Jump to content

Queen Dracarys

Utente
  • Content Count

    169
  • Joined

  • Last visited

About Queen Dracarys

  • Rank
    Confratello

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Io non ho mai capito perché nessuno dei personaggi sopravvissuti, soprattutto gli Stark, abbia riflettuto sul fatto che Tyrion sia stato imprigionato da Daenerys per tradimento poichè aveva liberato il fratello per permettergli di salvare Cersei! Tyrion salvando la sorella in pratica ha tradito anche gli Stark! Ha tradito tutte le casate che la odiavano! Capisco che la sorella fosse incinta e il pargolo in grembo innocente, ma come minimo una condanna a morte dopo il parto Cersei la meritava! E invece c'era una barca ad attenderla per fuggire e cominciare una nuova vita! Improvvisamente i Lupi hanno dimenticato che lei era stata una dei mandanti delle nozze rosse! La vendetta è finita con la strage dei Frey, che alla fine erano stati solo gli esecutori materiali di un ordine provenienti dall'alto! In pratica a Tyrion è bastato essere il prigioniero della Mad Queen per essere "graziato"! Daenerys, bruciando Approdo del Re, ha azzerato i crimini altrui. La punzione dell'oblio e del rimediare ai propri errori nuovamente come primo cavaliere, per Tyrion, mi è parsa una cosa raffazzonata.
  2. Concordo al 100% con ciò che hai scritto!
  3. @niphredil concludo con l'ultima cosa che mi è venuta in mente. Nella settima stagione Dany, di ritorno dallo scontro contro i Lannister, parla con Jon e gli chiede quanti uomini ha ucciso per riprendere Grande Inverno (migliaia). Aggiunge poi che lei, come lui, ama il suo popolo ma per aiutarlo ha bisogno di acquisire potere a volte anche con atti crudeli (ma necessari). Io non ci vedo follia, ma consapevolezza delle proprie azioni. È consapevolezza che nel mondo a volte è necessario imporsi con la forza.
  4. @niphredil si ha dovuto maturare un'indole spietata. A tal riguardo mi ricordo pure la scena in cui Viserys l'aggredisce nel Mare Dothraki perché aveva fatto fermare il khalasar per una pausa senza il suo permesso. Un dothraki per difenderla stava strozzando Viserys con la frusta e lei per salvarlo, supplica il guerriero di lasciarlo andare, ma lui non molla la presa. Allora lei guarda Jorah e capisce che con le gentilezze non verrà ascoltata, quindi utilizza un tono autoritario e ottiene la liberazione del fratello. Da lì lei ha cominciato a cambiare atteggiamento. Poi a Meereen si viene fuori l'indole "impulsiva" e spietata, ma a furia di ascoltare gli altri e riaprire le fosse da combattimento cosa ha ottenuto? I figli dell'Arpia stavano facendo fuori ugualmente lei e Drogon ed è dovuta scappare dall'arena. In pratica ci hanno mostrato da un lato lei che ascolta i consigli datigli, ma dall'altro la scelta giusta che ha messo a tacere gli schiavisti e i figli dell'arpia è stata la forza. In quella società a esser troppo buoni ci si rimetteva e basta. E poi a Westeros ci ha rimesso il grosso dell'esercito con i consigli di Tyrion. Non dico che Daenerys non abbia mai commesso errori, ma erano dettati dalla buona fede. Anche Robb ha fatto errori (per citarne uno). Tuttavia lei ha dovuto portare sulle spalle il fardello della fama del padre. Poi alla fine alla pazzia ci è arrivata lo stesso, anche se in modo discutibile.
  5. Io per "calcato troppo la mano" intendo il volerle attribuire la follia pure ai tempi di Essos, follia invisibile perché rivolta verso i malvagi. Ovviamente ad Approdo è follia pura, non ci piove, ma ad Essos no. Ha commesso azioni spietate, ma ricordiamoci che era una donna in una società di uomini e schiavisti per giunta! Una donna che ,non essendo nata uomo, e portando idee rivoluzionarie per quel tipo di società, ha dovuto saper imporsi e farsi rispettare. E l'unico per farlo era la forza. Vi ricordate cosa le disse Jorah, se non erro nelle prime puntate della terza stagione? Le disse che lei avrebbe avuto un khalasar solo dopo aver mostrato di essere la più forte di tutti, non prima. Lei si è dovuta fare strada con la forza e la spietatezza se voleva portare avanti le sue idee. La società l'ha costretta. Lei stessa lo dice a Sansa. Poi ad Approdo è indubbiamente impazzita e il suo metodo di imporsi si è esacerbato. Ecco perché non sono tanto d'accordo con il discorso di Tyrion. Avrebbero dovuto rappresentarla diversamente nelle precedenti stagioni o comunque costruire meglio la sua discesa nel baratro per indurmi a pensarla come lui.
  6. Ecco perché la detesto. Il percorso che ha fatto l'ha indubbiamente segnata, ma l'ha spinta a tradire Jon e la famiglia (per la questione battaglia dei bastardi e poi per Daenerys) per una sua rivalsa/ambizione personale. Non i nemici, ma la famiglia. E poi tutti a criticare Dany (fatta eccezione per la strage di Approdo si intende) dandole della assetata di potere. Per me Sansa rimane la peggiore. Non riesco a vedere in lei la Lady/Regina intelligente e buona.
  7. Io non trovo valida questa giustificazione. Vi ricordo la scena in cui Daenerys rinchiude e incatena Rhaegal e Viserion nei sotterranei di Meereen dopo che la figlia del pastore è stata bruciata da loro. Lì ha dimostrato maturità e in lacrime ha compiuto il sacrificio di rinchiudere i suoi pericolosi figli per salvare innocenti. Una persona crudele, cattiva, se ne sarebbe fregata. Lei no. Secondo me Tyrion ha calcato appositamente troppo la mano sulla questione follia per convincere Jon ad ucciderla. E adesso nel ricordare questa scena dei draghi rinchiusi noto un certo parallelismo tra Dany e Jon. Sacrifici per il bene superiore. Anche se la pazzia e morte di Dany è stata gestita male male male.
  8. Purtroppo Daenerys si è rovinata con l'ultima frase in cui dice che non tocca al popolo decidere visto che solo lei sa cosa è giusto. Lì si vede l'espressione di Jon un po' fremere perché dopo aver provato a farla ragionare (sperava in cuore suo che lei ragionasse), dopo che lei sembrava quasi rinsavire, capisce che è andata. Purtroppo è stato tutto troppo repentino, privo di pathos e ingloriso per entrambi. Questa scena andava costruita meglio come tutta la stagione del resto. E sì sono d'accordo che avrebbe dovuto temporeggiare Jon da innamorato. Aspettare qualche giorno... Ma niente.
  9. @emigio quando alla fossa dei draghi Tyrion gli chiede se intende accettare la corona, il caro Bran risponde con un "Secondo te perché sono venuto qui?" (certo la frase cozza con le altre che dipingono Bran disinteressato al ruolo di re). A me la risposta puzza. Poi nella sesta stagione Bran ha una serie di visioni tra presente e futuro e lo si capisce perché vede l'ombra di un drago volare su Approdo del Re, cosa che avviene nella 8x05. Bran qualcosa la vede, non la racconta giusta. Oltretutto per due stagioni ha detto di non poter essere Lord Stark perché è il Corvo con tre occhi e poi accetta di diventare re?
  10. Si questo è vero. E qui secondo me è anche colpa di Bran... Lui sapeva. Povero Jon pedina. Dopo questa puntata vedo Bran con occhi diversi.
  11. Si ma qua stiamo parlando di uno che dovrebbe andare contro la sua amata perché ha una "fantastica" (non voglio usare il turpiloquio) cugina che pensa solo alla corona del Nord. Tralasciando ciò che Dany ha fatto ad Approdo, già da prima Sansa mostrava astio nei suoi confronti, perfino nelle cripte durante la battaglia per l'Alba (battaglia nella quale Dany si è fatta in 4 per aiutare). Sansa ha sempre voluto la corona del Nord e per questo non è stata felicissima quando i lord hanno proclamato Jon re del Nord. Ed è per questo che durante la battaglia dei bastardi ha tenuto nascosto a Jon l'appoggio della Valle. Voleva lei il merito! Arya nella settima stagione aveva detto bene alla sorella che bramava il potere e che, se fosse morto Jon, il capo sarebbe diventata lei, pur non volendo ammettere il pensiero nella testa. Sansa usa la scusa della famiglia, ma poi non si fida del fratello/cugino per riprendere Winterfell, tradisce il giuramento fattogli rivelando i suoi natali e andando contro i suoi sentimenti pur di danneggiare una rivale. Infine, quando dovrebbe rivelare la verità su di lui, almeno per salvarlo dalla morte o dall'esilio, tace. Anzi non contenta dell'altro fratello re (anche Bran che vede nel futuro ma non evita la strage) che mai le sarebbe andato contro, chiede l'indipendenza. Furba! Sansa non è un personaggio immacolato. Vuole il potere. Ha imparato a giocare alla Ditocorto, anche a discapito del cugino (che non la perdona giustamente al 100%). Ha imparato anche da Cersei per sua stessa ammissione e secondo me non è un caso che la sua corona, vista da dietro, ricordi quella della regina Lannister. Jon si è trovato tra due fuochi, tra due parti della sua famiglia, tra l'amore "fraterno" con cui è cresciuto e l'amore di una compagna (che poi impazzisce). E dalla famiglia è stato tradito e ferito. Daenerys aveva ragione a metterlo in guardia nella 8x04.
  12. Si ma un conto è la distanza, un altro è l'omicidio. Dany vede in Jon un ostacolo per la legittimità al trono, ma non ha mai voluto ucciderlo. Voleva il suo amore. Infatti quando nella 8x05 lui si rifiuta di baciarla perché sua zia, le da la mazzata finale. Se le avesse dimostrato amore forse una speranza di non cadere nel baratro l'avrebbe avuta Dany. Daenerys non avrebbe mai ucciso Jon.
  13. Anche se alla fine lei ancora da innamorata gli chiede di spezzare la ruota insieme. Non sospetta minimamente che lui possa farla fuori. E lo accetta come Aegon Targaryen perché dice: " Quando io ero una bambina che non sapeva contare fino a 20 e tu eri ancora un bastardo". Vede la situazione sua da bastardo al passato e insieme a lui vuole andare nel futuro. Non fa nulla per ucciderlo o difendersi da lui. Tyrion e Arya a dire a Jon che Dany potrebbe ucciderlo, ma non credo che lei lo avrebbe fatto. È stato più un modo per indurlo a fare quella scelta terribile. Una "manipolazione".
  14. Chaos is a ladder. Bran lo ricorda a Ditocorto e mi sa che lo ha messo in pratica.
×
×
  • Create New...