Jump to content

Casey

Utente
  • Content Count

    63
  • Joined

  • Last visited

About Casey

  • Birthday 08/21/1999

Recent Profile Visitors

332 profile views
  1. Per me le tre teste del drago saranno semplicemente i tre cavalcatori di draghi (e tre Azor Ahai) Dany, Jon e Euron. Magari all'inizio della saga la terza testa era Tyrion e poi con il tempo Martin ha cambiato idea, gli indizi su Tyrion sono soprattutto in AGOT e quasi scompaiono quando compare Euron nei libri successivi. Euron poi conosce la leggenda di Asshai e punta a diventare Azor Ahai, forse compierà la sua profezia con il sacrificio di sangue che sta preparando ad Oldtown. Fumo e sale non gli mancheranno di certo. Riguardo a Jon "primo eletto" perché in parte Stark e in part
  2. Riprendo questo thread per condividere quest'interpretazione che aggiunge un paio di elementi nuovi alla discussione, risolvendo a mio avviso buona parte dell’enigma della profezia. Secondo questa teoria Azor Ahai non sarebbe una sola figura salvifica ma tre, simbolicamente il drago a tre teste e campione del fuoco. La leggenda di Azor Ahai è parte del culto di R’hllor e Martin per questa religione ha affermato di essersi ispirato allo zoroastrismo. Non sono per niente esperto ma ho trovato che questa religione monoteista profetizza la fine del mondo come un inverno senza luce, e c
  3. Per me avrebbe avuto la stessa reazione che Ned ha avuto nei confronti di Robert dopo la morte di Rhaenys ed Aegon, ma non lo avrebbe abbandonato per non mettere in una posizione molto scomoda il figlio che fa da scudiero proprio a Stannis. Comunque questa situazione sarebbe stata diversa da quella che probabilmente avverrà quando Shireen verrà bruciata, dato che in questo caso per Davos sarà molto più facile indirizzare sdegno, disprezzo e rabbia verso Melisandre più che verso Stannis.
  4. Hai ragione, ho svarionato e li ho confusi con i gemelli Redwyne Horas e Hobber .
  5. Casey

    ros

    Benvenuta
  6. Sto rileggendo A Game of Thrones, ed esattamente una pagina dopo la conclusione del sogno alla Torre della Gioia c'è questa conversazione tra Ned, Robert e Cersei: Si parla dei morti durante l'agguato di Jaime, ma è quantomeno curiosa la riproposizione immediata dello schema 8 (o 7) morti, di cui uno è sempre un Cassel.
  7. Aspetto gli altri! Non saprei, è più difficile la semina per Dunk se vengono coinvolte nobili casate, e i Redwyne sono molto più potenti dei Tarth. Il figlio minore di Egg, Daereon, avrebbe dovuto sposare Olenna Redwyne prima di rifiutare il matrimonio per la sua omosessualità. Che Dunk sia coinvolto nella vicenda? Mi viene comunque difficile pensare che una casata potente accetti di inserire nella linea dinastica un qualche bastardo del campione del re che ha loro arrecato disonore. Oppure i Redwyne non hanno mai sospettato nulla e la faccenda è più lineare. Non mi sembra però
  8. In questo interminabile topic parlerò dei noti possibili discendenti di “ser” Duncan l’Alto, con una speculazione finale sulle sue possibili origini. Parte 1 – i discendenti Premessa: un indizio quasi sempre molto indicativo è l’espressione “as a castle wall”, che compare solo per personaggi alti, grossi e sempliciotti sulla falsariga di Dunk. Infatti nelle novelle viene più volta usata questa locuzione in riferimento al nostro cavaliere, la cui forma completa usata da ser Arlan di Pennytree è “Dunk the lunk, thick as a castle wall and slow as an auroch”. Brienn
  9. Questo è molto probabile. Personalmente infatti ritengo la magia della weirwood net e quella del fuoco gli unici tipi di magia da considerare nella saga principale (+ la magia del sangue che fa da collante tra le due). La magia dell'aria mi lascia un po' perplesso anche perché non ricordo esempi a riguardo a parte la leggenda di Durran, se mi perdo qualcosa correggetemi pure. Mentre la magia dell'acqua è molto in secondo piano, e per me non ha a che fare con gli uomini di ferro. Non abbiamo prove di questi poteri acquatici legati agli ironborn: i casi infatti sono il mart
  10. Sì, io lo intendo un culto ancora più oscuro di una religione molto oscura già di per sè. Tra l'altro la leggenda del Grey King è molto simile a quella di Durran Godsgrief (ed entrambi hanno grandi legami con gli alberi), non a caso nella religione degli uomini di ferro l'opposto del Drowned God è lo Storm God. Personalmente penso che possa essere la stessa storia con le stesse persone coinvolte, poi diversificata e mitizzata nel tempo in base al contesto culturale. In verità in Bran III AGOT veniamo a conoscenza di un migliaio di sognatori che, al contrario di Bran, non
  11. Per me i poteri di Patchface derivano dalla weirwood net, che è strettamente collegata al culto del Drowned God. Nascondo questa parte che è un po' off topic rispetto all'argomento Patchface ma necessaria per spiegare brevemente il rapporto tra la rete degli alberi diga e il dio abissale. Tornando a Patchface, la sua descrizione rimanda completamente al potere della weirwood net: a) indossa un secchio a cui sono attaccate delle corna, elemento tipico dei greenseers (come ad esempio Garth mano verde) b) le sue macchie sono rosse e verdi, cioè i colori degli occ
  12. A me questa serie importa veramente poco come tutto l'universo televisivo. Corlys lo possono benissimo fare di colore se anche gli Strong saranno di colore, altrimenti mi farò due risate (amare) e pazienza. L'aspettativa più alta che ho per questa serie è che sia coerente e attinente al testo originale, così posso convincere qualche amico a leggere i libri. Non so se chi alla HBO ha optato per questa scelta sa che alle fine della storia i tre principi (che a questo punto è necessario abbiano qualcosa di afro) muoiono tutti e a salire sul trono è il loro fratellastro bianco. C'
  13. È una teoria molto plausibile, l'argomento a supporto più valido è sicuramente l'altrimenti inspiegabile nuova condizione di Daemon Sand. L'esca Andrey Dalt mi ricorda "sono stati i Lannister ad uccidere Jon Arryn" o "la daga era di Tyrion", insomma pieno stile Martin. Ho sempre immaginato che Doran passerà dalla parte di fAegon forzatamente e senza esserne convinto appieno, perché costretto una volta giunta la notizia della morte di Quentyn. Sarà quindi interessante vedere come reagirà Daemon, lui che non ha legami di sangue con i Martell ma solo interessi personali.
  14. Per correre intendo accelerare notevolmente l'avanzamento della storia verso l'epilogo della saga all'interno di The Winds of Winter, non a livello di tempo di scrittura del libro.
  15. Mi spiego meglio: "adesso" si ritrova, dopo due volumi che hanno allargato la storia in maniera esponenziale (pregio o difetto che sia, de gustibus), a dover condensare tutto in due libri. (Anzi, l'espansione senza controllo per me è iniziata già dopo il primo terzo di A Game of Thrones.) E quando un autore prevede che la sua storia sia una saga di tre libri e poi diventa di sette a stare stretti, come diavolo fa a condensare tutto, con qualità, nel sesto e nel settimo libro in questa situazione? Poi aggiungiamoci età, impegni, voglia, orgoglio, la serie TV. Gli rode tantissimo il fatto
×
×
  • Create New...