Jump to content

Figlia dell' estate

Utente
  • Content Count

    1,189
  • Joined

  • Last visited

4 Followers

About Figlia dell' estate

  • Rank
    Confratello

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

1,179 profile views
  1. Ho capito, ma ha servito come scudiero! Poi si sará allenato e sará anche diventato bravo, ma la Guardia Reale mi sembra esagerato.
  2. Theon é l'eroe del senso di colpa (ancor di più ruspetto a Jaime) e che grazie al senso di colpa riesce a sopravvivere. Infatti ricordando a se stesso le proprie colpe toglie a Ramsey il ruolo di Padrone della sua vita e Artefice unico delle sue sofferenze, e mantiene un legame forte con il suo passato e la sua identità. E per me questo vale di piú di molti gesti eclatanti di redenzione (gesti che comunque ci sono, basti pensare al salvataggio di Jeyne Poole). Per quanto riguarda Robert una forma di pentimento arriva alla fine della sua vita (pensiamo a Daenerys). La miglior qualità di Robert è la consapevolezza dei propri limiti, unita a una certa dose di auto-ironia. Qualità del tutto assenti in Cersei, che dalla sua ha maggiori giustificazioni rispetto a Robert (ricordiamo che quest'ultimo la stuprava nei primi tempi e la picchiava), ma che tuttavia é ancora piú vittimista.
  3. Avete letto sicuramente più fantasy di me, io conosco solo pochissime saghe. Per quanto riguatda la fantascienza vorrei segnalarvi Cronache Marziane di Ray Bradbury. Sono una serie di tacconti, alcuni dei quali si concentrano esclusivamente sul tema della migrazione su Marte, altri invece presentano aspetti più marcatamente fantasy, come SPOILER:
  4. Personalmente quando parlo di "letteratura d'evasione" intendo qualunque tipo di letteratura che mi permetta di uscire dai confini dell' "hic et nunc". Anche l'Eneide di Virgilio mi permette di evadere, o una tragedia di Sofocle. É vero che ogni tipo di lettura consente di uscire dai propri panni per entrare in un'altra storia, ma col fantasy o col mito lo avverto ancora di più. La questione del "realismo" è una questione complessa, perchè generalmente a questo termine si danno significati diversi: da un lato c'é il realismo di Verga, dall'altro quello di Euripide (difatti molti manuali definiscono "realistica" la tragedia di Medea). Personalmente cerco di distinguere il realismo dall'introspezione psicologica o dalla crudezza, ma non è sempre facile. Per quanto riguarda "le ambientazioni cupe" a me sembra del tutto naturale che in un mondo immaginario ci siano situazioni tristi o terrificanti, é un modo per esorcizzarle (la stessa catarsi aristotelica si basa sui concetti di "pietà" e "terrore"). D'altra parte le stesse fiabe sono ricche di eventi drammatici, e non parlo solo della Sirenetta di Andersen ma anche di Biancaneve o di Rosaspina. Noi siamo abituati a considerarle "felici" solo per il finale, ignorando tutto ciò che viene prima.
  5. Voto Drogon. Pod mi sta simpatico, ma invece di dargli una morta degna nella 8x3 gli sceneggiatori hanno deciso di lasciarlo in vita e di promuoverlo a Membro della Guardia Reale (tra l'altro non era neanche Cavaliere). Abbasso i raccomandati!!!
  6. L'evasione non serve solo a scappare dal dolore, ma soprattutto dalla propria quotidianitá, dal proprio mondo. In questo senso anche un horror puó essere evasione (anche se a me questo genere non piace). Comunque The Witcher sembra interessante.
  7. {{Personaggio | Nome = Aurane | Cognome = Waters | Soprannome = Il Bastardo di Driftmark }} [[Aurane Waters]] è il Bastardo di Driftmark. _TOC_ == Resoconto biografico == Durante la [[Guerra dei Cinque Re]] si schiera dalla parte di [[Stannis Baratheon]] e combatte per lui nella [[Battaglia delle Acque Nere]]. Sopravvissuto, viene fatto prigioniero e durante il concilio viene condotto al cospetto di [[Re Joffrey]] assieme agli altri prigionieri di guerra. Alcuni di loro possono prestare fedeltà al Re subito, altri devono parlare e la loro vita dipenderà da ciò che diranno.
  8. @***Silk***: In realtà il matrimonio tra Jon Arryn e Lysa è avvenuto in un secondo momento, ed è stato voluto da Lord Tully, lo dice la stessa Lysa in ASOS: "Erano le spade di mio padre che Jon voleva, non me" (in pratica Lord Hoster ha preteso che entrambe le figlie fossero sposate per appoggiare i ribelli). Non sono sicura che Lord Arryn stesse complottando con Rickard, Hoster e Tywin, perché mi ha sempre dato l'impressione di essere una persona "ingenua" (una persona con due dita di cervello avrebbe sospettato di Lysa e Petyr, e avrebbe preso qualche precauzione dopo aver scoperto la verità sui gemelli Lannister). È vero che ha iniziato la Ribellione, ma l'ho fatto per opporsi alle minacce di Aerys. Non so quando Robert si sia trasferito a Nido dell'Aquila, ma ricordo di aver letto che è stato dopo la morte di Steffon.
  9. Bella domanda. Penso che sia fortemente legato a concetti come simbolo, archetipo, allegoria. Essi si possono trovare in qualunque romanzo o testo letterario, ma il fantasy, proprio perché slegato da qualunque situazione storica (anche quando trae spunto dal passato), si presta meglio all'utilizzo di queste categorie. Di conseguenza c'è il piacere di vedere un mondo diverso dal nostro, ma allo stesso tempo simile, speculare. Esattamente come quando si inventa una lingua: essa è diversa da tutte le altre lingue, eppure non costituisce solo un insieme di termini inventati a caso, ma si basa sulle leggi che regolano le lingue storiche (per esempio può essere agglutinante, flessiva, ecc...). Non so se sono riuscita a spiegarmi bene.
  10. Buona lettura Saul. Interessante l'ordine che hai scelto.
  11. La questione Lyanna è particolarmente complessa. Da un lato il fatto che lei avesse un carattere indomito e fiero non esclude che possa essere stata rapita (anzi ci sono alcune teorie secondo cui Rhaegar l'avrebbe segregata nella Torre), dall'altro i sentimenti di Robert verso Rhaegar sembrano animati da vera e propria gelosia. Lui stesso afferma di sognarlo ogni notte, quasi fosse più turbato dal ricordo di Rhaegar che non dalla perdita di Lyanna. È curioso inoltre come Rhaegar si riferisca a Robert come "suo cugino" (erano effettivamente cugini di secondo grado) e non ho mai capito se l'avesse detto con affetto o con sarcasmo. Mi chiedo che tipo di rapporti ci fossero tra i due prima del rapimento di Lyanna, forse non buoni. Giustamente @***Silk*** ricordava l'episodio della morte di Steffon Baratheon, una delle figure più sfuggenti del periodo pre-ribellione.
  12. Pare che quest'anno Game of Thrones sia stato completamente ignorato dai Writers Guild of America Awards. In compenso hanno ricevuto 4 nomination ai Critics Awards (Miglior Serie, Miglio attore non protagonista a Peter Dincklage, Miglior Attrice non protagonista a Gwendoline e Miglior attore protagonista a Kit), 1 nomination ai Golden Globe (Miglio attore protagonista a Kit). Debora Railey è stata nominata per The Bells dagli Art Directors Guild Awards. Ramin Djawadi è stato nominato ai Grammy.
  13. Incredibilmente Kit é stato nominato anche ai Critics Television Awards! Le altre nomination sono: Miglior Serie Drammatica; Miglior attore non protagonista a Peter Dincklage; Miglior attrice non protagonista a Gwendoline;
  14. Voto Alto Passero. Tormund mi piace ed è stato anche reso bene, ma la sua sopravvivenza alla Lunga Notte (e la successiva gelosia di Jaime Lannister ) mi hanno deluso molto.
  15. La settima stagione ha dei punti bassissimi (7x06-7x07), ma almeno la prima parte è bella. Invece l'ottava stagione inizia già male, e su sei puntate si salva solo la seconda, che però si regge esclusivamente sulla tensione per la 8x3. Poi posso essere d'accordo che vista nel suo complesso GOT rimane un'ottima serie, ma sarebbe stato quasi impossibile distruggere quello che è stato fatto prima. Anche perché molti personaggi hanno una loro compiutezza a prescindere dalle ultime none puntate: pensiamo a Tyrion, Jaime, Cersei o anche alla stessa Arya.
×
×
  • Create New...