Jump to content

Figlia dell' estate

Utente
  • Content Count

    1,039
  • Joined

  • Last visited

4 Followers

About Figlia dell' estate

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

775 profile views
  1. Voto Viserion, che nei libri é il mio drago preferito per i colori e per il carattere mansueto; nella serie muore per la plot armor di Drogon ma si rende comunque protagonista di scene memorabili. Voto Robb, perché tra i quattro che rimangono é il personaggio migliore.
  2. Allora... Ygritte, per certi aspetti, mi è piaciuta di più rispetto ai libri, sia perché si nota di più il suo conflitto interiore (una parte di lei vorrebbe uccidere Jon ma una parte di lei lo ama ancora), sia perché si dimostra solidale nei confronti di Gilly nella quarta stagione (mentre nei libri difende strenuamente le usanze peggiori dei bruti e disprezza i "sottomessi"), però anch'io ho trovato molto trash alcuni dialoghi con Jon Snow e nel complesso è un personaggio che non mi ha mai entusiasmato in quanto ricalca lo stereotipo della donna forte e "selvaggia". Walda spicca soprattutto per la fine, ma come personaggio in sé non mi colpisce molto. Rakharo invece è un personaggio che risulta meglio caratterizzato di molti altri Dothraki e i suoi scambi con Jorah sulle differenze tra le due culture sono molto interessanti Tuttavia il mio voto a Robin Arryn perché è un bambino (per lo meno all'inizio della serie) e perché spero che anche nei libri sopravviva fino alla fine alla faccia di tutti quelli che lo vogliono morto (tra cui c'è anche il padre adottivo). Mi è dispiaciuto molto non vederlo nella settima stagione, sarebbe stato interessante vedere una Sansa che manipola il cugino per strappare il controllo della Valle a Petyr.
  3. Bentornati! @Lady DragonSnow: L'idea che i Figli della Foresta fossero alleati degli Estranei mi era venuta dalla visione di Melisandre e dal topic su Bran e la fiaba, dove si notavano alcune analogie tra Bloodraven e l'antagonista delle eroe nelle fiabe. Leggendo meglio però, mi sembra improbabile che i Figli della Foresta vogliano far cadere la Barriera, visto che in tempi antichi rifornivano i Guardiani della Notte di ossidiana. In ogni caso il rapporto tra la Casa Stark e i Figli della Foresta è più ambiguo di quanto sembri. Leggendo TWOIAF possiamo osservare che SPOILER: JON III: In questo capitolo c'è il finto rogo di Mance. Col senno di poi appare evidente lo scambio di persone, ci viene letteralmente urlato in faccia. Stannis appare piuttosto contrariato quando Jon fa scoccare le frecce per uccidere Mance e si nota anche la profonda diffidenza di Jon verso Melisandre e i suoi riti. Sappiamo che una delle ragioni per cui non accetta l'offerta di Stannis risiede nel suo legame con gli dei del nord e gli alberi-diga. Tuttavia è molto accorto a non far scoppiare "guerre di religione" alla Barriera: "Prendersi gioco delle preghiere degli altri, Pyp, è sciocco. E pericoloso." In questo capitolo c'è il primo confronto tra Bowen Marsh e Jon Snow. Il consiglio di Bowen ha una sua logica strategica, in quanto sappiamo che il punto debole della Barriera è proprio il tunnel, tuttavia presenta due problemi. Il primo di natura morale, in quanto vuol dire abbandonare al loro destino tutti i bruti, il secondo di natura pratica in quanto vuol dire la fine delle spedizioni oltre la Barriera, che sono la principale funzione dei ranger. Difatti la Barriera è stata costruita per permettere il passaggio ai Guardiani, sia attraverso il tunnel sia attraverso il Portale delle Tenebre. Alcuni ritengono che l'originaria funzione del Portale era legata a sacrifici umani, simili a quelli compiuti da Craster, personalmente non so. Jon si isola sempre di più dai suoi amici, è una scena che spezza il cuore, soprattutto perché Grenn aveva cercato di mettere fine alla discussione tra Jon e Pyp, dimostrando di essere uno dei più leali Jon, ma lui rifiuta di pranzare con loro e in seguito li spedisce in altri castelli. Mi chiede se sia stato saggio allontanare le persone fidate e tenere al Castello Nero personaggi come Bowen Marsh, anche considerando la fine di ADWD. Inoltre mi chiedo quale sarà la reazione Grenn e Pyp alla morte di Jon: Faranno scoppiare una rivolta? Si sentiranno in colpa per non aver potuto aiutare Jon? E dopo la resurrezione (o il risveglio dal coma) i rapporti si ricuciranno oppure considereranno Jon un mostro? Se nei precedenti capitoli Jon sembrava aver accettato la sua natura di metamorfo, in questo capitolo mostra ancora delle resistenze: Jon sentì in bocca il sapore del sangue caldo e capì che quella notte Spettro aveva ucciso. "No" pensò "io sono un uomo, non un lupo." Divertentissimo il fatto che pensa che il corvo di Lord Mormont sia il suo ultimo amico! Ci viene fornita anche la risposta sul passo indicato da Maestro Aemon: La Portatrice di luce era la sua spada, temprata nel sangue della moglie, secondo quanto dice Votar. Da allora la Portatrice di luce non era mai fredda al tatto, ma calda come era stata Nissa Nissa. In battaglia, la lama bruciava come fuoco. Qualcuno sa se Alba ha caratteristiche simili? Oppure è il segno che non dobbiamo guardare a una spada reale ma a una spada metaforica?
  4. Tywin Lannister senza neanche pensarci! Uno dei villain più interessanti del libro (se non il più interessante), nonché uno dei personaggi più riusciti della serie, grazie anche all'interpretazione di Charles Dance, attore bravissimo (è uno scandalo che non abbia mai ricevuto una nomination agli Emmy) che ha saputo cogliere lo "charme" e l'autorevolezza del personaggio cartaceo. Per l'altro voto sono abbastanza indecisa perché mi piacciono più o meno tutti, per un motivo o per un altro.
  5. Mi dispiace ma io sento l'obbligo morale di NON votare Jon Snow. Personaggio banalizzato sin dalla seconda stagione, quando non solo hanno eliminato alcune scene bellissime con Qhoryn il Monco, ma gli hanno praticamente fatto la figura del fesso quando insegue Ygritte senza un motivo, poi si perde a caso, e invece viene fatto prigioniero assieme agli altri ranger (tra l'altro i dialoghi con Ygritte erano raccapriccianti). Nella terza hanno rovinato il dualismo con Mance Rayder, nella quarta migliora notevolmente, nella quinta precipita non ha nessun tipo di evoluzione (passa il tempo a fare battutte con i suoi sottoposti) e si salva solo grazie ad Hardhome, nella sesta decide di abbandonare i Guardiani usando un cavillo da avvocato (praticamente aveva abbandonato l'umanitá al suo destino), poi viene costretto dalla dirella a salvare il fratello, non ci riesce, diventa re, migliora nella prima parte della settima stagione e precipita nuovamente nelka 7x7. Il resto é storia nota. Piú che di un processo di sbiancamento il Jon Snow é stato vittima di un processo di instupidimento (frutto della concezione di D&D dove i maschi sono sempre ingenui, idealisti e scemi e le donne fredde, manipolatrici e badass), di spersonalizzazzione (in altre parole é scomparso il suo punto di vista), ma soprattutto di approssimazione, evidente non solo dalla scelta dell'attore, ma anche dalla gestione di tutte le trame che coinvolgevano il personaggio (la Barriera, gli Estranei, il rapporto con Daenerys). Praticamente ogni personaggio che incrociava Jon Snow veniva automaticamente trascurato dalla sceneggiatura e la beffa finale arriva proprio dallo script della puntata finale ("stupido spettatore di eventi" é la definizione calzante del Jon Snow di GOT). Questo NON é il personaggio di cui mi sono innamorata. Janos Slynt non mi ha mai detto niente nella serie e Gendry aveva finito il suo percorso nella terza stagione (non ha mai capito le polemiche sulla barca). Voto Beric Dondarrion, di cui mi é piaciuta molto il ritorno nella sesta stagione e il rapporto con Sandor, e Randyll Tarly.
  6. É vivo ed é stato promosso a membro della Guardia Reale (praticamente spinge la carrozzella di Bran).
  7. THEON I: Questo capitolo si intitola Reek. Theon ha raggiunto il suo punto più basso: non ricordavo che fosse costretto a mangiare i topi: "No" pensò "per favore, sacri dei, non adesso, non adesso." Ci aveva messo così tanto a catturare quel topo. "Se lo trovano, me lo portano via e poi lo vanno a riferire, e lord Ramsay mi fa del male." Ormai tra lui e Ramsey si è stabilito un rapporto malsano: Finora aveva perso due dita della sinistra e il mignolo della destra, ma solo l'ultimo dito del piede destro con tre del sinistro. A volte Ramsey scherzava sulla necessità di riequilibrare le perdite . "Il mio lord sta solo scherzando" cercò di convincersi. "Non vuole farmi del male, me l'ha detto, lo fa solo quando gliene do motivo." Il suo lord era misericordioso e gentile. Allo stesso tempo è significativo che lui trovi più difficoltà a ricordare il nome Reek che non la sua vita precedente, segno che il lavaggio del cervello di Ramsey non ha funzionato del tutto. Mi ha anche colpito il disprezzo che gli altri due lord mostrano verso Theon: "Avresti fatto meglio a tagliargli la gola" disse il lord con la cotta di maglia. "Un cane che si rivolta contro il padrone merita solo di essere scuoiato." Vediamo inoltre che, proprio come Aeron, Theon è terrorizzato dal chiavistello. Questo dettaglio avvicina Theon allo zio, e infatti sappiamo che l'Aeron pre-conversione era molto simile al Theon pre-Ramsey. P.S: Se voi volete possiamo prenderci un'altra pausa o diminuire il numero di capitoli settimanali. Per me è uguale.
  8. Voto Margaery Tyrell perché é uno dei personaggi più riusciti della serie, che ha avuto anche una grande uscita di scena.
  9. Voto Leaf per vendicare i Figli della Foresta, che sono stati uccisi troppo presto e che potevano dare molto di piú alla serie, specie dopo la rivelazione della 8x5.
  10. Voto Septa Mordane per il suo sacrificio eroico e per l'ortenda fine che Joffrey le ha fatto fare. Renly é un personaggio che non mi ha mai entusiasmato: sia nei libri che nella serie esce di scena troppo in fretta (praticamente l'unico dei Cinque Re che non fa neanche una battaglia), nella serie poi gli hanno dato quest'aura da progressista di cui non si sentiva minimamente il bisogno, e nel farlo hanno reso Renly un re debole che si lascia manipolare dal manipolatore e astuto Loras. Missandei é un personaggio che manca di un'identitá propria, lo si intuisce anche dai costumi identici a quelli di Daenerys (e sempre piú X-men). Se Verme Grigio ci ha guadagnato dalla sua storia con Missandei (risultando piú umano e meno robotico), lei ci ha perso soltanto, e persino le sue doti da traduttrice e la sua intelligenza perdono di valore, vista la sua etá. Tra l'altro trovo ridicola la sua morte, e ancor piú riducolo il fatto che Daenerys abbia sofferto di piú per lei che per il povero Vyserion. Drogo é trasposto abbastanza bene, ma io non riesco ancora ad accettare lo stupro della prima puntata. Trovo che sia molto più grave rispetto allo stupro di Sansa nella quinta stagione, almeno quello era dovuto a un'esigenza concreta (fondere due storyline), il primo invece é del tutto gratuito, e fa passare il messaggio che se hai il fisico di Jason Momoa allora puoi permetterti tutto. Per esclusione voto Rast
  11. Voto Orell perché è uno dei pochi personaggi che risultano più approfonditi nella serie. Voto Balon perché è stato trasposto bene.
  12. Cersei Lannister è stata resa più umana rispetto alla sua controparte cartacea sin dalla prima stagione, con l'aggiunta del figlio nato da Robert e pianto dalla regina (cosa che contraddice la profezia della quinta stagione e che ha ispirato un sacco di inutili teorie su Gendry). Nelle successive stagioni gli sceneggiatori hanno ripulito Cersei da molte brutte azioni, come l'omicidio dei bastardi di Robert, hanno reso il suo amore per il fratello molto più forte (cosa che ha causato il calo di Jaime, nei libri lui si allontana perché lei lo tratta di me**a), e per renderla meno paranoica hanno reso anche più ambiziosa e spregiudicata Margaery (cosa che non mi è dispiaciuta). Nella sesta stagione Cersei cede al lato oscuro, e ci si immerge completamente fino a fare sorrisetti malefici dopo il crollo della Barriera e a ordinare l'omicidio del fratello-amante (diventando anche più cattiva rispetto alla Cersei dei libri). Ciò che perde in umanità lo acquista però in QI e si trasforma in un genio politico e diplomatico (bastava solo perdere i figli, evidentemente) mentre i suoi avversari diventano un branco di idioti. Senonché nella 8x5 ritorna a essere quella delle prime stagioni, perde il suo quoziente intellettivo e ritrova l'amore per il fratello, ma, a differenza della vecchia Cersei, diventa anche piagnucolosa. Ora, se io posso (con difficoltà) giustificare l'involuzione di Jaime, non riesco proprio a comprendere il percorso di Cersei. Sinceramente dal personaggio preferito di D&D mi aspettavo una fine più degna, più epica, ma forse a loro bastava solo farla sopravvivere fino alla penultima puntata. Lena è brava (anche se per me altri attori sono più bravi), ma non basta. Voto Robert Baratheon e Maestro Cressen. Non mi piacciono, ma attualmente li preferisco a Cersei (che ha scalzato Petyr dal primo posto della mia lista dell'odio).
  13. @Lady DragonSnow: Molto interessanti i video su Dorne che hai consigliato, specie per le differenze etniche-politiche tra le varie casate.
  14. SAMWELL I: Questo capitolo mi è piaciuto molto. Il dialogo con Jon Snow è molto bello, e ci mostra anche l'affetto di Jon Snow verso Bran e Rickon e il rancore che prova verso i Lannister: "Io voglio gettare sui Lannister morte e distruzione, non vergogna" Jon invia Samwell alla Cittadella, Sam rifiuta dicendo che ha paura del sangue, ma la vera ragione è che Randyll non vuole che suo figlio porto una catena (e quando Sam l'aveva proposto, gli ha dato una punizione in stile Tywin). Da un lato quindi i Maestri sono un'élite potentissima, dall'altro molti Lord si oppongono all'idea che i loro figli prendano questa strada. Oltre a Randyll Tarly abbiamo anche Maekar, il padre di Maestro Aemon, e SPOILER FIRE&BLOOD: Divertente anche il fatto che Jon dice che Sam potrà esercitarsi con l'arco anche alla Cittadella. Prevedo grandi amicizie tra Sam e Alleras/Sarella alla Cittadella, prima che SPOILER TWOW: Molto interessante anche il discorso che fa Sam sulle fonti sulla Lunga Notte e sulla loro attendibilità. È un problema che si pone anche per la storia antica, e si è visto come non sempre le fonti tarde vadano scartate a priori, di conseguenza l'eccessivo scetticismo della Cittadella non è un atteggiamento saggio. Nel frattempo la faccenda del Corvo di Lord Mormont si fa ancora più inquietante: Quando Sam entrò, Jon stava leggendo una pergamena. Il corvo appartenuto al lord comandante Mormont era appollaiato sulla sua spalla, e gli occhi di ossidiana scrutavano in basso come se anche lui stesse leggendo Il saluto finale è veramente struggente, ma temo che possa essere un addio definitivo. Bello questo passaggio su Gilly: "Ha più coraggio di quanto non dia a vedere" Interessante anche il brano de Il Compendio di Giava che Maestro Aemon ha evidenziato per Jon Snow. Alla fine Jon lo ha letto? Qualcuno se lo ricorda? JON II: Questo capitolo ricalca molto il precedente e perciò ho deciso di commentarli insieme, tuttavia si nota la differenza di punti di vista. Per esempio la digressione dotta di Sami viene sostituita da questa riflessione di Jon: Parlare di seni, metteva Sam visibilmente a disagio, e all'improvviso iniziò a parlare di storia, e dei giovani lord comandanti vissuti e morti secoli prima. Si capisce anche che Jon pensava di rendere felice Sam mandandolo alla Cittadella. Il loro rapporto è più che mai ambiguo: da un lato Jon si comporta come un suo superiore, con freddezza e distacco, dall'altro si preoccupa per lui e continua a proteggerlo, da un lato mette in pericolo il bambino che lui ha salvato, dall'altro vuole garantire al piccolo di Gilly un'istruzione in onore di Sam. La parte più interessante è l'incontro con Gilly (personaggio sottovalutato), in cui emerge l'affetto che lei prova già per il piccolo Aemon. Significativo è anche questo passaggio su Val: Val ha implorato il re di risparmiarlo. Ha detto che è disposta a sposare un suddito e non gli taglierà la gola, basta che lui può vivere Si nota la differenza con Ygritte, che invece era molto chiusa nel suo disprezzo verso i "sottomessi". Lo scambio dei bambini da un lato ci mostra un Jon più dark e machiavellico, dall'altro ricorda anche ciò che Ned ha fatto con Jon: Aemon Steelsong verrà cresciuto come bastardo e la sua vera identità sarà nascosta (a tal proposito c'è un video su YouTube del Mondo del ghiaccio e del Fuoco sulle analogie tra Jon e il piccolo Aemon). Ciò potrebbe essere utile utile quando Jon scoprirà i suoi natali: inizialmente proverà astio nei suoi confronti, ma allo stesso tempo la sua coscienza gli ricorderà cosa ha fatto. D'altronde in questo capitolo i riferimenti a Ned si sprecano: si inizia con lui che pulisce la spada e si finisce con lui che decapita personalmente Janos Slynt. Per quanto riguarda il bambino di Gilly ho letto una teoria secondo cui verrà bruciato da Melisandre per resuscitare Jon. Spero non sia così, ma il sogno in cui bambini vengono decapitati da Jon potrebbe anche essere profetico: il figlio di Gilly potrebbe morire a causa di Melisandre e il piccolo Aemon a causa di Randyll o SPOILER TWOW Non ci voglio minimamente pensare. Molto commovente la scena tra Jon e Maestro Aemon, non solo per il riferimento a Egg (), ma anche per il gesto di Aemon di sfiorare il viso di Jon Snow: "Egg aveva nel profondo un'innocenza, una delicatezza che noi tutti amavamo" [...] Il vecchio aveva sfiorato il volto di Jon Snow. "Tu hai la metà degli anni che aveva Egg, e il tuo fardello è ancora più crudele, temo. [...] Uccidi il ragazzo che è in te, Jon Snow. L'inverno incombe su di noi. Uccidi il ragazzo che è in te e permetti all'uomo di nascere." Penso che Jon si sentirà distrutto quando saprà della morte di Maestro Aemon, specie quando saprà delle sue origini e vorrà confidarsi con l'unico Targaryen che conosce. Tra l'altro io credo che se Rhaegar aveva già scelto un nome per Jon quello sarà Aemon, per i seguenti motivi: 1) Tradizionalmente Aemon è il nome del secondogenito; 2) Rhaegar era vicino a Maestro Aemon, con cui condivideva la passione per le profezie; 3) Potrebbe essere un'anticipazione SPOILER GOT 8:
×
×
  • Create New...