Jump to content

Arvin Sloane

Utente
  • Content Count

    1,276
  • Joined

  • Last visited

About Arvin Sloane

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 08/02/1986

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Interests
    Appassionato di storia, amante della letteratura di tutti i generi sopratutto fantasy. Appassionato di cinema e in particolar modo ai film di Cate Blanchette, Angelina Joliè, Meryl Steep, Julianne Moore, Jennifer Garner, Morgan Freeman, Gene Hackman, Antony Hpokins e di Monica Bellucci !! Collezzionista di cartoline e tifosissimo dell'INTER. Mi piace molto ascoltare Shania Twain, Anastacia, Madonna, ma apprezzo tutta la musica in generale. Ma cosa fondamentale sono un pazzo mitomane fan di ALIAS e stravedo per un ometto che si chiama Arvin Sloane.

Recent Profile Visitors

228 profile views
  1. Dipende da cosa ricerca lo spettatore a mio avviso
  2. Sono solo parzialmente daccordo con te, ma credo che per compendere a pieno ed apprezzare questo film lo si debba almeno rivedere una seconda volta. Anarchico. E' questo il primo aggettivo che mi viene in mente per definire "Parnassus - L'uomo che voleva ingannare il diavolo", l'ultimo film, non del tutto riuscito, di Terry Gilliam. Da un artista come lui ci si aspetta sempre di più, ma è possibile che il tempo renderà merito a questo film. Il film è un inno al sogno, all'immaginazione, al mondo onirico in cui nulla segue una logica e in cui fantasia e realtà si fondo all'unisono per creare mondi unici e meravigliosi. Un'intuizione geniale, ma, a mio avviso, riuscita a metà. La storia, di per se molto suggestiva, è a tratti avvincente, divertente e incalzante e ad altri, lenta noiosa e scontata. Quasi che il fim presenti due facce. La realtà Noiosa, lenta scontata e prevedibile e l'immaginazione, il sogno, l'onirico, al di la dello specchio anarchico, imprevedibile, suggestivo, magico e avvincente. Non so quanto questo sia casuale o voluto, o se sia frutto del mio pensiero. Un Heath Ledger sottotono, almeno così mi è parso, forse a causa del doppiaggio pessimo, è supportato da un cast eccezionale tra i quali spiccano senza dubbio le presenze di Deep, Law e Farrell. Un film in pure stile Gilliam, più che discreto nel suo complesso , ma che manca di qualcosa. 3,5/5 E poi ho una domanda... E' davvero necessario che un film lasci qualcosa nello spettatore ???
  3. Mamma mia.. Ieri sera Mamma mia !!! E' proprio il caso di dirlo... Partito in punta di piedi, e senza troppe aspettative, questo musical è arrivato a conquistare il mondo intero con il suo brio e la sua leggerezza. Spumeggiante, esilarante e ironico, questo musical non risulta per nulla pesante, lento e noioso; anzi coinvolge lo spettatore e lo rende partecipe senza lasciarlo in alcun modo passivo. Lo straordinario cast femminile, capeggiato da un'impareggiabile Meryl Streep, ci regala delle straordinarie performance non solo canore, che contribuiscono a rendere il tutto ancora fantastico. Non si può dire lo stesso del cast maschile che, seppur non sfigurando, non appare all'altezza di quello femminile. La bellezza delle isole greche, locations del film, e le stupende musiche degli Abba, nonchè l'originalità della storia fanno il resto, trasportandoci e coinvolgendoci, per circa 1 ora e 30, in quello che pare uno stupendo sogno dal quale non vorremmo svegliarci mai. Un plauso speciale va a Meryl Streep che, con la sua ennessima prestazione eccelsa e con la sua magnifica voce, alla soglia dei 60 anni si conferma come la miglior attrice in assoluto e pone un'ipoteca alle nomination agli oscar. Un film bello, intenso e leggero allo stesso tempo... Veramente strepitoso !! Che altro dire ?? E' assolutamente da non perdere... Mamma Mia !!! 4 da vedere
  4. Dunque se dovessi scegliere una donna delle cronache con cui andare a letto sicuramente Cersei, se invece dovessi scegliere un uomo sicuramente sceglierei Renly. Chi avrebbe il fegato di andare con Brynden ??? E con Varys ???
  5. Chicago, di Rob Marschall con Richard Gere, Catrine Zeta Jones, Rene Zellweger, Queen Latifah e tanti altri. Film, questo, destinato ad un posto importante nella storia del musical. Troppo perfetta è la scelta del cast, i costumi, le luci, le coreografie, le musiche e le interpretazioni da non lasciare un segno per gli anni a venire. La continuità tra recitato e cantato, la sovrapposizione tra realtà e sogno, è solo una delle particolarità strordinarie di questa pellicola. Tutte queste caratteristiche fanno di Chicago un film che si continua ad apprezzare in successive visioni. Quasi doverosa la visione in lingua originale, sforzandosi di cogliere le sfumature del parlato. Un applauso va fatto a tutto il cast, veramente magnifico, che ha compiuto un lavoro davvero eccellente facendo di questo film un capoloro in assoluto. E a dirigire tutto magistralmente ci ha pensato Rob Marchall senza tralasciare il minimo dettaglio. Che dire di più ?? Un must !! 4,5 and all that Jazz !!
  6. Ok vado.. Io sono un disonesto, e da un disonesto puoi sempre aspettarti che sia un disonesto, onestamente e dagli onesti che devi guardarti perchè non puoi mai prevedere, quando faranno qualcosa di incredibilmente...stupido!
  7. può essere A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare ???
  8. Vado "La più grande paura della gente non è morire, è parlare in pubblico"
  9. Se non erro, dovrebbe trattarsi dell'avvocato del diavolo
  10. Ok vado "Forse è il caso di rivedere il tuo guardaroba..." "Guarda caso, io ci sto bene così. E dal momento che ho un c**o solo e non due, metterò quello che mi pare."
×
×
  • Create New...