Jump to content

Duke Karstark

Utente
  • Content Count

    589
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Duke Karstark

  1. Il fatto che l'abbia sceneggiata Martin non vuol dire che si è potuto prendere ogni libertà: se i produttori hanno tracciato (come è evidente) delle linee narrative indipendenti dai libri lo Zione si sarà dovuto per forza di cosa adeguare ; )
  2. E una ragazzina molto sveglia, ma pur sempre una ragazzina... Tywin che è decisamente scaltro si accorge subito che si tratta di una ragazza, che viene dal nord, probabilmente intuisce anche che ha qualcosa da nascondere ma certamente non può immaginarsi di avere la figlia di Eddard Stark come serva. Sono un nostalgico delle serie tv di una volta, quelle dove anche l'ultima delle comparse aveva studiato dizione e fatto teatro... quindi essendo i due attori in questione (Arya - talento naurale - e Tywin - "vecchia scuola" - appunto) due dei migliori della serie trovo le loro parti estremamente
  3. Bella l'espressione "autonomia narrativa rispetto ai libri", però a mio personalissimo avviso parleri più che altro di rimaneggiamento posticcio per manifesta incapacità di produzione Complessivamente va anche bene così, meglio queste ultime puntate dove almeno dimostrano di avere delle idee (condivisibili o meno) piuttosto che il pieno di porn-soft tappa-buchi dei primi episodi...
  4. Non sono assolutamente d'accordo. Qua non si parla di qualche scena osè ma di una presenza continua, forzata e narrativamente inutile di scene porno-soft che servono solo a stuzzicare la pruriginosità dello spettatore medio più o meno occasionale e che soprattutto tolgono moltissimo spazio alla "sostanza" della storia, allo spessore dei personaggi ed all'intreccio narrativo. Personalmente se non fossi un grande appassionato di Martin dalla 2X02 avrei già smesso. Altro discorso sulle scene di sesso esplicito nei libri: personalmente le ho quasi sempre trovate non gratuite ma funzionali alla n
  5. bene dalla lunga e variegata lista delle pratiche/specialità porno-sex possiamo depennare anche il sado-lesbo. Avanti un'altra Per il resto puntata direi molto buona che segna fortunamente un trend di timido miglioramento della stagione, non credo sia un caso che "meno escono dal seminato" (vedi scena finale di Melisandre) più le cose vengon bene. Buono lo scontro verbale tra i due Baratheon, meno credibile ed assai forzato l'outing di Ditocorto con Cat. Azzeccata la resa visiva di Harrenhal, ai limiti del ridicolo Dany e gli altri tunisini ricevuti dai tredici a piedi con "parata" di ben
  6. Sono d'accordo, la tua disamina mi ha ricordato il mio rapporto con Lost. Serie geniale che ho letteralmente amato e che mi ha "incollato" alla tv come non succedeva da quando ero piccolo (praticamente non guardo la tv). Poi arrivò la stanca nella quarta stagione quando invece di risolvere i numerosi nodi ed enigmi hanno cominciato a crearne sempre di nuovi, intricando la storia all'inverosimile, collegando forzamente tutti i personaggi fra loro, sviluppando la trama "in corsa" etc. All'inizio della 5° stagione gettai la spugna e non mi è venuto nemmeno la curiosità di conoscere l'agognato fin
  7. Non posso dire la stessa cosa purtroppo, il giovane lupo era fra i miei preferiti, ho riletto quel "maledetto passo" 3 volte per capacitarmente, ci rimasi malissimo ma apprezzai lo Zio anche per questo. Riguardo alla serie, come qualche altro personaggio, direi partenza in sordina per Robb (del resto il tempo a disposizione è quello che è) e grande ascesa nella seconda parte della stagione, arrivo in volata dunque abbastanza convincente direi
  8. Chissà quanti si erano presi la briga di informarsi un po' sullo "stile" della saga di Martin... certamente se uno si aspetta un fantasy stile Terry Brooks non può che rimanerne frustrato, ma penso che già le prime puntate dovrebbero "orientare" il neofita... sono contento invece di sapere che molti pur nella delusione di vedere la fine di Ned hanno apprezzato il coraggio della scelta e capito che possono aspettarsi di tutto dalla serie. Ho letto anche che molti si sono lamentati più che altro del fatto che vada via proprio Sean Bean che era l'attore di punta della serie, ma anche questo
  9. Nel libro non ha motivi comprensibili per essere così crudele e spietato nei confronti di quella che è stata la sua famiglia per 10 anni, nella serie già ha più senso che la gente di grande inverno gli stai profondamente sulle balle e la notte sogni di prenderli a sberle. Non sono d'accordo, nei libri è abbastanza chiaro che Theon cmq non farebbe del male ai ragazzi Stark se non fosse strettamente necessario, ha in ogni caso una smisurata ambizione e volontà di rivalsa, possiende poi un'indole poco propensa alla pietà che si palesa fin dal primo capitolo. Una delle tantissime figure "g
  10. Uè anche questa non l'avevo colta dai libri, speculazioni o deduzioni plausibili? " />
  11. Concordo, un padre che stravede per le sue figlie femmine ed è pronto a chiudere un occhio, a viziarle oltre il dovuto, rappresenta un archetipo attuale e plausibile in tutte le epoche storiche, direi che ci sta' tutto, considerato anche il personaggio di Ned. E già magari più sindacabile semmai il pentimento del ceffone di Robert, uomo rude, irascibile, "deluso" dal mondo e non certo innamorato della moglie poi, moglie a sua volta tutt'altro che remissiva e meno che mai tenera verso il marito...
  12. Premesso che, come già scritto, sono d'accordo sulle critiche contro questa trasposizione fuorviante di Renly e Loras, forse sarebbe il caso di voltare pagina e parlare d'altro
  13. Non ti seguo scusami qua, da quello che mi ricordo (forse sbagliando) Renly aveva precise idee sulla possibilitè ed opportunità di regnare di Stannis, correva quindi per se stesso, manipolato o meno...
  14. Il ragionamento di Sir Balon non fa una piega. Quoto alla virgola. Non ho nulla contro la scena in sè, condivido anzi le scelte di sceneggiatura più audaci, certo è un peccato che abbiano "azzardato" per poi semplificare, o come ha ben sottolineato Balon, per stereotipare. La cosa vale appunto anche per altri casi ed è in ogni caso abbastanza inevitabile almeno per i personaggi diciamo "minori". Vediamo comunque cosa altro ci riserverà la serie per Renly e Loras prima di dare un giudizio definitivo... Credo sia anche innegabile che "l'azzardo" abbia una precisa finalità di "marketing", l
  15. Il Matrimonio tra Cersei e Rober è un matrimonio infelice, del resto "suggellato" dal racconto di Robert che nomina Lyanna la prima notte di nozze, chiedete al vostro partner quanto sarebbe contento Non mancano comunque altri riferimenti nei libri, il personaggio di Cersei (che come ho scritto trovo reso magistralmente in questa trasposizione televisiva) è un personaggio poliedrico, ricco di sfaccettature e contraddizioni, nel pieno (e sublime) spirito della saga, non stiamo parlando della matrigna di Cenerentola o della strega cattiva di Biancaneve suvvia... Cersei è sicuramente un person
  16. Insomma non proprio così politically correct visto che han già fatto vedere che Lei cornifica con Lui col fratello e Lui cornifica Lei con mezze dozzine di meretrici alla volta divertendosi a farlo quando il fratello di Lei è di guardia... insomma per fortuna non ci stanno rifilando rivisitazioni così edulcorate dai
  17. Per me ogni puntata è migliore della precedente, ho particolarmente apprezzato la terza proprio per il suo carattere "interlocutorio", di lenta introduzione di nuovi personaggi. Mi è piaciuto molto quel po' di attenzione dato a Barristan, molto funzionale anche l'attore; chioma o meno, particolare a mio avviso irrilevante per un personaggio "minore" , è notevolissima la scena finale con Forel, convincente lui, sempre più straordinaria lei, Arya, a mio personalissimo avviso contende a Cersei il primato come personaggio meglio reso ed interpretato rispetto ai libri. Veramente suggestive e be
  18. Concordo assolutamente, stiamo parlando di un'impresa titanica, ancora quando vedo le puntate è come se non ci credessi, li guardo con la mia ragazza che non ha letto i libri e penso: "se solo sapesse..." Anche io non ho apprezzato alcuni tagli o certe semplificazioni ma mi rendo conto che è impossibile che non ci siano... La serie è fatta bene, la scelta degli attori mi pare felice, "lo spirito" non viene tradito, difficile pretendere di più, con questo non voglio certo dire non ci stiano le critiche, ovvio. Mi aspetto dalla serie la possibilità di dare una "visione concreta" a luoghi e per
  19. Colpa? Io direi una delle "grandezze" invece, almeno per i miei gusti Il "giovane lupo" era il mio personaggio preferito, quando... etc etc. ci sono rimasto malissimo, ma non ho odiato lo Zio, anzi ho ancora di più apprezzato la lettura che si è caricata di maggiore "suspance", ancora di più avevo capito che lo Zio non era come molti altri, non potevo dare per scontato davvero nulla.
  20. Riprendendo la prima considerazione di Lady delle Foglie che ho trovato molto affine al mio pensiero mi è venuta in mente anche Star Trek, la cosidetta "serie classica" , la prima cioè, quella a cui tutti i trentenni o più come me sono un po' legati penso, dove la maggiorparte di una puntata consisteva nel ascoltare i comandi e le sagaci battute di Kirk, Spock, McCoy guardandoli mentre vedevano (loro, non noi telespettatori!) lo schermo della plancia e poco più, era praticamente "teatro puro", fantastico. L'enorme successo non sarebbe arrivato se non avessero "imbroccato" in pieno i personagg
  21. Non puoi paragonare Il mestiere delle armi con GoT, quello è un filmone con i contro[censura] attributi Lungi da me dal volerlo fare... era per dare un (alto) esempio di come si possono fare le cose senza bisogno di spendere cifre assurde, Kurosawa è un altro nobilissimo esempio, anche se ha spesso utilizzato diverse centinaia di comparse (spesso "supervisionate" singolarmente da lui stesso!) ma l'effetto era poi ancora più grandioso, insomma voglio dire se il regista ci sa fare le decine sembrano centinaia, le centinaia migliaia Poi sono gusti per carità, per me il montaggio di
  22. Invece a me la scena della colonna dei Dothraki mi è piaciuta molto per il motivo opposto: dimostra che con un sapiente (vecchio stile direi) uso delle inquadrature si può tranquillamente dare l'idea di "massa" senza bisogno necessariamente di migliaia di comparse o della roboante digitalizzazione. Vedere anche il "Mestiere delle Armi" del maestro Olmi, dove ci sono scene di battaglia suggestive e convicenti con poche decine di comparse. Ovviamente appunto, bisogna "saperci fare" altrimenti si rischia l'effetto ridicolo, non mi pare sia fortunatamente il caso di GoT.
  23. Per Tywin Lannister hanno ingaggiato un ottimo caratterista di grande esperienza, anche visivamente mi pare molto azzeccato. finora i personaggi principali che mi sembrano resi ed interpreati meglio sono per i miei gusti: Cersei Ed Arya Bran Tyrion Cat Di buon livello anche gli altri, compresi i personaggi minori, penso a Jorah Mormont o Rodrick Cassel, a mio avviso perfetti. Giudizio sospeso x Daenerys, azzardata forse la scelta di un' attrice alle prime armi, scelta forse suggerita dalla durezza di alcune scene che forse avrebbero fatto storcere il naso ad attrici
  24. A parte il fatto che ho apprezzato Sean Bean anche in versione Boromir per il resto quoto tutto PS Attenzione a speculare troppo sul discorso di Cersei a Cat, se la serie ha carpito lo spirito della saga come sembra stia facendo, qualsiasi parola/discorso diretto non andrebbe preso per oro colato... Mi sta piacendo moltissimo la serie, il fatto è che pur guardandola la considero ancora impossibile da realizzare A nessuno come me viene da mettersi le mani sui capelli al pensiero di quello che succederà, di quello che servirebbe sapere, di quello che per forza di cose non potremo ved
×
×
  • Create New...