Jump to content

Taena di Myr

Utente
  • Content Count

    40
  • Joined

  • Last visited

Recent Profile Visitors

462 profile views
  1. Nel colloquio che si svolge tra Eddard Stark e Petyr Baelish al momento della morte di Re Robert, il primo espone al secondo la verità sulla nascita dei tre figli di Cersei e gli chiede un parere su cosa fare. Bene, per prima cosa si nota che Petyr non era affatto meravigliato il che fa pensare che nella Fortezza Rossa fosse una notizia non del tutto sconosciuta. Ma poi, il consiglio che gli dà Petyr è secondo me estremamente intelligente e prudente, ispirato dal "realismo politico" connaturato in costui: e cioè di far finta di niente onde evitare rivoluzioni, sconvolgimenti ecc., e d
  2. perchè? anche se è un'opera incompiuta, ciò non toglie che sia bellissima. La sto rileggendo per la terza volta. Anche la Turandot è un'opera incompiuta di Puccini, eppure piace a tutto il mondo.
  3. Nessuno ha fatto caso (lo vedo cercando col motore di ricerca interno) che Jaime e Cersei sono nati come i gemelli Esaù e Giacobbe? Prima è nata lei, e poi Jaime afferrato al suo piede. Esaù era nato prima dalla madre Rebecca e poi era uscito Giacobbe tenendolo per il tallone. Veramente, George Martin ha attinto a piene mani da qualsiasi fonte di spunti possibile.... solo oggi mi è venuto in mente. Avete notato qualche altra ispirazione bibilca?
  4. lo spero caldamente, davvero. mio marito si è buttato sullo streaming, ma per me il grande schermo è irrinunciabile. o grande schermo o niente.......
  5. io sono sempre stata una cinefila appassionata, ho tenuto blog di cinema, vedevo circa cento film all'anno e a volte di più. Eppure dall' 8 marzo ho smesso di andarci, e non ci sono più andata. Per me il grande schermo è insostituibile e non tengo in conto i film che vedo in televisione o sul computer. Eppure la mia abitudine di tutta la vita mi è caduta via come una foglia secca. Non che negli ultimi anni il cinema fosse stato meraviglioso, trequarti dei film erano roba già vista o con fastidiosi buchi narrativi o semplicemente banali. Tra una cosa e l'altra, ho scoperto che il cine
  6. il mio sogno è Nido d'Aquila: non dimentichiamo che secondo Eddard Stark poteva ospitare cinquecento persone, per cui non era piccolo. Sono donna di mare abituata a panorami marini, per cui credo non mi sazierei mai di vedere quel magnifico panorama montano, la Lancia del Gigante e le Lacrime di Alyssa.
  7. "il colpevole di turno si vanta delle sue malefatte con chi crede diventerà presto una vittima", esattamente come ha fatto Cersei raggiungendo Ned Stark sotto l'albero diga nel Parco degli Dei di King's Landing: gli racconta apertamente la sua relazione con il gemello, le loro vicissitudini, tutto quello che fecero. E' chiaro che dopo queste confidenze Eddard Stark si doveva considerare carne morta.
  8. Può darsi che leggendo i dodici libri mi sia sfuggita qualche allusione o qualche frammento di notizia sul rapimento di Lyanna Stark, un anno dopo il torneo di Harrenhal. Ma secondo voi la ragazza era consenziente? e dove sarebbe avvenuto questo rapimento? capirei se l'avesse fatta portare via subito dopo averle donato la corona di rose blu. Ma come mai nobili cavalieri come Arthur Dayne si resero complici di un fatto che poteva avere - come ebbe - gravi implicazioni politiche? non era una pastorella o una contadinella da trattare come pare e piace. E Rhaegar non era un uom
  9. ma grazie! mi era completamente sfuggita ogni informazione sui sette inferni. Ricordavo la confessione, un utile strumento per ficcare il naso nelle vicende private anche dei grandi signori e manipolarli (penso al Re Sole, p. es.). La natura punitiva di questi inferni non è però spesso nominata.....ricordo il divieto assoluto di uccidere consanguinei e di praticare la schiavitù, ma queste due cose potrebbero andare piuttosto sotto la legge anzichè sotto la religione. Di Paradiso e di compensi nell'Aldilà per una vita buona, non se ne parla.... una funzione soterologica per così dire n
  10. C'è un'altra considerazione su Cersei, fatta da Jaime quando, ritornato ad Approdo del Re senza una mano, scopre che la sorella ha orrore di lui e non accetta la sua mutilazione. E scopre anche come il potere l'abbia esaltata, come sia facile per lei ordinare pene capitali e messe a morte senza formalità anche dei custodi della prigione di Tyrion. Egli, che pensava continuamente ai loro comuni ricordi dell'infanzia e dell'adolescenza - cui era estremamente attaccato - si rende conto che lei non è più quella. "Pensavo di essere il Guerriero, e che Cersei fosse la Fanciulla" rifle
  11. Mance aveva dalla sua il fatto che poteva spacciarsi benissimo per un menestrello. Fin dall'inizio quando si parla di lui, viene detto che "era interessato alla musica dei Bruti", quando ancora era un Fratello della Notte. Penso che in quei luoghi solitari senza televisione, teatri e cinema, fosse un piacere accogliere un menestrello senza guardare tanto per il sottile!
  12. e perchè non avrebbe dovuto berla? Jon, venendo a sapere da Mance che egli era surrettiziamente tra le centinaia di persone ospiti nella Sala Grande di Grande Inverno per il banchetto in onore dei Baratheon appena arrivati, gli dice: allora hai visto dove ero seduto io? non con i miei fratelli accanto al capofamiglia, ma in mezzo ai servitori. E questo convince Mance. Del resto anche Cersei, ad un certo punto, pensa a Jon dicendo a sè stessa che lo aveva notato, passando attraverso la sala al braccio di Eddard Stark, il quale secondo Cersei voleva sottrarre alla sua vista i
  13. Sono due le religioni in Westeros: quella dei Sette e quella degli Alberi Diga. Ho cercato nel motore di ricerca ma vedo che queste religioni non hanno mai ispirato una conversazione. Personalmente le ho trovato molto affascinanti entrambe, la prima più elementare e la seconda più sofisticata. Da entrambe però non si capisce se esortano i fedeli a credere in una vita dopo la morte e ad un sistema di premi e di castighi come nella nostra, il Cristianesimo. Per il resto, la religione dei Sette - bella la pagina in cui Cathelyn Stark va nel tempietto di Grande Inverno prima di par
  14. e allora un geometra come lo chiamerebbe? e un oculista maschio? mah mi sembrano questioni di lana caprina piuttosto mi dà un leggerissimo fastidio che basti la presenza di un solo uomo in un gruppo, poniamo, di cinque sorelle più il fratello, per farli chiamare tutti "i fratelli Pincopallini". Oppure un solo studente tra una decina di compagne per far dire al professore: "ragazzi, state zitti". Un solo elemento maschile basta per mascolinizzare verbalmente un gruppo di femmine... mah!
  15. E la cena tra Tyrion e Cersei? praticamente l'unica volta che cenano insieme? Mangiano cigno ripieno di funghi e castagne, che buono dev'essere! E le varie volte che i personaggi mangiano minestre saporite servite dentro una forma di pane scavata? una sola volta ho trovato un piatto così in un ristorante austriaco. Poi si può mangiare quel pane intriso di sugo....gnamm!!! E le piccole Sansa Stark e Jeyne Poole? ad Approdo del Re trafugano dalla credenza mezza torta di fragole, e se la portano in un angolo appartato per mangiarla facendosi confidenz
×
×
  • Create New...