoria:Organizzazioni]] [[Categoria:Qarth]]</noinclude>
  13. Antico Ordine degli Speziali

    Nel Portale Società, sotto Organizzazioni commerciali, non appare ne la Fratellanza della Tormalina ne l’antico Ordine degli Speziali. Ho sbagliato qualcosa nell’ultima parte del codice?
  14. Eterni

    {{Organizzazione | Nome = Eterni Undying Ones nella versione originale | Tipologia = Ordine culturale }} Gli [[Eterni]] sono i più anziani tra i [[Stregoni di Qarth]] .<ref name="ACOK48">[[ACOK48]]</ref> __TOC__ == Descrizione == Gli Eterni soggiornano nella stanza delle udienze situata in fondo alla [[Casa degli Eterni]]. Nell’ultima visione pervenuta a [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] prima di incontrarli, essi appaiono giovani e regali, riccamente vestiti con cappe di ermellino, velluto scarlatto e tessuto dorato; altri hanno elaborate armature costellate di gemme, altri ancora portano il cappello conico disseminato di astri. Tra di loro vi sono anche delle belle donne. I veri Eterni sono in realtà estremamente vecchi e rugosi, a causa del consumo particolarmente prolungato di [[Ombra della sera|ombra della sera]] la loro carnagione ha una profonda sfumatura violacea. Hanno labbra e unghie sono blu, quasi nere, come anche il bianco degli occhi. Molti non hanno i capelli e tra di loro vi è una vecchia il cui vestito le è marcito addosso. Siedono nella penombra simili a ombre bluastre solo parzialmente visibili, Quando parlano le loro labbra non si muovono e la loro voce è un sussurro sottile. In apparenza non respirano e il loro sguardo è assente. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys ]] si chiede se gli Eterni non siano tali in quanto morti. Nella sala delle udienze dove incontrano i visitatori c'è un lungo tavolo di pietra su cui fluttua un cuore umano, rigonfio, violaceo per la putrescenza, eppure ancora vivo, il cuore riluce sinistramente ad ogni battito. Nel locale per una persona è difficile respirare, parlare e ad un certo punto anche muoversi. [[Drogo]], al contrario, non subisce alcun effetto apparente .<ref name="ACOK48"/> == Storia == Quando Nel [[299]]il [[Cavalieri di Sangue|Cavaliere di Sangue]] [[Jhogo]], che giunge a [[Quarth]] e racconta della presenza di un [[Khalasar|khalasar]] [[Dothraki]] a [[Vaes Tolorro]], guidato dall'ultima discendente dei [[Nobile Casa Targaryen|Targaryen]], e della ricomparsa nel mondo dei [[Draghi|draghi]] , [[Pyat Pree]] uno stregone alleato degli Eterni, si lascia guidare da lui fino a [[Vaes Tolorro]], spinto dall'interesse di vedere di persona i [[Draghi|draghi]].<ref name=" ACOK12" /> [[Pyat Pree]] invita [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] a fare visita agli [[Eterni]], definendolo un privilegio per pochi.<ref name="ACOK27"/> [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] accetta l’invito di [[Pyat Pree]] dopo che i [[Superni]] rifiutano di sostenere la sua causa.<ref name="ACOK40" /> Dopo aver assunto l’[[Ombra della Sera|ombra della sera]] Daenerys entra [[Casa degli Eterni]] dove assiste ad una serie di [[Visioni della Casa degli Eterni |visioni]]. Seguendo il suggerimento di [[Pyat Pree]] imbocca sempre la prima porta a destra e arriva in un localo posto alla fine di una scalinata, dove incontra gli Eterni. Costoro appaiono regali, giovani e riccamente vestiti, affermano di attenderla da moltissimo tempo e di aver inviato la [[Cometa rossa|stella rossa]] per guidarla fino a loro. Con voci suadenti la invitano ad avvicinarsi dicendole che vogliono donarle armi magiche e insegnarle il linguaggio segreto dei draghi. [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]] preferisce seguire [[Drogo]], fermatosi sullo stipite di una porta che si trova alla sua destra, e fugge, ritrovandosi un stanza poco illuminata, dove trova i veri Eterni dall’espetto cadaverico. I vecchi stregoni vengono interpellati dalla donna sul significato delle visioni pervenutele nelle camere del palazzo ma costoro rispondono fornendole una serie di profezie accompagnate da visioni che apriranno nuovi interrogativi: La forma delle ombre… Bevi dalla coppa del ghiaccio, bevi dalla coppa del fuoco affermano gli Eterni, che chiamano Daenerys nata della tempesta e figlia di tre. Ricardandole che il drago ha tre teste. In seguito preannunziano a Daenerys che dovrà accendere tre fuochi: uno per la vita, uno per la morte e uno per l'amore. Dovrá cavalcare tre destrieri: uno per il piacere, uno per il terrore e uno per l'amore. Avvertono Daenerys che dovrá conoscere tre tradimenti: uno per il sangue, uno per l'oro e uno per l'amore. Alla richiesta della ragazza di spiegarle meglio, le mostrano la morte di Viserys, un lord dalla pelle bronzea e i capelli argentei con un vessillo di uno stallone di fuoco, dietro lui una cittá in fiamme. Poi rubini che schizzano dal petto di un principe morente che si accascia nell'acqua, mormorando il nome di una donna. Associato a questo trittico di immagini chiamano Daenerys figlia della morte. mostrano alla giovane un re dagli occhi azzurri che non proietta alcuna ombra e solleva una spada rossa. Poi un vessillo con un drago Lo trasduciamo in un altro modo ? garrisce nel vento davanti a folle giubilanti. Da una torre fumante una bestia di pietra dispiega le ali. Associato a questo trittico di immagini chiamano Daenerys sterminatrice della menzogna. Mostrano a Daenerys la sua cavalla argentea che avanza verso un torrente sotto una prodigiosa volta stellata. Un cadavere sulla prora di una nave, che sorride tristemente dalle labbra grigie. Un un fiore azzurro che nasce da una muraglia di ghiaccio. Associato a questo trittico di immagini chiamano Daenerys sposa del fuoco Ho letto che la versione originale dice sposa della morte, è vera questa cosa ? In seguito appaiono visioni vorticanti che sembrano rendere viva l’aria: Ombre prive di scheletro danzano dentro una tenda. Una bambina corre a piedi nudi verso una grande casa dalla porta rossa. Un drago esce dalla fronte di Mirri Maz Duur avvolta dalle fiamme. Un cavallo argenteo trascina il cadavere ricoperto di piaghe di un uomo. Un leone bianco corre nell'erba più alta di un uomo. Al cospetto della Madre della montagna, una fila di anziane nude esce dal grande lago e s'inginocchia davanti a Daenerys. Diecimila schiavi innalzano mani lorde di sangue, Daenerys galoppa davanti a loro. «Madre!» urlano. «Madre!» e cercano di afferrarla. [[Drogo]] frantuma l’ultima visione rivelando gli Eterni, che nel frattempo, stanno circondando Daenerys. La donna non è più in grado di muoversi. Gli Eterni la afferrano con le loro dita scheletriche e la mordono con l’intento di succhiarne la vita. [[Drogo]] si avventa sul cuore fluttuante e lo incendia con il suo respiro, gli Eterni prendono fuoco immediatamente contorcendosi e urlando. Daenerys fugge dalla stanza, se tocca uno degli [[Stregoni di Qarth | stregoni]] nota che sono come ceneri aggregate a stento.<ref name="ACOK48"/> == Membri == {{#dpl: noresultsheader=&nbsp; | namespace= | ordermethod=title | order=ascending | shownamespace=false | mode=inline | inlinetext=&nbsp; &bull; &nbsp; | category= Stregoni di Qarth| category=Personaggi}} == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Società}} <noinclude>[[Categoria:Organizzazioni]] [[Categoria:Qarth]]</noinclude>
  15. Mathos Mallarawan

    {{ Personaggio | Nome = Mathos | Cognome = Mallarawan | Organizzazioni = [[Superni]] }} [[Mathos Mallarawan]] è un nobile di [[Quarth]] membro dei [[Superni]].<ref name=" ACOK40">[[ACOK40]]</ref> __TOC__ == Descrizione psicologica == Come tutti i [[Superni]], è un autentico uomo di latte (cosa si intende per "autentico uomo di latte"? non saprei Lo dice Dany io mi son fidato, in fondo è lei la sterminatrice di menzogne ). Siede nella sala [[Sala dei Mille Troni]] su un immenso scranno di legno lavorato che sembra voler rivaleggiare con quello dei suoi colleghi per magnificenza, Per contro, Durate l'udienza con [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|Daenerys]], appare talmente inerte e provato da sembrare come immerso nel sonno.<ref name="ACOK40"/> == Resoconto biografico == Nel [[299]] [[Mathos Mallarawan | Mathos]] riceve una generosa tangente da [[Daenerys Targaryen (Nata dalla Tempesta)|DaenerysTargaryen]] affiche si pronunci in suo favore durante l’udienza nella [[Sala dei Mille Troni]]. Tuttavia, durante l’assemblea, Mathos non dice niente.<ref name=" ACOK40">[[ACOK40]]</ref> Grazie all'influenza dei [[Draghi|draghi]] si verificano a [[Quarth]] alcuni eventi inspiegabili, soprattutto dopo la distruzione della [[Casa degli Eterni]]. Si dice che la moglie di Mathos Mallarawan, che una volta aveva deriso la tunica smangiata dalle tarme di uno stregone, sia impazzita e non indossi più vestiti, persino sete appena lavate le danno l'impressione che migliaia d'insetti le camminino sulla pelle.<ref name=" ACOK63">[[ACOK63]]</ref> == Note == <references /> {{Portale | Argomento1 = Personaggi}} <noinclude>[[Categoria:A Clash of Kings]] [[Categoria:MP]] [[Categoria:Qarth]] [[Categoria:Personaggi]] [[Categoria:Superni]]</noinclude>