Jump to content

Meera

Utente
  • Content Count

    776
  • Joined

  • Last visited

About Meera

  • Rank
    Confratello
  • Birthday 07/29/1988

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Sesso
    Femmina

Recent Profile Visitors

764 profile views
  1. Sicuramente non ci saranno grandi rivelazioni... Forse potrebbe essere Arya, i titoli dei capitoli di solito si riferiscono ai relativi POV (the wayward bride=asha, the spurned suitor=quentyn, cat of the canals=arya etc etc). In questo caso la domanda che ci facciamo dal 2011 sarebbe quella sull'identità di Izembaro.
  2. Meera

    Todder

    Mi permetto di dire la mia anche se non sto seguendo la wiki. Mmm secondo me no, perché? Io lascerei entrambi come propone Arya e poi nella nota spiegherei che l'edizione italiana usa alternativamente la trascrizione del soprannome originale (Toad) e la sua traduzione letterale (Rospo). La nota quindi non serve per spiegare che Toad vuol dire Rospo (anche se di fatto si può inserire questa informazione in qualche modo, come ho fatto io nella frase sopra ad es.), ma per segnalare un'incoerenza nella versione italiana, e non è che questo implichi che poi bisognerebbe tradurre tutti i s
  3. Allora non perderti le ficcanti argomentazioni dell'autore del topic
  4. "è in condizioni gravi/gravissime/disperate"?
  5. Meera

    serie tv

    Eheh sì, è una pietra miliare degli anni '90, non potevo non guardarlo!
  6. Meera

    serie tv

    Con Lost non sono mai riuscita ad andare oltre la seconda serie, la 3x01 l'avrò iniziata e lasciata a metà minimo tre volte. La mia preferita è senz'altro Twin Peaks, almeno fino a circa metà della seconda stagione, anche perché da lì iniziano ad aprirsi trame minori un po' soap-opera (il finale però mi è piaciuto). Ovviamente sconsigliabile a chi detesta i film di Lynch, rispetto ai quali comunque è molto più digeribile. Le serie sugli/per gli adolescenti di solito mi danno l'orticaria perché sono troppo irrealistiche, piene di personaggi fastidiosi che passano la vita a farsi seghe m
  7. In realtà credo si tratti di una relativa appositiva e quindi andrebbe preceduta dalla virgola. Poi fate come volete eh, non voglio rompere le palle su queste cose. Sulla questione dell'armeria trovo che i miglioramenti proposti da Viserion e da Xaro siano entrambi validi.
  8. Mi sembra di sì, ma il fatto è che non hanno mai mostrato Thorne che arriva ad Approdo
  9. "richiede di rinunciare a vita alla famiglia e alle donne" Al posto di "a vita" metterei qualcosa tipo "per sempre", in questo caso mi sembra più scorrevole se per introdurre due complementi diversi si usano due preposizioni diverse.
  10. E chi pensava fosse il re? No, nessuno, non aveva capito il ruolo di Robert XD @theImp (scusa ma non ho voglia di quotare, non ti offendere :P) In effetti vedendo la puntata (prima di parlarne con la mia amica) anche io avevo pensato che forse certe cose che dovrebbero essere misteri in realtà nella serie sarebbero potute risultare evidenti, in particolare le uova di drago e i figli di Robert. Ah, se aprite un sondaggio sulla più f**a della serie ne voglio uno anche sul più figo XD
  11. Comunque una mia amica che non ha letto i libri ha già sgamato che i principi in realtà non sono figli di Robert U.u In compenso non aveva capito chi era il re. XD
  12. La scena aggiunta per me serve più che altro a far capire allo spettatore cosa sono i Guardiani della Notte e quanto vengono tenuti in considerazione (cioè zero), non vedo altre spiegazioni.
  13. No ma infatti io non sento per niente la mancanza del tipico spiegone, e l'idea di non mi convince per niente. La sfida della trasposizione era proprio quella di gestire l’enorme quantità di dettagli (sull’ambientazione, la trama, la caratterizzazione dei personaggi e le relazioni che intercorrono tra di loro, la backstory) che sono la forza dell’opera di Martin, con gli strumenti e secondo le regole del mezzo cinematografico, evitando appunto gli spiegoni da un lato, e l’eccessiva semplificazione delle vicende e l’appiattimento dei personaggi dall’altro. E ho l'impressione che per quanto
  14. Passata l’euforia della prima visione personalmente ho qualche perplessità. Quello che trovo più interessante nell’opera di Martin è l’analisi psicologica: i personaggi sono reali perché le motivazioni che li spingono sono reali, perché hanno un passato che spesso li ha cambiati. Nella necessità della serie TV di fronte a una mole immensa di informazioni di far capire tutto e subito secondo me gran parte della profondità è andata persa, soprattutto per quanto riguarda il personaggio di Tyrion, che sembra un debosciato e basta, e la notte di nozze tra Dany e Drogo, che diventa praticamente uno
  15. Finalmente una foto in cui si vede bene la faccia del Mastino! La bruciatura è meno orrorifica rispetto ai libri, mi sembra di ricordare parti di osso visibili o cose del genere. D'altra parte forse era un po' esagerato :P
×
×
  • Create New...